Migliori smartphone per batteria – La durata della batteria è sicuramente uno degli aspetti di cui tenere conto nell’acquisto di un nuovo smartphone Android: dispositivi con hardware eccezionale, ma che ci lasciano a piedi dopo poche ore di utilizzo, chissà, forse proprio quando ci sarebbe servito usarli per il loro scopo primario (una telefonata importante magari), potrebbero rivelarsi una pessima scelta.

Con questa guida, aggiornata al mese di luglio 2020, vogliamo darvi una mano a scegliere un dispositivo Android che non vi abbandoni prima di sera, anche con un utilizzo abbastanza intenso: se siete spesso fuori casa o in viaggio e non avete la possibilità di ricaricare durante la giornata, quelli che trovate qui sotto potrebbero essere il giusto acquisto per voi. Ci sono dei veri campioni di autonomia che richiedono qualche compromesso nelle prestazioni (e con prezzi più abbordabili naturalmente) e anche smartphone “top di gamma” che riescono a mantenersi operativi per molte ore. Per approfondimenti potete fare riferimento alle nostre recensioni. Diamo uno sguardo dunque ai migliori smartphone Android per durata della batteria.

Video migliori smartphone per batteria

Ecco dunque i migliori smartphone per batteria, suddivisi per fasce di prezzo.

Migliori smartphone per batteria sotto i 200€

Redmi 8A

L'autunno 2019 di Redmi è iniziato con la presentazione di Redmi 8A, un entry level disponibile in svariate colorazioni e due diversi tagli di memoria, per raccogliere il testimone da Redmi 7A. Le dimensioni non sono compatte (156,48 x 75,41 x 9,4 millimetri) ma grazie all'Aura Wave Grip Design, una particolare trama che migliora la presa (riducendo le impronte sulla cover), l'ergonomia migliora in maniera significativa. Difficile rimanere a piedi grazie alla batteria da 5.000 mAh che unita allo schermo HD e al processore a basso consumo, consente di superare agevolmente i due giorni di autonomia e di arrivare a sera anche con un uso esagerato. La doppia fotocamera posteriore, un sensore da 12 megapixel (f/1.8) e un sensore di profondità da 2 megapixel, permette di realizzare foto discrete, penalizzate inevitabilmente in scarse condizioni di illuminazione.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 439 Qualcomm SDM439, 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Altre offerte

Redmi 8

Redmi ha completato il rinnovamento della fascia medio bassa lanciando, nel novembre 2019, Redmi 8 in tre diverse colorazioni e due varianti di memoria con prezzi davvero allettanti. Lo schermo da 6,22 e le cornici non particolarmente ottimizzate rendono Redmi 8 abbastanza grande (156,48 x 75,41 x 9,4 millimetri) per cui l'ergonomia non è tra le migliori del mercato. La batteria è il vero punto di forza, con ben 5.000 mAh e un'autonomia che raggiunge i due giorni senza alcuno sforzo. Aggiungiamo una ricarica rapida a 18 watt e il gioco è fatto. La fotocamera posteriore, spostata ora al centro della cover posteriore, utilizza un sensore principale da 12 megapixel (f/1.8) e un sensore secondario da 2 megapixel utilizzato per la misurazione della profondità di campo. Le foto sono in linea con la fascia di prezzo con qualche inevitabile limite con poca luce.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 439 Qualcomm SDM439, 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Altre offerte

Redmi Note 9

È in vendita in Italia dalla primavera inoltrata del 2020, in due diversi tagli di memoria e con le colorazioni Midnight Grey, Forest Green e Polar White. È il più "piccolo" della serie Note 9, ma con i suoi 162,3 x 77,2 x 8,9 mm (e 199 grammi di peso) è decisamente ingombrante e poco maneggevole. Il foro nel display aiuta comunque a mantenere le dimensioni, e il lettore di impronte laterale aiuta. Ottima, come da tradizione, la batteria che raggiunge i 5.020 mAh e che supporta la ricarica rapida a 18 watt. Con un uso intenso si può raggiungere una giornata e mezza, due giorni senza alcun problema con un uso normale, e qualcosa di più per i più conservatori. Sono quattro le fotocamere posteriori, con sensore principale da 48 megapixel (f/1.79) affiancato da un grandangolare (FoV 118 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), sensore macro da 2 megapixel e sensore da 2 megapixel per la profondità di campo. Un comparto collaudato che garantisce buone foto, anche di notte, leggermente superiori alla media di questa fascia di prezzo

Ulteriori specifiche: processore Helio G85 MediaTek, 3 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

Realme 5 Pro

Disponibile in Italia dall'estate del 2019, Realme 5 Pro può essere acquistato nelle colorazioni Crystal Green e Sparkling Blue, con due diversi tagli di memoria (4 o 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna) Lo schermo da 6,3 pollici influisce inevitabilmente sulle dimensioni (157 x 74,2 x 8,9 mm e 184 grammi di peso) ma l'ergonomia è comunque buona anche nell'uso con una mano. Peccato solo per un'eccessiva scivolosità, con la curvatura 3D del vetro posteriore che accentua il problema senza tuttavia renderlo grave. Con i suoi 4.035 mAh la batteria di Realme 5 Pro consente di raggiungere un'autonomia davvero elevata: è possibile raggiungere le 8 ore di schermo acceso arrivando comunque a sera con una carica residua del 20% circa. Da segnalare la presenza della ricarica rapida VOOC con un caricabatteria da 20W. Come per il fratello minore Realme 5, anche la variante Pro dispone di quattro fotocamere posteriori: al sensore principale da 48 megapixel (f/1.8) si affiancano un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.25), un sensore macro da 2 megapixel (f/2.4) e uno per la profondità di campo (f/2.4) con la medesima risoluzione. Molto buoni i risultati, con un bokeh realistico e una modalità notturna che garantisce foto di buon livello.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 712 Qualcomm SDM712, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Altre offerte

OPPO A9 2020

È disponibile nel nostro Paese dalla fine di ottobre 2019, con due colorazioni e una sola variante di memoria. Vista la presenza dello schermo da 6,5 pollici le dimensioni (163,6 x 75,6 x 9,1 mm) sono tutt'altro che compatte, ma l'ergonomia nel complesso non è male, grazie anche alla scocca in policarbonato non troppo scivolosa. Ottima l'autonomia grazie alla batteria da 5.000 mAh e alle numerose ottimizzazioni. Una giornata impegnativa viene coperta senza problemi, con un uso normale non è fantascienza ambire a tre giorni. Sono quattro le fotocamere posteriori, con sensore principale da 48 megapixel, ultra grandangolare da 8 megapixel (FoV 119 gradi), doppio sensore da 2 megapixel (uno monocromatico) per profondità di campo e contrasto. Molto dettagliate le foto e i colori sono molto gradevoli su entrambi i sensori principali.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 665 Qualcomm SDM665, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria sotto i 300€

Xiaomi Mi 9T

Xiaomi Mi 9T è arrivato in Italia nella seconda metà del giugno 2019, a poche settimane dalla presentazione in Cina, dove era giunto col nome di Redmi K20. Come per il fratello maggiore il design è caratterizzato dalla fotocamera frontale di tipo pop up e dalla cover posteriore con finiture di colore uniche e l’ergonomia è buona grazie al giusto equilibrio tra dimensioni e peso. Con 4.000 mAh di batteria è semplice raggiungere i due giorni di autonomia e anche nelle situazioni di utilizzo estremamente inteso è sempre possibile arrivare a sera senza grossi problemi, con almeno 7 ore di schermo acceso. Il comparto fotografico soffre leggermente di notte ma in condizioni migliori si difende egregiamente, grazie al sensore da 48 megapixel (f/1.8) affiancato da un grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) e da uno zoom ottico da 8 megapixel 9f/2.4).

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730, 6 GB di RAM e 64/128GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 9T

Altre offerte

Huawei Nova 5T

Giunto sul mercato italiano nel mese di ottobre 2019, Huawei Nova 5T e uno smartphone di fascia alta con un’ottima serie di funzioni e un prezzo non esagerato. Le dimensioni relativamente contenute (154,3 x 74 x 7,8 mm) compensano la scivolosità del bordo ma per sicurezza è meglio usare una buona cover che aumenti la maneggevolezza. Da segnalare il foro nello schermo che alloggia la fotocamera per i selfie. I 3.750 mAh della batteria non fanno gridare al miracolo ma ancora una volta il produttore cinese ha saputo realizzare un ottimo compromesso tra dimensioni e autonomia, garantendo un giorno e mezzo con un uso intenso e due con uno leggermente più moderato. Convincono le foto, in relazione alla fascia di prezzo, offerte dalla quadrupla fotocamera posteriore, con un sensore da 48 megapixel 9f/1.8) a cui fanno da contorno un sensore ultra grandangolare da 16 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 2 megapixel e uno di profondità, sempre da 2 megapixel. La ultra grandangolare funziona anche con la modalità notturna e offre foto tra le migliori della categoria.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei Nova 5T

Altre offerte

Samsung Galaxy M31

Verso la metà di maggio è arrivato in Italia Galaxy M31, successore di quel M30s che ha ottenuto ottimi risultati. Tre le colorazioni tra cui scegliere e una sola variante di memoria. Lo schermo da 6,44 pollici incide inevitabilmente sulle dimensioni, pari a 159,1 x 75 x 8,8 millimetri mentre il peso rimane accettabile (191 grammi) nonostante la grande batteria. Al limite l'usabilità, soprattutto per i contenuti posti nella parte alta del display. Niente da dire sulla batteria: con i suoi 6.000 mAh e ricarica rapida a 15 watt offre una grande autonomia: almeno un giorno e mezzo di utilizzo intenso, due giorni con un utilizzo normale e tre giorni per chi non vive sempre appeso allo smartphone. Niente male il comparto fotografico, con sensore principale da 64 megapixel (f/1.8) affiancato da un sensore ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 5 megapixel (f/2.4) e uno di profondità da 5 megapixel (f/2.2). Nella media le foto che sono di buona qualità con molta luce e decisamene accettabili anche quando cala la sera, pur non raggiungendo picchi estremi.

Ulteriori specifiche: processore SAMSUNG Exynos 9611, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Asus ZenFone Max Pro (M2)

ASUS ZenFone Max Pro M2 è disponibile in Italia dal gennaio 2019 e punta molto sull’autonomia, suo vero cavallo di battaglia. Nonostante le dimensioni tutt’altro che trascurabili (157,9 x 75,5 x 8,5 millimetri) lo smartphone si può gestire abbastanza facilmente con una mano grazie anche a un perfetto bilanciamento dei pesi. A dispetto della batteria decisamente capiente, 5.000 mAh, è difficile riuscire a coprire due giorni di utilizzo a causa del processore scelto e di una gestione energetica non troppo ottimizzata: risulta comunque agevole coprire anche le giornate più intense. Buone le foto realizzate con la doppia fotocamera posteriore, con sensore principale da 12 megapixel (f/1.8) e sensore di profondità da 5 megapixel. In particolare vengono bene le macro e utilizzando l’HDR la resa cromatica migliora decisamente.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 660 Qualcomm SDM660, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Asus ZenFone Max Pro (M2)

Migliori smartphone per batteria sotto i 400€

Samsung Galaxy A71

Come il fratello minore A51, anche Samsung Galaxy A71 è arrivato in Italia sul finire del mese di gennaio 2020 a qualche settimana dalla presentazione in Vietnam. Decisamente grande e ingombrante (163,6 x 76 x 7,7 mm) l’ergonomia si salva leggermente solo grazie al peso contenuto (179 grammi) ma l’utilizzo con una sola mano è praticamente impossibile o comunque improbabile. Degna di nota la batteria da 4.000 mAh, con ricarica rapida a 25 watt, che consente di arrivare sempre a sera anche nelle giornate più impegnative, mantenendo un minimo di carica residua. Prestando una certa attenzione non è impossibile pensare di spingersi fino a due giorni. Molto buono il comparto fotografico, che dispone di quattro sensori tra cui manca però uno dotato di zoom ottico. Abbiamo un sensore da 64 megapixel (f/1.8) privo di stabilizzazione ottica, affiancato da un sensore ultra grandangolare (FOV 123 gradi) da 12 megapixel (f/2.2), un sensore macro da 5 megapixel (f/2.4) e un sensore da 5 megapixel (f/2.2) per la profondità di campo.

Ulteriori specifiche: processore Qualcomm Snapdragon 730, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy A71

Altre offerte

Honor 20 Pro

È arrivato in Italia nell'autunno del 2019, con un po' di ritardo rispetto alla presentazione, avvenuta in prossimità del ban imposto a Huawei dal governo USA. L'adozione di uno schermo da 6,26 pollici con foro per la fotocamera frontale consente di contenere le dimensioni, che tuttavia sono importanti: 154,6 x 73,97 x 8,44 mm e 182 grammi di peso. Da segnalare il lettore di impronte nel tasto di accensione/sblocco, in una posizione semplice da raggiungere. Con la sua unità da 4.000 mAh, con ricarica rapida a 22W, HONOR 20 Pro garantisce un'ottima autonomia, arrivando sempre a sera anche sotto stress con una buona autonomia residua. La quadrupla fotocamera posteriore, con sensore principale da 48 megapixel (f/1.4), sensore grandangolare (FOV 117 gradi) da 16 megapixel (f/2.2) e tele obiettivo per lo zoom ottico 3X e ibrido 5X. A essi si affianca un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per le macro. Molto buone le foto in ogni situazione, che permettono allo smartphone di competere alla pari con modelli più costosi.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10 Lite 5G

È il più piccolo della serie Mi 10 di Xiaomi, e nel nostro Paese è arrivato nella primavera 2020 in tre diverse colorazioni (Cosmic Grey, Dream White e Aurora Blue) e due diverse varianti di memoria. Lo schermo da 6,57 pollici porta inevitabilmente a dimensioni decisamente generose: 164,02 x 74,77 x 7,88 mm, con un peso di 192 grammi. L'ergonomia non è certo il massimo ma è il prezzo da pagare per avere uno schermo decisamente ampio. Nella media la batteria da 4.160 mAh che può contare sulla ricarica rapida a 20 watt e che garantisce una giornata di autonomia anche sotto stress, Con qualche attenzione non è impossibile arrivare a due giorni. Niente male il comparto fotografico: si parte da un sensore da 48 megapixel (f/1.79) per passare a un grandangolare (FoV 120 gradi) da 8 megapixel (f/2.2), per finire con due sensori da 2 megapixel, per le macro e per la profondità di campo. Buone le foto, considerando la fascia di prezzo, ma si fa sentire la mancanza di uno zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 765G Qualcomm SDM765, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P30

Uno dei primi smartphone a essere presentati nella primavera 2019 è stato Huawei P30 che è stato a lungo il migliore per quanto riguarda il rapporto dimensioni/autonomia. Le dimensioni compatte (149,1 x 71,36 x 7,57 mm e 165 grammi di peso) permettono di avere una buona ergonomia e il design è molto bello, soprattutto nella parte frontale, con il posteriore che si fa notare per la finitura a gradiente di colore. Ineccepibile la batteria, che con 3.600 mAh consente di arrivare a due giorni di autonomia con qualche attenzione, garantendo comunque un giorno pieno anche con un utilizzo intenso e 6-7 ore di schermo acceso. Il comparto fotografico si colloca quasi a livello della variante pro, diventata un riferimento nel 2019, con ottime foto di giorno e qualche dubbio di notte, anche se i risultati sono comunque al di sopra della media. Il sensore da 40 megapixel (f/1.8) è privo di stabilizzazione ottica, e si vede di notte, e le sue potenzialità sono espanse da un grandangolare da 1 megapixel (f/2.4) e da uno zoom ottico 3x da 8 megapixel (f/2.4).

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria sotto i 600€

Xiaomi Mi Note 10

Xiaomi Mi Note 10 è stato uno degli ultimi modelli del colosso cinese presentati nel 2019 ed è acquistabile in Italia da 15 novembre. Dimensioni e peso sono decisamente generosi (157,8 x 74,2 x 9,67 mm e 208 grammi di peso) e i lati ricurvi non semplificano la presa, anche a causa dei materiali scivolosi utilizzati. Decisamente anonimo il design, ma non è questo il suo punto di forza. L’enorme batteria da 5.260 mAh offre un’autonomia decisamente elevata, si arriva tranquillamente a due giorni e anche le giornate più intense vengono coperte senza alcuna difficoltà, con non meno di 8 ore di schermo acceso. Il pezzo da 90 dello smartphone è ovviamente il comparto fotografico: cinque sensori capitanati dall’enorme unità da 108 megapixel (f/1,67) con pixel binning e stabilizzazione ottica. Al suo fianco uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.0), un sensore ultra wide da 20 megapixel (f/2.2), uno zoom ottico 5x (ibrido 10x) da 5 megapixel (f/2.0) e un sensore da 2 megapixel (f/2.4) per le macro. Ottima definizione grazie anche all’HDR che lo mettono al pari di top di gamma più blasonati e uno dei modelli di riferimento del 2019 insieme a Huawei P30.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 730F Qualcomm SM7150-AB, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Samsung Galaxy S10 Lite

La denominazione Lite non rende assolutamente giustizia a Samsung Galaxy S10 Lite, presentato il 3 gennaio 2020 in occasione del CES, visto che ha poco da invidiare alle altre varianti. Il design riprende il foro nello schermo ma rispetto ai modelli “normali” differisce per il posizionamento della fotocamera posteriore, racchiusa in un elemento rettangolare in alto a sinistra. Le dimensioni (162,5 x 75,6 x 8,1 mm) rendono complicato l’uso con una mano inficiando inevitabilmente l’ergonomia. La batteria da 4.500 è uno dei punti di forza, grazie anche alla presenza di uno Snapdragon 855 in grado di gestire al meglio i consumi, con il solito problema rappresentato dallo standby. La tripla fotocamera posteriore è di elevato livello, con sensore principale da 48 megapixel (f/2.0, ultra grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) e macro da 5 megapixel (f/2.4), che produce buoni risultati ma inferiori a quelli dei modelli standard.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Altre offerte

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è arrivato sui mercati internazionali nella primavera del 2019, dopo essere stato presentato a Parigi il 26 marzo. Grazie al trattamento antiscivolo applicato ai bordi l’ergonomia non risente troppo delle grandi dimensioni (158 x 73,4 x 8,4 millimetri) e la cura applicata nell’assemblaggio, unita alla certificazione IP68, lo rende uno degli smartphone più belli del periodo, con un design davvero azzeccato. Impeccabile l’autonomia, che trae beneficio dalla batteria da 4.200 mAh: è possibile raggiungere due giorni con un utilizzo oculato ma anche l’uso più intenso vi permetterà di arrivare a sera senza particolari problematiche. Si possono raggiungere, e superare, le 7 ore di schermo attivo senza dover per questo rinunciare alle tante funzioni secondarie dello smartphone. Huawei P30 è stato considerato il camera phone di riferimento per la prima parte del 2019, con una fotocamera di indubbia qualità. Al sensore principale da 40 megapixel di tipo RYYB (f/1.8) si affiancano un sensore con ottica ultra grandangolare da 20 megapixel (f/2.2), un teleobiettivo 5X da 8 megapixel (f/3.4) con sistema a periscopio e un sensore ToF per la misurazione della profondità di campo e gli effetti 3D.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 980, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Huawei P30 Pro

Altre offerte

Realme X2 Pro

Sono due le colorazioni e tre le varianti di memoria, di Realme X2 Pro, il medio gamma del produttore cinese arrivato in Italia sul finire del 2019 a un prezzo particolarmente competitivo. Realme X2 Pro è un dispositivo dalle dimensioni impegnative (161 x 75,7 x 8,7 mm e 199 grammi di peso) che si fa sentire in mano e in tasca. L'ergonomia resta comunque accettabile e i sacrifici sulla portabilità sono ripagati dall'ottima qualità dei materiali. Molto soddisfacente l'autonomia garantita dalla batteria da 4.000 mAh: è possibile, con un uso normale, raggiungere due giorni di utilizzo consecutivo con almeno sei ore e mezza di schermo acceso, mentre con un uso più stressante è possibile raggiungere sera senza problemi. Molto buono il comparto fotografico, con ben quattro sensori nella parte posteriore: al sensore principale da 64 megapixel (f/1.8) fanno da contorno un sensore tele da 13 megapixel (f/2.5) con zoom ibrido 20x, un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un sensore da 2 megapixel per la profondità di campo. Tutto questo ben di Dio non porta però a risultati straordinari: le foto sono buone, anche di notte ma non lasciano il segno.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Plus Qualcomm SDM855, 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Realme X2 Pro

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria top di gamma

Xiaomi Mi 10

In Cina è arrivato nel febbraio 2020 e ci è voluto un altro mese per vederlo arrivare in Italia, in due varianti di memoria e in due diverse colorazioni. Decisamente grande lo schermo (6,67 pollici) e questo si ripercuote inevitabilmente sulle dimensioni (162,6 x 74,8 x 8,96 mm e 208 grammi di peso). L'ergonomia non è al top ma la qualità dei materiali utilizzati fa dimenticare ben presto le dimensioni. Ottima la batteria, con 4.780 mAh, che garantisce anche due giorni di uso sostenuto e può contare sulla ricarica cablata a 30 watt, ricarica wireless a 30 watt e ricarica wireless inversa a 10 watt. Molto buono il comparto fotografico, leggermente inferiore rispetto alla variante Pro. Oltre al sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) troviamo un ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel (f/2.2), un macro e un sensore di profondità, entrambi da 2 megapixel. Molto buone le foto, anche quando cala la luce, ma si sente la mancanza di un sensore con zoom ottico.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Xiaomi Mi 10 Pro

Arrivato in Italia un mese dopo rispetto al lancio in Cina, Xiaomi Mi 10 Pro è disponibile sul mercato ma aprile 2020 in due diverse colorazioni e una singola variante di memoria. Lo schermo da 6,67 pollici implica dimensioni generose, nonostante le cornici ottimizzate e il foro nel display per la fotocamera frontale. Misura 162,6 x 74,8 x 8,96 mm e pesa 208 grammi, non semplicissimi da maneggiare, anche se l'interfacci a per l'uso a una mano aiuta parecchio. Anche con un utilizzo molto intenso farete fatica a scaricare i 4.500 mAh della sua batteria, con un utilizzo più tranquillo si possono raggiungere anche i due giorni. Ottima la presenza della ricarica rapida, cablata a 50 W, wireless a 30 W e wireless inversa a 10 W. Impeccabili gli scatti, anche se con poca luce c'è qualche problema prevalentemente software. Il sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) si avvale di un ultra grandangolare (FoV 117 gradi) in gradi di scattare macro fino a 5 centimetri, uno zoom ottico 2x da 12 megapixel (f/2.0) e uno zoom ibrido 10x da 8 megapixel (f/2.0) con zoom ottico 3,7X e zoom digitale fino a 50x. Molto definiti gli scatti che perdono leggermente di qualità solo di sera.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Asus ROG Phone 2

Sul finire dell’estate 2019 ASUS ROG Phone 2 è arrivato in Italia nella versione “Base” con 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna, seguito qualche mese dopo dalla variante con 1 TB. Molto curato il design, con un’attenzione quasi maniacale per i dettagli, come la griglia di aerazione posteriore, il bordo squadrato della fotocamera posteriore e una qualità costruttiva davvero elevata, anche se l’ergonomia risente inevitabilmente del peso (240 grammi) e delle dimensioni colossali (170,99 x 77,6 x 9,78 millimetri). Davvero incredibile l’autonomia, grazie alla generosa batteria da 6.000 mAh e all’ottimizzazione software, che consente di arrivare a 9 ore in due giorni o di superare le dieci ore con un utilizzo più inteso. Arriverete sempre a sera anche nelle giornate più impegnative, a due giorni con un utilizzo meno intenso. Delude il comparto fotografico, dove il sensore da 48 megapixel (f/1.8) e quello grandangolare da 13 megapixel (f/2.4) offrono una buona qualità solo con molta luce, con troppo rumore di sera dove emerge l’assenza della stabilizzazione ottica.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 855 Plus Qualcomm SDM855, 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna.

Vai a: Recensione Asus ROG Phone 2

Huawei P40 Pro

Il top di gamma 2020 di Huawei ha debuttato il 26 marzo 2020, arrivando sul mercato ad aprile, privo però dei servizi Google. Grazie all'ottima ingegnerizzazione il display da 6,58 pollici è stato inserito in un dispositivo dalle dimensioni accettabili: 158,2 x 72,6 x 8,95 millimetri. Curvo su tutti e quattro i lati ospita le fotocamere frontali in un grande foro. Molto buona l'autonomia grazie alla batteria da 4.200 mAh, con ricarica rapida cablata e wireless a 40 W. Grazie alle ottimizzazioni e ai consumi in standby quasi trascurabili è possibile raggiungere due giorni di autonomia con grande semplicità. Come di consuetudine il comparto fotografico è il riferimento per la prima parte del 2020, con ottimi risultati. Al sensore principale da 50 megapixel (f/1.9) si affianca un ultra grandangolare da 40 megapixel (f/1.8), un sensore da 12 megapixel (f/3.4) con sistema periscopico e zoom ottico 5X e sensore ToF per la profondità di campo. Ottime le foto scattate in qualsiasi situazione, grazie anche a un'intelligenza artificiale sempre più raffinata.

Ulteriori specifiche: processore Huawei HiSilicon Kirin 990, 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Motorola Edge Plus

È stato presentato in Italia sul finire del mese di aprile 2020 ma è stato necessario attendere un altro mese per poterlo acquistare. Una sola variante di memoria e due le colorazioni, Smoky Sangria e Thunder Grey. Con uno schermo da 6,7 pollici le dimensioni sono tutt'altro che compatte: 161,64 x 71,4 x 9,3 mm e 208 grammi di peso. Nonostante tutto però il fattore di forma 21:9 contribuisce a una buona ergonomia, penalizzando solo i contenuti posti nella parte alta dello schermo. La curvatura dello schermo deve piacere, perché porta ad alcuni compromessi sulla visibilità. Siamo abituati a top di gamma che stentano ad arrivare a sera ma Motorola Edge Plus stupisce: si può arrivare a 8-9 ore di schermo acceso, una giornata piena anche con un utilizzo esagerato, due giorni con un uso normale senza particolari attenzioni. Difficile fare meglio grazie anche alla batteria da 5.000 mAh. La fotocamera posteriore dispone di un sensore principale da 108 megapixel (f/1.8), ultra grandangolare (FoV 117 gradi) da 16 megapixel(f/2.2), zoom ottico 3X con OIS da 8 megapixel(f/2.4) e sensore ToF per la profondità di campo. Buone le foto ma ci si poteva aspettare molto di più: buone le macro mentre le altre due fotocamere mostrano rumore nelle zone d'ombra. La modalità notturna e appena sufficiente ma con aggiornamenti software può migliorare.

Ulteriori specifiche: processore Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, 12 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Altre offerte

Si conclude qui la nostra guida all’acquisto ai migliori smartphone Android per durata della batteria: sono stati inseriti dispositivi con un’autonomia “da record” e non, ma tutti questi dovrebbero garantirvi di non rimanere a piedi a metà giornata. Ovviamente siamo aperti ai consigli e se pensate che qualche altro dispositivo meriterebbe di stare in questa lista non esitate a farvi avanti. Qual è secondo voi il migliore da questo punto di vista?

Se cercate altre caratteristiche per i vostri acquisti, qui sotto trovate i link alle altre guide:

Leggi anche: