Negli ultimi anni, dalle parti di Mountain View hanno lavorato sodo in preparazione al lancio del Google Pixel Tablet, mostrato più volte in alcuni teaser ufficiali e atteso per il 2023.

Si tratta del primo tablet Android marchiato Google, sequel del Pixel C del 2015 che ha fatto da capostipite per l’intera gamma di smartphone Google Pixel. Da allora, Android si è evoluto considerevolmente e, in ottica tablet, i più grandi passi avanti sono stati messi in campo con Android 12L e Android 13. Per provare a mettere in mostra le potenzialità di Google Pixel Tablet, i colleghi di 9to5Google hanno realizzato un video concept chiamato “Come sarà usare il Pixel Tablet”: scopriamo, dunque, cosa si può evincere dal video.

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

579€ invece di 799€
-28%

Google Pixel Tablet: un concept ne mostra le potenzialità

Come anticipato in apertura, i colleghi di 9to5Google hanno realizzato un video concept chiamato “Come sarà usare il Pixel Tablet” in cui hanno ricreato l’esperienza utente che, presumibilmente, verrà offerto dal Google Pixel Tablet.

Per fare ciò, il team si è basato sulle potenzialità in ambito tablet offerte dalla più recente versione in anteprima di Android, ovvero Android 13 QPR2. Attualmente siamo giunti alla beta 1 (rilasciata nella prima metà del mese di dicembre) del suo percorso di sviluppo (che ha già introdotto parecchie novità e ne nasconde altre); la versione stabile dovrebbe, poi, arrivare nel mese di marzo, in concomitanza con il primo Pixel Feature Drop del 2023.

Pertanto, sono state apportate alcune importanti modifiche alle impostazioni di uno smartphone della gamma Pixel, abilitando alcune funzionalità aggiuntive nascoste nelle app; in preparazione al video, quindi, non sono semplicemente stati aumentati i DPI dello schermo (superando la soglia dei 600 DPI, Android riconosce il dispositivo come se fosse un tablet) ma sono state sfruttate tante altre cose ancora in lavorazione e che, per forza di cose, potranno non essere pronte al momento del lancio del tablet o potranno risultare diverse per quanto concerne l’aspetto.

Schermata di blocco

Il primo aspetto interessante che emerge dal video è la schermata di blocco che, presumibilmente, sarà quella utilizzata anche sul Google Pixel Tablet.

Essa presenta il classico widget At a Glance in alto a sinistra e un orologio nella parte centrale che si sposta verso sinistra per svelare le notifiche (sulla parte destra). Nella parte in basso a sinistra è presente un collegamento a Google Home. Nella parte in alto a destra è, invece, presente un pulsante che consente di cambiare utente in maniera rapida, probabilmente pensato nell’ottica della condivisione del tablet all’interno di un nucleo familiare.

Va da sé che Pixel Tablet possa avere ulteriori funzionalità extra per la schermata di blocco: ad esempio, la stessa Google ha confermato che un utente sarà in grado di trasmettere video e musica al Pixel Tablet, alla pari di quanto possibile fare con un Nest Hub o con Google TV.

Interfaccia utente, notifiche e comandi rapidi, Google Discover

Sbloccando il dispositivo, la schermata iniziale si mostra con un’ampia griglia 6×5 per ospitare app e widget, con At a Glance ancora una volta in bella mostra in alto a sinistra: a differenza di quanto fa sugli smartphone, tuttavia, questo widget permanente occuperà solo metà della riga superiore (e non l’intera riga). A fianco delle app della dock (fino a sei), è presente la barra di ricerca del Pixel Launcher.

Toccando l’icona del microfono o dicendo “Hey Google” si invoca Google Assistant e l’interfaccia utente, nella fase della richiesta, è la medesima presente sugli smartphone: la risposta, invece, verrà mostrata nella parte destra dello schermo.

Scorrendo dal basso verso l’alto, si accede al cassetto delle app, mostrato come un foglio in stile Material You (non è a schermo intero). Scorrendo dall’alto verso il basso, invece, viene mostrato il nuovo centro di controllo a due sezioni: sulla sinistra, sono presenti i comandi rapidi (barra della luminosità e toggle in formazione 3×3), mentre a destra viene mostrato l’elenco delle notifiche.

Scorrendo verso sinistra, invece, troviamo Google Discover con un design ottimizzato per i tablet. In alto è presente un messaggio di benvenuto per l’utente; nel Pixel Tablet troviamo, poi, due sezioni distinte: una è chiamata “Dalle tue app” e mostra consigli su film e programmi TV da Google TV e altre app; l’altra è chiamata “Da tutto il web” ed è la classica raccolta di articoli e notizie che troviamo, anche sugli smartphone, in Google Discover.

Multitasking e app recenti

Un’altra modifica interessante è quella legata al multitasking e, più in generale, alle nuove potenzialità di Android sui dispositivi dotati di un grande schermo.

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

579€ invece di 799€
-28%

Premendo a lungo su un’app, il menu a tendina darà la possibilità di selezionare “Dividi a sinistra” o “Dividi a destra”: scegliendo una di queste due opzioni, l’app selezionata verrà aperta su una delle due metà dello schermo e, una volta aperta una seconda app, le due verranno visualizzate come affiancate verticalmente.

Una barra sottile farà da separé tra le due app e, tramite essa, è possibile aumentare o diminuire la dimensione delle due finestre. È interessante notare, inoltre, come nella visualizzazione “App recenti”, le due app vengano trattate come se si tratti di un’unica attività: è quindi possibile tornare ad essa o chiuderla in un colpo solo.

Un’altra novità di cui si è parlato parecchio negli ultimi mesi è la nuova barra delle applicazioni, inizialmente introdotta con Android 12L; questa, richiamabile tramite un piccolo scorrimento verso l’alto da qualsiasi app, mostra le sei app fissate in basso nella schermata iniziale ed un pulsante per accedere al cassetto delle app da qualsiasi schermata (anche all’interno di un’app), svincolando l’utente dalla necessità di tornare alla schermata iniziale per aprire una nuova app.

Aprendo le “App recenti”, viene mostrata in grande l’ultima attività (app o gruppo di app) mentre le attività precedenti vengono visualizzate più in piccolo, collocate su due righe. Oltre alle solite opzioni “Screenshot” e “Seleziona”, è presente un ulteriore pulsante che consente di dividere l’app sullo schermo o unirla ad un’altra per creare una nuova attività.

Le app di Google hanno fatto passi da gigante

Andando oltre l’interfaccia utente in tutte le sue parti, per un dispositivo moderno sono molto importanti le app. Soprattutto dall’inizio dell’anno ad oggi, Google ha aggiornato molte delle proprie app per renderle fruibili al meglio sui dispositivi dal grande schermo, anche (e soprattutto) in ottica Pixel Tablet.

La caratteristica principale delle app che sono state aggiornate è il design a doppio pannello, che dispone i contenuti su due lati, mettendo un set di informazioni da un lato e un set di informazioni dall’altro: questo, oltre che per i tablet (sinistra-destra), è perfetto anche per i dispositivi pieghevoli (sinistra-destra o sopra-sotto).

Per fare un esempio, Google Messaggi mostra l’elenco delle conversazioni sulla sinistra e la singola conversazione (selezionata) a destra. Andando avanti, Google Chrome sfrutterà lo spazio aggiuntivo offerto dal Pixel Tablet, offrendo un’esperienza paragonabile a quella desktop.

Il colosso di Mountain View aggiornerà sicuramente il resto del proprio parco app per farsi trovare pronto al lancio del tablet: tra le app che dovranno ancora essere aggiornate, rientra Google Contatti che sta preparando la propria revisione del design in modo che sulla sinistra venga mostrato l’elenco dei contatti e sulla destra le informazioni del singolo contatto.

Quando arriverà Google Pixel Tablet?

Secondo previsioni, Google Pixel Tablet potrebbe essere presentato in primavera, durante il Google I/O 2023 (in genere programmato per il mese di maggio). In quel momento, come anticipato, sarà disponibile Android 13 QPR2 che dovrebbe arrivare in versione stabile nel mese di marzo.

Tutti gli sforzi fatti da Google per prepararsi al meglio al lancio del proprio tablet andranno comunque a vantaggio di altri produttori di tablet Android come Samsung e Lenovo, che potranno così sfruttare i miglioramenti di Android e tutte le varie app riprogettate dal colosso di Mountain View.

Tuttavia, è obbligatorio attendere l’ufficialità del Google Pixel Tablet per scoprire se il concept video di cui abbiamo parlato si avvicini o meno al risultato finale. Immaginiamo, comunque, che i primi mesi del 2023 saranno caratterizzati da numerosi rumor sul suo conto.

Potrebbero interessarti anche: Google Pixel Tablet si mostra in foto reali e Google potrebbe aver mostrato in anteprima il software del Pixel Tablet