Google Pixel 3 e Pixel 3 XL sono stati chiacchierati intensamente nei mesi precedenti la presentazione del 9 ottobre 2018, e tra le caratteristiche al centro delle voci poi confermate da Google nel corso dell’evento c’è stata anche la ricarica wireless.

Quasi ovvio che Big G sfruttasse la novità per presentare un apposito accessorio coerente con quella filosofia aziendale che negli anni ha saputo affascinare parecchi appassionati. Scopriamo insieme ciò che Google Pixel Stand ha da offrire a coloro che decideranno di esporne uno in casa.

Indice:

Specifiche tecniche di Google Pixel Stand

Nella descrizione di Google Pixel Stand partiamo dalle “crude” specifiche tecniche. L’accessorio di Big G, nonostante sia stato svelato contestualmente ai Pixel di terza generazione e abbia tra i propri punti di forza un’esperienza utente strettamente particolarizzata ai nuovi gioiellini, è compatibile con qualunque gadget che supporti la ricarica senza fili secondo lo standard Qi.

La potenza massima trasferita al device che gli si poggia sopra, sia in verticale che in orizzontale, è di 10 watt, mentre quella assorbita dall’alimentatore di rete è di 18 watt. Il collegamento tra la fonte energetica e lo Stand avviene tramite un cavo USB-C – USB-C (di un metro e mezzo) incluso in confezione insieme ad una guida rapida all’uso.

Design di Google Pixel Stand

Come ci ha insegnato l’esperienza, Google è solita curare in modo maniacale l’estetica dei propri prodotti, e Google Pixel Stand non fa eccezione. La basetta misura 92 millimetri di diametro, 105 millimetri di altezza e pesa 160 grammi. È realizzata in policarbonato e viene offerta nella sola colorazione grigia, adatta ad ogni gusto e a qualsiasi contesto.

La colorazione della parte inferiore di Pixel Stand, quella in silicone da poggiare sulla scrivania o sul mobile, richiama fortemente quella di un altro prodotto di successo in casa Google, ossia l’Home Mini: è in arancione, un elemento a contrasto che spezza la monotonia del grigio e dà quel tocco di brio in più all’accessorio.

Software di Google Pixel Stand

Google Pixel Stand non è un accessorio venduto a prezzo di saldo (ma di questo parleremo più avanti), e le richieste vengono giustificate dalla profonda integrazione software con i nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL. È questo il punto di maggiore differenziazione tra il Pixel Stand e le comuni basette presenti sul mercato a prezzi decisamente inferiori.

Una volta poggiato il Pixel 3 sullo Stand ha inizio la ricarica rapida. Ma non solo, perché a rubare la scena è Google Assistant, l’assistente intelligente di Mountain View. Già l’Always On Display avverte dell’integrazione con un “Come posso aiutarti?”, e la coppia assume delle potenzialità simili a quelle offerte da prodotti più specifici come i Google Home (nuovo Hub incluso).

In aggiunta a questo, il Pixel 3 sullo Stand dà luogo a delle funzioni decisamente smart. Anzitutto può entrare in una sorta di modalità cornice digitale dalla quale può mostrare le foto degli album di Google Foto, e se nel frattempo dovessero suonare alla porta lo schermo del Pixel 3 mostrerebbe le immagini provenienti dalla videocamera del citofono (per il momento sono compatibili solo quelli di Nest).

Inoltre, il Pixel 3 entra automaticamente in modalità non disturbare se viene poggiato sullo Stand poco prima di andare a letto e la mattina successiva, circa mezz’ora prima della sveglia, illuminerà il display di una colorazione che simula l’alba ad intensità sempre crescente fino all’orario impostato la sera precedente, per mostrare poi delle informazioni contestuali al momento della giornata come gli impegni, il meteo, le previsioni sul traffico e le notizie.

Immagini di Google Pixel Stand

Prezzo e uscita di Google Pixel Stand

Tutto molto bello, ma quanto costa Google Pixel Stand? La risposta è semplice: più delle basette di ricarica wireless classiche, ma l’integrazione profonda con Pixel 3 e Pixel 3 XL lo posiziona in una nicchia in cui non c’è (e non ci sarà) alcun prodotto sostitutivo.

Il prezzo stabilito per l’Italia è di 79 euro con spedizione gratuita, e si può acquistare dallo Store di Google a questo indirizzo.