MIUI 10 è l’interfaccia grafica proprietaria messa a punto da Xiaomi per i propri smartphone e presente, già pre-installata, sui nuovi dispositivi presentati dallo scorso dicembre 2018 in più, come ad esempio Xiaomi Mi 9 e Xiaomi Mi 9 SE. La UI è basata sulla versione 9 Pie di Android e sin dalla presentazione ha puntato i fari su un’esperienza ideale a schermo intero, eliminando tutti quegli elementi che potevano interrompere l’integrità visiva.

I contorni vanno ad arrotondarsi in stile 9 Pie e c’è un evidente minimalismo nella scelta cromatica e nei dettagli. Migliora la velocità di apertura app e viene incrementato l’uso dell’intelligenza artificiale. Scopriamone di più.

Interfaccia, funzioni e principali novità

L’idea degli sviluppatori è stata quella di fornire una continuità tra le linee degli schermi dei nuovi smartphone, con i loro bordi così ridotti e l’interfaccia grafica. Come da moda del periodo, si è lavorato sul fornire una semplice gestione del dispositivo a una mano, nonostante le diagonali di schermo sempre più ampie, anche grazie alle gestures. Tre i principali swipe. Dal basso verso l’alto classico per tornare alla schermata principale e mantenuto per aprire le app recenti (ottimizzate per display 18:9 più verso il basso); dal centro verso sinistra per tornare indietro e viceversa per spostarsi nelle apps.

MIUI 10 notifiche

Punta al minimalismo anche l’area notifiche, che si richiama con lo swipe ben noto dall’alto verso il basso e che vede eliminati tutti gli elementi non necessari, con finestre con bordi arrotondati e una migliore leggibilità dei contenuti. Semplicità che è ripresa anche dalle opzioni di accensione e spegnimento rapide per connessioni e altre utilità e per il livello luminosità regolabile manualmente.

MIUI 10 suoni

Non è una novità che la maggior parte delle persone utilizzi lo smartphone in modalità silenziosa o, al massimo, con vibrazione. Con MIUI 10 vengono introdotti suoni molto delicati e per nulla fastidiosi, che prendono come ispirazione la natura dunque acqua oppure sabbia. Suoni soft (foresta, notte, spiaggia, pioggia e fuoco) che vengono proposti anche in menu insoliti come ad esempio per il timer.

MIUI 10 ai

Lato fotografico, l’AI si occupa di andare oltre eventuali limiti hardware come ad esempio sfocando lo sfondo anche con sensore singola. In generale, cerca di migliorare la qualità degli scatti senza esagerare con saturazione o effetti non naturali. L’interfaccia della fotocamera è anche lei minimalista con tutti i comandi alla portata di polpastrello.

MIUI 10 File manager

Tra le altre soluzioni più importanti troviamo una gestione di scorciatoie pronte all’uso per le app più utilizzate; Mi Drop per scambiare file molto velocemente; molti temi da scegliere; Mi Cloud per lo storage sulle nuvole; un File Manager sicuro e pratico; screenshot scorrevoli; rimozione apk dopo installazione; miglioramento effetti sonori Dolby; una nuova modalità di risparmio energetico; sezione privacy per i video e la modalità notturna.

MIUI 10 dual apps

Inoltre ci sarà la gestione dual apps di software molto comuni inclusi WhatsApp e Facebook. A proposito di “doppi” c’è Second space che separa ad esempio la vita privata da quella lavorativa (o quella “molto privata”) con differenti accessi per password o impronte, profili, sfondi, app e così via.

Al momento della stesura dell’articolo, l’ultima release è la 9.5.1 che ha portato novità come la personalizzazione del widget orologio nella schermata di blocco; riconoscimento del volto per mostrare le notifiche durante lo sblocco; suggerimenti sullo scorrimento della schermata home e ha reintrodotto la modalità bambino.

Dispositivi compatibili

MIUI 10 è già a bordo dei nuovi Xiaomi Mi 9 e 9 SE. Gli smartphone compatibili per l’aggiornamento chiamato Global Stabile riceveranno anche (se già non ne sono dotati) il sistema operativo Android 9 Pie oltre che le ultime patch di sicurezza, sono:

Per procedere all’installazione si dovrà passare dal sito ufficiale.