Xiaomi Mi 10 render

Xiaomi Mi 10 sarà il fiore all’occhiello del colosso di Shenzhen, uno smartphone che arriverà entro il primo trimestre del 2020 con a bordo il nuovo Qualcomm Snapdragon 865. Nonostante manchino varie settimane al lancio, e sebbene le indiscrezioni non siano moltissime, nulla ci vieta dal tirare giù un primo prospetto di uno dei telefoni più attesi del nuovo anno. Di qui a seguire analizzeremo perciò le sue caratteristiche tecniche, il software che sarà a bordo di Xiaomi Mi 10 e il suo abito, il design, senza dimenticare le questioni relative a prezzi e disponibilità italiana. E allora, non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Mi 10.

Caratteristiche tecniche di Xiaomi Mi 10

A parte qualche conferma ufficiale, lanciata da Xiaomi nella cornice di presentazione dei nuovi SoC di casa Qualcomm, i rumor ancora tentennano a emergere nonostante la presentazione non sia così lontana. E allora è bene armarsi di un po’ di fantasia per tirare giù un primo abbozzo di quel che potrebbe essere Xiaomi Mi 10, in base all’esperienza e alle indiscrezioni fin qui trapelate.

Per prima cosa, non possiamo partire se non dalla Mobile Platform che salirà a bordo: il nuovo Snapdragon 865 di casa Qualcomm: una delle poche conferme ufficiali che abbiamo in mano. Questo vuol dire poter contare sul meglio che c’è in mercato finora e ci sarà per buona parte del 2020; un SoC, che oltre a offrire un modem tutto nuovo per la connettività 5G, lo Snapdragon X55, è in grado di offrire prestazioni superlative. Al suo fianco prenderanno posto probabilmente 8 GB di RAM (almeno) e varie configurazioni per lo spazio d’archiviazione interno (probabilmente UFS 3.0), con una base minima di 128 GB.

Ci aspettiamo un display un po’ più grande rispetto a Xiaomi Mi 9, vista l’inarrestabile crescita delle dimensioni. Potremmo trovare perciò un pannello AMOLED a 90 Hz con che oscilla fra i 6,5 e i 6,7 pollici di diagonale, almeno FullHD+ ovviamente.

Per quanto riguarda poi il comparto fotografico, Xiaomi Mi 10 potrebbe montare un sensore da 108 megapixel, probabilmente lo stesso installato su suo cugino Xiaomi Mi Note 10. Al suo fianco è lecito aspettarsi altri tre sensori, di cui quasi sicuramente un principale da 108 megapixel e  una coppia composta da grandangolare più teleobiettivo, con il quarto incognito che potrebbe vestire i panni di sensore macro o magari un ToF con tanto di modulo per la messa a fuoco laser.

Lato sensori e connettività, è lecito aspettarsi una dotazione ricca e completa di tutto quel che possiamo aspettarci da un top di gamma come Xiaomi Mi 10. Sappiamo già che il modem Snapdragon X55 a bordo garantisce il supporto alle reti 5G, ma per il resto ci sarà con tutta probabilità la connettività Wi-Fi 802.11 ac, il Bluetooth 5.0, NFC, GPS a doppia frequenza, GLONASS, Galileo, una porta USB di tipo C, ma niente entrata jack audio da 3,5 mm, chiaramente. La batteria, infine, potrebbe essere uno dei principali aspetti migliorati rispetto a Mi 9, che non è affatto famoso per un’autonomia di giorni. Visto l’aumento delle dimensioni, si pensa a una batteria fra i 4.500 e i 4.800 mAh, forse con una ricarica a 48 watt cablata.

Design di Xiaomi Mi 10

Dal punto di vista estetico ci aspettiamo un cambiamento importante per Xiaomi Mi 10 che con tutta probabilità perderà il notch a goccia. Al suo posto non è chiaro se Xiaomi decida di piazzare la fotocamera frontale in un foro (come il render in copertina) o magari in un meccanismo a scomparsa, ma quel che è certo, o quasi, è che Mi 10 sarà uno smartphone a tutto schermo. Dietro ci aspettiamo, o meglio speriamo, in una rivisitazione del modulo fotocamere, che visti i render trapelati strizzerebbe parecchio l’occhio a Xiaomi Mi MIX Alpha con un modulo decentrato sulla sinistra con una banda sulla sinistra a nascondere le quattro fotocamere. Lato dimensioni, un ipotetico assottigliamento delle cornici potrebbe bastare a contenere gli ingombri, nonostante la presunta crescita della diagonale dello schermo.

Software e funzioni di Xiaomi Mi 10

Per quanto riguarda il software, non c’è alcun dubbio sulla versione del robottino verde col quale Xiaomi Mi 10 arriverà sul mercato. Android 10 sarà sicuramente la versione delegata a presentare ciò che sta all’interno del flagship di Xiaomi: un telefono che potrà contare sicuramente sulla nuova MIUI 11 e su tutte le sue chicche che vi abbiamo già presentato in un nostro approfondimento e anche in un video. Difficile dire quali saranno le sue peculiarità software e dove Xiaomi vorrà puntare in prevalenza, ma vi terremo aggiornati non appena emergeranno ulteriori nuove.

Immagini di Xiaomi Mi 10

Prezzo e uscita di Xiaomi Mi 10

Xiaomi Mi 10 dovrebbe arrivare sul mercato lo stesso giorno dei Samsung Galaxy S20, cioè l’11 febbraio. Difficile dire a quali prezzi, ma qualcosa ci fa pensare che difficilmente ritroveremo una versione base a 449,90 euro come Mi 9; piuttosto è legittimo aspettarsi un rincaro che potrebbe far lievitare il prezzo della configurazione base a 500 euro visto che le indiscrezioni più recenti parlano di 4.000 Yuan, cioè circa 535 euro.