Xiaomi Mi 10T dovrebbe essere uno dei primi smartphone Android del produttore cinese a disporre di un modulo 5G (nella presunta variante relativa), integrando la connettività di quinta generazione a cifre più “abbordabili”. Come per i modelli precedenti, altro non sarebbe che la versione globale di Redmi K30, presentato ufficialmente in Cina a dicembre 2019, un dispositivo dotato di ben 6 fotocamere, di uno schermo da 6,67 pollici e di una batteria da ben 4.500 mAh. Ma andiamo quindi a scoprire tutto su Xiaomi Mi 10T, tra caratteristiche tecniche, design, software e funzioni, immagini, prezzo e data di uscita.

Caratteristiche tecniche di Xiaomi Mi 10T

Xiaomi Mi 10T dovrebbe essere a tutti gli effetti un Redmi K30 in versione globale, smartphone col quale condividerebbe con l’intera scheda tecnica e persino il design. Come accaduto con il predecessore, arrivato in Cina col nome di Redmi K20 e in Europa come Xiaomi Mi 9T, non ci sarebbero perciò differenze tra Xiaomi Mi 10T e Redmi K30, a eccezione di qualche piccolo dettaglio estetico.

Lui sarebbe uno dei primi smartphone Android del brand con modulo 5G integrato, come confermato direttamente da Lu Weibing qualche mese prima dell’annuncio ufficiale. D’altronde, come anticipato, vi ricordiamo che Xiaomi Mi 10T può contare sul SoC Qualcomm Snapdragon 765G (o Snapdragon 730G per la presunta versione 4G), accompagnato da 6/8 GB di RAM LPDDR4X e 64, 128 o 256 GB di memoria interna UFS 2.1, questa volta espandibile con microSD fino a 512 GB.

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10T dovrebbe migliorare quanto visto sul predecessore con una quadrupla fotocamera con sensore principale Sony IMX686 da 64 MP (1/1.7″ con apertura f/1.89 e pixel da 0,8 micron), sensore ultra grandangolare da 8 MP (120° con apertura f/2.2), sensore di profondità da 2 MP e sensore macro da 5 MP (2 MP sulla versione 4G); i video sarebbero compatibili con la registrazione in 4K a 30 fps e slow motion a 960 fps a risoluzione HD (720p). La fotocamera frontale presumiamo invece sia doppia, con sensori da 20 MP e da 2 MP.

Il display di Xiaomi Mi 10T sarebbe un LCD FullHD+ (1080 x 2340 pixel) da ben 6,67 pollici, con rapporto di forma di 20:9, supporto ad HDR10, Corning Gorilla Glass 5 e refresh rate a 120 Hz. Se ve lo state chiedendo, il sensore di impronte digitali non è integrato, ma dovrebbe essere posizionato lateralmente in corrispondenza del tasto di accensione.

Lato sensori e connettività su Xiaomi Mi 10T dovremmo trovare 5G, 4G/LTE, Wi-Fi 802.11 ac dual band, Bluetooth 5.0, GPS a doppia frequenza (singola sulla versione 4G), GLONASS, Beidou, NFC, connettore USB Type-C e porta per il jack audio da 3,5 mm. La batteria sarebbe da 4.500 mAh e compatibile con la ricarica rapida a 27 watt, 30 watt per la presunta versione 5G.

Design di Xiaomi Mi 10T

Come anticipato, Xiaomi Mi 10T dovrebbe riprendere praticamente in toto il design di Redmi K30, che risulta più diverso di quanto ci aspettassimo rispetto ai predecessori. Lo smartphone avrebbe cornici molto ridotte (91% di rapporto schermo/superficie), compito che è stato più facile da raggiungere grazie alla doppia fotocamera frontale che prende posto all’interno di un foro nel display (in stile Galaxy S10+). Il modulo fotografico verticale sarebbe invece inscritto all’interno di un “oblò”, che spicca grazie alla diversa finitura rispetto al resto della scocca.

Tra le poche differenze rispetto a Redmi K30 dovremmo trovare ovviamente il logo “Mi” al posto di quello “Redmi” sulla scocca posteriore in vetro, oltre alle colorazioni. Le dimensioni è lecito immaginarle crescite rispetto a quelle del predecessore: con 165,3 mm di altezza, 76,6 mm di larghezza e 8,79 mm di spessore per un peso di 208 grammi.

Software e funzioni di Xiaomi Mi 10T

Xiaomi Mi 10T potrà contare sulla MIUI 11, la personalizzazione del produttore cinese basata su Android 10. Questa integra tante funzionalità e risulta molto diversa rispetto ad Android stock. A bordo della MIUI 11 troviamo la modalità scura, una modalità Always on Display personalizzabile e migliorata rispetto al passato, strumenti per l’utenza professionale con nuova modalità di risparmio energetico e tante app proprietarie.

Lato intelligenza artificiale e fotografia Xiaomi Mi 10T dovrebbe integrare AI Skyscaping, poter salvare immagini in formato RAW, la Night Mode 2.0, la riduzione del rumore multi-frame e la Movie Mode con possibilità di registrare in formato anamorfico 2.39:1 con dodici diversi filtri. Restando sulla fotocamera, il sensore utilizza la tecnologia del pixel binning per unire 4 pixel e creare immagini più luminose, anche in scarse condizioni di luce.

Prezzo e uscita di Xiaomi Mi 10T

Xiaomi Mi 10T dovrebbe arrivare entro l’estate del 2020 a prezzi non lontani da quelli già visti sul modello cui subentrerebbe. Aspettarsi un rincaro è lecito, ma è altrettanto legittimo pensare a una versione 4G base acquistabile a meno di 400 euro.