Google Contatti è l’applicazione rubrica preinstallata su diversi smartphone Android che dispongono della versione stock del sistema operativo. Risulta infatti disponibile fin dalla prima accensione sui dispositivi Google Pixel e Android One, ma può essere installata su un gran numero di modelli con interfaccia personalizzata.

Si tratta di una rubrica con la quale avere accesso ai propri contatti telefonici (e non solo) e offre funzionalità particolarmente utili che consentono di tenere sempre sincronizzata la nostra “agenda” su più dispositivi. Andiamo a scoprire tutto su Google Contatti: le sue funzioni, i dispositivi Android compatibili e come installarla.

La rubrica in Google Contatti

Google Contatti è l’applicazione sviluppata direttamente dalla casa di Mountain View per fungere da rubrica telefonica. Risulta sincronizzata con il vostro account Gmail e permette di salvare numeri di telefono (casa, ufficio, cellulare, fax e così via), indirizzi, indirizzi e-mail, siti web, note e persino compleanni e anniversari legati ai contatti.

La schermata principale mostra in alto i contatti preferiti, contrassegnati da una stella in alto a sinistra, e più in basso i restanti in ordine alfabetico. Il menu sulla sinistra, accessibile tramite swipe verso destra, mostra il numero di contatti, suggerimenti, etichette (per distinguere contatti personali o di lavoro, ad esempio), impostazioni e guida all’uso.

Tenendo premuto nella parte destra e scorrendo verso l’alto o il basso con il dito potete far scorrere rapidamente i contatti in base alle iniziali; se state cercando un contatto specifico potete anche utilizzare la comoda barra di ricerca in alto.

Premendo in alto a destra sulla vostra immagine di profilo dell’account Gmail (una volta effettuato il login, naturalmente), potete gestire l’account o aggiungerne un altro. Per salvare un nuovo contatto è sufficiente premere sul grande pulsante “+” in basso a destra: l’app vi fa scegliere dove salvarlo (account Gmail, dispositivo o altro), impostare un’immagine e inserire tutti i successivi dati (nome, cognome, numero, etc. etc.).

Sincronizzazione e backup in Google Contatti

Google Contatti tiene sincronizzati i numeri di telefono e gli altri dati con il vostro account Gmail, nel caso abbiate ovviamente effettuato il login e salvato i contatti tramite esso. In questo modo non dovrete temere di perdere numero di telefono e contatti in caso di smarrimento o danneggiamento dello smartphone, e nemmeno impostarli manualmente sul vostro eventuale secondo device.

Per verificare che la sincronizzazione dei contatti sia attiva potete recarvi nelle impostazioni di sistema del vostro smartphone Android (raggiungibili anche nelle impostazioni dell’app, alla voce “Account”): nella lunga lista di servizi sincronizzati con l’account Gmail, cercate la voce rubrica (o contatti) e controllate che risulti attiva e funzionante.

Come eliminare duplicati in Google Contatti

Avete dei contatti duplicati? Niente paura, ecco come risolvere il problema. Aprite l’app Contatti direttamente dallo smartphone, entrate nel menu sulla sinistra e selezionate la voce “Suggerimenti”; a questo punto premete su “Elimina i duplicati” (opzione che compare solo nel caso abbiate questa necessità), optando per i singoli contatti o per tutti quelli suggeriti (“Unisci tutto”). In alternativa potete selezionare manualmente i contatti direttamente dalla lista nella schermata principale: tenete premuto su quelli da unire, premete sui tre puntini in alto a destra e selezionate “Unisci”.

Visualizzazione, importazione ed esportazione contatti

In Google Contatti, i contatti possono essere visualizzati in diversi modi, in base alle vostre preferenze. Prima di tutto potete scegliere se visualizzarli tutti o mostrare solamente quelli di determinate tipologie (tre puntini in alto > “Personalizza visualizzazione”); poi potete decidere se ordinarli per nome o cognome e quale di questi due visualizzare per primo nella lista.

Alla voce “Gestione dei contatti” delle impostazioni dell’app, trovate due voci particolarmente utili: “Importa” e “Esporta“. La prima consente di importare contatti da file con estensione “.vcf” o dalla scheda SIM, la seconda di esportarli via e-mail, sempre con il formato “.vcf“. All’interno delle impostazioni potete infine scegliere se utilizzare il tema scuro (come negli screenshot) o chiaro.

Smartphone compatibili con Google Contatti

A differenza di Google Telefono, Google Contatti risulta compatibile con praticamente tutti gli smartphone Android con almeno Android 5.0 Lollipop, anche quelli con versioni di Android particolarmente personalizzate (come Samsung, Huawei e Xiaomi). Sui dispositivi con Android stock, come i Google Pixel e gli Android One, è un’applicazione di sistema preinstallata.

Download e installazione di Google Contatti

Google Contatti può essere scaricata gratuitamente sul Google Play Store da quasi tutti gli utenti possessori di uno smartphone Android, e in alcuni di essi risulta già integrata come app di sistema (vedi paragrafo sopra). Nel caso vogliate aggiornare l’app senza attendere la notifica dello store ufficiale di Big G potete anche scaricare e installare manualmente l’APK dell’ultima versione dal sito APKMirror.

Android app sul Google Play