Google è un’azienda con sede a Mountain View, California (USA), un colosso che offre una lunga serie di servizi online e commercializza diversi prodotti hardware come smartphone, tablet Android e dispositivi per la smart home. Si tratta di una delle più importanti aziende al mondo, con fatturati di centinaia di miliardi di dollari l’anno e decine di migliaia di dipendenti.

Fondata nel 1998 da Larry Page e Sergey Brin, ha saputo farsi largo nel difficile mondo delle compagnie tecnologiche e digitali partendo dal suo potente motore di ricerca. Google si è poi allargata, quotandosi in borsa, acquisendo il portale YouTube (e non solo) e soprattutto sviluppando Android, il sistema operativo mobile basato sul kernel Linux che ora risulta il più diffuso al mondo.

Dal 2015 è una società controllata dalla holding Alphabet Inc., guidata dai due fondatori di Google.

Smartphone Google

Come detto, Google commercializza anche smartphone Android con il suo marchio. La compagnia si affida a compagnie esterne (come Samsung, HTC, LG e Motorola), con le quali ha collaborato per la produzione dei dispositivi Google Nexus (smartphone e tablet); questi non disponevano del marchio “Google”, ma venivano venduti con il nome “Nexus”, diventato iconico con gli anni.

Il primo smartphone Nexus fu il Nexus One, prodotto da HTC nel 2010 e commercializzato con Android 2.1 Eclair. Negli anni a venire fu la volta di Nexus S, Galaxy Nexus, Nexus 4, Nexus 5, Nexus 6, Nexus 5X e Nexus 6P. Nel 2016 Google decise di dare una sterzata e iniziò a commercializzare gli smartphone (e i tablet) direttamente con il suo marchio: nacque così la gamma Google Pixel, arrivata nel 2019 alla quarta generazione.

Google Pixel 4 e Google Pixel 4 XL sono smartphone Android top di gamma, presentati nell’ottobre 2019 durante il consueto evento annuale Made by Google, caratterizzati da una doppia fotocamera posteriore e dal debutto della tecnologia Motion Sense, che sfrutta il radar di Project Soli.

Con la terza generazione (Pixel 3 e Pixel 3 XL, dell’anno prima), Google ha deciso di commercializzare (a distanza di qualche mese) anche due smartphone di fascia media, denominati Pixel 3a e Pixel 3a XL.

Tablet Google

Come anticipato poco più in alto, Google ha commercializzato negli anni altri dispositivi mobili oltre agli smartphone, come tablet e 2-in-1. Con la “vecchia” gamma Nexus, Google produsse, in collaborazione con ASUS, Samsung e HTC, Nexus 7 (2012 e 2013, due generazioni), Nexus 10 (2012) e Nexus 9 (2014).

Il primo device a marchio Pixel fu Google Pixel C, un tablet del 2015 con sistema operativo Android 6.0 Marshmallow; a esso seguì nel 2018 Google Pixel Slate, un 2-in-1 con sistema operativo Chrome OS. Successivamente Google ammise di aver tagliato un paio di tablet in fase di sviluppo, probabilmente a causa dei precedenti non entusiasmanti, e di aver (almeno per il momento) abbandonato l’idea di commercializzare nuovi dispositivi di questo tipo, preferendo concentrarsi su laptop come i Pixelbook.

Smart home e accessori Google

Il reparto hardware di Google non è solo smartphone, tablet e laptop: Big G si concentra parecchio anche sulla smart home e lo fa con diversi prodotti. Tra questi possiamo trovare Google Home, Google Home Mini e Nest Hub, che sfruttano Google Assistant per svolgere diverse operazioni, ma anche Google Chromecast (per lo streaming dei contenuti tramite HDMI e Wi-Fi) e i tantissimi prodotti per la sicurezza (Nest Hello, Nest Protect, Nest Cam) e il controllo della temperatura (termostrati Nest).

Sul Google Store sono in vendita anche diversi altri prodotti, come il visore per la realtà virtuale (VR) Google Daydream View, la basetta per la ricarica wireless (e non solo) Pixel Stand, gli auricolari USB Type-C con filo e quelli wireless della gamma Pixel Buds. Tutto questo senza dimenticare Stadia, un servizio di videogiochi in streaming con debutto nel novembre 2019.

Prezzi Google

I prodotti Google, in particolare gli smartphone, non sono noti per la loro economicità, soprattutto in tempi recenti. Mentre nel periodo dei Nexus l’azienda commercializzò prodotti a prezzi talvolta molto interessanti (è il caso di Nexus 4 e Nexus 5 ad esempio), questo trend si interruppe con l’avvento degli smartphone Google Pixel.

Si tratta di dispositivi top di gamma e vengono venduti a cifre in linea con quelle richieste dagli altri produttori (tra i 900 e i 1000 euro). Nel 2019 la casa di Mountain View ha deciso di rendere disponibili anche due smartphone di fascia media, Google Pixel 3a e Pixel 3a XL, venduti a prezzi decisamente più popolari (si parte da 399 euro).

Offerte Google

Gli smartphone Google vengono venduti direttamente sul Google Store anche in Italia, ma non solo. Essendo acquistabili anche presso altri rivenditori, online e fisici, potrebbe capitare di trovare offerte interessanti e ribassi consistenti sui prezzi di listino. Ecco alcune offerte sui prodotti più recenti:

Altre offerte Altre offerte Altre offerte Altre offerte

Assistenza Google

Google offre un servizio di assistenza per ogni suo servizio, e ovviamente per i suoi smartphone Android. È possibile ricevere assistenza per i Google Pixel principalmente in due modi:

  • direttamente dal telefono: basta aprire l’app “Impostazioni”, selezionare “Suggerimenti e assistenza”, “Telefono” o “Chat” durante gli orari di disponibilità dei servizi. In questo modo è possibile essere richiamati o chattare con un operatore.
  • sul sito Google (link): è sufficiente selezionare il modello per il quale si vuole ricevere assistenza dal menu in alto a destra (“Contattaci”); anche in questo caso si può scegliere se essere richiamati (i tempi di attesa sono specificati) o avviare una sessione via chat con un esperto.

In alternativa è possibile affidarsi all’assistenza via Twitter (@MadeByGoogle) o, se il problema non è grave, alla community online raggiungibile a questo indirizzo. Per gli altri prodotti e servizi è invece possibile ricevere assistenza seguendo questo link.