Quali sono i migliori smartphone Android? Quale smartphone acquistare? Sei arrivato nella pagina giusta, quella che ti illustrerà la nostra classifica dei migliori smartphone Android aggiornata a marzo 2020, per cui con tutte le ultime novità offerte da tutti i produttori come Samsung, Huawei, HONOR, LG, Sony, Xiaomi, OnePlus, ecc.

Il mercato degli smartphone Android è piuttosto ampio ed è in costante crescita. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione di cellulari Android ed è diventato alquanto difficile riuscire a trovare il telefono che possa soddisfare pienamente le proprie esigenze, soprattutto lato prezzo. Per questo motivo, noi di TuttoAndroid abbiamo deciso di realizzare la prima guida completa che vi aiuterà a individuare i migliori smartphone Android in base al vostro budget e alle vostre esigenze.

La nostra classifica ai migliori smartphone Android è strutturata in maniera semplice e intuitiva per non avere più dubbi su quale acquistare. Abbiamo infatti selezionato diverse fasce di prezzo e per ognuna di esse individuato i migliori telefoni. Per ognuno di questi è presente poi una breve descrizione, le specifiche tecniche e, dulcis in fundo, i migliori prezzi dove acquistarlo. Questo miglior prezzo è costantemente aggiornato e permette di acquistare lo smartphone scelto al prezzo più basso della Rete. Per la determinazione del miglior prezzo sul web, visto che non ci sono differenze concrete, non abbiamo tenuto conto del tipo di garanzia, Europa o Italia, né di colorazione. Su TuttoTech invece abbiamo realizzato una guida ai miglior smartphone senza distinzione tra sistema operativo.

Come selezioniamo i migliori smartphone Android

In questa classifica potete trovare sia smartphone del 2019 che del 2018 purché da noi ritenuti un valido acquisto. È molto probabile infatti che gli smartphone dello scorso anno si trovino oggi a prezzi decisamente più vantaggiosi offrendo un’esperienza utente al pari delle nuove uscite. Questo li posiziona in fasce di prezzo inferiori aumentandone il rapporto qualità-prezzo. Inoltre, in questa precisa classifica, non verranno presi in considerazione smartphone non distribuiti, e quindi non supportati ufficialmente dalle case, nel nostro Paese, trattandosi di una guida all’acquisto valida per tutti.

Ecco i criteri principali con cui selezioniamo i migliori smartphone Android:

  • Inseriamo in classifica solo smartphone testati e provati: in questa guida non troverete telefoni di cui non abbiamo testato con mano la validità o che durante le nostre prove non si sono rivelati all’altezza della situazione. Per questo motivo, qualsiasi smartphone troverete in questa classifica, sarà certificato da noi come un prodotto valido;
  • Caratteristiche hardware: scegliamo i cellulari da inserire guardando anche le caratteristiche tecniche, più in generale gli smartphone dovranno avere specifiche sufficientemente aggiornate e di qualità. Sono quindi esclusi smartphone con display obsoleti o poco visibili, fotocamere incapaci di catturare una buona scena, batterie con autonomia risicata o connettività scadente;
  • Esperienza d’uso e software: aspetto molto importante per noi è l’esperienza d’uso che uno smartphone può offrire. In questa nostra classifica abbiamo inserito esclusivamente prodotti adeguati all’utilizzo quotidiano e che riescono a bilanciare ottimamente specifiche hardware e software, in fin dei conti è inutile avere un prodotto con caratteristiche tecniche TOP se poi impiega 30 secondi a scattare una foto, no?
  • Rapporto qualità/prezzo: infine il nostro criterio di selezione dei migliori smartphone Android è il rapporto tra la qualità offerta e il prezzo a cui viene venduto. Questo fattore è in continuo cambiamento, grazie alla svalutazione dei prezzi online, e per questo la classifica si aggiorna mensilmente.

Video migliori smartphone Android


Ecco dunque la lista dei migliori smartphone Android aggiornata a ottobre 2019. Ne troverete di tutti i tipi e per tutte le tasche, per cui sarà davvero difficile non riuscire a trovare uno smartphone che soddisfi le vostre richieste. Vediamo allora quale smartphone comprare, fra economici e più costosi.

Migliori smartphone Android a meno di 100 euro

Smartphone Android sotto i 100€ che offrano una buona esperienza d’uso sono più rari che mai, purtroppo. Su questa fascia le caratteristiche hardware sono datate e non viene garantito il buon funzionamento di tutte le applicazioni, soprattutto quelle più pesanti. Ve ne proponiamo un paio tra quelli più intereessanti.

Redmi 8A

L'autunno 2019 di Redmi è iniziato con la presentazione di Redmi 8A, un entry level disponibile in svariate colorazioni e due diversi tagli di memoria, per raccogliere il testimone da Redmi 7A. Le dimensioni non sono compatte (156,48 x 75,41 x 9,4 millimetri) ma grazie all'Aura Wave Grip Design, una particolare trama che migliora la presa (riducendo le impronte sulla cover), l'ergonomia migliora in maniera significativa. Difficile rimanere a piedi grazie alla batteria da 5.000 mAh che unita allo schermo HD e al processore a basso consumo, consente di superare agevolmente i due giorni di autonomia e di arrivare a sera anche con un uso esagerato. La doppia fotocamera posteriore, un sensore da 12 megapixel (f/1.8) e un sensore di profondità da 2 megapixel, permette di realizzare foto discrete, penalizzate inevitabilmente in scarse condizioni di illuminazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 439 Qualcomm SDM439, 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Altre offerte

Motorola Moto E6 Play

Motorola Moto E6 Play è arrivato nel nostro Paese sul finire del 2019, pensato soprattutto per competere nella fascia entry level del mercato. La scelta di utilizzare uno schermo da 5,5 pollici ha permesso a Motorola di mantenere sotto controllo le dimensioni: 146,5 x 70,9 x 8,3, e peso di appena 140 grammi, facilitano certamente l'ergonomia e l'utilizzo con una sola mano, una rarità nel mercato attuale. Se a prima vista i 3.000 mAh della batteria potrebbero far storcere il naso, la CPU quad core e lo schermo HD+ contribuiscono a contenere i consumi e permettono di avere un'autonomia più che soddisfacente. Un solo sensore per la fotocamera posteriore, da 13 megapixel con apertura f/2.2. Non aspettatevi foto impressionanti ma di giorno riesce a produrre scatti accettabili per i social o per la visione sullo smartphone.

Ulteriori specifiche: processore MediaTek MT6739, 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Altre offerte

Migliori smartphone Android a meno di 200 euro

Sotto i 200 Euro si iniziano a trovare telefoni validi e già con una buona durabilità. Se tenuti bene, soprattutto in termini di pulizia della memoria con qualche reset ogni 5-6 mesi, possono regalare soddisfazioni contenendo la spesa.

Redmi Note 8T

Redmi Note 8T è arrivato nei nostro Paese a inizio novembre 2019, anche se in realtà si tratta di un semplice rebrand di Redmi Note 8, mai arrivato sui mercati internazionali. Nonostante utilizzi uno schermo da 6,3 pollici le dimensioni sono decisamente importanti, pari a 161,44 x 75,4 x 8,6 millimetri, con un peso di 199,2 grammi. L'ergonomia risulta dunque penalizzata anche se non in maniera eccessiva, grazie anche a una cover in TPU che migliora decisamente il grip. Impeccabile come sempre l'autonomia, grazie alla batteria da ben 4.000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18 watt, che riduce decisamente i tempi di ricarica. Di buon livello anche la qualità del comparto fotografico, nel quale ritorna il sensore da 48 megapixel (f/1.79) affiancato da un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2), un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per le macro e un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per la misurazione della profondità di campo. Ottimi i risultti con una buona luce, presenta solo qualche difficoltà di notte, anche se l'apposita modalità migliora i risultati.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 665 Qualcomm SDM665, 3/4 GB di RAM e 32/64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Realme 5 Pro

Disponibile in Italia dall'estate del 2019, Realme 5 Pro può essere acquistato nelle colorazioni Crystal Green e Sparkling Blue, con due diversi tagli di memoria (4 o 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna) Lo schermo da 6,3 pollici influisce inevitabilmente sulle dimensioni (157 x 74,2 x 8,9 mm e 184 grammi di peso) ma l'ergonomia è comunque buona anche nell'uso con una mano. Peccato solo per un'eccessiva scivolosità, con la curvatura 3D del vetro posteriore che accentua il problema senza tuttavia renderlo grave. Con i suoi 4.035 mAh la batteria di Realme 5 Pro consente di raggiungere un'autonomia davvero elevata: è possibile raggiungere le 8 ore di schermo acceso arrivando comunque a sera con una carica residua del 20% circa. Da segnalare la presenza della ricarica rapida VOOC con un caricabatteria da 20W. Come per il fratello minore Realme 5, anche la variante Pro dispone di quattro fotocamere posteriori: al sensore principale da 48 megapixel (f/1.8) si affiancano un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.25), un sensore macro da 2 megapixel (f/2.4) e uno per la profondità di campo (f/2.4) con la medesima risoluzione. Molto buoni i risultati, con un bokeh realistico e una modalità notturna che garantisce foto di buon livello.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 712 Qualcomm SDM712, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy A40

In Italia questo Samsung Galaxy A40 è in vendita da metà aprile in quattro diverse colorazioni ma con una sola variante di memoria. Il design e l’ergonomia sono uno dei punti chiave dello smartphone: 144,4 x 69,2 x 7,9 mm e 140 grammi di peso lo rendono maneggevole e comodo da tenere in tasca e lo schermo AMOLED da 5,9 pollici è la classica ciliegina sulla torta. Con appena 3.100 mAh di capacità la batteria non fa certo gridare al miracolo ma non è difficile arrivare a sera, a patto di limitare l’uso sotto il sole, dove il battery drain è pesante. Soddisfacenti le foto, ottenute con un sensore da 16 megapixel(f/1.7) e un grandangolare da 5 megapixel (f/2.2) anche se al chiuso o di notte i risultati sono da dimenticare.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 7 Octa 7885, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Motorola Moto G7 Power

Anticipando il Mobile World Congress, Motorola Moto G7 Power è stato annunciato in Brasile nel febbraio del 2019 e, come lascia intendere chiaramente il nome, punta tutto sulla batteria. Le dimensioni, nonostante uno schermo da "soli" 6,2 pollici, sono decisamente importanti: 159,4 x 76 x 9,3 mm e 193 grammi di peso. Ne risente inevitabilmente l'ergonomia anche se la cover posteriore in plastica rende meno complicata la gestione. Inutile sottolineare che la batteria da 5.000 mAh è il pezzo forte, e grazie a uno schermo HD e a un chipset attento ai consumi l'autonomia è impressionante. Due giorni con un utilizzo molto intenso, tre giorni e più prestando solo qualche attenzione. Posteriormente troviamo un singolo sensore da 12 megapixel (f/2.0) in grado comunque di difendersi egregiamente con buona luce. Le cose peggiorano con il calare della luce, quando il rumore aumenta in maniera consistente.

Ulteriori specifiche: processore Qualcomm Snapdragon 632, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P Smart Plus 2019

Huawei P Smart+ 2019 è arrivato in Italia sul finire dell’inverno 2019, in due colorazioni e in una sola variante di memoria. Le dimensioni sono importanti (155,2 x 73,4 x 8 mm) ma il peso di 160 grammi compensa molto bene migliorando di fatto l’usabilità dello smartphone. Nonostante i “soli” 3.400 mAh la batteria si comporta egregiamente e consente di raggiungere senza troppi sforzi i due giorni di autonomia, anche se il prezzo da pagar è la chiusura delle app in background. Il sensore posteriore da 24 megapixel (f/1.8) associato a un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) e a un sensore di profondità da 2 megapixel, restituisce foto bilanciate, anche se a volte manca un po’di saturazione; accettabili i risultati in notturna.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 710, 3 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P Smart Plus 2019

Altre offerte

Xiaomi Mi A3

Xiaomi Mi A3 è arrivato in Italia nell’estate del 2019 ed è basato su Xiaomi Mi CC9e, anche se al posto di MIUI troviamo Android One, il programma che porta Android stock sugli smartphone non Google. Nell’uso di tutti i giorni le dimensioni (153,48 x 71,85 x 8,5 mm) non lo rendono particolarmente difficile da utilizzare e il sensore di impronte sotto al display migliora l’ergonomia, che nel complesso è molto buona. Davvero ottima l’autonomia che, complici la batteria da 4.030 mAh, lo schermo HD e il SoC utilizzato, consentono di arrivare a due giorni con qualche attenzione e di coprire senza sforzi anche le giornate più intense, con 6-8 ore di schermo acceso Buona, in rapporto alla fascia di prezzo, la qualità fotografica, con il sensore d 48 megapixel (f/1.7) che si fa sentire e che con un sensore da 8 megapixel 9f/2.2) ultra grandangolare e uno da 2 megapixel per la profondità di campo, riesce a fornire scatti equilibrati, che peggiorano leggermente con un’illuminazione scarsa.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 665 Qualcomm SDM665, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Migliori smartphone Android a meno di 300 euro

Nella fascia tra i 200 e i 300 Euro è possibile fare già dei buoni affari. Nei nostri consigli ai migliori smartphone su questa fascia troverete infatti alcuni prodotti Android usciti lo scorso anno e che nel tempo hanno subito una forte svalutazione arrivando a costare qualche centinaio di Euro.

Xiaomi Mi 9 Lite

A rendere ancora più caotica la situazione nella fascia media di prezzo di Xiaomi ci ha pensato a fine ottobre 2019 anche Xiaomi Mi 9 Lite, versione internazionale di Xiaomi Mi CC9, realizzato in collaborazione con Meitu. Dimensioni e materiali lo rendono difficile da gestire con una mano e la cover posteriore in vetro incide negativamente sul grip. Il design non presenta particolari novità, con fotocamera posteriore a semaforo e notch a goccia per quella frontale. Molto buona l’autonomia, grazie alla batteria da 4.030 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18 watt: è possibile arrivare a sera senza particolari accorgimenti e non è impensabile coprire due giorni con un utilizzo più blando. La fotocamera posteriore include un sensore da 48 megapixel (f/1.79) con stabilizzazione otica, ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e sensore da 2 megapixel per la misurazione della profondità di campo, e riesce a fornire scatti convincenti grazie a una resa cromatica azzeccata e a una gestione impeccabile dell’HDR.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 710 Qualcomm SDM710, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Realme 3 Pro

Disponibile in Italia dal mese di giugno del 2019, Realme 3 Pro può essere acquistato in due varianti di memoria e di colore. Non si tratta di uno smartphone compatto (156,8 x 74,2 x 8,3 mm) ma il perso tutto sommato contenuto (172 grammi) favorisce l’ergonomia. Nella parte frontale è presente il classico notch a goccia. Molto buona l’autonomia, grazie a una batteria da 4.045 mAh con ricarica rapida VOOC 3.0, che permette con qualche accorgimento di raggiungere i due giorni di autonomia e di arrivare a sera senza problemi. Niente di straordinario infine il comparto fotografico, con un sensore principale da 16 megapixel (f/1.7) con sensore di profondità da 5 megapixel (f/2.4) che tende a saturare eccessivamente le immagini.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 710 Qualcomm SDM710, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 9T

Xiaomi Mi 9T è arrivato in Italia nella seconda metà del giugno 2019, a poche settimane dalla presentazione in Cina, dove era giunto col nome di Redmi K20. Come per il fratello maggiore il design è caratterizzato dalla fotocamera frontale di tipo pop up e dalla cover posteriore con finiture di colore uniche e l’ergonomia è buona grazie al giusto equilibrio tra dimensioni e peso. Con 4.000 mAh di batteria è semplice raggiungere i due giorni di autonomia e anche nelle situazioni di utilizzo estremamente inteso è sempre possibile arrivare a sera senza grossi problemi, con almeno 7 ore di schermo acceso. Il comparto fotografico soffre leggermente di notte ma in condizioni migliori si difende egregiamente, grazie al sensore da 48 megapixel (f/1.8) affiancato da un grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) e da uno zoom ottico da 8 megapixel 9f/2.4).

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730, 6 GB di RAM e 64/128GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 9T

Altre offerte

Motorola Moto G8 Plus

Motorola Moto G8 Play è disponibile sul mercato dalla dine di ottobre 2019, in due diverse colorazioni e con una sola opzione di memoria. Le dimensioni non proprio compatte (158,35 x 74,83 x 9,09 millimetri e 188 grammi di peso) penalizzano inevitabilmente l’ergonomia ma era difficile fare meglio vite le dimensioni dello schermo. Il design invece non porta alcuna novità e alla fine del 2019 sa decisamente di vecchio. Con 4.000 mAh di capacità la batteria permette di stare tranquilli in ogni situazione, anche nelle giornate più caotiche con la certezza di arrivare sempre a sera, anche a due giorni con qualche accorgimento. La fotocamera posteriore può contare su un sensore principale da 48 megapixel (f/1.7) con un ultra grandangolare (FOV 117 gradi) da 16 megapixel (f/2.2) e un sensore di profondità da 5megapixel. Buoni i risultati anche di sera, grazie alla tecnologia Quad Pixel che permette di avere pixel da 2 micron per catturare una maggiore quantità di luce.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 665 Qualcomm SDM665, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy M30s

Disponibile in Italia da fine ottobre 2019, Samsung Galaxy M30s è stata un’esclusiva di Amazon che lo ha proposto in tre diverse colorazioni e, almeno nel nostro Paese, in un solo taglio di memoria. Poco originale il design, con fotocamera posteriore a semaforo sul lato sinistro e notch a goccia nella parte frontale, ma l’ergonomia risente indubbiamente delle dimensioni legate allo schermo da 6,47 pollici, anche se l’usabilità non è niente male. Niente da dire sull’autonomia: 6.000 mAh vi consentono di raggiungere un giorno e mezzo di utilizzo intenso, due giorni con uno più tranquillo, e i tre giorni non sono un’utopia. Nonostante non faccia foto indimenticabili, la fotocamera da 48 megapixel (f/2.0) affiancata da un grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e da un sensore di profondità da 5 megapixel(f/2.2) rende bene di giorno, con un bokeh molto buono. Di notte si difende bene grazie a una modalità notturna di buon livello; da dimenticare la grandangolare se non con una luce quasi perfetta.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 9611, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P30 Lite New Edition

Huawei P30 Lite New Edition è arrivato in Italia a gennaio del 2020 come versione aggiornate del precedente P30 Lite. La novità principale è il taglio di memoria con 6GB di RAM e 256 GB di memoria interna, ce n'è per tutti! Le dimensioni non sono troppo generose (152,9 x 72,7 x 7,4 mm) e la finitura aiuta la presa, migliorando sensibilmente l’ergonomia, complice anche il peso contenuto in appena 159 grammi. Con 3.340 mAh la batteria non è certo al top eppure riesce a portare a sera senza particolari problemi, grazie soprattutto a consumi quasi inesistenti in standby che, con qualche accortezza, possono far arrivare l’autonomia a due giorni. Molto buone le foto, grazie al sensore principale da 48 megapixel (f/1.8) a cui sono affiancati un sensore grandangolare da 8 megapixel (f/2.4) e un sensore di profondità da 2 megapixel. In notturna viene in aiuto il potente algoritmo presente nelle versioni più costose, il che si traduce in un notevole vantaggio rispetto alla concorrenza in questa fascia di prezzo.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 710, 6 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30 Lite New Edition

Altre offerte

Huawei Nova 5T

Giunto sul mercato italiano nel mese di ottobre 2019, Huawei Nova 5T e uno smartphone di fascia alta con un’ottima serie di funzioni e un prezzo non esagerato. Le dimensioni relativamente contenute (154,3 x 74 x 7,8 mm) compensano la scivolosità del bordo ma per sicurezza è meglio usare una buona cover che aumenti la maneggevolezza. Da segnalare il foro nello schermo che alloggia la fotocamera per i selfie. I 3.750 mAh della batteria non fanno gridare al miracolo ma ancora una volta il produttore cinese ha saputo realizzare un ottimo compromesso tra dimensioni e autonomia, garantendo un giorno e mezzo con un uso intenso e due con uno leggermente più moderato. Convincono le foto, in relazione alla fascia di prezzo, offerte dalla quadrupla fotocamera posteriore, con un sensore da 48 megapixel 9f/1.8) a cui fanno da contorno un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 2 megapixel e uno di profondità, sempre da 2 megapixel. La ultra grandangolare funziona anche con la modalità notturna e offre foto tra le migliori della categoria.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei Nova 5T

Altre offerte

Migliori smartphone Android a meno di 400 euro

Fra i 300 e i 400 Euro c’è già un’ottima proposta di smartphone e qualsiasi sia la vostra scelta cadrete in piedi, se però cercate qualcosa di davvero valido il nostro consiglio è di superare questa fascia di prezzo.

Google Pixel 3A

Google Pixel 3A ha segnato il debutto del colosso californiano nella fascia media del mercato nella primavera inoltrata del 2019. Compatto nelle dimensioni (151,3 x 70,1 x 8,2 mm) e con un’ottima ergonomia, grazie ai materiali e al peso ridotto, non ha finiture di pregio come i “fratelli” di fascia alta ma gode di una cura maniacale per i dettagli che lo rende un acquisto consigliato nella sua fascia di prezzo. Non dove preoccupare la presenza di una batteria da 3.000 mAh che permette di coprire una giornata lavorativa senza preoccupazioni e senza prestare particolari attenzioni. Il singolo sensore da 12 megapixel (f/1.8) gode dell’incredibile software di Google che consente di ottenere foto impeccabili in qualsiasi situazione, di giorno e di notte, grazie a una serie quasi infinita di funzioni aggiuntive utili in qualsiasi situazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 670 Qualcomm SDM670, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Google Pixel 3A

Altre offerte Altre offerte

Xiaomi Mi 9

Due varianti di memoria e tre di colore hanno accompagnato, il 28 febbraio, l’uscita di Xiaomi Mi 9 disponibile da subito anche in Italia. Il vetro posteriore è particolarmente scivoloso, ma le dimensioni non rendono particolarmente complicato l’uso a una mano, anche se è consigliabile l’utilizzo di una cover protettiva per rendere più salda la presa. La batteria da 3.300 mAh potrebbe far pensare a un compromesso per quanto riguarda l’autonomia, ma grazie al chipset e alle ottimizzazioni software è davvero semplice arrivare a sera anche nelle giornate più impegnative e a due giorni con il tema scuro attivato e qualche attenzione. Molto buono il comparto fotografico, con sensore principale da 48 megapixel (f/1.75) affiancato da uno zoom 2x da 12 megapixel (f/2.2) e da un ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) che garantisce ottimi risultati di giorno e perdono qualche colpo di notte, dove comunque la modalità notturna riesce a produrre scatti di buona qualità.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 9

Altre offerte

Honor 20

HONOR 20 è giunto in Italia nell’estate del 2019, nel bel mezzo della crisi tra Cina e Usa, che ha creato non pochi problemi al produttore asiatico, vittima di un blocco delle spedizioni. Solida la costruzione, con un ottimo impatto dato dalla cover posteriore, mentre le dimensioni (154,25 x 74,097 x 7,87 mm) rappresentato un buon compromesso per l’ergonomia, inficiata però da una scivolosità. Una grande ottimizzazione consente alla batteria da 3.750 mAh di garantire ottimi risultati: è quasi impossibile scaricarlo in una giornata e non è difficile raggiungere i due giorni di autonomia con un uso più accorto. Sono quattro i sensori della fotocamera posteriore, anche se il sensore di profondità da 2 megapixel e quello macro da 2 megapixel sono davvero poco utili al quadro generale. Niente da dire invece sul sensore da 48 megapixel (f/1.8) e sul grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) che permettono di scattare foto di qualità leggermente inferiore ai top del mercato, anche in notturna dove l’intelligenza artificiale aiuta parecchio.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Honor 20

Altre offerte

Huawei P30

Uno dei primi smartphone a essere presentati nella primavera 2019 è stato Huawei P30 che è stato a lungo il migliore per quanto riguarda il rapporto dimensioni/autonomia. Le dimensioni compatte (149,1 x 71,36 x 7,57 mm e 165 grammi di peso) permettono di avere una buona ergonomia e il design è molto bello, soprattutto nella parte frontale, con il posteriore che si fa notare per la finitura a gradiente di colore. Ineccepibile la batteria, che con 3.600 mAh consente di arrivare a due giorni di autonomia con qualche attenzione, garantendo comunque un giorno pieno anche con un utilizzo intenso e 6-7 ore di schermo acceso. Il comparto fotografico si colloca quasi a livello della variante pro, diventata un riferimento nel 2019, con ottime foto di giorno e qualche dubbio di notte, anche se i risultati sono comunque al di sopra della media. Il sensore da 40 megapixel (f/1.8) è privo di stabilizzazione ottica, e si vede di notte, e le sue potenzialità sono espanse da un grandangolare da 1 megapixel (f/2.4) e da uno zoom ottico 3x da 8 megapixel (f/2.4).

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30

Altre offerte

LG G8s ThinQ

Il mancato arrivo sul mercato italiano di LG G8 ThinQ è stato compensato da questo LG G8s ThinQ, che ha poco da invidiare alla versione internazionale. È in vendita in Italia da metà 2019 in due diverse varianti di colore. Nonostante uno schermo da 6,2 pollici le dimensioni sono abbastanza contenute (152.3 x 72 x 8.4 mm) a tutto vantaggio dell'ergonomia. Spicca il grande notch che alloggia il sistema denominato Air Gesture per controllare l smartphone senza toccare il display. Non eccezionale la batteria che con i suoi 3.500 mah costringe a qualche rinuncia per riuscire ad arrivare a sera, soprattutto con un uso particolarmente intenso. Con un uso più tranquillo è possibile arrivare a sera, senza però avere una carica residua che possa evitare una ricarica notturna. Il comparto fotografico si distingue per la sua versatilità, pur perdendo alcuni elementi rispetto, ad esempio, a LG V40. Il sensore principale da 12 megapixel (f/1.8) è affiancato da un ultra grandangolare da 13 megapixel (f.24) e da uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.6) privo però della stabilizzazione ottica. I risultati sono apprezzabili anche se si perde in nitidezza e nelle foto con scarsa illuminazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione LG G8s ThinQ

Altre offerte

Samsung Galaxy A71

Come il fratello minore A51, anche Samsung Galaxy A71 è arrivato in Italia sul finire del mese di gennaio 2020 a qualche settimana dalla presentazione in Vietnam. Decisamente grande e ingombrante (163,6 x 76 x 7,7 mm) l’ergonomia si salva leggermente solo grazie al peso contenuto (179 grammi) ma l’utilizzo con una sola mano è praticamente impossibile o comunque improbabile. Degna di nota la batteria da 4.000 mAh, con ricarica rapida a 25 watt, che consente di arrivare sempre a sera anche nelle giornate più impegnative, mantenendo un minimo di carica residua. Prestando una certa attenzione non è impossibile pensare di spingersi fino a due giorni. Molto buono il comparto fotografico, che dispone di quattro sensori tra cui manca però uno dotato di zoom ottico. Abbiamo un sensore da 64 megapixel (f/1.8) privo di stabilizzazione ottica, affiancato da un sensore ultra grandangolare (FOV 123 gradi) da 12 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 5 megapixel (f/2.4) e un sensore da 5 megapixel (f/2.2) per la profondità di campo.

Ulteriori specifiche: processore Qualcomm Snapdragon 730, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy A71

Altre offerte

Migliori smartphone Android a meno di 500 euro

Proprio su questa fascia di prezzo tra i 400 e i 500 Euro stazionano, fra gli altri, i migliori smartphone Android top di gamma del 2018, risultano quindi un’ottima alternativa per chi cerca un telefono al vertice contenendo la spesa.

Realme X2 Pro

Sono due le colorazioni e tre le varianti di memoria, di Realme X2 Pro, il medio gamma del produttore cinese arrivato in Italia sul finire del 2019 a un prezzo particolarmente competitivo. Realme X2 Pro è un dispositivo dalle dimensioni impegnative (161 x 75,7 x 8,7 mm e 199 grammi di peso) che si fa sentire in mano e in tasca. L'ergonomia resta comunque accettabile e i sacrifici sulla portabilità sono ripagati dall'ottima qualità dei materiali. Molto soddisfacente l'autonomia garantita dalla batteria da 4.000 mAh: è possibile, con un uso normale, raggiungere due giorni di utilizzo consecutivo con almeno sei ore e mezza di schermo acceso, mentre con un uso più stressante è possibile raggiungere sera senza problemi. Molto buono il comparto fotografico, con ben quattro sensori nella parte posteriore: al sensore principale da 64 megapixel (f/1.8) fanno da contorno un sensore tele da 13 megapixel (f/2.5) con zoom ibrido 20x, un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un sensore da 2 megapixel per la profondità di campo. Tutto questo ben di Dio non porta però a risultati straordinari: le foto sono buone, anche di notte ma non lasciano il segno.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Plus Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Realme X2 Pro

Altre offerte

Oppo Reno2

OPPO Reno 2, disponibile in Italia da metà ottobre 2019, riprende il design che ha reso celebre il predecessore, con la fotocamera frontale pop up con apertura a pinna. È questo l’elemento principale di design dello smartphone, che con le sue dimensioni generose (160 x 74,3 x 9,5 millimetri, non risulta particolarmente agevole da utilizzare con una sola mano, pur restituendo un’ottima sensazione di solidità costruttiva. Grazie a una grande ottimizzazione software la batteria da 4.000 mAh consente un’ottima autonomia, che consente di arrivare ad almeno 10 ore di schermo acceso, coprendo agevolmente anche le giornate più complesse e di puntare a due giorni con un utilizzo più blando. La quadrupla fotocamera posteriore, con sensori che non sporgono dalla scocca, offre buoni scatti, leggermente troppo saturi. Il sensore principale da 48 megapixel (f/1.7) è affiancato da un ultra grandangolare (FOV 116 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), zoom ibrido 5x da 13 megapixel (f/2.4) e da un sensore di profondità da 2 megapixel (f/2.4) riesce a lavorare bene anche di notte, in particolare attivando la funzione HDR.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730G Qualcomm SDM730G, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Oppo Reno2

Altre offerte

Xiaomi Mi Note 10

Xiaomi Mi Note 10 è stato uno degli ultimi modelli del colosso cinese presentati nel 2019 ed è acquistabile in Italia da 15 novembre. Dimensioni e peso sono decisamente generosi (157,8 x 74,2 x 9,67 mm e 208 grammi di peso) e i lati ricurvi non semplificano la presa, anche a causa dei materiali scivolosi utilizzati. Decisamente anonimo il design, ma non è questo il suo punto di forza. L’enorme batteria da 5.260 mAh offre un’autonomia decisamente elevata, si arriva tranquillamente a due giorni e anche le giornate più intense vengono coperte senza alcuna difficoltà, con non meno di 8 ore di schermo acceso. Il pezzo da 90 dello smartphone è ovviamente il comparto fotografico: cinque sensori capitanati dall’enorme unità da 108 megapixel (f/1,67) con pixel binning e stabilizzazione ottica. Al suo fianco uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.0), un sensore ultra wide da 20 megapixel (f/2.2), uno zoom ottico 5x (ibrido 10x) da 5 megapixel (f/2.0) e un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per le macro. Ottima definizione grazie anche all’HDR che lo mettono al pari di top di gamma più blasonati e uno dei modelli di riferimento del 2019 insieme a Huawei P30.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730F Qualcomm SM7150-AB, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S10e

Samsung Galaxy S10e è il più piccolo della gamma S10 presentata dal colosso sud coreano a febbraio del 2019 nel corso di un evento UNPACKED ed è arrivato sul mercato un paio di settimane più tardi in quattro diverse colorazioni. Grazie allo schermo compatto (5,8 pollici) Galaxy S10e le dimensioni sono davvero contenute (142,2 x 69,9 x 7,9 millimetri) e il peso (150 grammi) è un plus da non sottovalutare. Ne consegue che l'ergonomia è ottima anche nell'uso a una mano con alcune chicche, come il lettore di impronte laterale, che lo rendono davvero unico. La pecca più grande di questo dispositivo è la batteria da 3.100 mAh che rende difficile arrivare a sera con un utilizzo intenso. Mediamente è possibile arrivare a 4 ore di schermo acceso e la ricarica rapida a 15 watt, cablata o wireless, torna sicuramente utile durante la giornata. A differenza dei due fratelli più grandi, S10e non dispone di uno zoom ottico: al sensore principale da 12 megapixel (f/1.5-f/2.4) fa da contorno un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2). Ottima nel complesso la qualità fotografica in qualsiasi situazione di illuminazione, con la modalità notturna che ha risolto i piccoli problemi iniziali.

Ulteriori specifiche: processore Samsung Exynos 9820, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy S10e

Altre offerte

OnePlus 7

Sul finire della primavera del 2019 OnePlus ha presentato per la prima volta due smartphone nello stesso evento. OnePlus 7 è il modello più economico ed è disponibile in due diverse varianti di memoria. Dal punto di vista estetico lo smartphone è sostanzialmente identico a OnePlus 6T, anche se sparisce la finitura opaca che lascia il posto al classico vetro lucido. Grande ma non esagerato (157,7 x 74,8 x 8,2mm) OnePlus 7 mantiene una buona ergonomia grazie a un peso di 182 grammi e a una cover posteriore non troppo scivolosa. Con 3.700 mAh di batteria l'autonomia è più che buona e permette di coprire una giornata e mezza di utilizzo senza particolari problemi. Da segnalare la presenza della ricarica rapida a 20 watt, leggermente inferiore rispetto al fratello Pro. La fotocamera posteriore può contare su due sensori, uno da 48 megapixel (f/1.7) e uno da 5 megapixel (f/2.2) per la misurazione della profondità di campo. Grazie alla modalità notturna gli scatti sono molto soddisfacenti in qualsiasi condizione di luce, con qualche pecca relativa alla saturazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione OnePlus 7

Altre offerte

Asus Zenfone 6

Giunto in Italia sul finire di Maggio 2019, ASUS ZenFone 6 ha stupito per il particolare design della fotocamera posteriore, che lascia completamente libera la parte frontale, occupata quasi per intero dallo schermo. Il produttore taiwanese ha optato per una doppia fotocamera rotante che all’occorrenza ruota verso l’alto per scattare i selfie. È questo il pezzo forte di uno smartphone grande (159,1 x 75,4 x 9,2 mm) ma che si riesce a utilizzare in maniera piacevole senza particolari compromessi. Fenomenale la batteria da 5.000 mAh che garantisce due giorni di uso intenso, senza badare a compromessi o utilizzare particolari accorgimenti: almeno sette ore di schermo acceso che possono solo salire. Buona ma non eccelsa la qualità della doppia fotocamera, con sensore da 48 megapixel (f/1.8) affiancato da un sensore ultra grandangolare (FOV 125 gradi) da 13 megapixel (f/2.4) che tende a impastare i dettagli anche con una buona illuminazione, e per assurdo rende al meglio con poca luce.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Asus Zenfone 6

Altre offerte

Migliori smartphone Android a meno di 600 euro

Nella fascia di prezzo che va tra i 500 e i 600 euro troviamo le occasioni migliori per chi cerca uno smartphone recente, come alcuni top di gamma del 2019, a un prezzo che in alcuni casi è quasi dimezzato rispetto al lancio. Si tratta comunque di smartphone completi e performanti sotto ogni punto di vista.

OnePlus 7T

A differenza di quanto accaduto in precedenza, OnePlus 7T è stato presentato in un evento separato rispetto alla variante Pro, arrivando sul mercato italiano nella seconda metà di ottobre 2019 in una sola variante di memoria e in due diverse colorazioni. Con uno schermo da 6,55 pollici era impossibile fare miracoli e le dimensioni non sono certo da smartphone compatto: 161 x 74,5 x 8,3 mm (e 190 grammi di peso) si fanno sentire senza però sacrificare in maniera esagerata l'autonomia, grazie anche allo schermo allungato, con fattore di forma 20:9. Per contrastare la scivolosità nella confezione di vendita è presente una buona cover in silicone. Con un consumo pressoché inesistente in stand-by e un'ottima gestione energetica, i 3.800 mAh della batteria consentono di coprire almeno una giornata e mezza di utilizzo, e con un uso meno intenso non è impensabile raggiungere i due giorni. OnePlus 7T segna un deciso passo in avanti nel comparto fotografico, con la tripla fotocamera posteriore che realizza immagini ottime in ogni situazione, grazie anche a un software semplice e veloce. Un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) e uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.4) fanno da supporto al sensore principale da 48 megapixel (f/1.6) con stabilizzazione ottica dell'immagine.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Plus Qualcomm SDM855, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione OnePlus 7T

Altre offerte

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è arrivato sui mercati internazionali nella primavera del 2019, dopo essere stato presentato a Parigi il 26 marzo. Grazie al trattamento antiscivolo applicato ai bordi l’ergonomia non risente troppo delle grandi dimensioni (158 x 73,4 x 8,4 millimetri) e la cura applicata nell’assemblaggio, unita alla certificazione IP68, lo rende uno degli smartphone più belli del periodo, con un design davvero azzeccato. Impeccabile l’autonomia, che trae beneficio dalla batteria da 4.200 mAh: è possibile raggiungere due giorni con un utilizzo oculato ma anche l’uso più intenso vi permetterà di arrivare a sera senza particolari problematiche. Si possono raggiungere, e superare, le 7 ore di schermo attivo senza dover per questo rinunciare alle tante funzioni secondarie dello smartphone. Huawei P30 è stato considerato il camera phone di riferimento per la prima parte del 2019, con una fotocamera di indubbia qualità. Al sensore principale da 40 megapixel di tipo RYYB (f/1.8) si affiancano un sensore con ottica ultra grandangolare da 20 megapixel (f/2.2), un teleobiettivo 5X da 8 megapixel (f/3.4) con sistema a periscopio e un sensore ToF per la misurazione della profondità di campo e gli effetti 3D.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30 Pro

Altre offerte

Samsung Galaxy S10

Samsung Galaxy S10 è il modello intermedio della gamma presentata nel febbraio del 2019 ed è disponibile all'acquisto, in diversi tagli di memoria e colorazioni, dai primi giorni di marzo dello stesso anno. A fronte di uno schermo da 6,1 pollici le dimensioni sono decisamente contenute: 149,9 x 70,4 x 7,8 millimetri per un peso di 157 grammi. Il foro nel display, per alloggiare la fotocamera frontale, ha permesso a Samsung di ridurre le dimensioni delle cornici superiore e inferiore. Con una batteria da 3.400 mAh l'autonomia non è un grosso problema e arrivare a sera con una singola carica non rappresenta un problema. È possibile raggiungere le sei ore di schermo con un utilizzo piuttosto intenso, arrivando senza problemi a quattro ore e mezzo. L'utilizzo di due SIM ha però un impatto notevole sull'autonomia: in questo caso meglio rivolgersi al modello Plus. Notevole la qualità degli scatti, anche se i miglioramenti rispetto a Galaxy S9 nonsono così marcati. La tripla fotocamera posteriore è composta da un sensore principale da 12 megapixel (f/1.5-f/2.4), sensore zoom 2x da 12 megapixel (f/2.4) e un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2).

Ulteriori specifiche: processore Samsung Exynos 9820, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy S10

Altre offerte

Google Pixel 3 XL

Ulteriori specifiche: processore Qualcomm Snapdragon 845, 4 GB di RAM e 64/128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Google Pixel 3 XL

Altre offerte

Migliori smartphone Android top di gamma

L’ultima fascia della nostra classifica è dedicata ai migliori smartphone top di gamma, probabilmente non vi siete posti limiti di spesa e volete il meglio che le aziende possono offrire.

Sony Xperia 1

Pur essendo stato annunciato al Mobile World Congress 2019, Sony Xperia 1 è arrivato sul mercato solo nel mese di maggio dello stesso anno in varie colorazioni e in una sola variante di memoria. Il fattore di forma 21:9 dello schermo da 6,55 pollici incide negativamente sulle dimensioni, decisamente esagerate, 167 x 72 x 8,2 millimetri, anche se il peso rimane contenuto in 180 grammi. Nonostante la larghezza accettabile, diventa complicato l'utilizzo con una mano a causa dell'eccessiva altezza dello schermo. Sorprende la batteria, che con i suoi 3.300 mAh potrebbe far storcere il naso. Grazie alle ottimizzazioni energetiche invece non è impossibile raggiungere un giorno e mezzo di autonomia, arrivando comunque a sera anche nelle giornate particolarmente intense. Attenzione al drain elevato sotto la luce del sole, quando la luminosità dello schermo viene sparata al massimo. Ben dettagliate e di ottima qualità le foto realizzate dalla tripla fotocamera posteriore, composta da tre sensori da 12 megapixel. A quello principale con stabilizzazione ottica e apertura f/1.6, si affiancano uno zoom ottico 2x (f/2.4) e un grandangolare (f/2.4). Peccato solo per il software, poco intuitivo e più complicato rispetto alle soluzioni della concorrenza.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Sony Xperia 1

Altre offerte

OnePlus 7T Pro

OnePlus 7 Pro è stato presentato il 10 ottobre 2019, nel corso di un evento separato rispetto al fratello OnePlus 7T. Non ci sono sostanziali differenze rispetto al predecessore, se non qualche lieve novità legata alla colorazione e ad alcuni piccoli dettagli: rimane al limite l’ergonomia, anche a causa di un peso non proprio contenuto. Spicca la fotocamera popup già vista nel modello precedente, che lascia quasi tutto il frontale al display a 90 Hz. La batteria da 4.080 mAh promette bene ma in sostanza permette si arrivare a sera anche nelle giornate più intense, ma è davvero difficile ipotizzare due giorni di utilizzo senza una ricarica, soprattutto usando parecchio lo smartphone sotto la luce del sole. Invariata rispetto a OnePlus 7 Pro anche la tripla fotocamera posteriore, con il sensore principale da 48 megapixel (f/1.6) affiancato da un sensore da 16 megapixel (f/2.2) ultra grandangolare (117 gradi) e da uno zoom ottico 3x da 8 mp (f/2.4) con stabilizzazione ottica. Ottimo ancora una volta il livello delle foto, in particolare nella modalità notturna che fa registrare un notevole passo avanti.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Plus Qualcomm SDM855, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Google Pixel 4 XL

Presentato nel corso del made by Google 2019 nell’autunno del 2019, Google Pixel 4 XL è arrivato sui mercati internazionali, Italia inclusa, a partire dal 24 ottobre. Anche se il design ha suscitato pareri discordanti, a causa della cornice superiore pronunciata (alloggia il radar Soli), i materiali e la qualità costruttiva hanno messo tutti d’accordo. Ciò non toglie che lo smartphone sia grande e poco ergonomico (160,4 x 75,1 x 8,2 mm). Delude, e non poco, la batteria che pur offrendo 3.700 mAh non riesce a coprire l’intera giornata con un utilizzo intenso: è dunque necessario disattivare alcune delle funzioni per riuscire a ovviare al problema e superare le 5 ore di schermo acceso. Controversa anche la fotocamera posteriore, che per la prima volta vede due sensori: a quello principale da 12 megapixel (f/1.7) si affianca un sensore zoom 2x da 16 megapixel (f/2.4). Strana la decisione di preferire lo zoom a una lente grandangolare, ma ciò non toglie che Google Pixel 4 XL sia in linea con i top del mercato nel 2019 in quanto a qualità fotografica, merito quasi esclusivo dell’ottimo software.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S10 Plus

Come accaduto per gli altri due modelli della serie, anche Samsung Galaxy S10+ è stato presentato il 20 febbraio 2019 nel corso di un evento Unpacked ed è arrivato in Italia l’8 marco dello stesso anno. A differenza delle generazioni precedenti, con questo modello Samsung ha ridotto la curvatura dello schermo sui bordi laterali, cambiando anche l’orientamento della fotocamera posteriore. Il design riprende molte delle forme della serie note, con angoli più squadrati, con il doppio foro nel display a rappresentare il vero tratto distintivo. Nonostante la batteria da 4.100 faccia ben sperare, l’autonomia non è al top, a causa dei consueti consumi in stand by e permette di raggiungere a fatica le sei ore di schermo acceso: difficile superare la giornata anche prestando la massima attenzione ai consumi. Molto curata la fotocamera, nella quale viene introdotto un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) che va ad affiancare il sensore principale da 12 megapixel con apertura variabile (f/1.5-f/2.4) e un sensore con funzioni zoom 2X da 12 megapixel (f/2.4). Molto buone le foto in qualsiasi condizione, anche se il software è decisamente perfettibile.

Ulteriori specifiche: processore Samsung Exynos 9820, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy S10 Plus

Altre offerte

Samsung Galaxy Note 10 Plus

Samsung Galaxy Note 10+ è stato presentato il 7 agosto 2019 a New York ed è arrivato sui mercati internazionali, Italia inclusa, alla fine dello stesso mese in tre diverse colorazioni. L’ergonomia non è ovviamente delle migliori, viste le ampie dimensioni (162,3 x 77,2 x 7,9 millimetri) ma è una delle caratteristiche che hanno fatto la fortuna della serie, insieme a un design che negli anni è diventato sempre più curato. Con la sua batteria da 4.300 mAh Samsung Galaxy Note 10+ è in grado di portarvi a sera anche nelle giornate più impegnative, con oltre 6 ore di schermo acceso, anche se era lecito aspettarsi qualcosina di più, vista la capacità. La fotocamera posteriore va a migliorare quella di Galaxy S10m con un sensore da 12 megapixel ad apertura variabile (f/1.5-f/2.4), un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2) e un teleobiettivo da 12 megapixel (f/2.1) a cui si affianca un sensore VGA per la misurazione della profondità di campo. Molto buone le foto scattate, anche se la qualità non è stata sempre all’altezza dei modelli top del periodo.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 9825, 12 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte Altre offerte

Huawei Mate 30 Pro

Huawei Mate 30 Pro è stato il primo del colosso cinese ad arrivare sui mercati internazionali privo dei servizi Google, come conseguenza del ban imposto dagli USA. È stato lanciato a fine 2019 in diverse colorazioni e con una variante 5G ad affiancare la più classica 4G. Le dimensioni non sono certo contenute (162,6 x 75,9 x 8,9 mm e 198 grammi di peso) ma con uno schermo da 6,53 pollici era difficile ottenere risultati migliori. Il design curato nei minimi dettagli fa passare in secondo piano un'ergonomia non certo impeccabile, migliore comunque rispetto ad altri modelli più compatti. L'assenza dei servizi Google si fa sentire sull'autonomia e grazie alla batteria da 4.500 mAh è possibile superare i due giorni di utilizzo, a testimonianza dell'impatto della suite di Big G sui consumi degli smartphone attuali. Da segnalare inoltre la presenza della ricarica cablata a 40 watt e di quella wireless a 27 watt, oltre alla ricarica inversa che raggiunge i 10 watt. Impeccabile la qualità fotografica, nonostante il comparto non sia particolarmente spinto rispetto ai predecessori. Il nuovo sensore grandangolare da 40 megapixel (f/1.6) viene sfruttato al meglio nelle riprese video, affiancandosi al sensore principale da 40 megapixel (f/1.6) con tecnologia RYB. Completano la dotazione un sensore da 8 megapixel (f/2.4)per lo zoom ottico 3x (5x ibrido e 30x digitale) e un sensore TOF per la misurazione della profondità di campo.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 990, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei Mate 30 Pro

Altre offerte

Abbiamo terminato la nostra classifica con i migliori smartphone Android divisi per fascia di prezzo. Sentitevi liberi di segnalare nei commenti uno smartphone che ritenete possa essere aggiunto nella guida e di segnalarci eventuali aspetti che vorreste venissero migliorati, così da realizzare una guida ai migliori cellulari Android ancor più completa. Dunque, qual è, secondo voi, il miglior smartphone Android?

Leggi anche: