Mentre il programma di test di Android 15 giunge alla beta 1.2, con un firmware che va a correggere un po’ di problemi a breve distanza dal precedente, il solito Mishaal Rahman ci anticipa un paio di interessanti novità che dovrebbero arrivare con il nuovo sistema operativo. Da un parte abbiamo la pagina dedicata alla condivisione audio tramite Auracast, dall’altra una funzionalità pensata per “forzare” le app alla modalità scura. Scopriamo cosa sappiamo finora.

Auracast e condivisione audio Bluetooth in arrivo su Android 15

La connettività Bluetooth è normalmente utilizzata (anche) per lo streaming audio da un dispositivo sorgente (come uno smartphone Android, ma non solo) e uno ricevente (come le cuffie wireless, ad esempio), ma grazie allo standard Bluetooth LE Audio e ad Auracast, le cose sono cambiate.

Auracast è una funzionalità dello standard Bluetooth LE Audio che consente la trasmissione di audio a più dispositivi vicini tramite Bluetooth Low Energy: in questo modo, ad esempio, un solo smartphone potrebbe trasmettere audio a più paia di cuffie wireless vicine, consentendo di ascoltare la stessa musica senza necessariamente accoppiare i dispositivi.

Alcuni produttori offrono già da un po’ funzionalità di condivisione audio che sfruttano il Bluetooth, ma queste implementazioni richiedono in genere un dispositivo specifico come sorgente (come un Samsung Galaxy, nel caso di Dual Audio) o come ricevente. Un paio di mesi fa c’è stato anche l’ampliamento della funzionalità Auracast per la serie Samsung Galaxy S24 e diversi altri modelli (dopo l’update alla One UI 6.1, arrivato da qualche settimana sui Galaxy S23 e non solo).

Al momento non sono poi molti i modelli sul mercato dotati di Auracast, nonostante il lancio sia avvenuto ormai nel 2022, ma le cose sembrano destinate a cambiare, visto che il supporto Bluetooth LE Audio è diventato una sorta di standard per i nuovi prodotti audio. In previsione di tutto ciò, Google sta aggiungendo una pagina dedicata all’interno di Android 15 che consente agli utenti di trovare, connettersi e avviare la trasmissione Auracast. Se ne era parlato già a gennaio con la Developer Preview 2, ma in quel momento la pagina (e quindi Auracast) non funzionava.

Con un po’ di tentativi sotto il cofano, il solito Mishaal Rahman è riuscito questa volta ad abilitare completamente la funzionalità di condivisione audio su Google Pixel 8 Pro con la penultima release, la Beta 1.1 rilasciata giusto qualche giorno fa. La novità è spuntata all’interno delle impostazioni, alla voce relativa ai dispositivi collegati e alle preferenze di collegamento. Negli screenshot qui sotto possiamo già iniziare a scoprire come funziona più da vicino: c’è anche un’opzione per attivare un miglioramento della compatibilità, che però sembra aver sortito l’effetto di peggiorare al contempo la qualità audio.

Sembrano esserci ancora alcuni problemini di gioventù, ma siamo certi che con l’arrivo della versione stabile di Android 15 le cose andranno meglio.

Nuova opzione per forzare la Modalità scura su Android 15

Tanti utenti amano la modalità scura, e ci sono diversi possessori di smartphone e dispositivi Android che la preferiscono così tanto da averla impostata in modo persistente, senza star dietro al passaggio automatico tra giorno e notte. Questi saranno felici di sapere dell’arrivo di una nuova funzionalità su Android 15 che consentirà di forzare le app alla modalità scura, anche se non hanno un tema scuro integrato.

La modalità scura è arrivata ufficialmente su Android a partire da Android 10, e nel corso degli anni sono state parecchie le applicazioni ad aver introdotto un apposito tema. Parecchie, ma non tutte: proprio per questo sembra sia in arrivo questa novità, per ora nascosta all’interno delle più recenti beta di Android 15. All’interno delle opzioni sviluppatore è già disponibile da parecchio l’opzione “Forza modalità Notte”, pensata per l’appunto per aiutare gli sviluppatori, ma quella nuova (“Make all apps dark”) sembra portare a migliori risultati, funzionando con più applicazioni. Questo probabilmente perché la prima, per funzionare, richiede che le app aderiscano.

In più, la nuova opzione è pensata per apparire nelle impostazioni di accessibilità, e non all’interno di quelle per gli sviluppatori, segno del fatto che sia stata concepita per gli utenti. Grazie a Mishaal Rahman possiamo mostrarvi alcune immagini comparative, che confrontano le modalità chiare e scure delle applicazioni (con “Forza modalità Notte” o con la nuova funzione in arrivo).

Per ora la nuova funzionalità pensata per forzare la modalità scura non è disponibile per tutti gli aderenti al programma di test di Android 15. Probabile che si faccia vedere più avanti, magari nella Beta 2 prevista per il mese di maggio.


Android 15 Beta 1.2 è disponibile da poche ore per i Google Pixel compatibili e va a correggere vari bug a livello di sistema, tra arresti anomali, blocco delle app e sfarfalli dello schermo. Come abbiamo visto un paio di giorni fa, il sistema operativo nasconde diverse ulteriori novità lato sicurezza e privacy. Il programma beta proseguirà nei prossimi mesi: la stabilità della piattaforma è prevista dopo giugno, con un rilascio stabile possibile entro la fine dell’estate (se tutto andrà bene) o l’inizio dell’autunno.