Samsung Galaxy S20 Ultra 5G è uno smartphone Android che nasce nelle prime settimane del 2020 come alfiere del colosso sudcoreano. Presentato in una cornice che lo ha visto protagonista a San Francisco, benché con al fianco Samsung Galaxy S20 e Samsung Galaxy S20+, è un dispositivo che dispone di quanto di meglio ci sia in campo tecnologico. Con i suoi sodali condivide il nome e la maggior parte delle sue caratteristiche tecniche ma dalla sua, oltre alle dimensioni più generose, ha varie chicche che lo distinguono, specie in campo fotografico, il suo cavallo di battaglia.

Quattro fotocamere posteriori, la principale da 108 megapixel, fino a 16 GB di RAM, uno schermo da 6,9 pollici con refresh rate a 120 Hz, modem 5G integrato e una batteria da 5.000 mAh, tanto per darvi un’idea generale. Ma per tutti i dettagli, le caratteristiche tecniche, il design, il software, le funzioni, le immagini, la disponibilità e i prezzi italiani, vi rimandiamo ai paragrafi che seguono, dove vi spieghiamo proprio tutto quello che c’è da sapere su Samsung Galaxy S20 Ultra 5G.

Caratteristiche tecniche di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

Migliorare un top di gamma come Samsung Galaxy S10+ era un compito piuttosto difficile. Ma gli ingegneri del colosso sudcoreano anche quest’anno hanno accettato di buon cuore la sfida e ne abbiamo la dimostrazione proprio con Samsung Galaxy S20 Ultra 5G, l’elemento di spicco, l’esclusiva e, per così dire il capostipite di una serie che trova in lui la migliore espressione di quanto di buono Samsung abbia saputo fare. Non che si tratti di uno smartphone completamente differente rispetto a Galaxy S20 e S20+, intendiamoci, ma fa sfoggio di alcune chicche peculiari che lo rendono unico e, evidentemente, superiore, soprattutto in campo fotografico. Ma facciamo un passo per volta e partiamo dall’elemento che salta subito agli occhi.

Il display di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G, chiaramente, uno schermo dalle dimensioni decisamente importanti che supera per diagonale persino un colosso come Samsung Galaxy Note 10+. Monta infatti un Dynamic AMOLED da 6,9 pollici di diagonale con i bordi curvi, Infinity-O-Display (foro centrale), un rapporto di forma in 20:9, un refresh rate pari a 120 Hz, e una risoluzione Quad HD+ (cioè 3200 x 1440 pixel) per 511 ppi di densità. Il foro centrale nel display, il supporto all’HDR10+ e la risposta del touchscreen a 240 Hz, sono gli altri elementi caratteristici di uno schermo, come sempre, da riferimento per la categoria.

Sotto di lui, oltre al sensore per le impronte digitali di tipo ultrasonico, trova posto Exynos 990 su Samsung Galaxy S20 Ultra 5G, un chipset proprietario destinato al mercato nostrano che è realizzato con processo produttivo EUV a 7 nanometri e dispone di una CPU octa core a 2,73 GHz e di una GPU ARM Mali-G77 MP11. Al suo fianco ci sono 12 o 16 di RAM di tipo LPDDR5 a seconda della configurazione, e uno spazio d’archiviazione interno da 128, 256 o 512 GB, in ogni caso espandibile fino a 1 TB tramite schede microSD.

Cambiamo argomento e diamo un’occhiata al comparto fotografico di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G. Ebbene, come anticipato, massima attenzione è stata conferita a questo settore da parte degli ingegneri di Samsung, una cura che è tutta destinata a un obiettivo unico: primeggiare in un ambito sempre più combattuto. Chi comanda è il sensore principale da 108 megapixel, sensore proprietario stabilizzato otticamente, con apertura f/1.8 e pixel da 0,8 micron (o da 2,4 con scatti a 12 megapixel) e campo di visione di 79 gradi. Al suo fianco c’è un terzetto composto da un sensore grandangolare da 12 megapixel con apertura f/2.2, campo di visione di 120 gradi e pixel da 1,4 micron, un sensore zoom da 48 megapixel (l’altra sua peculiarità rispetto ai sodali, assieme al sensore principale) con OIS, apertura f/3.5, pixel da 0,8 micron (1,6 con scatti a 12 megapixel) e capace di ingrandimenti record (Space Zoom ottico ibrido da 10x e digitale fino a 100 x), e ToF, un sensore dedicato al calcolo della profondità di campo a completare il quadro. Davanti c’è invece una fotocamera frontale da 40 megapixel con apertura f/2.2, campo di visione da 80 gradi e pixel 0,7 micron (1,4 con scatti a 10 megapixel).

Concludiamo con la connettività e i sensori di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G. Fra gli highlights troviamo innanzitutto il supporto alle reti 5G, SA e NSA, supporto mmWave e sub-6. Per il resto, non manca la connettività 4G/LTE di categoria 20 (fino a 2 Gbps in download e fino a 160 Mbps in upload), 4×4 MIMO, 7CA, LAA, WiFi ac dual band, NFC, Bluetooth 5.0, GPS, GLONASS, BeiDou, barometro, giroscopio, porta USB di tipo C, supporto alle eSIM, due altoparlanti stereo e via dicendo. La batteria, infine, tocca quota 5.000 mAh in quanto a capacità, ed è ovviamente ricaricabile velocemente con la ricarica rapida Wireless Charging 2.0 (a 10 watt), anche inversa, e cablata a 45 watt.

Design di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

Una scheda tecnica così pregiata non può che essere corredata da un’estetica altrettanto curata, impreziosita da materiali premium come il vetro (protetto davanti e dietro dal Corning Gorilla Glass 6) e l’alluminio e mutuata da una tradizione che vuole bordi curvi e tanta eleganza. È questo Samsung Galaxy S20 Ultra 5G, uno smartphone che fra i suoi obiettivi ha, come sempre, l’intenzione di affascinare i suoi clienti con una costruzione impeccabile e un design sempre al passo coi tempi. Anche quest’anno la scelta ricade su linee morbide che smussano i bordi riducendo le cornici all’estremo, cifre di un design che di fatto non rivoluziona ma aggiorna quanto abbiamo visto finora.

Ciò nonostante crescono le dimensioni (Samsung Galaxy S20 Ultra 5G pesa 220 grammi e misura 166,9 mm di altezza, 76 mm di larghezza e 8,8 mm di spessore) che, per certi versi e per molte esigenze, potrebbero essere un po’ il suo limite. Ma a parte questo, il foro centrale nel display è uno dei suoi elementi di spicco, con bordi curvi, meno accentuati rispetto agli S10, e un inedito modulo rettangolare posteriore, di grandi dimensioni, un po’ sporgente e bicolore, che dalla parte opposta bilancia il tutto con quell’arsenale dedicato al comparto fotografico e nessun elemento di troppo. Equilibrio ed eleganza, potremmo definire così il design di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G.

Software e funzioni di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

A bordo di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G c’è Android 10, chiaramente. L’interfaccia grafica con cui si presenta all’utente è la One UI 2.1, una personalizzazione che è quanto di più lontano ci sia da Android Stock. Che sia un bene o un male non sta a noi dirlo, ma è senza dubbio tangibile la gran quantità di funzionalità e chicche software presenti, corredate da un’estetica curata nei minimi dettagli. Oltre alle novità introdotte da Google con l’ultima versione del robottino verde (potete farvene un’idea in questo nostro video dedicato), la nuova versione della One UI di Samsung punta decisamente a migliorare quanto già visto finora. Spazio perciò agli affinamenti, ma anche alle nuove funzioni che con Samsung Galaxy S20 Ultra 5G puntano decisamente a rendere giustizia a cotanta dotazione hardware.

Accenniamo al software fotografico, uno dei punti di maggior interesse di Samsung. A bordo troviamo infatti la possibilità di registrare i video in 8K (e trasmetterli eventualmente a un televisore Samsung 8K), fare delle foto da 33 megapixel mentre si registra un video, sfruttare una stabilizzazione migliorata, il Night Hyperlapse, AI Best Moment per utilizzare l’intelligenza artificiale per gli effetti su foto e video o Scatto Singolo per ottenere automaticamente foto in più formati diversi, utilizzando tutte le fotocamere allo stesso tempo, fra le altre cose.

Ma non solo di fotografia si nutre Samsung Galaxy S20 Ultra 5G, che fra le tante funzioni è dotato anche dell’integrazione nativa con Google Duo per le videochiamate a 1080p su rete 5G, con la possibilità di utilizzare anche la fotocamera grandangolare e avviare il tutto tramite un pulsante presente nel dialer telefonico. Pensiamo anche a Music Share, per gestire la musica su vari dispositivi impostando S20 Ultra come dispositivo di controllo, alla firma audio AKG, all’integrazione con SmartThings per la gestione dei prodotti Smart Home, a Game Booster (per ottimizzare le impostazioni del dispositivo) o ancora alle possibilità che offre il refresh rate a 120 Hz in campo gaming. Presente pure l’integrazione con Spotify, nell’app dell’Orologio per scegliere un brano da far risuonare come sveglia, nella tastiera per una condivisione più rapida delle canzoni.

Immagini di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

Prezzo e uscita di Samsung Galaxy S20 Ultra 5G

Samsung Galaxy S20 Ultra 5G è stato presentato l’11 febbraio 2020 a San Francisco, ma arriva sul mercato italiano il 13 marzo seguente, nelle colorazioni Cosmic Grey e Cosmic Black. Per i clienti che lo preordinano entro l’8 marzo ci sono in omaggio le cuffie true wireless Samsung Galaxy Buds+, del valore di 169,99 euro. Questi i prezzi italiano: 1.379 euro per la configurazione 12 – 256 GB, 1.579 euro per la 16 – 512 GB, acquistabile esclusivamente sul Samsung Shop online.