Cresce decisamente la richiesta, da parte degli utenti che acquistano un nuovo dispositivo, di smartphone resistenti all’acqua, una caratteristica spesso sottovalutata ma che può fare la differenza in molti casi. Non tutti i produttori seguono però questa filosofia e spesso non è facile capire quali siano realmente gli smartphone capaci di offrire un’efficace protezione all’acqua.

Per questo abbiamo pensato di offrirvi questa guida all’acquisto dei migliori smartphone impermeabili, aggiornata al mese di agosto 2020 per aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze e, ovviamente, anche alle vostre tasche.

Sono diversi i livelli per classificare l’impermeabilità e per chiarirvi le idee abbiamo preparato una guida per capire come funziona la certificazione IP e i suoi livelli. In questa pagina troverete quindi solo smartphone che hanno ottenuto la certificazione IP 67 o IP68, che garantiscono la sopravvivenza allo smartphone nel caso cada in acqua e vi rimanga per un tempo breve, fino a una determinata profondità.

Ricordiamo inoltre che l’impermeabilità degli smartphone è garantita solo in acqua dolce, mentre l’immersione in acqua di mare può comportare grossi problemi a causa del sale in essa contenuto. In realtà sul mercato sono presenti numerosi smartphone che sembrano resistere a immersioni o a schizzi d’acqua ma, essendo privi di una qualsiasi certificazione ufficiale, non sono stati inseriti in questa guida.

A questo punto non vi resta che consultare la nostra guida ai migliori smartphone impermeabili e scegliere quello più adatto a voi. Se invece cercate uno smartphone che sia impermeabile e resistente alle cadute, potete consultare la nostra guida ai migliori smartphone resistenti.

I migliori smartphone impermeabili con Android

LG G8s ThinQ

Il mancato arrivo sul mercato italiano di LG G8 ThinQ è stato compensato da questo LG G8s ThinQ, che ha poco da invidiare alla versione internazionale. È in vendita in Italia da metà 2019 in due diverse varianti di colore. Nonostante uno schermo da 6,2 pollici le dimensioni sono abbastanza contenute (152.3 x 72 x 8.4 mm) a tutto vantaggio dell'ergonomia. Spicca il grande notch che alloggia il sistema denominato Air Gesture per controllare l smartphone senza toccare il display. Non eccezionale la batteria che con i suoi 3.500 mah costringe a qualche rinuncia per riuscire ad arrivare a sera, soprattutto con un uso particolarmente intenso. Con un uso più tranquillo è possibile arrivare a sera, senza però avere una carica residua che possa evitare una ricarica notturna. Il comparto fotografico si distingue per la sua versatilità, pur perdendo alcuni elementi rispetto, ad esempio, a LG V40. Il sensore principale da 12 megapixel (f/1.8) è affiancato da un ultra grandangolare da 13 megapixel (f.24) e da uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.6) privo però della stabilizzazione ottica. I risultati sono apprezzabili anche se si perde in nitidezza e nelle foto con scarsa illuminazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione LG G8s ThinQ

Altre offerte

Samsung Galaxy S10 Lite

La denominazione Lite non rende assolutamente giustizia a Samsung Galaxy S10 Lite, presentato il 3 gennaio 2020 in occasione del CES, visto che ha poco da invidiare alle altre varianti. Il design riprende il foro nello schermo ma rispetto ai modelli “normali” differisce per il posizionamento della fotocamera posteriore, racchiusa in un elemento rettangolare in alto a sinistra. Le dimensioni (162,5 x 75,6 x 8,1 mm) rendono complicato l’uso con una mano inficiando inevitabilmente l’ergonomia. La batteria da 4.500 è uno dei punti di forza, grazie anche alla presenza di uno Snapdragon 855 in grado di gestire al meglio i consumi, con il solito problema rappresentato dallo standby. La tripla fotocamera posteriore è di elevato livello, con sensore principale da 48 megapixel (f/2.0, ultra grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) e macro da 5 megapixel (f/2.4), che produce buoni risultati ma inferiori a quelli dei modelli standard.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è arrivato sui mercati internazionali nella primavera del 2019, dopo essere stato presentato a Parigi il 26 marzo. Grazie al trattamento antiscivolo applicato ai bordi l’ergonomia non risente troppo delle grandi dimensioni (158 x 73,4 x 8,4 millimetri) e la cura applicata nell’assemblaggio, unita alla certificazione IP68, lo rende uno degli smartphone più belli del periodo, con un design davvero azzeccato. Impeccabile l’autonomia, che trae beneficio dalla batteria da 4.200 mAh: è possibile raggiungere due giorni con un utilizzo oculato ma anche l’uso più intenso vi permetterà di arrivare a sera senza particolari problematiche. Si possono raggiungere, e superare, le 7 ore di schermo attivo senza dover per questo rinunciare alle tante funzioni secondarie dello smartphone. Huawei P30 è stato considerato il camera phone di riferimento per la prima parte del 2019, con una fotocamera di indubbia qualità. Al sensore principale da 40 megapixel di tipo RYYB (f/1.8) si affiancano un sensore con ottica ultra grandangolare da 20 megapixel (f/2.2), un teleobiettivo 5X da 8 megapixel (f/3.4) con sistema a periscopio e un sensore ToF per la misurazione della profondità di campo e gli effetti 3D.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30 Pro

Altre offerte

OnePlus 8 Pro

È stato presentato a metà aprile 2020 ed è arrivato sul mercato pochi giorni dopo, anche nella variante "non pro" leggermente più economica. È disponibile in due diverse varianti di memoria e tre colorazioni Con uno schermo da 6,78 pollici era difficile contenere le dimensioni, che arrivano a 165,3 x 74,35 x 8,55 per un peso tutto sommato contenuto in 199 grammi. Impossibile usarlo con una mano ma nel complesso ci si poteva aspettare di peggio. La batteria da 4.510 mAh è accompagnata, finalmente, dalla ricarica wireless a 30 watt, la stessa potenza della versione cablata. Buona ma non straordinaria l'autonomia, anche a causa dello schermo QHD+ a 120 Hz che consuma parecchio. Quattro le fotocamere posteriori, con sensore principale da 48 megapixel (f/1.78), sensore ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 48 megapixel (f/2.2), zoom ibrido 3x da 8 megapixel (f/2.44) e sensore con filtro di colore da 5 megapixel (f/2.4). Molto buone le foto di notte, anche se con luci artificiali fa un po' fatica a riprodurre perfettamente i colori. Molto buone, nel complesso, le imagini scattate.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S20 Plus

Come per l'intera gamma S20, anche la versione Plus 4G è arrivata nel nostro Paese il 13 marzo, con quattro colorazioni e una sola variante di memoria. Lo sviluppo in lunghezza, con un rapporto 20:9, consente di aumentare le dimensioni dello schermo senza pesare in maniera esagerata sulle dimensioni (161,9 x 73,7 x 7,8 mm e 186 grammi). Rispetto alla versione Ultra siamo davvero davanti anni luce, nonostante l'ergonomia non sia al massimo e l'uso a una mano sia davvero al limite. È sempre il chipset Exynos a incidere in maniera esagerata sui consumi, tanto che la batteria da 4.500 mAh vi permette di arrivare a sera con circa 4 ore e mezza di schermo acceso, migliorando qualcosa abbassando risoluzione e frequenza di refresh. Quattro le fotocamere posteriori, con sensore principale da 12 megapixel (f/2.0) e OIS, ultra grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) e zoom 2x da 64 megapixel (f/1.0) con OIS, ai quali si aggiunge un sensore di profondità. Ritroviamo la messa a fuoco Dual Pixel, rapida e precisa, per scatti di altissimo livello in ogni situazione, notte inclusa.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 990, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Google Pixel 4 XL

Presentato nel corso del made by Google 2019 nell’autunno del 2019, Google Pixel 4 XL è arrivato sui mercati internazionali, Italia inclusa, a partire dal 24 ottobre. Anche se il design ha suscitato pareri discordanti, a causa della cornice superiore pronunciata (alloggia il radar Soli), i materiali e la qualità costruttiva hanno messo tutti d’accordo. Ciò non toglie che lo smartphone sia grande e poco ergonomico (160,4 x 75,1 x 8,2 mm). Delude, e non poco, la batteria che pur offrendo 3.700 mAh non riesce a coprire l’intera giornata con un utilizzo intenso: è dunque necessario disattivare alcune delle funzioni per riuscire a ovviare al problema e superare le 5 ore di schermo acceso. Controversa anche la fotocamera posteriore, che per la prima volta vede due sensori: a quello principale da 12 megapixel (f/1.7) si affianca un sensore zoom 2x da 16 megapixel (f/2.4). Strana la decisione di preferire lo zoom a una lente grandangolare, ma ciò non toglie che Google Pixel 4 XL sia in linea con i top del mercato nel 2019 in quanto a qualità fotografica, merito quasi esclusivo dell’ottimo software.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P40 Pro

Il top di gamma 2020 di Huawei ha debuttato il 26 marzo 2020, arrivando sul mercato ad aprile, privo però dei servizi Google. Grazie all'ottima ingegnerizzazione il display da 6,58 pollici è stato inserito in un dispositivo dalle dimensioni accettabili: 158,2 x 72,6 x 8,95 millimetri. Curvo su tutti e quattro i lati ospita le fotocamere frontali in un grande foro. Molto buona l'autonomia grazie alla batteria da 4.200 mAh, con ricarica rapida cablata e wireless a 40 W. Grazie alle ottimizzazioni e ai consumi in standby quasi trascurabili è possibile raggiungere due giorni di autonomia con grande semplicità. Come di consuetudine il comparto fotografico è il riferimento per la prima parte del 2020, con ottimi risultati. Al sensore principale da 50 megapixel (f/1.9) si affianca un ultra grandangolare da 40 megapixel (f/1.8), un sensore da 12 megapixel (f/3.4) con sistema periscopico e zoom ottico 5X e sensore ToF per la profondità di campo. Ottime le foto scattate in qualsiasi situazione, grazie anche a un'intelligenza artificiale sempre più raffinata.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 990, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Questi sono dunque i migliori smartphone impermeabili presenti sul mercato Android a agosto 2020. A seguire invece i link ad altre guide dover trovare il meglio della produzione Android.