Migliori smartphone per batteria – La durata della batteria è sicuramente uno degli aspetti di cui tenere conto nell’acquisto di un nuovo smartphone Android: dispositivi con hardware eccezionale, ma che ci lasciano a piedi dopo poche ore di utilizzo, chissà, forse proprio quando ci sarebbe servito usarli per il loro scopo primario (una telefonata importante magari), potrebbero rivelarsi una pessima scelta.

Con questa guida, aggiornata al mese di giugno 2021, vogliamo darvi una mano a scegliere un dispositivo Android che non vi abbandoni prima di sera, anche con un utilizzo abbastanza intenso: se siete spesso fuori casa o in viaggio e non avete la possibilità di ricaricare durante la giornata, quelli che trovate qui sotto potrebbero essere il giusto acquisto per voi. Ci sono dei veri campioni di autonomia che richiedono qualche compromesso nelle prestazioni (e con prezzi più abbordabili naturalmente) e anche smartphone “top di gamma” che riescono a mantenersi operativi per molte ore. Per approfondimenti potete fare riferimento alle nostre recensioni. Diamo uno sguardo dunque ai migliori smartphone Android per durata della batteria.

Video migliori smartphone per batteria

Ecco dunque i migliori smartphone per batteria, suddivisi per fasce di prezzo.

Migliori smartphone per batteria sotto i 200€

Redmi 9C

In Italia è arrivato a metà luglio 2020, insieme a un altro paio di entry level. Ha un solo taglio di memoria e tre diverse colorazioni, con un vivace "Sunrise Orange". Un grande schermo porta a dimensioni elevate, e Redmi 9C non scherza: 164,9 x 77,07 x 9 mm sono tanti e inficiano una buona ergonomia. Impossibile dunque maneggiarlo con una sola mano, anche a causa di un peso che si fa decisamente sentire (196 grammi). La batteria da 5.000 mAh, unita a un processore non certo energivoro e a una scheda tecnica da entry level, fanno si che due giorni di autonomia siano lo standard minimo. Non è comunque impensabile arrivare a tre giorni, soprattutto con un utilizzo più "tranquillo" del telefono. La tripla fotocamera posteriore è composta da un sensore principale da 13 megapixel (f/2.2), affiancato da due sensori da 2 megapixel (f/2.4) per profondità e macro. Le foto sono buone con molta luce, ma la situazione peggiora di sera. Niente di inatteso comunque, vista la fascia di prezzo del dispositivo.

Vai a: Recensione Redmi 9C

Altre offerte

POCO M3 Pro 5G

È in Italia da metà maggio 2021 e ancora una volta ha riscritto i canoni della fascia base, grazie anche a una offerta di lancio molto aggressiva. Due varianti di memoria e tre diverse colorazioni tra cui scegliere. Nonostante uno schermo da 6,5 pollici e delle cornici non perfettamente ottimizzate, le dimensioni non sono esagerate: 161,81 x 75,34 x 8,92 millimetri e un peso di 190 grammi. Più che accettabile, di conseguenza, l'ergonomia, anche con una sola mano. Con una batteria da 5.000 mAh l'autonomia non può che essere buona, ed è semplice arrivare a due giorni con un uso normale. Usandolo in maniera aggressiva si arriva semper a sera. La ricarica da 18 watt consente di fare il pieno di energia in circa due ore e mezza. Poche sorprese dalla fotocamera posteriore, dove il sensore da 48 megapixel (f/1.8) svolge il suo lavoro con foto piacevoli, soprattutto con una buona luce. Peccato che i due sensori da 2 megapixel per macro e profondità diano sostanzialmente inutili, sarebbe stato meglio un grandangolare.

Altre offerte

Realme 8 5G

È disponibile nel nostro Paese da maggio 2021, in due varianti di memoria e due diverse colorazioni. Lo schermo da 6,5 pollici, insieme a cornici non particolarmente ottimizzate, porta le dimensioni a 162,5 x 74,8 x 8,5 millimetri, con un peso di 185 grammi. Non male quindi il compromesso tra ergonomia e schermo, peccato per la cover posteriore in plastica dall'aspetto decisamente cheap. La batteria da 5.000 mAh, che ormai sembra un punto fermo in questa fascia di prezzo, permette di arrivare ad almeno 8 ore di schermo e un paio di giorni di autonomia, a patto di non esagerare con il 5G. Anche in questo caso il solo sensore da 48 megapixel è in grado di scattare foto di buona qualità, anche in situazioni più difficoltose. Sostanzialmente inutili gli altri due sensori, profondità e macro che non aiutano a migliorare la qualità degli scatti.

Altre offerte

OPPO A52

A qualche settimana dal debutto sul mercato cinese, OPPO A52 è arrivato in Italia nel maggio 2020 in due diverse colorazioni, Stream White e Twilight Black, e un solo taglio di memoria. Seguendo un trend che vede gli schermi in continua crescita, OPPO A52 adotta un display da 6,5 pollici, che comporta dimensioni importanti: 162 x 75,5 x 8,9 mm non sono facili da gestire, ma il peso di 162 grammi indubbiamente è un toccasana. Ottima l'autonomia, grazie alla batteria da 5.000 mAh che unita a un processore poco affamato consente di raggiungere senza problemi i due giorni di autonomia. E non è un'utopia pensare a qualcosa di più con un uso tranquillo. Quattro le fotocamere posteriori, con un sensore da 12 megapixel (f/1.8), grandangolare da 8 megapixel (FoV 119 gradi) e due sensori da 2 megapixel per macro e profondità di campo. Non aspettatevi miracoli, in particolare quando cala la luce, ma per la fascia di prezzo le foto sono più che accettabili.

Altre offerte

POCO X3 Pro

Annunciato il 22 marzo 2021, POCO X3 Pro è in commercio in Italia dal 26 marzo, con tre colorazioni e due varianti di memoria. Con un pannello LCD da 6,.67 pollici (a 120 Hz) l'ergonomia non è certo delle migliori, come testimoniano le dimensioni: 165,3 x 76,8 x 9,4 mm e 215 grammi di peso. In mano dunque si sente parecchio, e l'uso con una mano è quasi da escludere. Con 5.160 mAh, e ricarica rapida a 33 watt, non avrete problemi ad arrivare a sera, nemmeno nelle giornate più impegnative. I più attenti ai consumi, o gli utilizzatori occasionali, arriveranno possono puntare senza dubbio ai due giorni. Nella media, senza stupire particolarmente, la quadrupla fotocamera posteriore. Il sensore principale da 48 megapixel (f/1.79) fa il suo dovere, mentre la grandangolare (FoV 119 gradi) da 8 megapixel (f/2.2) mostra il fianco quando cala la luce. Inutili i due sensori aggiuntivi da 2 megapixel (f/2.4).

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria sotto i 300€

Xiaomi Mi 11 Lite

È arrivato in Italia ad aprile 2021, pochi giorni dopo la presentazione, con tre opzioni di colore e due tagli di memoria. Mi 11 Lite è piccolo solo nel nome visto che lo schermo da 6,55 pollici implica dimensioni importanti ma non esagerate (160,5 x 75,7 x 6,8 millimetri) con peso di appena 157 grammi. Un buon compromesso tra ergonomia e multimedialità dunque, con un risultato apprezzabile. L'autonomia è decisamente buona, grazie alla batteria da 4.250 mAh che permette di arrivare a sera senza particolari problemi. Da segnalare la presenza della ricarica rapida a 33 watt, con caricabatterie in confezione. Di buon livello il comparto fotografico, con sensore principale da 64 megapixel (f/1.79), ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un telemacro da 5 megapixel, con risultati adeguati alla fascia di mercato, senza particolari punti deboli.

Altre offerte

Realme 7 5G

è stato presentato a fine novembre 2020, risultando immediatamente disponibile anche in Italia in due colorazioni (Mist Blue e Flash Silver) e una sola variante di memoria. Non è uno smartphone compatto (162,2 x 75,1 x 9,1 mm) ma vista la presenza di un display da 6,5 pollici era difficile fare molto meglio. La soluzione punch hole consente di ottimizzare gli spazi, con l'ergonomia al limite. Generosa la batteria, che con i suoi 5.000 mAh garantisce una buona autonomia, vista anche la presenza del modem 5G. Non avrete problemi ad arrivare a sera, e i più parsimoniosi rimarranno soddisfatti. Quattro sensori per la fotocamera posteriore, che scatta foto nella media del segmento, senza eccellere particolarmente. Oltre a due sensori da 2 megapixel, di dubbia utilità per macro e ritratti, troviamo un sensore da 48 megapixel (f/1.8) e un sensore ultra grandangolare (FoV 119 gradi) da 8 megapixel (f/2.3)

Altre offerte

Samsung Galaxy A52

È arrivato nel nostro Paese a metà marzo 2021 con una sola variante di memoria, per semplificare la scelta da parte degli utenti, e quattro varianti cromatiche. Buone le ottimizzazioni delle cornici, tanto che è stato possibile includere uno schermo da 6.5 pollici in dimensioni non troppo esagerate (159,9 x 75,1 x 8,4 mm e 189 grammi di peso). Samsung ha trovato una buona via di mezzo tra ergonomia e multimedialità, con una scelta equilibrata. Samsung promette due giorni di autonomia grazie alla batteria da 4.500 mAh, nella realtà dei fatti si copre una tipica giornata lavorativa senza problemi, per arrivare a due giorni serve un utilizzo molto più moderato. Se la fotocamera principale da 64 megapixel (f/1.8) con OIS offre scatti di qualità in qualsiasi condizione di luce, la grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) introduce una buona dose di rumore e va in crisi con forti contrasti luminosi. Sostanzialmente inutili i sensori da 5 megapixel (f/2.4) dedicati a macro e profondità, ma non è una novità.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy A52

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria sotto i 400€

Xiaomi Mi 11 Lite 5G

Presentato a fine marzo 2021 in grande compagnia, Xiaomi Mi 11 Lite 5G è uno degli smartphone più interessanti della fascia media, grazie a una serie di soluzioni che lo rendono quasi perfetto. Noon è esattamente compatto (160,53 x 75,72 millimetri) ma lo spessore di 6,81 millimetri e il peso di appena 159 grammi lo rendono davvero semplice da maneggiare, aiutati da un design degno di un modello di fascia superiore. La batteria da 4.2590 mAh permette di arrivare a sera senza particolari problemi, grazie anche a MIUi che interviene in modo aggressivo sulla batteria, a volte a discapito delle notifiche. Di buona qualità la fotocamera, anche in relazione al prezzo, con un s4nsore da 64 megapixel (f/1.79), ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un telemacro da 5 megapixel (f/2.4). Gli scatti sono piacevolmente equilibrati con la sola grandangolare che soffre con i forti contrasti.

Altre offerte

Motorola Edge

È stato annunciato a fine aprile 2020 e in Italia è arrivato il mese successivo in due varianti di memoria e due diverse colorazioni, Solar Black e Midnight Magenta. Motorola Edge si fa sentire in mano, anche a causa dello schermo 21:9 ma il peso è tutto sommato contenuto. Il fattore di forma contribuisce a migliorare la presa ma di fatto rende più difficile raggiungere la parte alta dello schermo. Molto buona l'autonomia, grazie alla batteria da 4.500 mAh che permette di arrivare a sera con almeno 7 ore, con la frequenza di refresh dello schermo impostata a 90 Hz. Con qualche accorgimento non è difficile raggiungere i due giorni di autonomia. La tripla fotocamera posteriore non fa impazzire anche se la qualità è più che accettabile. Troviamo un sensore principale da 64 megapixel (f/1.8), uno ultra grandangolare (FoV 117 gradi) da 16 megapixel (f/2.2) e uno zoom ottico 2x da 8 megapixel (f/2.4), a cui si affianca un sensore ToF per la profondità di campo.

Vai a: Recensione Motorola Edge

Altre offerte

Samsung Galaxy M51

Samsung Galaxy M51 è in vendita sul mercato italiano dal settembre 2020, dove è disponibile in due diverse colorazioni e una sola variante di memoria. Tutt'altro che compatto (162,6 x 77,5 x 9,5 mm) e leggero (200 grammi), lo smartphone paga lo scotto di uno schermo da 6,7 pollici e di una enorme batteria da 7.000 mAh. In mano e in tasca si sente, e l'utilizzo con una sola mano è da dimenticare. Con una batteria da 7.000 mAh, con ricarica rapida a 25 watt, è impossibile non raggiungere i due giorni di autonomia, anche con un utilizzo molto intenso. Con un utilizzo 'normale' potete puntare senza paura ai tre giorni, un risultato davvero ottimo. Buono il comparto fotografico, con una quadrupla fotocamera posterioreL sensore principale da 64 megapixel (f/1.8), ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 12 megapixel (f/2.2) e due sensori meno utili da megapixel (f/2.4) per profondità di campo e scatti macro. Molto buone le foto ottenibili, anche se in questa fascia di prezzo si può avere di meglio.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy M51

Migliori smartphone per batteria sotto i 700€

Xiaomi Mi 10T Pro

È il più performante della famiglia Mi 10T, venduto in Italia dall'autunno 2020 in tre colorazioni e due diverse varianti di memoria. In linea con gli altri modelli della serie, anche qui troviamo uno schermo da 6,67 con punch hole. Le dimensioni di 165,1 x 76,4 x 9,33 mm (218 grammi) non sono il massimo per l'ergonomia e l'uso a una mano è difficoltoso. Convince l'autonomia grazie alla batteria da 5.000, divisa in due per ridurre i tempi di ricarica, che garantisce un'autonomia di tutto rispetto, anche nelle giornate più intense. Il comparto fotografico può contare su un sensore da 108 megapixel (f/1.69), ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel e macro da 5 megapixel. Quest'ultimo sensore stona in un presunto top di gamma, mentre il sensore principale se la cava molto bene, in particolare nelle foto notturne dove convince.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 10T Pro

Altre offerte

OnePlus 8T

OnePlus 8T è stato annunciato a metà ottobre 2020, arrivando subito anche in Italia in due diverse colorazioni e due varianti di prezzo. Non male le dimensioni, vista la presenza di uno schermo da 6,55 pollici: 160,7 x 74,1 x 8,4 mm e 188 grammi di peso. Ridottissime le cornici, grazie anche all'uso del punch hole per la fotocamera frontale. Con 4.500 mAh, supportati dalla Warp Charge 65, l'autonomia è ottima. Arriverete a sera anche nelle giornate più impegnative, e va considerato che è possibile ricaricare completamente la batteria in appena 40 minuti. Quattro i sensori della fotocamera posteriore: sensore principale da 48 megapixel (f/1.7), ultra grandangolare (FoV 123 gradi) da 16 megapixel (f/2.2), macro da 5 megapixel e monocromatico da 2 megapixel.Convincenti le foto, con qualche dubbio nelle zone di penombra. Egregia anche la qualità degli scatti notturni.

Vai a: Recensione OnePlus 8T

Altre offerte

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è arrivato sui mercati internazionali nella primavera del 2019, dopo essere stato presentato a Parigi il 26 marzo. Grazie al trattamento antiscivolo applicato ai bordi l’ergonomia non risente troppo delle grandi dimensioni (158 x 73,4 x 8,4 millimetri) e la cura applicata nell’assemblaggio, unita alla certificazione IP68, lo rende uno degli smartphone più belli del periodo, con un design davvero azzeccato. Impeccabile l’autonomia, che trae beneficio dalla batteria da 4.200 mAh: è possibile raggiungere due giorni con un utilizzo oculato ma anche l’uso più intenso vi permetterà di arrivare a sera senza particolari problematiche. Si possono raggiungere, e superare, le 7 ore di schermo attivo senza dover per questo rinunciare alle tante funzioni secondarie dello smartphone. Huawei P30 è stato considerato il camera phone di riferimento per la prima parte del 2019, con una fotocamera di indubbia qualità. Al sensore principale da 40 megapixel di tipo RYYB (f/1.8) si affiancano un sensore con ottica ultra grandangolare da 20 megapixel (f/2.2), un teleobiettivo 5X da 8 megapixel (f/3.4) con sistema a periscopio e un sensore ToF per la misurazione della profondità di campo e gli effetti 3D.

Vai a: Recensione Huawei P30 Pro

Altre offerte

Realme X2 Pro

Sono due le colorazioni e tre le varianti di memoria, di Realme X2 Pro, il medio gamma del produttore cinese arrivato in Italia sul finire del 2019 a un prezzo particolarmente competitivo. Realme X2 Pro è un dispositivo dalle dimensioni impegnative (161 x 75,7 x 8,7 mm e 199 grammi di peso) che si fa sentire in mano e in tasca. L'ergonomia resta comunque accettabile e i sacrifici sulla portabilità sono ripagati dall'ottima qualità dei materiali. Molto soddisfacente l'autonomia garantita dalla batteria da 4.000 mAh: è possibile, con un uso normale, raggiungere due giorni di utilizzo consecutivo con almeno sei ore e mezza di schermo acceso, mentre con un uso più stressante è possibile raggiungere sera senza problemi. Molto buono il comparto fotografico, con ben quattro sensori nella parte posteriore: al sensore principale da 64 megapixel (f/1.8) fanno da contorno un sensore tele da 13 megapixel (f/2.5) con zoom ibrido 20x, un sensore ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un sensore da 2 megapixel per la profondità di campo. Tutto questo ben di Dio non porta però a risultati straordinari: le foto sono buone, anche di notte ma non lasciano il segno.

Vai a: Recensione Realme X2 Pro

Altre offerte

Migliori smartphone per batteria top di gamma

Samsung Galaxy S21 Plus

Anche nel 2021 Samsung ha presentato tre varianti della serie Galaxy S e questo S21+ è il compromesso più interessante per le sue caratteristiche. È disponibile in due varianti di memoria e cinque colorazioni. Con uno schermo da 6,7 pollici era impossibile ottenere un dispositivo compatto: 161,5 x 75,6 x 7,8 millimetri e 202 grammi di peso si sentono, ma grazie allo schermo piatto e alla cover posteriore satinata l'ergonomia è accettabile. Con ben 4.800 mAh di batteria, e grazie al nuovo processore Exynos, S21+ riesce ad arrivare a sera con la massima tranquillità anche nelle giornate più impegnative, con oltre 7 ore di schermo acceso. Come per S21, anche in questo caso il comparto fotografico non cambia rispetto all'anno precedente. Sensore principale da 12 megapixel (f/1.8), zoom ibrido 3x da 64 megapixel (f/2.0) e ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 12 megapixel (f/2.2). Ottime le foto, con la sola grandangolare che soffre nelle foto notturne. Lo zoom ibrido perde in dettaglio e pulizia dell'immagine.

Vai a: Recensione Samsung Galaxy S21 Plus

Altre offerte

Huawei P40 Pro

Il top di gamma 2020 di Huawei ha debuttato il 26 marzo 2020, arrivando sul mercato ad aprile, privo però dei servizi Google. Grazie all'ottima ingegnerizzazione il display da 6,58 pollici è stato inserito in un dispositivo dalle dimensioni accettabili: 158,2 x 72,6 x 8,95 millimetri. Curvo su tutti e quattro i lati ospita le fotocamere frontali in un grande foro. Molto buona l'autonomia grazie alla batteria da 4.200 mAh, con ricarica rapida cablata e wireless a 40 W. Grazie alle ottimizzazioni e ai consumi in standby quasi trascurabili è possibile raggiungere due giorni di autonomia con grande semplicità. Come di consuetudine il comparto fotografico è il riferimento per la prima parte del 2020, con ottimi risultati. Al sensore principale da 50 megapixel (f/1.9) si affianca un ultra grandangolare da 40 megapixel (f/1.8), un sensore da 12 megapixel (f/3.4) con sistema periscopico e zoom ottico 5X e sensore ToF per la profondità di campo. Ottime le foto scattate in qualsiasi situazione, grazie anche a un'intelligenza artificiale sempre più raffinata.

Vai a: Recensione Huawei P40 Pro

Altre offerte

Motorola Edge Plus

È stato presentato in Italia sul finire del mese di aprile 2020 ma è stato necessario attendere un altro mese per poterlo acquistare. Una sola variante di memoria e due le colorazioni, Smoky Sangria e Thunder Grey. Con uno schermo da 6,7 pollici le dimensioni sono tutt'altro che compatte: 161,64 x 71,4 x 9,3 mm e 208 grammi di peso. Nonostante tutto però il fattore di forma 21:9 contribuisce a una buona ergonomia, penalizzando solo i contenuti posti nella parte alta dello schermo. La curvatura dello schermo deve piacere, perché porta ad alcuni compromessi sulla visibilità. Siamo abituati a top di gamma che stentano ad arrivare a sera ma Motorola Edge Plus stupisce: si può arrivare a 8-9 ore di schermo acceso, una giornata piena anche con un utilizzo esagerato, due giorni con un uso normale senza particolari attenzioni. Difficile fare meglio grazie anche alla batteria da 5.000 mAh. La fotocamera posteriore dispone di un sensore principale da 108 megapixel (f/1.8), ultra grandangolare (FoV 117 gradi) da 16 megapixel(f/2.2), zoom ottico 3X con OIS da 8 megapixel(f/2.4) e sensore ToF per la profondità di campo. Buone le foto ma ci si poteva aspettare molto di più: buone le macro mentre le altre due fotocamere mostrano rumore nelle zone d'ombra. La modalità notturna e appena sufficiente ma con aggiornamenti software può migliorare.

Vai a: Recensione Motorola Edge Plus

Altre offerte

Si conclude qui la nostra guida all’acquisto ai migliori smartphone Android per durata della batteria, aggiornata al mese di giugno 2021: sono stati inseriti dispositivi con un’autonomia “da record” e non, ma tutti questi dovrebbero garantirvi di non rimanere a piedi a metà giornata. Ovviamente siamo aperti ai consigli e se pensate che qualche altro dispositivo meriterebbe di stare in questa lista non esitate a farvi avanti. Qual è secondo voi il migliore da questo punto di vista?

Se cercate altre caratteristiche per i vostri acquisti, qui sotto trovate i link alle altre guide:

Leggi anche: