Samsung Galaxy S8

samsung-galaxy-note-7

Samsung Galaxy S8 dovrebbe essere presentato durante un evento dedicato il prossimo mese di Aprile (saltando il MWC 2017), dunque prima di conoscere tutti i dettagli dovremo probabilmente attendere ancora circa tre mesi; durante queste settimane però, abbiamo avuto modo di dare uno sguardo a molti rumor e indiscrezioni, più o meno affidabili, riguardanti caratteristiche tecniche, software, render, immagini reali, accessori e persino prezzi. In questo articolo cerchiamo di mettere in ordine tutto questo, ripercorrendo ciò che al momento sappiamo sul prossimo flagship del produttore sud-coreano, ancora più atteso dopo ciò che è accaduto con Galaxy Note 7. Le informazioni verranno aggiornate nel tempo.

Collegamenti rapidi:

Specifiche tecniche di Samsung Galaxy S8

Partiamo dalle specifiche tecniche: qualche dettaglio sembra abbastanza “definito” altri molto meno; basti pensare che circolano ancora indiscrezioni sul tipo di display che dovrebbero montare le probabili due varianti di S8; gli ultimi suggeriscono la presenza, anche quest’anno, di una versione “flat”, accompagnata da una variante “edge” con una diagonale molto generosa da 6 pollici (al riguardo si parlava di “Plus”), favorita dal design con pochissime cornici. Come già detto, le informazioni sono al momento imprecise in quanto la stessa Samsung potrebbe avere in test diverse versioni di Galaxy S8.

Cerchiamo comunque di fare un bel “riassunto” delle possibili caratteristiche hardware fino ad ora ipotizzate:

  • Display Super AMOLED QHD con tecnologia Y-OCTA
  • SoC Qualcomm Snadpragon 835 o Exynos 8895 (entrambi basati su architettura a 10 nm)
  • 8 GB di memoria RAM
  • Memoria interna UFS 2.1
  • fotocamera anteriore dotata di autofocus
  • Bluetooth 5.0
  • USB Type-C
  • Android 7.1 Nougat

La RAM potrebbe dunque essere di ben 8 GB, anche secondo quanto sostengono indiscrezioni provenienti dalla Corea: SK Hynix, noto produttore di moduli di memoria, ha infatti appena annunciato nuovi chip composti da 8 Gigabit collegati in dual channel; con quattro strati il totale di Gigabit arriva a 64, equivalenti a 8 GB di RAM; i rumor sostengono che proprio questi siano quelli che verranno utilizzati da Samsung.

Altra particolarità, probabilmente non molto gradita, potrebbe essere la rimozione del jack da 3,5 mm, che renderebbe necessario l’acquisto di un adattatore USB Type-C o di un paio di cuffie wireless (arriverà un nuovo modello?). Come nel caso di Galaxy S7, il SoC potrebbe cambiare in base al mercato: Exynos in Europa e Snapdragon in America. Se n’è parlato poco, ma quasi sicuramente anche S8 sarà dotato di certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere: dato che tale caratteristica è arrivata anche sulla gamma Galaxy A (2017), dubitiamo che possa mancare sul flagship.

Per quanto riguarda il lettore di impronte, alcuni rumor suggeriscono l’integrazione nel display grazie al nuovo lettore ottico di Synaptics, altri puntano sul posizionamento nella parte posteriore, particolare che differenzierebbe il dispositivo da praticamente tutti i modelli della casa.

Presente sullo sfortunato Galaxy Note 7, potrebbe essere a bordo anche uno scanner dell’iride, come alcune indiscrezioni hanno suggerito. Troppo “frammentarie” le informazioni sul comparto fotografico: ci sono ancora dubbi sulla presenza o meno di una doppia fotocamera posteriore (già presente su molti “rivali”), mentre è possibile che quella anteriore sia dotata di autofocus. Visto l’ottimo lavoro fatto con Galaxy S7, immaginiamo che il nuovo modello non sarà da meno.

Lato batteria? Sappiamo solo che dovrebbero essere prodotte da Samsung SDI, che si era occupata anche di quelle di Galaxy Note 7; niente paura però, è quasi impossibile che il colosso sud-coreano ripeterà i recenti errori; a quanto pare potrebbe contribuire alla produzione anche LG Chem, divisione della casa “rivale”.

Software di Samsung Galaxy S8

In questo caso sappiamo ancora meno per il momento, ma dovrebbe esserci l’introduzione del nuovo assistente virtuale Bixby; Samsung ha acquisito qualche mese fa Viv, un sistema di intelligenza artificiale, e grazie a questo potrebbe arrivare una nuova sorta di “IA” in tutte (o quasi) le applicazioni preinstallate del nuovo flagship; Bixby dovrebbe essere integrato a un livello più profondo nel software, spingendosi decisamente oltre S Voice. Secondo le ultime notizie potrebbe inoltre debuttare anche Pay Mini, una versione ridotta di Samsung Pay che forse arriverà anche su dispositivi di altri marchi.

Altro cambiamento potrebbe essere costituito dalla presenza del 3D Touch (o Force Touch) e, per la prima volta in uno smartphone Samsung, dei tasti software, che prenderebbero il posto dei pulsanti fisici permettendo di risparmiare spazio e diminuendo ulteriormente la cornice inferiore; la prima possibile foto reale, che trovate nel paragrafo dedicato, sembrerebbe confermare quest’ultimo aspetto.

Immagini e render di Samsung Galaxy S8

Diamo ora un’occhiata ad alcuni render, più o meno “amatoriali”, che mostrano come potrebbe essere l’aspetto di Galaxy S8; le cornici sottili fanno da padrone e possiamo addirittura apprezzare quella che potrebbe essere (con un condizionale importante) la prima reale immagine dello smartphone (la prima della galleria ovviamente)

Nella maggioranza dei render (qui trovate anche un video pubblicitario in cui sarebbe presente S8) il sensore per le impronte digitali non è presente, segno che gli autori hanno puntato sull’integrazione nel display (come detto più su); nell’unica presunta immagine reale vediamo solo la parte anteriore, dunque non possiamo verificarne la posizione (nel caso si trovasse sul retro). Nei render la fotocamera posteriore è immaginata come singola, staremo a vedere se avranno ragione nelle prossime settimane.

Accessori di Samsung Galaxy S8

Negli ultimi due mesi abbiamo parlato anche degli accessori che dovrebbero essere presenti al lancio di Galaxy S8; non dovrebbero naturalmente mancare pellicole proteggi schermo, cover in gomma/plastica trasparente, cover libro con piccolo spazio per il display (normalmente chiamate Flip Wallet e S View Cover); potrebbero arrivare anche cover con tastiera incorporata, una custodia in alcantara, una dock e una borsetta in grado di trasportare e ricaricare lo smartphone grazie ad una batteria da 2800 mAh.

Insomma, Galaxy S8 dovrebbe avere tutti gli accessori già presenti per S7 con qualche possibile aggiunta; tra queste, la sorpresa potrebbe essere la S Pen, prerogativa dei phablet della serie Note: secondo un report, Samsung avrebbe testato alcuni prototipi di S8 con S Pen inclusa, per poi cambiare idea e rendere il pennino un “semplice” accessorio opzionale; al momento non sappiamo nient’altro, ma quel che è certo è che costituirebbe sicuramente un’importantissima aggiunta, specialmente per gli “orfani” di Galaxy Note 7 (ricordiamo che l’ultimo della gamma ad essere arrivato, di fatto, nel nostro Paese è Note 4).

Oltre a tutto ciò non mancheranno sicuramente cavi e soprattutto adattatori, data la probabile presenza dell’USB Type-C.

Prezzi e disponibilità

Qui al momento navighiamo un po’ “a vista”, dato che le informazioni sono pochissime: sappiamo solo che il prezzo potrebbe essere leggermente più alto rispetto a Galaxy S7; questa deduzione è stata fatta grazie a quanto riportato qualche settimana fa da Goldman Sachs, noto istituto finanziario americano, che ha stimato un costo delle materie prime superiore di circa il 15-20% rispetto a quello del predecessore. Questo potrebbe portare i prezzi per la versione edge “pericolosamente” sopra gli 800 euro.

La presentazione, attesa per il mese di aprile (ottimisticamente la fine di marzo), potrebbe avvenire poco prima del lancio ufficiale: secondo l’ultimo report proveniente dalla Corea del Sud, Galaxy S8 potrebbe debuttare già il 18 aprile.

Conclusioni

Dopo il “flop” di Galaxy Note 7 Samsung non può assolutamente sbagliare di nuovo con il suo nuovo flagship: il pubblico ripone grandi aspettative nei confronti di Galaxy S8; dopo l’ottimo lavoro svolto con Galaxy S7 e Galaxy S7 edge ci aspettiamo qualche perfezionamento che non vada troppo a stravolgere ciò che è stato fatto coi modelli 2016.

L’eventuale mancanza di tasti fisici e i netti miglioramenti fatti nel rapporto dimensioni display di cui si parla nei rumor costituirebbero comunque un buon “passo avanti” per il produttore sud-coreano: la possibile presenza tra gli accessori della S Pen costituirebbe poi un’interessante motivo di acquisto per gli orfani della gamma Note, che manca in Europa da Note 4, magari in attesa di Galaxy Note 8.

I rumor non si fermeranno certamente qui, quindi cercheremo di tenere aggiornata questa pagina con sempre maggiori informazioni su Galaxy S8.

Samsung Galaxy S8, le ultime notizie

Top