Dopo averne confermato l’esistenza nella primavera del 2021, Huawei ha lanciato sul mercato cinese la serie P50 il 29 luglio 2021. Inizialmente sono stati mostrati due modelli e in questa pagina vi parliamo di Huawei P50 Pro, il più grande dei due, che si differenzia per alcune soluzioni più evolute. Troverete informazioni tecniche, dettagli sul design e sul software destinato al nuovo flagship cinese.

Caratteristiche tecniche di Huawei P50 Pro

Huawei P50 Pro  dispone di uno schermo da 6,6 pollici, con frequenza di refresh a 120 Hz e una risoluzione di 2700 x 1228 pixel. È inoltre dotato di PWM dimming a 1440 Hz e touch sampling rate a ben 300 Hz, in grado di riprodurre oltre un miliardo di colori. Si tratta di uno schermo 3D curvo di tipo waterfall, piegato quindi sui lati.

Sotto alla scocca trova post uno Snapdragon 888, anche se è disponibile una variante con chipset HiSilicon Kirin 9000, affiancato da 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna nell’unica variante disponibile. La connettività risente del mancato supporto alle reti 5G, a causa del ban commerciale degli USA, e supporta le reti 4G, WiFi 802.11 ac dual band. Bluetooth, NFC per i pagamenti in mobilità, GPS e connettore USB Type-C per la ricarica.

La batteria ha una capacità di 4.360 mAh con supporto alla ricarica rapida cablata Huawei SuperCharge a 66 watt e alla ricarica wireless Huaei SuperCharge a 50 watt. Nella parte frontale dello smartphone, sfruttando la tecnologia punch hole, è presente un sensore da 13 megapixel (f/2.4) per i selfie, mentre la quadrupla fotocamera posteriore è inserita all’interno di una doppia struttura circolare.

Il sensore principale True-Chroma Camera da 50 megapixel(f/1.8) è affiancato da un secondo sensore True-Chroma Camera da 40 megapixel (f/1.6) monocromatico, da un sensore da 13 megapixel (f/2.2) con lente ultra grandangolare e da un sensore telefoto da ben 64 megapixel (f/3.5) con stabilizzazione ottica dell’immagine e autofocus.

Design di Huawei P50 Pro

Il design di Huawei P50 è decisamente singolare, soprattutto per quanto riguarda la parte posteriore. Nella parte frontale troviamo uno schermo waterfall curvo ai lati, con un foro nella parte alta centrale per alloggiare la fotocamera posteriore. Il lettore di impronte digitali è integrato, come di consuetudine, al di sotto del display. Da segnalare la certificazione IP68 che ne garantisce la resistenza ad acqua e polvere, un must per uno smartphone di fascia premium come Huawei P50 Pro.

Nella parte posteriore spiccano i due grandi oblò, posizionati in alto a sinistra, che racchiudono i tre sensori e il flash LED, una scelta diversa da qualsiasi altra soluzione vista finora e che potrebbe essere ripresa anche dalla concorrenza. Sono ben cinque le colorazioni tra cui scegliere: Cocoa Gold, Golden Black, Pearl White, Charm Pink e la nuovissima Dinamic Skky Blue, che fa sembrare in movimento la cover posteriore. Le misure si attestano sui 158,8 x 72,8 x 8,5 mm con un peso di 195 grammi.

Software e funzioni di Huawei P50 Pro

Com’era lecito attendersi Huawei P50 Pro arriva sul mercato, almeno quello cinese, con HarmonyOS 2.0, il sistema operativo sviluppato da Huawei. Si tratta, insieme al fratello P50, del primo smartphone in assoluto ad arrivare sul mercato con il nuovo sistema operativo, che è già disponibile come aggiornamento su numerosi altri smartphone già in commercio.

Huawei non ha annunciato particolari novità software, se non quelle legate alla fotocamera per sfruttare al meglio le nuove tecnologie di cui è dotato Huawei P50 Pro. In particolare ricordiamo la stabilizzazione AIS Pro, che sfruttando l’intelligenza artificiale consente di girare video super stabili anche quando viene attivato lo zoom. A questo proposito segnaliamo che lo zoom che raggiunge l’impressionante fattore 200x, mantenendo una buona qualità dell’immagine, mentre a 100x saranno chiaramente visibili numerosi dettagli, non distinguibili con altre tecnologie.

True-Chroma Image Engine utilizza un sensore a 10 canali accoppiato a un sistema di calibrazione del colore per fornire la massima precisione nella riproduzione dei colori, mentre SuperHDR aumenta il range dinamico, creando texture ricche e una maggior definizione dei vari livelli. PetalClip infine permette di modificare i video registrati direttamente sullo smartphone, applicando filtri ed effetti speciali, così da poter creare delle clip dal chiaro sapore cinematografico.

Prezzo e disponibilità di Huawei P50 Pro

In occasione del lancio nel nostro paese di Huawei Nova 9, il country manager italiano ci ha comunicato in anteprima che l’azienda porterà in Italia i Huawei P50, tuttavia al momento non c’è ancora una data prevista.