google pixel 5a leak

Il primo “mini” Pixel, Google Pixel 3a, è stato un autentico successo commerciale, ed è per questo che a Mountain View hanno riproposto l’operazione con Google Pixel 4a, che nel 2020 ha raccolto, sotto nuove vesti, la pesante eredità del predecessore.

In California, neanche a dirlo, sono pronti a dare continuità con Google Pixel 5a al progetto di un “quasi” top di gamma ad un prezzo molto basso, specie se si valutano le prestazioni fotografiche che il brand Pixel ha issato come carattere distintivo, un punto fermo su cui puntare a prescindere dalla fascia di prezzo.

Ecco cosa ci si attende da Google Pixel 5a: una fotocamera da top di gamma, un hardware da medio di gamma con prestazioni ragguardevoli garantite dall’alta ottimizzazione software che da sempre caratterizza i prodotti della grande “G”, ed un prezzo a vicino ai 400 euro.

Iniziamo su questa pagina il nostro percorso alla scoperta di Google Pixel 5a, pagina che terremo aggiornata con tutte le indiscrezioni che mano mano arriveranno fino alla presentazione.

Caratteristiche tecniche di Google Pixel 5a

Nonostante Google Pixel 5a sia ritenuto vicino alla presentazione dai rumor che stanno provando a raccontarlo in anteprima, nel momento in cui scriviamo sono davvero scarse le anticipazioni in merito alla configurazione hardware, addirittura nulle per quanto riguarda il SoC.

Se dovessimo scommettere una moneta punteremmo sullo Snapdragon 750G di Qualcomm, che rientra nella medesima fascia dello Snapdragon 730G utilizzato lo scorso anno sul predecessore e che è capace di agganciare la rete 5G: Google, secondo i rumor, non presenterà una versione LTE di Pixel 5a ma solamente una pronta a dialogare con l’infrastruttura del futuro.

Potrebbe essere confermata invece la configurazione di memorie viste sul predecessore, quindi 6 GB di RAM LPDDR4x e 128 GB di memoria interna UFS 2.1, nuovamente non espandibile come del resto “impone” il trend attuale. Altra conferma dovrebbe riguardare il display, a sentire le prime voci giunte sul conto di Google Pixel 5a: sarebbe un OLED privo di bordi curvi da 6,2 pollici con risoluzione Full HD+, verrebbe da dire lo stesso di Pixel 4a. Possibile ma niente affatto scontata l’adozione di un refresh rate superiore ai canonici 60 Hz.

Sul fronte fotografico dovrebbe rimanere inalterato l’impianto di base che ha debuttato lo scorso anno, quello cioè composto da una fotocamera ultra grandangolare ad affiancare la principale, mentre ci sono pochi dubbi sull’adozione dell’autofocus a rilevamento di fase. Tra le piacevoli conferme di Google Pixel 5a figurano l’ingresso per il jack audio da 3,5 mm, per la gioia di quel numeroso popolo di irriducibili della musica e delle conversazioni “via cavo”, il doppio altoparlante ed il lettore delle impronte digitali fisico, che non sarà al di sotto del display e nemmeno sul fianco: lo ritroveremo sulla superficie posteriore proprio come su Pixel 4a.

Rimane un’incognita invece la batteria: sul predecessore la capacità non era affatto abbondante, e gli appena 3.140 mAh a bordo bastavano giusto ad inserire l’autonomia tra gli aspetti migliorabili. Vedremo se Google Pixel 5a mostrerà delle migliorie in tal senso.

Design di Google Pixel 5a

Anche Google Pixel 5a, come il predecessore, manterrà delle soluzioni estetiche pragmatiche, votate alla massimizzazione della funzionalità. A sentire i rumor infatti il prossimo medio di gamma californiano sarà pressoché indistinguibile dallo smartphone da cui raccoglie le redini, con i progettisti che hanno indirizzato le proprie attenzioni principalmente al miglioramento del comparto hardware.

Il design di Google Pixel 5a avrebbe quindi delle notevoli somiglianze con l’attuale Pixel 4a: stesso riquadro sul retro ad ospitare le due fotocamere, solamente un po’ più pronunciato, stesso ritaglio circolare sul display per la fotocamera frontale, stesse – o quasi – le dimensioni: 156,2 x 73,2 x 8,8 mm, con la lunghezza che cresce di quasi tre millimetri e lo spessore di mezzo, circa la stessa misura con cui decresce la larghezza, il che potrà favorire l’utilizzo ad una mano.

Con le poche informazioni attualmente in nostro possesso possiamo ipotizzare, o forse lo speriamo solamente, che lo spessore leggermente maggiore possa essere dovuto ad una batteria più capiente, ma sono solamente ipotesi che dovranno trovare conferme nel corso delle settimane. Ciò che invece pare sicuro di Google Pixel 5a è il materiale che ne comporrà la copertura posteriore: continuerà ad essere in un polimero plastico, proprio come Pixel 4a.

Software e funzioni di Google Pixel 5a

Secondo le prime indiscrezioni in merito a Google Pixel 5a, negli uffici di Mountain View sarebbe stato pianificato uno smartphone pressoché identico sul piano estetico all’attuale medio di gamma della grande G ma rinnovato nell’hardware, nel software e nelle funzionalità connesse. Ci aspettiamo un prodotto che arrivi con Android 11 pre-installato, ma se verrà ufficializzato nella seconda metà del 2021 potrebbe anche contenere Android 12.

Per avere un’idea delle caratteristiche “immateriali” di Google Pixel 5a, quindi delle sue peculiarità software, basta osservare l’evoluzione delle Developer Preview di Android 12, già in giro nel momento in cui arrivano le prime indiscrezioni. Essendo Pixel 5a un prodotto di Google è scontato che potrà vantare totalità delle novità della prossima major release, con l’aggiunta delle solite “chicche” che l’azienda riserva ai propri smartphone, e che troverete accorpate sul nostro sito sotto l’insegna Feature Drop.

Immagini di Google Pixel 5a

Prezzo e uscita di Google Pixel 5a

Non è ancora emersa alcuna indiscrezione sul possibile prezzo di Google Pixel 5a. Molto dipenderà dalla qualità dell’hardware con cui Google decidesse di equipaggiarlo, ma in linea di massima se verrà confermata la voce secondo cui ci sarà un’unica variante dotata di connettività 5G è conveniente mettere nel conto un leggero aumento del listino onde evitare di scottarsi.

Per la prima volta nel corso della sua (breve) storia, il prezzo della serie “a” dei Pixel potrebbe crescere: nel passaggio da Google Pixel 3a a Pixel 4a il listino era andato giù di 10 euro. Non una somma che potesse cambiare la vita a qualcuno, ma pur sempre piacevole. Questa volta invece la tendenza potrebbe invertirsi.