Telegram è un’applicazione dedicata alla messaggistica istantanea che si è stagliata negli ultimi anni tra le migliori alternative al software leader del settore in Occidente, ossia WhatsApp.

Caratterizzata da un’attenzione notevole alla sicurezza e alla privacy oltre che a un completo supporto multipiattaforma per poterla utilizzare su qualsiasi dispositivo connesso, Telegram è una delle app più popolari sia su Google Play per Android sia su iTunes App Store per iPhone.

Scopriamo tutte le principali informazioni da conoscere per poter utilizzare Telegram nel pieno delle potenzialità.

Telegram è gratis?

Sì, Telegram è gratis, lo è sempre stato sin dal momento del debutto e sempre lo sarà. Questa applicazione per l’instant messaging non richiede infatti di versare nemmeno un centesimo dal momento del download dal mercato delle applicazioni fino all’uso quotidiano.

Non esistono quindi abbonamenti da sottoscrivere ma soprattutto non esistono versioni “Plus” con fantomatiche funzionalità extra che richiedono un sovrapprezzo. Questo vuole anche dire che bisogna diffidare in modo categorico di eventuali versioni con funzioni supplementari così come messaggi o email con link al download perché facilmente si tratta di esche per truffe col rischio di scaricare malware o virus.

Caratteristiche e funzionalità di Telegram

Telegram è nato per inviare messaggi istantanei gratuiti attraverso la connessione web dello smartphone. La società è stata fondata nel 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov, noti per aver dato anche i natali al social network russo VK.

Con Telegram sarà possibile chattare, chiamare e videochiamare sia utenti singoli sia gruppi, si potranno inviare file e documenti e sarà possibile condividere file audio e posizioni geolocalizzate. L’app supporta pienamente GIF e sticker per dare una carica maggiore alle conversazioni.

Telegram è un software completamente multipiattaforma essendo utilizzabile su smartphone con sistema operativo Android, iOS o Windows Phone così come su tablet con gli stessi OS ma anche su computer con sistema operativo Windows, Mac e Linux senza dimenticare l’applicativo web sfruttabile direttamente dal browser.

Ingente il peso massimo dei file che si possono condividere tra gli utenti visto che è di ben 1,5 GB. I client ufficiali di Telegram hanno licenza libera, mentre lato server è proprietario.

Le chat possono essere di tipo classico Chat cloud con cifratura dallo smartphone al server e viceversa con i dati che sono salvati (sempre cifrati) sul server. La Chat segreta è invece cifrata end-to-end ossia punto-punto tra i due due dispositivi coinvolti senza salvataggio sui server.

Ci sono i gruppi, che possono contenere fino a 200000 membri che possono interagire tra loro come in una normale chat e i canali che invece sono amministrati da uno o più utenti, mentre tutti gli iscritti possono solo leggere. Inoltre, ci sono i bot ossia programmi che possono fornire funzioni o risposte immediate e automatizzate, ad esempio quello per la ricerca e invio di GIF.

Come fare il Backup dei messaggi Telegram

È possibile effettuare il backup di Telegram ed esportare una chat singola o di gruppo, di un canale oppure con un bot andando a accorpare tutti gli elementi come foto, video, messaggi vocali, GIF, stickers, posizioni geografiche e Vcard dei contatti oltre che file allegati fino a massimo 1,5 GB.

La procedura è semplice, basta fare un tap sui tre puntini in alto a destra per aprire le opzioni e selezionare “Esporta gli elementi della chat“.

Sicurezza su Telegram

Uno dei punti forti di Telegram è senza ombra di dubbio quello della sicurezza con la possibilità di poter fruire di un servizio veloce e con i dati in cassaforte attraverso le varie funzioni come le Cloud Chats, le Secret Chats e le Voice Calls.

Essendo Telegram basato sul cloud, offre una sincronizzazione istantanea spalmata su un’infrastruttura distribuita che permette ai dati di essere conservati in data center situati in diverse località con le chiavi di decrittazione sempre separate dai dati stessi. Il risultato è che nessun governo può accedere ai dati e ai file, che rimarranno belli al sicuro.

Come installare Telegram su Android

Per installare Telegram su Android non è importante che lo smartphone sia Samsung, Huawei, LG, OnePlus, Sony e così via perché l’applicazione è sempre la medesima e si trova su Google Play.

Per installare Telegram basta aprire Play Store, fare tap sull’icona di ricerca posta in alto a destra (lente di ingrandimento), digitare Telegram e premere invio. La successiva scheda permetterà il download e installazione; si ritroverà il software nell’elenco delle app sul dispositivo.

Download APK Telegram

Si può anche installare Telegram direttamente dall’APK ossia il file installante, sempre prestando molta attenzione alla sorgente. Consigliamo di sfruttare il ben noto e affidabile portale APKMirror, che permette di effettuare il download gratuito e senza troppi pensieri di incappare in malware o virus.

Come configurare Telegram su Android

Per configurare Telegram su Android basta seguire questa semplice procedura:

  • Aprire Telegram;
  • Inserire il proprio numero di telefono (protetto dalla privacy) e premere invio. Dopo qualche secondo si riceve un SMS con un codice che (se non viene riconosciuto automaticamente) si deve digitare;
  • Inserire il nome e una foto (opzionale);
  • Completare la procedura.

Come usare Telegram su PC

Per usare Telegram su PC si può sfruttare Telegram Web ossia l’interfaccia basata sul web raggiungibile presso il sito ufficiale. A differenza di WhatsApp Web che è un mirror dell’app, in questo caso siamo davanti a una riproposizione vera e propria del software mobile al quale accreditarsi inserendo il numero di telefono.

L’interfaccia riprenderà quella dell’applicazione con i gruppi, i bot, i canali e le chat, ma non quelle private visto che non sono supportate. Si potranno creare gruppi, visionare le schede contatti ma non si può chiamare né creare canali.

Novità su Telegram

Numerosi e costanti gli aggiornamenti di Telegram che ha anticipato WhatsApp su più fronti dalla crittografia alle GIF e sticker. Per non perdersi nemmeno una novità, ecco tutti gli articoli sull’applicazione, mentre qui sotto c’è il badge per scaricare Telegram su Android.

Android app sul Google Play