Sony è una delle principali aziende mondiali produttrici di smartphone e di prodotti di elettronica di consumo di vario genere, così come di servizi finanziari e destinati all’intrattenimento. Localizzata in Giappone, la sede centrale è a Tokyo fin dalla sua nascita, risalente all’indomani della fine della guerra, nel lontano 7 maggio 1946. Da qui il nome originario della società fondata da Masaru Ibuka e Akio Morita: Tokyo Tsushin Kogyo K.K, nome che ben presto venne sostituito per ovvi motivi. Il nuovo prescelto? Sony, è chiaro; un nome che venne adottato già nel 1955 per poi diventare ufficiale tre anni più tardi. Per spiegare il salto dalla vecchia alla nuova denominazione basti sapere che si tratta di un ibrido fra il lemma latino “sonus” e il giapponese gergale di “sonny boys” (dicesi dei giovani in gamba e lanciati verso il successo).

Avvicinandoci poi ai tempi moderni, l’azienda si è via via distinta su vari fronti fino a diventare quel pilastro che conosciamo noi oggi. Dalle innovazioni nel campo radiofonico assieme ai primi televisori degli anni ’50 e ’60, ai tempi del primo WALKMAN®, dei lettori CD, delle prime console e delle videocamere digitali dell’ultimo trentennio del secolo scorso. Poi, nei primi aliti del nuovo millennio la consacrazione con tutto l’insieme di prodotti che sono passati, chi più chi meno, fra le nostre mani.

Vai a:

Smartphone Sony

Nonostante la crisi che sta coinvolgendo il mercato mobile di Sony già da un po’, l’azienda giapponese continua a produrre validi smartphone per tutte le tasche, anche se nel corso del 2019 ha notevolmente ridotto il proprio impegno nel mercato degli smartphone, abbandonando numerosi mercati per concentrarci solo su quelli ritenuti più redditizi per il brand.

. Senza considerare i device usciti prima del 2017, sebbene ancora in vendita, la gamma dei Sony Xperia si divide sostanzialmente in quattro fasce: gli entry level della famiglia Xperia L, la fascia media degli Xperia XA e i top di gamma conosciuti come Xperia XZ a cui nel 2019 si aggiunge una quarta serie numerata con modelli che più sono di fascia elevata quanto più si avvicinano allo 0.

Partiamo proprio da questi ultimi, i modelli più recenti che hanno dato il via a un cambio di rotta epocale con schermi super allungati e un’estetica decisamente particolare. Il capostipite della serie, nonché top di gamma della nuova generazione di smartphone giapponesi è Sony Xperia 1, dispositivo con tre fotocamere e uno schermo CinemaWide che è stato presentato al MWC 2019 assieme Sony Xperia 10 e Xperia 10 Plus e a Sony Xperia L3, l’economico d’inizio anno che subentra agli altri della serie L.

In occasione di IFA 2019 è stato invece presentato Sony Xperia 5, un compatto (per quanto possa esser compatto uno smartphone con schermo da 6,1 pollici) con una scheda tecnica di livello assoluto e uno schermo CinemaWide.

Questi ultimi sono i cavalli di battaglia che hanno fatto invecchiare smartphone come i Sony Xperia XZ3 usciti nella seconda metà del 2018 e tutti gli altri al seguito, Sony Xperia XA2 e Xperia XA2 Ultra, compresi.

Riassumendo, questo è il quadro attuale del settore mobile di Sony:

Tablet Sony

Sony, in accordo con le ultime tendenze di mercato, riguardo ai tablet è ferma da un po’. Rimossa l’intera categoria sul sito web italiano a loro dedicata, l’intera gamma ricompare soltanto nella pagina di supporto dei prodotti Sony. Gli “ultimi arrivati” sono i Sony Xperia Z4 Tablet e la variante WiFi, modelli presentati nel 2015 che hanno fatto seguito agli Xperia Z3Z2 e Tablet Z.

Difficile, vista la situazione del produttore e il trend del mercato, che l’impegno di Sony nel mercato dei tablet possa riprendere.

Assistenza Sony

I servizi che Sony offre per l’assistenza tecnica sono individuabili direttamente sul sito web ufficiale. Relativamente al supporto per gli smartphone, l’utente viene guidato attraverso la scelta del proprio dispositivo tramite un campo da compilare o mediante un menù contenente tutti i telefoni prodotti dall’azienda. A selezione compiuta, oltre agli argomenti più cliccati l’utente può accedere alla guida utente, alla sezione relativa alla risoluzione dei problemi e al forum di supporto.

Per problematiche più importanti potete comunque contattare l’assistenza Sony con una chiamata al numero 0287 103 932(disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 18:00), tramite chat (stessi giorni e orari del supporto telefonico) o e-mail. Per un supporto diretto, assieme agli altri link utili di seguito, è disponibile l’elenco dei centri fisici di assistenza Sony.

Xperia Companion e Xperia Transfert

Xperia Companion è una suite per Windows e macOS che consente di gestire i dati e alcuni aspetti del software del proprio Sony Xperia. È con tale programma che è possibile ripristinare o eseguire un backup dello smartphone sul computer o effettuare le cosiddette “riparazioni software” ad esempio. Come ogni suite dedicata che si rispetti, Xperia Companion permette inoltre di verificare la presenza di nuovi aggiornamenti e installarli.

Per trasferire dati, contatti, registri delle chiamate, messaggi e quant’altro, oltre a questa suite potete utilizzare anche Xperia Transfert Mobile. Si tratta di un’interessante app scaricabile dal Google Play Store che permette di trasferire i contenuti fra smartphone Android, da un dispositivo iOS, o dal computer tramite Xperia Companion (scaricabile per Windows e macOS in fondo a questa pagina).

Android app sul Google Play

XperiCheck

Nel vasto universo di Sony Mobile esiste anche un portale web ancora abbastanza sconosciuto che potrebbe comunque risultare utile a chi vuole tener traccia degli aggiornamenti firmware di tutti i Sony Xperia. XperiCheck è uno strumento attraverso il quale potete rimanere sempre informati sugli ultimi update rilasciati dalla casa giapponese fruendo di un’elevata frequenza di aggiornamento dello stesso sito. La chicca di questo portale? La possibilità di scaricare alcune delle versioni firmware disponibili. Per ulteriori informazioni questo è il link a XperiCheck.