Per la gioia di tutti gli appassionati che nel corso degli ultimi mesi hanno seguito con attenzione e interesse le varie fughe di notizie, nella giornata di ieri Samsung ha finalmente presentato tutta una serie di nuovi dispositivi, tra cui i nuovi smartphone pieghevoli Galaxy Z Fold6 e Galaxy Z Flip6.

Come era lecito aspettarsi, i due dispositivi non beneficiano esclusivamente di una serie di miglioramenti lato hardware rispetto alla precedente generazione, ma vantano tutta una serie di funzionalità e strumenti potenziati dall’intelligenza artificiale (Galaxy AI) pensati per ottimizzare l’utilizzo dei grandi schermi e per migliorare la produttività.

Oltre ad alcune funzioni sviluppate direttamente dall’azienda, ce ne sono molte che fanno affidamento sulla collaborazione del produttore con il colosso di Mountain View, i nuovi smartphone pieghevoli infatti non solo vantano una maggiore integrazione con Google Gemini, ma ricevono alcune novità per funzioni specifiche come Cerchia e cerca.

Oggi diamo un primo breve sguardo a queste novità, cercando di capire quali potrebbero essere rese disponibili sui dispositivi Galaxy delle precedenti generazioni.

Cerchia e cerca  e Google Gemini si potenziano sui nuovi pieghevoli Samsung Galaxy

Come ormai sappiamo bene, Cerchia e cerca ha fatto il suo debutto a inizio anno durante l’evento di presentazione dei Samsung Galaxy S24, sviluppata da Google è stata resa in seguito disponibile prima per gli smartphone della famiglia Pixel 8 e poi, anche per altri dispositivi Pixel e del colosso coreano.

Nel corso del tempo il colosso di Mountain View ha continuamente migliorato il servizio in questione, l’azienda ha per esempio lavorato per impedire le attivazioni accidentali di Circle to Search, ma abbiamo anche visto come lo strumento sia diventato disponibile anche per Google Pixel Tablet, e come siano in lavorazione alcune possibili future novità come la possibilità di copiare e condividere aree selezionate come immagini, o la possibilità di utilizzarla in modalità schermo condiviso anche sui Google Pixel.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%

Ad ogni modo, durante la presentazione di ieri dei nuovi dispositivi pieghevoli Samsung Galaxy, la stessa Google ha annunciato l’arrivo di alcune nuove funzionalità sui dispositivi dell’azienda coreana, grazie al potenziamento di Cerca e cerca e di Gemini.

Attivazione vocale e schermo diviso per Gemini

Nel corso dei prossimi mesi, i nuovi smartphone Samsung riceveranno la possibilità di richiamare Gemini con il comando vocale “Ehi, Google”, oppure effettuando uno swipe dall’angolo dello schermo; verrà introdotta e migliorata la funzione che abbiamo già visto Ask this video, che potrà essere utilizzata in modalità schermo diviso per poter sfruttare a pieno la dimensione del display. Gli utenti potranno quindi continuare la visualizzazione del video in una metà del display e sfruttare l’altra per interagire con Gemini.

Cerchia e cerca migliora in matematica e con i codici a barre

Alcuni di voi potrebbero ricordare come, in occasione dell’ultima conferenza dedicata agli sviluppatori, Google avesse anticipato il futuro arrivo di nuove funzioni per Cerchia e cerca per aiutare gli studenti nello svolgimento dei compiti; a quanto pare i nuovi pieghevoli Samsung Galaxy saranno i primi smartphone a poter beneficiare di questa novità.

Presto sarà possibile utilizzare lo strumento offerto da Big G per ottenere istruzioni passo passo su come risolvere una serie di problemi di fisica e matematica, Cerchia e cerca diventerà ancora più potente e sarà in grado di aiutare a risolvere problemi ancora più complessi che coinvolgono formule simboliche, diagrammi, grafici e altro ancora.

Cerchia e cerca compiti matematica Samsung Galaxy Z Fold6

Inoltre, Cerchia e cerca sugli smartphone Galaxy già menzionati riceverà la possibilità di scansionare codici a barre e codici QR sugli schermi, di cui avevamo già visto i primi indizi nel mese di maggio e in seguito anche a inizio mese.

Quali funzioni Galaxy AI arriveranno sulle precedenti generazioni di smartphone del brand?

In occasione della presentazione di ieri abbiamo visto come Samsung abbia deciso di spingere sull’acceleratore per quel che riguarda l’implementazione di Galaxy AI sui propri smartphone, i nuovi dispositivi pieghevoli del brand potranno infatti beneficiare di tutta una serie di funzionalità come Assistente Note, traduzione in sovrimpressione PDF in Notes, Compositore, Bozza su immagine, Interprete, Traduzione Live, Assistente Foto, Studio ritratti, Slow-mo istantaneo, Risposte suggerite, Ambiente foto, Zoom automatico e Nightography, tanto per citarne alcune.

Ma quali di queste nuove funzioni rimarranno esclusive dei nuovi pieghevoli e quali invece verranno portate anche sugli smartphone Galaxy delle precedenti generazioni? Difficile dirlo con certezza al momento, abbiamo già visto come Samsung si sia impegnata per portare nel recente passato alcune funzioni Galaxy AI della serie S24 anche su altri dispositivi, motivo per cui è lecito aspettarsi lo stesso comportamento anche in questo caso.

La stessa azienda, durante l’evento di presentazione di ieri, ha annunciato: “Abbiamo anche in programma di lanciare le nuove funzionalità di intelligenza artificiale del Galaxy annunciate oggi su alcuni dispositivi Galaxy entro la fine dell’anno“.

Galaxy AI dispositivi vecchi

L’immagine che potete vedere qui sopra proviene dal sito ufficiale Samsung e ci mostra come alcune funzionalità Galaxy AI siano già indicate come compatibili con Galaxy Z Flip5 e Galaxy S24; tuttavia come ben sappiamo, alcune di queste potrebbero subire alcune modifiche su dispositivi delle precedenti generazioni, magari non dotati dell’hardware necessario per consentire il corretto funzionamento. Non ci resta che attendere per saperne di più.