Xiaomi è tra i produttori di smartphone più attivi sul mercato e dallo scorso anno ha di fatto separato l’offerta, facendo diventare indipendente il brand Redmi, destinato principalmente alla fascia media e a quella bassa del mercato, pur se con qualche eccezione.

Abbiamo dunque deciso di realizzare una pagina separata per ogni brand, dedicata ai migliori modelli presenti in ogni fascia di prezzo, con i prezzi aggiornati al mese di giugno 2020. Xiaomi ha deciso di puntare soprattutto sulla fascia media e su quella alta, anche se è possibile trovare offerte anche nelle fasce più basse, grazie soprattutto a top di gamma dello scorso anno o a modelli che nel tempo si sono deprezzati, diventando appetibili.

Andiamo dunque a scoprire quali sono i migliori smartphone targati Xiaomi, partendo dai criteri che abbiamo utilizzato per selezionarli.

Come selezioniamo i migliori smartphone Xiaomi

In questa guida troverete smartphone presentati nel corso nel 2020 ma anche alcuni presentati nel 2019. Pur non scendendo vertiginosamente di prezzo come accade per altri brand, soprattutto a causa del prezzo di partenza già competitivo, accade che alcuni top di gamma dell’anno precedente risultino più convenienti dei medio gamma più recenti, garantendo prestazioni superiori.

Nella nostra guida trovate solo smartphone che abbiamo testato e provato personalmente e che riteniamo all’altezza del mercato. Ogni dispositivo presente in questa guida ha superato le nostre prove ed è da noi certificato come valido.

Ovviamente prendiamo in considerazione il rapporto qualità prezzo, motivo per il quale potrete trovare prodotti più datati che, a causa del prezzo particolarmente competitivo, risultano molto appetibili e validi. Allo stesso modo verifichiamo che l’esperienza d’uso sia sempre adeguata e che gli aggiornamenti siano rilasciati con una buona regolarità.

Anche per i modelli più economici selezioniamo solo prodotti che riescano, ad esempio, a scattare foto di qualità accettabile, con una batteria che arrivi quanto meno a sera senza problemi e con display dalla risoluzione adeguata.

I migliori smartphone Xiaomi fino a 200 euro

In questa fascia Xiaomi È poco presente, avendo di fatto “ceduto” al brand Redmi i prodotti più economici. Resta comunque qualche modello presentato qualche mese fa che offre ancora il giusto rapporto prezzo prestazioni.

Xiaomi Mi A3

Xiaomi Mi A3 è arrivato in Italia nell’estate del 2019 ed è basato su Xiaomi Mi CC9e, anche se al posto di MIUI troviamo Android One, il programma che porta Android stock sugli smartphone non Google. Nell’uso di tutti i giorni le dimensioni (153,48 x 71,85 x 8,5 mm) non lo rendono particolarmente difficile da utilizzare e il sensore di impronte sotto al display migliora l’ergonomia, che nel complesso è molto buona. Davvero ottima l’autonomia che, complici la batteria da 4.030 mAh, lo schermo HD e il SoC utilizzato, consentono di arrivare a due giorni con qualche attenzione e di coprire senza sforzi anche le giornate più intense, con 6-8 ore di schermo acceso Buona, in rapporto alla fascia di prezzo, la qualità fotografica, con il sensore d 48 megapixel (f/1.7) che si fa sentire e che con un sensore da 8 megapixel 9f/2.2) ultra grandangolare e uno da 2 megapixel per la profondità di campo, riesce a fornire scatti equilibrati, che peggiorano leggermente con un’illuminazione scarsa.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 665 Qualcomm SDM665, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

I migliori smartphone Xiaomi fino a 300 euro

Se il vostro budget supera i 200 euro potrete concedervi uno degli smartphone di fascia media di Xiaomi, con prestazioni elevate, buoni comparti fotografici e soluzioni tecniche evolute, in grado di durare alcuni anni, in particolare per chi non cerca il top assoluto in ogni situazione.

Xiaomi Mi 9 Lite

A rendere ancora più caotica la situazione nella fascia media di prezzo di Xiaomi ci ha pensato a fine ottobre 2019 anche Xiaomi Mi 9 Lite, versione internazionale di Xiaomi Mi CC9, realizzato in collaborazione con Meitu. Dimensioni e materiali lo rendono difficile da gestire con una mano e la cover posteriore in vetro incide negativamente sul grip. Il design non presenta particolari novità, con fotocamera posteriore a semaforo e notch a goccia per quella frontale. Molto buona l’autonomia, grazie alla batteria da 4.030 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18 watt: è possibile arrivare a sera senza particolari accorgimenti e non è impensabile coprire due giorni con un utilizzo più blando. La fotocamera posteriore include un sensore da 48 megapixel (f/1.79) con stabilizzazione otica, ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e sensore da 2 megapixel per la misurazione della profondità di campo, e riesce a fornire scatti convincenti grazie a una resa cromatica azzeccata e a una gestione impeccabile dell’HDR.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 710 Qualcomm SDM710, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 9T

Xiaomi Mi 9T è arrivato in Italia nella seconda metà del giugno 2019, a poche settimane dalla presentazione in Cina, dove era giunto col nome di Redmi K20. Come per il fratello maggiore il design è caratterizzato dalla fotocamera frontale di tipo pop up e dalla cover posteriore con finiture di colore uniche e l’ergonomia è buona grazie al giusto equilibrio tra dimensioni e peso. Con 4.000 mAh di batteria è semplice raggiungere i due giorni di autonomia e anche nelle situazioni di utilizzo estremamente inteso è sempre possibile arrivare a sera senza grossi problemi, con almeno 7 ore di schermo acceso. Il comparto fotografico soffre leggermente di notte ma in condizioni migliori si difende egregiamente, grazie al sensore da 48 megapixel (f/1.8) affiancato da un grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) e da uno zoom ottico da 8 megapixel 9f/2.4).

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730, 6 GB di RAM e 64/128GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 9T

Altre offerte

Xiaomi Mi 9 SE

Il 2019 di Xiaomi è stato caratterizzato da numerosi smartphone della serie Mi 9, tra cui questo Xiaomi Mi 9 SE, giunto in Italia nel maggio di quell’anno. Il design riprende quello del fratello maggiore Mi 9, migliorando però l’ergonomia grazie a dimensioni più compatte (147,5 x 70,5 x 7,45 mm) senza rinunce nei materiali e nella qualità costruttiva, sempre al top. Dignitosa, ma nulla più, l’autonomia a causa di una batteria da 3.070 mAh che permette di arrivare a sera con cinque ore e mezza di schermo acceso: facile coprire la giornata lavorativa, impensabile andare oltre. La tripla fotocamera posteriore, con sensore da 48 megapixel (f/1.75), ultra grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) e zoom 2X da 8 megapixel (f/2.4) si difende molto bene di giorno ma di notte soffre dell’assenza della stabilizzazione ottica, anche se il software riesce a compensare egregiamente la mancanza.

Ulteriori specifiche: processore Qualcomm Snapdragon 712, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 9 SE

Altre offerte

I migliori smartphone Xiaomi fino a 500 euro

Difficile trovare smartphone Xiaomi in questa fascia, meno ancora Redmi per il momento. In questa fascia troviamo prodotti dalle specifiche tecniche eccellenti, anche i top di gamma degli anni precedenti, o medio gamma dedicati a funzioni specifiche come la fotografia, campo nel quale Xiaomi sta migliorando in maniera impressionante.

Xiaomi Mi 9T Pro

Lanciato in Cina nel mese di Maggio 2019 con nome di Redmi K20 Pro, Xiaomi Mi 9T pro è arrivato in Italia a fine estate dello stesso anno, col suo design particolare. La parte frontale è occupata quasi completamente dallo schermo, grazie alla fotocamera pop up che alloggia il sensore per i selfie. Particolare anche la finitura della cover posteriore, anche se la finitura scivolosa richiede qualche attenzione nell’uso quotidiano. Ottima l’autonomia grazie alla batteria da 4.000 mAh che permette di arrivare a sera on almeno 6 ore di schermo acceso e, con qualche attenzione, permette di coprire due giorni di utilizzo. Le foto non sono impressionanti ma sono in linea con la fascia di prezzo: il sensore da 48 megapixel (f/1.75) è aiutato da un sensore ultra grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) e da uno da 8 megapixel (f/2.4) con zoom ottico 2X ma si fa notare per una discreta quantità il rumore, di giorno così come di notte.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10 Lite 5G

È il più piccolo della serie Mi 10 di Xiaomi, e nel nostro Paese è arrivato nella primavera 2020 in tre diverse colorazioni (Cosmic Grey, Dream White e Aurora Blue) e due diverse varianti di memoria. Lo schermo da 6,57 pollici porta inevitabilmente a dimensioni decisamente generose: 164,02 x 74,77 x 7,88 mm, con un peso di 192 grammi. L'ergonomia non è certo il massimo ma è il prezzo da pagare per avere uno schermo decisamente ampio. Nella media la batteria da 4.160 mAh che può contare sulla ricarica rapida a 20 watt e che garantisce una giornata di autonomia anche sotto stress, Con qualche attenzione non è impossibile arrivare a due giorni. Niente male il comparto fotografico: si parte da un sensore da 48 megapixel (f/1.79) per passare a un grandangolare (FoV 120 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), per finire con due sensori da 2 megapixel, per le macro e per la profondità di campo. Buone le foto, considerando la fascia di prezzo, ma si fa sentire la mancanza di uno zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 765G Qualcomm SDM765, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi Note 10 Lite

È arrivato in Italia nella tarda primavera 2020 insieme al fratellino Mi 10 Lite 5G, in due diverse varianti di memoria e un totale di tre diverse colorazioni. Non particolarmente eccessive le dimensioni, 157,8 x 74,2 x 9,67 mm e 204 grammi di peso. Peccato per il notch a goccia che sembra superato rispetto al design dello stesso periodo. Accettabile nel complesso l'ergonomia. Ottima l'autonomia grazie alla batteria da 5.260 mAh ripresa dal fratello maggiore, con ricarica rapida a 30 watt. È davvero facile raggiungere due giorni di utilizzo, anche con un utilizzo particolarmente intenso. Leggermente ridimensionato il comparto fotografico, che può comunque contare su quattro sensori: il principale da 64 megapixel (f/1.89) è affiancato da un grandangolare (FoV 120 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), un macro da 2 megapixel (f/2.4) e un sensore di profondità da 5 megapixel (f/2.48) per i ritratti. Peccato per l'assenza di uno zoom ottico, ma nel complesso le foto rimangono più che godibili.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730G Qualcomm SDM730G, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi Note 10

Xiaomi Mi Note 10 è stato uno degli ultimi modelli del colosso cinese presentati nel 2019 ed è acquistabile in Italia da 15 novembre. Dimensioni e peso sono decisamente generosi (157,8 x 74,2 x 9,67 mm e 208 grammi di peso) e i lati ricurvi non semplificano la presa, anche a causa dei materiali scivolosi utilizzati. Decisamente anonimo il design, ma non è questo il suo punto di forza. L’enorme batteria da 5.260 mAh offre un’autonomia decisamente elevata, si arriva tranquillamente a due giorni e anche le giornate più intense vengono coperte senza alcuna difficoltà, con non meno di 8 ore di schermo acceso. Il pezzo da 90 dello smartphone è ovviamente il comparto fotografico: cinque sensori capitanati dall’enorme unità da 108 megapixel (f/1,67) con pixel binning e stabilizzazione ottica. Al suo fianco uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.0), un sensore ultra wide da 20 megapixel (f/2.2), uno zoom ottico 5x (ibrido 10x) da 5 megapixel (f/2.0) e un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per le macro. Ottima definizione grazie anche all’HDR che lo mettono al pari di top di gamma più blasonati e uno dei modelli di riferimento del 2019 insieme a Huawei P30.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730F Qualcomm SM7150-AB, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

I migliori smartphone Xiaomi top di gamma

Come dicevamo in apertura, molti degli smartphone presenti in questa sezione potrebbero trovare posto, per il loro prezzo, nelle fasce inferiori. Rappresentano il meglio della produzione del gruppo cinese, sia dal punto di vista tecnologico che da quello della qualità costruttiva.

Xiaomi Mi MIX 3 5G

Xiaomi Mi MIX 3 5G è la variante con supporto alle reti 5G del top di gamma del colosso cinese, arrivato sul mercato italiano nel maggio del 2019. Il design Full Screen Slider consente al display di scorrere in basso per rivelare la doppia fotocamera frontale, mentre la ceramica posteriore garantisce un look davvero unico nel suo genere. Importanti le dimensioni e il peso (157,89 x 74,69 x 8,46 mm e 218 grammi) ma l’ergonomia rimane accettabile anche per l’utilizzo a una mano. Con i suoi 3.2000 mAh la batteria garantisce una giornata di utilizzo ma nulla di più, visti i maggiori consumi del modem 5G, non integrato nel chipset. Buona la fotocamera posteriore, con sensore principale da 12 megapixel (f/1.8) con stabilizzazione ottica e sensore zoom 2x da 12 megapixel (f/2.4) in grado di offrire scatti di qualità che degrada leggermente solo quando cala la luce esterna.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10

In Cina è arrivato nel febbraio 2020 e ci è voluto un altro mese per vederlo arrivare in Italia, in due varianti di memoria e in due diverse colorazioni. Decisamente grande lo schermo (6,67 pollici) e questo si ripercuote inevitabilmente sulle dimensioni (162,6 x 74,8 x 8,96 mm e 208 grammi di peso). L'ergonomia non è al top ma la qualità dei materiali utilizzati fa dimenticare ben presto le dimensioni. Ottima la batteria, con 4.780 mAh, che garantisce anche due giorni di uso sostenuto e può contare sulla ricarica cablata a 30 watt, ricarica wireless a 30 watt e ricarica wireless inversa a 10 watt. Molto buono il comparto fotografico, leggermente inferiore rispetto alla variante Pro. Oltre al sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) troviamo un ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel (f/2.2), un macro e un sensore di profondità, entrambi da 2 megapixel. Molto buone le foto, anche quando cala la luce, ma si sente la mancanza di un sensore con zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10 Pro

Arrivato in Italia un mese dopo rispetto al lancio in Cina, Xiaomi Mi 10 Pro è disponibile sul mercato ma aprile 2020 in due diverse colorazioni e una singola variante di memoria. Lo schermo da 6,67 pollici implica dimensioni generose, nonostante le cornici ottimizzate e il foro nel display per la fotocamera frontale. Misura 162,6 x 74,8 x 8,96 mm e pesa 208 grammi, non semplicissimi da maneggiare, anche se l'interfacci a per l'uso a una mano aiuta parecchio. Anche con un utilizzo molto intenso farete fatica a scaricare i 4.500 mAh della sua batteria, con un utilizzo più tranquillo si possono raggiungere anche i due giorni. Ottima la presenza della ricarica rapida, cablata a 50 W, wireless a 30 W e wireless inversa a 10 W. Impeccabili gli scatti, anche se con poca luce c'è qualche problema prevalentemente software. Il sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) si avvale di un ultra grandangolare (FoV 117 gradi) in gradi di scattare macro fino a 5 centimetri, uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.0) e uno zoom ibrido 10x da 8 megapixel (f/2.0) con zoom ottico 3,7X e zoom digitale fino a 50x. Molto definiti gli scatti che perdono leggermente di qualità solo di sera.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Questi sono dunque i migliori smartphone Xiaomi al mese di giugno 2020. Vi ricordiamo che abbiamo numerose altre guide, dedicate ai migliori smartphone sul mercato. A seguire alcune di quelle che potrebbero interessarvi.