Gli sviluppatori in seno al colosso di Mountain View non si fermano mai, considerando la moltitudine di servizi offerti da Google i vari team sono costantemente impegnati nel miglioramento delle varie applicazioni proprietarie, nonché nell’introduzione di nuove funzionalità.

Oggi scopriamo insieme gli ultimi cambiamenti apportati all’azienda ad alcuni dei servizi offerti agli utenti, nello specifico Discover, Ricerca Google e Messaggi.

Google Discover introduce una nuova scheda dedicata allo shopping

Partiamo con Discover, una delle funzionalità principali dell’azienda e perfettamente integrata nei servizi di Google, si tratta di un servizio che permette agli utenti di scoprire nuove notizie e nuovi contenuti che siano in qualche modo connessi con le abitudini e le preferenze di ognuno.

Nel corso del tempo abbiamo visto come Google abbia via via migliorato il servizio in questione, per esempio introducendo una sezione dedicata agli Interessi, sperimentando i suggerimenti nel feed, o ancora iniziando a mostrare le attrazioni nelle vicinanze.

Nelle ultime ore la società ha deciso di implementare una nuova scheda nella sezione di Discover “il tuo spazio”, dove attualmente sono presenti le opzioni per visualizzare le indicazioni su Meteo, Qualità dell’aria, Finanza e Sport; si tratta di una nuova scheda Shopping.

Come alcuni di voi sapranno, il servizio in questione permette all’utente di scegliere quali indicazioni visualizzare grazie all’apposito pulsante a forma di ingranaggio posizionato all’estrema destra della lista, tuttavia la nuova scheda Shopping risulta attiva per impostazione predefinita, probabilmente con il fine di farvi subito rendere conto della sua presenza, ma può comunque essere disabilitata.

Nelle immagini presenti nella galleria qui sopra, condivise dai colleghi di 9to5Google, potete notare come la nuova scheda promuove l’acquisto di un regalo per la festa della mamma, cliccando sulla scheda infatti si aprirà una nuova ricerca che permette all’utente di scegliere il regalo di suo gradimento.

La Ricerca Google testa dei nuovi filtri personalizzati

Passiamo ora ad un servizio storico della società, quello che più di tutti ha fatto la storia dell’azienda, ovvero la Ricerca Google: il colosso è pienamente consapevole dell’importanza di questo strumento e, come per molti altri, si prodiga nel suo continuo miglioramento.

Tanto per fare un paio di esempi, negli ultimi tempi abbiamo visto come Big G abbia introdotto la possibilità di ricevere notifiche in base agli interessi degli utenti, o come in futuro potrebbe essere aggiunto un apposito filtro per i video in formato breve.

La novità che vi riportiamo oggi riguarda proprio i filtri, Google sta lentamente introducendo per alcuni utenti una nuova funzionalità, i filtri personalizzati, grazie ai quali è possibile personalizzare i risultati di Ricerca di Google in base alle proprie esigenze specifiche: è possibile impostare parole chiave, siti web specifici, tipi di file (per esempio PDF, documenti, fogli di calcolo, presentazioni, ebook), tipologie di dominio (.org, .gov ecc.), ma è anche possibile filtrare in base a parametri quali l’ora, il giorno, la settimana, il mese e l’anno. I filtri personalizzati possono essere salvati con un nome personalizzato ed essere utilizzati su qualsiasi risultato di ricerca futuro (come potete notare dalle immagini condivise dai colleghi di 9to5Google).

La stessa Google fornisce alcuni esempi delle potenzialità dei nuovi filtri personalizzati, ne riportiamo alcuni di seguito:

  • Discussioni: mostra solo i risultati di Quora e Reddit
  • Solo PDF: mostra solo i risultati dei file PDF
  • Ultimi 7 giorni: mostra solo i risultati della settimana scorsa
  • Adatto alle famiglie: mostra solo i risultati di un elenco di siti Web approvati (vedi galleria sotto)
  • Codifica: mostra solo i risultati della codifica di siti Web come Github e Stackoverflow

Tutti i filtri che l’utente crea o modifica vengono salvati nell’account Google, così da essere disponibili su qualsiasi dispositivo, mobile o desktop che sia. La società non ha ancora annunciato ufficialmente la novità in questione, che sembra essere in fase di rilascio lato server.

Big G rimuove i “nudges” da Messaggi

Concludiamo la carrellata odierna con l’app Google dedicata alla messaggistica, Messaggi negli ultimi tempi ha ricevuto diverse attenzioni dall’azienda, abbiamo visto come sia in lavorazione una nuova funzionalità per proteggere gli utenti dallo spam, come l’azienda stia sperimentando con alcuni utenti l’integrazione di Gemini nell’app, o ancora come sia in lavorazione una nuova schermata per la condivisione delle immagini.

Oggi però, invece di parlarvi di una nuova funzione introdotta nell’app, vi parliamo della rimozione di una funzionalità, si tratta di “nudges” (“solleciti” dalle nostre parti); inizialmente introdotta in Gmai nel 2018 ha poi fatto la sua comparsa anche in Google Messaggi, fornendo agli utenti “promemoria di risposta per dare seguito dopo un certo tempo a un messaggio inviato o ricevuto” e reminder per i compleanni, a patto che le date fossero state preventivamente salvate nell’app Contatti.

Google Messaggi rimozione nudges

Come potete notare dall’immagine qui sopra, la funzionalità che in precedenza era raggiungibile seguendo il percorso Impostazioni -> Suggerimenti all’interno di Google Messaggi è ora stata rimossa, sia dalla versione beta che da quella stabile dell’app.