Gli smartphone Android, almeno quelli realizzati dai produttori più importanti e conosciuti, ricevono con una certa regolarità aggiornamenti software, a volte contenenti nuove versioni del sistema operativo, altre volte patch di sicurezza o correzioni di gravi bug.

Xiaomi è abbastanza in questo senso grazie al rilascio di patch di sicurezza mensili, che spesso sono accompagnate da aggiornamenti che correggono i problemi segnalati nel tempo dagli utenti. È dunque facile perdersi in mezzo a tante notizie e per questo abbiamo creato questa sezione dedicata agli aggiornamenti degli smartphone Xiaomi.

Quali smartphone sono coinvolti nell’aggiornamento

Xiaomi è forse la compagnia più complicata da seguire per quanto riguarda gli aggiornamenti. Spesso gli smartphone rimangono per parecchio tempo con la stessa versione di Android con la quale sono “nati”. Più frequenti invece gli aggiornamenti di MIUI, l’interfaccia personalizzata del produttore cinese.

Xiaomi rilascia aggiornamenti specifici per ogni singolo smartphone, a volte integrando patch di sicurezza e nuove versioni di Android. Non esiste una periodicità ben precisa nel rilascio degli aggiornamenti.

Che tipo di aggiornamento è stato rilasciato

Xiaomi non rilascia aggiornamenti specifici per le patch di sicurezza, che vengono pubblicate in maniera molto disordinata insieme a nuove versioni dell’interfaccia MIUI. Le patch di sicurezza non vengono rilasciate con une periodicità definita, visto che solo la versione beta cinese viene aggiornata ogni settimana. Per le altre versioni invece le patch arrivano mediamente ogni 2-3 mesi.

Anche le nuove versioni di Android vengono rilasciate in ritardo rispetto a Google e per un numero limitato di modelli, anche se in tempi recenti la situazione sta decisamente migliorando sotto questo punto di vista.

Per quanto tempo riceverò gli aggiornamenti?

Xiaomi non fornisce tempistiche precise per quanto riguarda il supporto agli aggiornamenti. Alcuni smartphone sono stati aggiornati per 4-5 anni, altri abbandonati dopo due anni. In genere le patch sono garantite per almeno 24 mesi, così come gli aggiornamenti MIUI, che si spingono anche a 36 mesi.

Negli ultimi anni quasi tutti i dispositivi, anche quelli più economici, ricevono almeno un major update di Android e per i top di gamma è quasi certo il rilascio di almeno due versioni.

Come verificare se è disponibile un nuovo aggiornamento

Normalmente Xiaomi invia una notifica relativa alla presenza di un nuovo aggiornamento. In questo caso basa seguire le istruzioni fornite, che solitamente invitano a premere un tasto per iniziare l’operazione. Nel caso invece l’utente volesse controllare manualmente la presenza di un aggiornamento Xiaomi la procedura è decisamente semplice.

Basta infatti aprire le Impostazioni dello smartphone Samsung, aprire la voce Info sistema e quindi “Aggiornamento sistema”. A questo punto premete “Verifica aggiornamenti” e seguite le istruzioni a video.

Come installare un aggiornamento su un dispositivo Xiaomi

A questo punto non vi resta che procedere all’installazione dell’aggiornamento, una procedura decisamente semplice. Verificate innanzitutto di avere una sufficiente carica residua, solitamente è consigliabile avere almeno il 50% di batteria, specialmente se dovete installare una nuova versione di Android.

In ogni caso se il livello dovesse essere insufficiente sarà la stessa procedura a ricordarvi di caricare lo smartphone o di collegarlo al caricabatteria durante la procedura.

Se avete ricevuto la notifica è sufficiente toccare l’azione indicata e procedere all’installazione del file scaricato. Nel caso di alcuni smartphone Xiaomi ha implementato la modalità seamless per cui il nuovo software verrà installato mentre il dispositivo è in uso, velocizzando l’operazione. Sarà sufficiente, appena possibile, riavviare lo smartphone per iniziare a utilizzare la nuova versione del software.

Nella maggior parte dei casi invece dopo aver scaricato l’aggiornamento sarà necessario riavviare lo smartphone per avviare la procedura che richiede solitamente pochi minuti per essere portata a termine.