OnePlus 11 è uno smartphone Android di fascia alta presentato ufficialmente in Cina il 4 gennaio 2023 e in Europa con l’evento del 7 febbraio 2023 dopo diversi mesi di indiscrezioni e rumor, che ne avevano anticipato alcune caratteristiche. Dopo aver di fatto saltato un modello (OnePlus 10 è uscito solo in versione Pro e T), la casa cinese riparte con la nomenclatura tradizionale.

Andiamo a scoprire tutto su OnePlus 11: ecco tutto quello che c’è da sapere su caratteristiche tecniche, design, software e funzioni, immagini e prezzo dello smartphone della casa cinese.

Caratteristiche tecniche di OnePlus 11

OnePlus 11 è uno smartphone Android di fascia alta lanciato in Cina a inizio gennaio e in Europa a febbraio 2023, ma diverse specifiche erano già state anticipate dalle indiscrezioni. A disposizione troviamo un display AMOLED LTPO 3.0 da 6,7 pollici curvo con risoluzione QHD+, refresh rate variabile da 1 a 120 Hz e foro spostato sul lato sinistro per la fotocamera anteriore. Il SoC scelto dal produttore è il Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 a 4 nm: al fianco di quest’ultimo trovano spazio 8 o addirittura 16 GB di RAM LPDDR5X e 128 o 256 GB di memoria interna UFS 3.1/4.0. Il comparto fotografico offre in tutto quattro sensori: sul retro prendono posto una tripla fotocamera con sensore principale Sony IMX890 da 50 MP (con PDAF e OIS), accompagnato da un sensore ultra-grandangolare da 48 MP (Sony IMX581) e da un teleobiettivo da 32 MP (con zoom ottico 2x), mentre frontalmente una fotocamera singola da 16 MP. A livello di connettività sono disponibili 5G dual SIM, dual VoLTE, Wi-Fi 7, Bluetooth 5.3, NFC, GPS dual band e porta USB Type-C, mentre niente da fare per il jack audio da 3,5 mm. Presenti sensore d’impronte integrato nel display e altoparlanti stereo compatibili con Dolby Atmos. La batteria è da 5000 mAh e supporta la ricarica rapida SuperVOOC da 100 W (con cavo). Per ulteriori indicazioni potete consultare la scheda tecnica completa.

Design di OnePlus 11

Lo smartphone si presenta esattamente come avevamo imparato a conoscerlo grazie alle indiscrezioni trapelate le settimane precedenti al lancio. La parte frontale è caratterizzata da uno schermo leggermente curvo ai lati, con cornici sottili e foro per la fotocamera anteriore spostato sul lato sinistro. La parte posteriore richiama quella dei predecessori solo per la disposizione degli obiettivi, visto che la forma del modulo fotografico offre un design circolare, che anche stavolta risulta particolarmente vistoso. Troviamo una sorta di placca nera rotonda che parte appena oltre la metà del dispositivo, per arrivare fino a fondersi con l’estremità opposta con l’aiuto di una “U”: al suo interno tre obiettivi fotografici affiancati dal flash LED e dal marchio Hasselblad, inserito in orizzontale tra gli obiettivi. Più in basso, al centro, trova posto come sempre il logo OnePlus.

I pulsanti si dividono: sul lato destro abbiamo il tasto di accensione e spegnimento e l’apprezzato slider per la selezione rapida della modalità (suoneria, non disturbare, vibrazione), mentre su quello sinistro il bilanciere del volume. Le colorazioni per il momento sono due, una verde e una nera, ma con l’arrivo sul mercato globale avremo sicuramente maggiori dettagli.

Le dimensioni non sono da smartphone compatto, ovviamente: nonostante l’ottimizzazione degli spazi a disposizione, il pannello è comunque da 6,7 pollici, dunque non ci si possono aspettare miracoli. I numeri dicono 163,1 x 74,1 x 8,53 mm, con un peso di 205 g.

Software e funzioni di OnePlus 11

Lo smartphone viene commercializzato con a bordo Android 13 e la più recente versione della OxygenOS 13, anche se in Cina viene integrata direttamente la ColorOS 13 di OPPO. Sul mercato globale troviamo la OxygenOS 13, una release ispirata alla natura con il suo design Aquamorphic che mette a disposizione maggiore sicurezza, maggiori possibilità di personalizzazione e qualche funzione aggiuntiva rispetto alla versione precedente. Ispirata alle forme dell’acqua, offre un aspetto fluido, con icone minimal, animazioni curate e bordi morbidi e arrotondati. Le prestazioni dello smartphone dovrebbero migliorare grazie ad AI System Booster, attraverso avanzati sistemi di gestione della memoria. Non manca naturalmente una modalità Always-on (AOD), con un’ampia selezione di schermate per tenere sempre sott’occhio le informazioni più importanti. A livello di sicurezza, la OxygenOS 13 offre un maggiore controllo su ciò che condivide e con quali applicazioni lo fa: il sistema può segnalare automaticamente le app e i download rischiosi, e proteggere la posizione dell’utente. Lo smartphone può contare anche su Private Safe 2.0 per la protezione di dati, documenti e file multimediali.

Lo smartphone dispone di un motore grafico personalizzato in grado di offrire un frame rate più elevato e una qualità dell’immagine superiore all’interno dei giochi, indipendentemente dal frame rate supportato dal titolo. A livello generale, il pannello LTPO 3.0 supporta una frequenza di aggiornamento variabile tra 1 e 120 Hz, in modo da poter offrire quella più adeguata in base al tipo di utilizzo. Il pannello supporta Dolby Vision e HDR10+, si spinge fino a 1300 nit di luminosità ed è protetto dal vetro Corning Gorilla Glass Victus.

Il comparto fotografico è realizzato in collaborazione con Hasselblad e offre la stabilizzazione ottica (OIS) con il sensore principale Sony IMX890. A disposizione una modalità ritratto con un apposito algoritmo utile per l’effetto sfocatura, una modalità XPAN per uno stile cinematografico e tante altre funzionalità fotografiche pensate per sfruttare i tre sensori principali.

La ricarica rapida con cavo SuperVOOC si spinge fino a 100 W: è in grado di ricaricare lo smartphone fino al 50% in appena 10 minuti e fino al 100% in circa 25. A bordo è presente un sistema di dissipazione del calore che offre un’efficienza superiore del 92% rispetto a quella del grafene grazie all’uso di un tipo di grafite ad altissime prestazioni. Il dispositivo è inoltre il primo del suo genere a offrire un motore vibrante bionico, con un volume di oltre 600 mm³; si tratta della prima tecnologia a circuito magnetico a fase intera che permette il rilevamento di due vibrazioni contemporaneamente.

Immagini di OnePlus 11

Prezzo e uscita di OnePlus 11

OnePlus 11 è stato presentato in Cina il 4 gennaio 2023 ed è disponibile nel Paese in preordine fin da subito, con spedizioni a partire dal 9 dello stesso mese. In Europa lo smartphone è stato presentato il 7 febbraio 2023 ed è in vendita dal 18 dello stesso mese (i preordini sono partiti il giorno dell’evento). Due le configurazioni a disposizione, ai seguenti prezzi:

  • 8-128 GB a 849 euro
  • 16-256 GB a 919 euro

La casa cinese ha previsto alcune promozioni per il periodo di preordine (7-127 febbraio 2023): acquistando lo smartphone nei primi giorni è possibile ricevere gratuitamente l’altoparlante OnePlus X Bang & Olufsen collaboration A1 speaker, dal valore commerciale di 299 euro, oppure le cuffie OnePlus Buds Pro 2.