Quali sono i migliori smartphone Android per giocare? Il mercato della telefonia mobile è in costante evoluzione, così  quello del mobile gaming e le novità sono quasi all’ordine del giorno. Se state cercando di capire quale possa essere lo smartphone più indicato per giocare siete nel posto giusto.

In questa guida, aggiornata ad gennaio 2021, vi aiuteremo a capire quale sia lo smartphone più adatto alle vostre esigenze, analizzando le proposte di mercato e consigliandovi i modelli più interessanti a seconda del vostro budget o della tipologia di uso che intendete farne.

Smartphone sempre più simili a un computer

Se inizialmente la potenza di calcolo non era nemmeno paragonabile a quella di un computer, anche quelli più economici, nel corso degli anni la tecnologia mobile ha fatto passi da gigante, tanto che gli smartphone più performanti sono ora in grado di rivaleggiare con notebook e desktop in molti campi.

Anche nel settore ludico il distacco si è notevolmente ridotto, tanto da aprire nuovi e importanti scenari di mercato. Se per quanto riguarda le console casalinghe, come Microsoft Xbox, Sony PlayStation o Nintendo Switch, il distacco rimane ancora notevole, le console portatili (a eccezione di Switch) sono state superate tanto da essere relegate ormai a una piccola nicchia che potrebbe sparire ben presto.

Gaming phone o smartphone per giocare

Quando su parla di mobile gaming e si cerca una soluzione, le strade da seguire sono due. Il mercato offre da qualche anno smartphone dedicati quasi esclusivamente al gioco, tanto che è nata la categoria dei gaming phone. L’altra strada percorribile è invece quella di scegliere uno smartphone “normale” per il quale siano però presenti delle ottimizzazioni dedicate al gioco.

Ecco dunque che per capire quali sono i migliori smartphone Android per giocare bisogna partire da questa domanda: siete dei giocatori incalliti, i cosiddetti “hardcore gamers” o siete piuttosto dei giocatori occasionali, dei “casual gamers“? La prima categoria vuole giocare i migliori titoli del momento con le massime prestazioni e godendo di alcuni vantaggi, come tasti dedicati, accessori per migliorare le prestazioni, grande autonomia e schermi al top, senza prestare particolare attenzione al budget.

Dall’altra parte invece si sono quegli utenti che dedicano al gioco su smartphone qualche minuto al giorno, magari in pausa pranzo, in autobus o metropolitana, nel weekend, senza richieste particolari. In questa categoria rientrano anche quegli utenti che amano giocare ma che non hanno un budget elevato o che preferiscono un dispositivo “tradizionale” sia per questioni di sobrietà (leggasi design), sia per altre necessità specifiche.

Ecco perché questa guida è divisa in due parti: inizieremo analizzando gli smartphone pensati espressamente per il gaming, con soluzioni e accessori ad hoc, passando poi a scoprire quali sono i migliori smartphone Android per giocare tra i modelli normalmente in vendita.

Se per quanto riguarda la prima categoria il mercato punta decisamente in alto, con soluzioni che adottano pochissimi compromessi per offrire il meglio, nella seconda è possibile trovare i migliori smartphone per giocare presenti in ogni categoria di prezzo, sia che vogliate perdere qualche minuto con Candy Crush Saga o che vogliate diventare assi del volante con Asphalt 9, solo per citare un paio di titoli universalmente conosciuti.

Cosa sono i gaming phone

Sono ancora pochi i produttori che hanno lanciato modelli pensati espressamente per il gioco. Si tratta per lo più di top di gamma assoluti con schermi a 120 Hz, processori di fascia premium, memorie velocissime e soluzioni hardware studiate su misura.

Parliamo di raffreddamento a liquido coadiuvate da ventole interne, pulsanti dorsali per replicare quelli dei classici gamepad, modalità dedicate che allocano tutte le risorse disponibili assegnandole ai giochi, accessori esterni come ventole aggiuntive, impugnature per migliorare il grip e molto altro, pensato quindi per garantire la miglior esperienza possibile.

Scopriamo quindi quali sono, in questa categoria di prodotti, i migliori smartphone Android per giocare.

Migliori smartphone per giocare (gaming phone)

ASUS Rog Phone 3

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Plus Qualcomm SM8250, 16 GB di RAM e 512 GB di memoria interna.

Altre offerte

Black Shark 3

In Italia è arrivato nel maggio 2020, a poco più di due mesi dal lancio in Cina, con tre diverse varianti di memoria e nelle colorazioni grigia e nera. Black Shark 3 è grande e grosso, inutile girarci intorno: lo schermo da 6,67 pollici non aiuta e la presenza di cornici, seppur minime, sopra e sotto il display, porta le dimensioni a 168,72 x 77,33 x 10,8 mm per 222 grammi di peso. L'ergonomia è dunque complicata, ma essendo nato per il gaming è pensato per essere usato sempre con due mani. Buona la batteria, con due moduli separati dalla capacità complessiva di 4.720 mah che garantiscono una lunga esperienza di gioco. Con un utilizzo "da smartphone" si arriva sempre a sera e per le lunghe sessioni di gaming c'è la ricarica rapida a 65 watt. La fotocamera, racchiusa in un modulo triangolare, può contare su un sensore da 64 megapixel (f/1.8), grandangolare da 13 megapixel (f/2.25) e sensore di profondità da 5 megapixel. Buone le foto anche se non ci sono situazioni in cui la fotocamera spicchi in maniera assoluta. D'altro canto non è questo il suo punto di forza.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Nubia Redmagic 5G

Le vendite globali di Nubia RedMagic 5G sono iniziate nel mese di aprile 2020, in tre diverse colorazioni e due tagli di memoria. Come buona parte degli smartphone da gaming anche Nubia RedMagic 5G è grande (168,56 x 78 x 9,75 mm) e pesante (218 grammi) ma è pensato per essere utilizzato con due mani. Davvero bellissimo il design posteriore, soprattutto nella colorazione bicolore Pulse. Molto particolare anche la striscia RGB sul dorso, ampiamente personalizzabile. Con i suoi 4.500 mAh la batteria garantisce un'ottima autonomia, grazie anche al processore ottimizzato. Potete contare su lunghe sessioni di gioco, e anche con un uso più "serio" potete arrivare a sera anche nelle giornate più impegnative. Curato anche il comparto fotografico, con un sensore Sony da 64 megapixel (f/1.8), sensore grandangolare (FoV 120 gradi) da 8 megapixel e sensore di profondità da 2 megapixel.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Migliori smartphone per giocare (normali)

Non è però necessario ricorrere a un prodotto pensato principalmente per il gaming per avere un’ottima esperienza di gioco, visto che sono numerosi gli smartphone tradizionali in grado di offrire un’esperienza di gioco coinvolgente. Ecco dunque i migliori tra i modelli “comuni”, senza dover spendere cifre esagerate.

Realme 7 Pro

È disponibile in Italia da metà ottobre 2020 insieme al "fratellino" Realme 7, in due varianti di colore e un solo taglio di memoria (8-128 GB). Le dimensioni sono al limite, vista la presenza di un display da 6,4 pollici: 160,9 x 75,4 x 9,7 mm e 183 grammi di peso. Proprio il peso contribuisce a migliorare l'ergonomia, rendendola tutto sommato accettabile. Nulla da eccepire sull'autonomia, grazie a una batteria da 4.500 mAh che permette di arrivare a 7 ore di schermo acceso. E grazie alla tecnologia a 65 watt anche la ricarica è molto rapida e richiede appena 35 minuti per portare la batteria da 0 a 100. Sono ben quattro i sensori della fotocamera posteriore: al sensore principale da 64 megapixel (f/1.8) si affiancano un ultra grandangolare (FoV 119 gradi) da 8 megapixel (f/2.3), un macro da 2 megapixel (f/2.4) e un sensore monocromatico da 2 megapixel (f/2.4). Buone le foto, anche se i colori sono poco vivaci. Da sottolineare la modalità Stellata per scattare foto al cielo notturno.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 720G Qualcomm SM7125, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei Nova 5T

Giunto sul mercato italiano nel mese di ottobre 2019, Huawei Nova 5T e uno smartphone di fascia alta con un’ottima serie di funzioni e un prezzo non esagerato. Le dimensioni relativamente contenute (154,3 x 74 x 7,8 mm) compensano la scivolosità del bordo ma per sicurezza è meglio usare una buona cover che aumenti la maneggevolezza. Da segnalare il foro nello schermo che alloggia la fotocamera per i selfie. I 3.750 mAh della batteria non fanno gridare al miracolo ma ancora una volta il produttore cinese ha saputo realizzare un ottimo compromesso tra dimensioni e autonomia, garantendo un giorno e mezzo con un uso intenso e due con uno leggermente più moderato. Convincono le foto, in relazione alla fascia di prezzo, offerte dalla quadrupla fotocamera posteriore, con un sensore da 48 megapixel 9f/1.8) a cui fanno da contorno un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 2 megapixel e uno di profondità, sempre da 2 megapixel. La ultra grandangolare funziona anche con la modalità notturna e offre foto tra le migliori della categoria.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei Nova 5T

Altre offerte

Xiaomi Mi 10 Lite

È il più piccolo della serie Mi 10 di Xiaomi, e nel nostro Paese è arrivato nella primavera 2020 in tre diverse colorazioni (Cosmic Grey, Dream White e Aurora Blue) e due diverse varianti di memoria. Lo schermo da 6,57 pollici porta inevitabilmente a dimensioni decisamente generose: 164,02 x 74,77 x 7,88 mm, con un peso di 192 grammi. L'ergonomia non è certo il massimo ma è il prezzo da pagare per avere uno schermo decisamente ampio. Nella media la batteria da 4.160 mAh che può contare sulla ricarica rapida a 20 watt e che garantisce una giornata di autonomia anche sotto stress, Con qualche attenzione non è impossibile arrivare a due giorni. Niente male il comparto fotografico: si parte da un sensore da 48 megapixel (f/1.79) per passare a un grandangolare (FoV 120 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), per finire con due sensori da 2 megapixel, per le macro e per la profondità di campo. Buone le foto, considerando la fascia di prezzo, ma si fa sentire la mancanza di uno zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 765G Qualcomm SDM765, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S10 Lite

La denominazione Lite non rende assolutamente giustizia a Samsung Galaxy S10 Lite, presentato il 3 gennaio 2020 in occasione del CES, visto che ha poco da invidiare alle altre varianti. Il design riprende il foro nello schermo ma rispetto ai modelli “normali” differisce per il posizionamento della fotocamera posteriore, racchiusa in un elemento rettangolare in alto a sinistra. Le dimensioni (162,5 x 75,6 x 8,1 mm) rendono complicato l’uso con una mano inficiando inevitabilmente l’ergonomia. La batteria da 4.500 è uno dei punti di forza, grazie anche alla presenza di uno Snapdragon 855 in grado di gestire al meglio i consumi, con il solito problema rappresentato dallo standby. La tripla fotocamera posteriore è di elevato livello, con sensore principale da 48 megapixel (f/2.0, ultra grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) e macro da 5 megapixel (f/2.4), che produce buoni risultati ma inferiori a quelli dei modelli standard.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è arrivato sui mercati internazionali nella primavera del 2019, dopo essere stato presentato a Parigi il 26 marzo. Grazie al trattamento antiscivolo applicato ai bordi l’ergonomia non risente troppo delle grandi dimensioni (158 x 73,4 x 8,4 millimetri) e la cura applicata nell’assemblaggio, unita alla certificazione IP68, lo rende uno degli smartphone più belli del periodo, con un design davvero azzeccato. Impeccabile l’autonomia, che trae beneficio dalla batteria da 4.200 mAh: è possibile raggiungere due giorni con un utilizzo oculato ma anche l’uso più intenso vi permetterà di arrivare a sera senza particolari problematiche. Si possono raggiungere, e superare, le 7 ore di schermo attivo senza dover per questo rinunciare alle tante funzioni secondarie dello smartphone. Huawei P30 è stato considerato il camera phone di riferimento per la prima parte del 2019, con una fotocamera di indubbia qualità. Al sensore principale da 40 megapixel di tipo RYYB (f/1.8) si affiancano un sensore con ottica ultra grandangolare da 20 megapixel (f/2.2), un teleobiettivo 5X da 8 megapixel (f/3.4) con sistema a periscopio e un sensore ToF per la misurazione della profondità di campo e gli effetti 3D.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30 Pro

Altre offerte

POCO F2 Pro

In Cina è stato lanciato come Redmi K30 Pro, ma in Europa è disponibile come POCO F2 Pro, con una sola variante di memoria (6-128 GB) e quattro colorazioni. L'assenza di fori e notch (la fotocamera frontale è di tipo popup) permette di contenere leggermente le dimensioni, che sono comunque molto impegnative: 163,3 x 75,4 x 8,9 mm e 218 grammi di peso. Ergonomia dunque compromessa ma è lo scotto da pagare per avere uno schermo da 6,67 pollici. Non delude la batteria con i suoi 4.700 mAh, con ricarica rapida a 30 watt che in appena 30 minuti ricarica il 64%. Ottima l'autonomia, grazie alle ottimizzazioni di MIUI e al processore: un giorno di utilizzo molto intenso, due giorni con un utilizzo più tranquillo. Ancora quattro le fotocamere posteriore, racchiuse in un modulo circolare: sensore principale da 64 megapixel (f/1.89), ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel (f/2.4), macro da 5 megapixel e sensore di profondità da 2 megapixel. È un comparto da medio gamma, che realizza foto di buona qualità che però non possono competere con i top di gamma del periodo.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

OnePlus 8T

OnePlus 8T è stato annunciato a metà ottobre 2020, arrivando subito anche in Italia in due diverse colorazioni e due varianti di prezzo. Non male le dimensioni, vista la presenza di uno schermo da 6,55 pollici: 160,7 x 74,1 x 8,4 mm e 188 grammi di peso. Ridottissime le cornici, grazie anche all'uso del punch hole per la fotocamera frontale. Con 4.,500 mAh, supportati dalla Warp Charge 65, l'autonomia è ottima. Arriverete a sera anche nelle giornate più impegnative, e va considerato che è possibile ricaricare completamente la batteria in appena 40 minuti. Quattro i sensori della fotocamera posteriore: sensore principale da 48 megapixel (f/1.7), ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 16 megapixel (f/2.2), macro da 5 megapixel e monocromatico da 2 megapixel.Convincenti le foto, con qualche dubbio nelle zone di penombra. Egregia anche la qualità degli scatti notturni.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S20

È il più piccolo dei top di gamma Samsung presentati a febbraio 2020, disponibile in tre colori e in versione 4G o 5G. Il foro al centro del display da 6,2, per alloggiare la fotocamera frontale, consente di mantenere misure compatte: 151,7 x 69,1 x 7,9, che permettono una ergonomia di tutto rispetto. Gli amanti degli smartphone compatti hanno quindi pane per i loro denti. Niente male nemmeno la batteria, che con i suoi 4.000 mAh non ha problemi ha portarvi a sera, ma è difficile fare molto di più, visti i consumi in stand-by non proprio trascurabili. Sono tre i sensori della fotocamera posteriore: al principale da 12 megapixel (f/1.8) con OIS, si affiancano un sensore ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 12 megapixel (f/2.2) e uno zoom da ben 64 megapixel con ingrandimento ottico ibrido 3X e digitale fino a 30x. Ottime come sempre le foto, anche quando la luce comincia a calare.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 990, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10

In Cina è arrivato nel febbraio 2020 e ci è voluto un altro mese per vederlo arrivare in Italia, in due varianti di memoria e in due diverse colorazioni. Decisamente grande lo schermo (6,67 pollici) e questo si ripercuote inevitabilmente sulle dimensioni (162,6 x 74,8 x 8,96 mm e 208 grammi di peso). L'ergonomia non è al top ma la qualità dei materiali utilizzati fa dimenticare ben presto le dimensioni. Ottima la batteria, con 4.780 mAh, che garantisce anche due giorni di uso sostenuto e può contare sulla ricarica cablata a 30 watt, ricarica wireless a 30 watt e ricarica wireless inversa a 10 watt. Molto buono il comparto fotografico, leggermente inferiore rispetto alla variante Pro. Oltre al sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) troviamo un ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel (f/2.2), un macro e un sensore di profondità, entrambi da 2 megapixel. Molto buone le foto, anche quando cala la luce, ma si sente la mancanza di un sensore con zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Questi sono dunque i migliori smartphone per giocare al mese di gennaio 2021. Vi ricordiamo che abbiamo numerose altre guide, dedicate ai migliori smartphone sul mercato. A seguire alcune di quelle che potrebbero interessarvi.