State cercando il miglior smartphone Google? Siete capitati nel posto giusto. In questa guida, aggiornata al mese di aprile 2021, scoprirete quali sono gli smartphone prodotti dal colosso californiano, le loro caratteristiche principali e i migliori prezzi sul mercato.

Dopo un lungo periodo in cui ha realizzato smartphone con partner diversi, inseriti nella storica linea Nexus, dal 2016 Google ha iniziato a realizzare personalmente i propri smartphone, lanciando la linea Google Pixel. Si tratta di prodotti che nel tempo hanno riunito gli amanti della versione stock di Android, i puristi che non vogliono modifiche all’esperienza d’uso pensata da Big G.

Non sono molti i modelli realizzati da Google, che solo nel 2019 ha deciso di lanciare una linea più economica da affiancare ai top di gamma, ma è comunque utile fare chiarezza e capire quali sono i migliori smartphone Google disponibili sul mercato.

Migliori smartphone Google

In questa guida, a differenza di quanto accade per la maggior parte dei brand, non troverete fasce di prezzo o particolari suddivisioni, visto che in sostanza Google realizza solo medio gamma o top di gamma. Nella nostra lista troverete prima i modelli di fascia media, contraddistinti dalla presenza della lettera “a” nel nome, seguiti dai top di gamma.

Come accade anche per altri produttori, in alcuni casi i modelli presentati nel 2019 possono essere più allettanti dei modelli di fascia media presentati successivamente. Va poi considerato che buona parte delle funzioni esclusive vengono portate anche sui modelli precedenti, a meno che non siano legate a particolari componenti hardware, come nel caso del radar Project Soli, utilizzato solo nei Google Pixel 4 e 4 XL.

Ecco dunque quali sono a nostro avviso i migliori smartphone Google, includendo anche quel Google Pixel 5 che non è in vendita ufficialmente in Italia.

Google Pixel 3a

Google Pixel 3A ha segnato il debutto del colosso californiano nella fascia media del mercato nella primavera inoltrata del 2019. Compatto nelle dimensioni (151,3 x 70,1 x 8,2 mm) e con un’ottima ergonomia, grazie ai materiali e al peso ridotto, non ha finiture di pregio come i “fratelli” di fascia alta ma gode di una cura maniacale per i dettagli che lo rende un acquisto consigliato nella sua fascia di prezzo. Non dove preoccupare la presenza di una batteria da 3.000 mAh che permette di coprire una giornata lavorativa senza preoccupazioni e senza prestare particolari attenzioni. Il singolo sensore da 12 megapixel (f/1.8) gode dell’incredibile software di Google che consente di ottenere foto impeccabili in qualsiasi situazione, di giorno e di notte, grazie a una serie quasi infinita di funzioni aggiuntive utili in qualsiasi situazione.

Vai a: Recensione Google Pixel 3a

Altre offerte

Google Pixel 3a XL

La variante XL del primo medio gamma targato Google è arrivata nel nostro Paese nel maggio 2019 in due diverse colorazioni e in una sola variante di memoria. Il design non è certo il punto di forza di Google Pixel 3A XL, che nonostante uno schermo da soli 6 pollici misura 160,1 x 76,1 x 8,2 mm e 1676 grammi di peso. Colpa delle cornici abbondanti, che però non vanno a pesare in maniera particolare sull'ergonomia che rimane accettabile. Con 3.700 mAh la batteria è in grado di garantire una buona autonomia, tanto che arriverete a sera con una buona carica residua anche nelle giornate più intense. Non è impensabile riuscire a raggiungere i due giorni. Posteriormente troviamo una singola fotocamera da 12,2 megapixel (f/1.8), un dato comune a quasi tutta la produzione Pixel. Grazie allo straordinario software le foto sono sempre di altissima qualità, di giorno come di notte.

Altre offerte

Google Pixel 3

In Italia è possibile acquistare Google Pixel 3 dal novembre 2018, in tre diverse colorazioni e in due tagli di memoria, 64 e 128 GB. Grazie allo schermo da 5,5 pollici le dimensioni sono piuttosto contenute, 145,6 x 68,2 x 7,9 mm e 149 grammi di peso. Il vetro posteriore rende piuttosto scivoloso lo smartphone e ha la spiacevole tendenza a graffiarsi. Meno di 3.000 mAh di batteria sono comunque sufficienti per arrivare a sera con un uso normale, ma nelle giornate intense è probabile che dovrete ricorrere a una ricarica per arrivare a sera. Ancora una volta viene utilizzato un solo sensore da 12,2 megapixel (f/1.8) per la fotocamera posteriore, e le foto sono come sempre impeccabili. Merito del software che permette di ottenere ottimi scatti in qualsiasi condizione di luce, soprattutto con poca luce.

Vai a: Recensione Google Pixel 3

Altre offerte

Google Pixel 3 XL

Come il fratello minore, anche Google Pixel 3 XL è arrivato in Italia sul finire del 2018 in tre diverse colorazioni e due tagli di memoria. L'enorme notch che ne caratterizza il frontale, unito allo schermo da 6,3 pollici, porta le dimensioni a 158 x 76,7 x 7,9 millimetri. Buona comunque l'ergonomia grazie anche alla particolare finitura della cover posteriore, quasi morbida al tatto. Con 3.420 mAh arriverete a sera senza grossi problemi, anche nelle giornate più impegnative, ma sarà difficile fare di meglio. È comunque possibile superare le 5 ore di schermo acceso con un utilizzo medio. Ancora una volta troviamo, posteriormente, un singolo sensore da 12 megapixel (f/1.8) in grado di ottenere foto straordinarie in qualsiasi condizione . L'assenza di sensori aggiuntivi si fa sentire solo per la minore versatilità, ma è compensata dalle foto notturne che sono come sempre impeccabili.

Vai a: Recensione Google Pixel 3 XL

Altre offerte

Google Pixel 4a

In Italia è arrivato nell'ottobre 2020, con qualche settimana di ritardo rispetto ai mercati internazionali, nella sola colorazione Just Black. È un dispositivo decisamente compatto (144 x 69,4 x 8,2 mm e 143 grammi di peso) per cui è relativamente semplice da utilizzare anche con una mano.Il lettore di impronte sul retro è anacronistico ma semplice da raggiungere. La batteria da 3.140 mAh è decisamente al limite, anche se non avrete problemi ad arrivare a 5-6 ore di schermo acceso. Attenzione alle giornate più impegnative, quando potrebbe essere necessaria una ricarica veloce per arrivare a sera. Una sola fotocamera posteriore da 12 megapixel 9f/1.7) potrebbe sembrare poca cosa, ma ancora una volta la Google Camera compie la magia e permette di ottenere ottimi scatti in qualsiasi condizione di luce. Peccato solo per l'assenza di sensori aggiuntivi, una ultra grandangolare avrebbe fatto comodo.

Vai a: Recensione Google Pixel 4a

Altre offerte

Google Pixel 4

Come il fratello maggiore, anche Google Pixel 4 è stato lanciato nell’autunno del 2019, arrivando sul mercato il 24 ottobre. La presenza di uno schermo da 5,7 pollici ha permesso di contenere dimensioni (147,1 x 68,8 x 8,2 mm) e peso (162 grammi) a tutto vantaggio dell’ergonomia; nella parte frontale spicca la cornice superiore decisamente ingombrante. La batteria da soli 2800 mAh rappresenta il vero tallone d’Achille e richiede quasi sempre una ricarica aggiuntiva per arrivare a sera, a meno di non prestare molta attenzione ai consumi. Impeccabile come sempre il comparto fotografico, con il sensore principale da 12 megapixel (f/1.7) aiutato da uno zoom 2x da 16 megapixel (f/2.4). Il software fa ancora una volta miracoli e compensa in qualche modo l’assenza di una grandangolare, con ottimi risultati in qualsiasi condizione d’uso, soprattutto quando la luce inizia a scarseggiare.

Altre offerte

Google Pixel 5

Google Pixel 5 è in vendita da metà ottobre 2020 ma non in Italia. Se lo volete dovete rivolgervi ai mercati europei, come Francia o Germania, da dove può essere acquistato dai principali rivenditori online. Incredibilmente compatto, nonostante lo schermo da 6 pollici: misura appena 144,7 x 70,4 x 8 millimetri e pesa appena 151 grammi. Maneggevole, semplice da utilizzare anche con una sola mano, il sogno di chi ama i dispositivi compatti. Sorprende in positivo la batteria, da sempre tallone d'Achille dei Pixel. L'unità da 4.080 mAh permette di arrivare sempre a sera anche nelle giornate più impegnative, ma con qualche attenzione si possono raggiungere ottimi risultati. Due i sensori della fotocamera posteriore: il principale da 12 megapixel (f/1.7) e un ultra grandangolare (FoV 106 gradi) da 16 megapixel. Impeccabili come sempre le foto, grazie soprattutto al software, che ogni tanto fa cilecca, soprattutto per quanto riguarda i selfie. Niente che non si possa correggere con aggiornamenti software.

Vai a: Recensione Google Pixel 5

Altre offerte

Questa dunque è la nostra guida ai migliori smartphone Google aggiornata ad aprile 2021. Se non siete del tutto convinti o se volete conoscere altre alternative, qui sotto trovate il link ad alcune delle guide che abbiamo realizzato, dedicate ad altri produttori e al meglio disponibile sul mercato.