Samsung Galaxy Fold è stato presentato il 20 febbraio 2019 presso il Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco e in contemporanea in diverse location in tutto il mondo, Milano compresa. Siamo davanti a una vera e propria rivoluzione in quanto a design e ingegneria per un dispositivo che monta due schermi, uno esterno e il principale nascosto all’interno di una struttura pieghevole a libro.

Dopo qualche problema iniziale, che ha provocato un rinvio di qualche mese, Galaxy Fold è stato lanciato sul mercato in una versione revisionata. Scopriamo tutto sulle caratteristiche tecniche, il design, il software e le funzioni, il prezzo e la data di uscita per l’Italia del primo smartphone pieghevole di Samsung.

Caratteristiche tecniche di Samsung Galaxy Fold

La grandissima novità presentata da Samsung a qualche giorno del Mobile World Congress 2019 è proprio Samsung Galaxy Fold, ossia il primo dispositivo pieghevole della società coreana; non è in assoluto il primo, a debuttare dato che si era già visto Rouyu FlexiPai.

L’hardware parte necessariamente dai due schermi a disposizione dell’utente: uno frontale da 4,6 pollici a risoluzione HD+ (840 x 1960 pixel) e di tipo Super AMOLED, denominato “Cover”, e quello principale interno da 7,3 pollici di tipo Dynamic AMOLED a risoluzione QXGA+ (1536 x 2152 pixel), rispettivamente in formato 21:9 e 4,2:3.

Il cuore dello smartphone è il SoC Qualcomm Snapdragon 855 con processore octa-core (un core da 2,8GHz, tre da 2,4GHz e quattro da 1,7GHz), accompagnato da 12 GB di memoria RAM (LPDDR4x) da una memoria interna da 512 GB di tipo UFS 3.0, non espandibile.

La batteria è divisa in due unità in modo tale da potersi distribuire uniformemente in entrambi i lati del dispositivo e bypassare la necessità di essere pieghevole anch’essa. La capacità totale è di 4380 mAh, in grado di caricarsi non solo via cavo ma anche senza fili (ricarica rapida con cavo compatibile con QC 2.0 e AFC, ricarica wireless con WPC e PMA). Inoltre può condividere la carica con un secondo dispositivo quando connesso con il caricabatterie da parete, tramite tecnologia Wireless PowerShare.

Sei le fotocamere a bordo. Nella parte frontale, dove si trova il display “Cover” troviamo un sensore da 10 MP con apertura f/2.2, sul retro ci sono una lente Ultra Wide da 16 MP con apertura f/2.2, una seconda lente per il grandangolo da 12 MP con OIS, tecnologia Dual Pixel e apertura variabile f/1.5 e f/2.4 e una terza lente teleobiettivo da 12 MP con zoom ottico 2x, OIS e apertura f/2.4. Una volta aperto il meccanismo e liberato il grande schermo si possono utilizzare anche i due sensori interni da 10 MP f/2.2 e RGB da 8 MP con apertura f/1.9. Infine trova spazio un potente speaker stereo realizzato da AKG, per garantire un’alta qualità in ascolto.

La connettività comprende 4G LTE per la versione italiana (5G in alcuni mercati) di Cat.18 con velocità di download fino a 1200 Mbps e di upload fino a 150 Mbps, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax 2.4G + 5GHz, Bluetooth 5.0, GPS, A-GPS, GLONASS, Galileo, Beidou, NFC e USB Type-C. Completa la gamma di sensori, con accelerometro, sensore di prossimità, giroscopio, bussola, barometro e sensore di impronte digitali, posizionato sul bordo laterale del dispositivo.

Design di Samsung Galaxy Fold

Merita un ampio paragrafo il racconto del design di Samsung Galaxy Fold, sicuramente il punto di forza di questo dispositivo. La particolarissima apertura rappresenta l’apice e il traguardo di un lavoro lungo quasi un decennio: il primo prototipo di display flessibile del colosso coreano è infatti datato 2011. In questi oltre sette anni sono state svelate diversi soluzioni con quella definitiva del novembre 2018 che ha fatto da apripista alla presentazione del device completo, Galaxy Fold appunto.

Come può piegarsi l’Infinity Flex Display? Il segreto sta nella natura sottilissima dello stato di polimero che lo supporta, con ben il 50% in meno di spessore rispetto a quello di un classico display per smartphone. Così facendo, da un lato garantisce la possibilità di piegarsi e dall’altro di resistere a movimenti continui durante tutta la vita del dispositivo. E agli urti. Menzione speciale anche per il meccanismo a cerniera che Samsung ha progettato ad hoc in modo tale da garantire un’apertura e una chiusura semplici e al contempo durature e sicure. Tutto è incastonato nel bordo e si basa su un sofisticato sistema ingranaggi multipli di interblocco.

Come anticipato, lo scanner per impronte digitali è posizionato sul bordo a portata di pollice (se si è destrimani) per un accesso confortevole. La scocca di Samsung Galaxy Fold è disponibile nelle combinazioni Space Silver e Cosmos Black. Le dimensioni sono di:

  • 160,9 x 62,8 x 17,1 (nel punto più spesso) da chiuso;
  • 160,9 x 117,9 x 7,6 mm (aperto).

Il peso totale di Galaxy Fold è di 276 grammi.

Software e funzioni di Samsung Galaxy Fold

Naturalmente anche la parte dedicata alle funzionalità software prevede grosse novità per sfruttare appieno le grandi potenzialità di una struttura pieghevole e di un dispositivo che da smartphone si trasforma in tablet. L’interfaccia utente One UI (con Android 9 Pie) è stata infatti progettata in collaborazione con Google per garantire uno switch fluido e immediato tra lo schermo più piccolo esterno e quello più ampio principale. Ad esempio, se si sta cercando un indirizzo si può aprire il navigatore su una diagonale più generosa, stesso discorso anche per un video su YouTube o ancora mentre si scorre nella propria galleria fotografica.

Il multitasking è supportato non solo dal display di ampie dimensioni, ma anche dal performante processore abbinato a una corposa RAM in modo tale da aprire fino a tre applicazioni nello stesso momento con la feature Multi-Active Window; ad esempio per guardare un video su YouTube, inviare un messaggio su WhatsApp e cercare informazioni su Google. A proposito di WhatsApp, Samsung ha raccontato di aver collaborato in fase di sviluppo proprio con l’app di messaggistica istantanea – così come altri partner ad esempio Flipboard, Microsoft Office e YouTube – per adattare al meglio l’applicazione su questo particolare dispositivo.

Grazie alla funzione App Continuity, le transizioni tra la cover e il display principale sono fluide e intuitive: quando si apre o si chiude Galaxy Fold, le app vengono automaticamente visualizzate come sono state lasciate. Completano il quadro la presenza di servizi proprietari come Samsung Pay per il pagamento sicuro tramite NFC, Bixby (in grado anche di parlare in italiano) per l’assistenza virtuale, Samsung Health per la gestione di salute e benessere, DeX per trasformare il dispositivo in un vero e proprio computer tramite periferiche e il sistema di sicurezza professionale Knox.

Uscita e prezzo di Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold è stato presentato ufficialmente nel mese di febbraio 2019, con lancio previsto per maggio. In seguito ad alcuni problemi sopraggiunti con le unità di test, il produttore è stato costretto a lavorare a una versione revisionata, disponibile all’acquisto da settembre con un lancio scaglionato.

Samsung Galaxy Fold è disponibile in Italia in preordine dal 13 novembre 2019, con inizio delle vendite dal 16 dicembre dello stesso anno, nella sola colorazione Cosmos Black. Il prezzo per il mercato italiano è di 2050 euro e comprende le cuffie Samsung Galaxy Buds e una cover protettiva, oltre a un servizio di assistenza dedicato 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e un anno di assicurazione Samsung Care+ (che copre danni accidentali).