Google Pixel 9 Pro, il modello di mezzo dell’attesa serie flagship Made by Google che conosceremo al tramonto di questo 2024, si mostra dal vivo in alcuni scatti che lo ritraggono da solo e in compagnia di un iPhone 14 Pro Max.

Questi scatti mostrano il design (in linea con tutti i rumor trapelati in precedenza) di quello che potrebbe essere a tutti gli effetti un flagship compatto, mettendo in evidenza le differenze estetiche con i rappresentanti della serie Pixel 8 e svelando alcune specifiche di base su cui potrà contare il dispositivo.

Questo è Google Pixel 9 Pro

Già da tempo si susseguono numerosi rumor riguardanti la prossima serie di smartphone flagship targata Google, che sarà composta da tre modelli, ovvero Google Pixel 9, Pixel 9 Pro e Pixel 9 Pro XL, o addirittura quattro (includendo il prossimo pieghevole che potrebbe chiamarsi Pixel 9 Pro Fold).

La gamma Pixel 9 non sarà composta da smartphone giganti ma sarà caratterizzata da due compatti (“base” e Pro), con dimensioni simili a quelle di un Pixel 8, e da un modello dalle dimensioni più generose (Pro XL) ma comunque in linea con quelle di un Pixel 8 Pro.

Negli ultimi mesi sono trapelati i render in alta qualità dei tre flagship canonici, grazie ai quali abbiamo appreso il cambio di rotta sul fronte del design, evoluto ma mai stravolto sin dal lancio dei Pixel 6 del 2021, serie che ha introdotto l’iconica Camera Bar. Quest’anno le carte in tavola sembrano destinate a cambiare, con l’addio alla Camera Bar e tratti generali che sembrano più in linea con quelli degli smartphone più in voga del momento.

A dare ulteriore credito a tutti i render trapelati finora, arrivano alcuni scatti dal vivo (condivisi con un portale russo da una fonte anonima e mostrati nella galleria sottostante) con protagonista un prototipo di Google Pixel 9 Pro, immortalato da svariate angolazioni e messo a confronto (dimensionale) con un iPhone 14 Pro Max (riconoscibile grazie alla colorazione Viola scuro), svelando tutte le sue carte sul fronte della compattezza (la fonte parla di dimensioni simili a quelle di un iPhone 15 Pro).

Design: confermato il cambio di rotta rispetto ai precedenti Pixel

La Camera Bar è stata sostituita da una barra ovale che non si estende fino ai bordi laterali raccordandosi da essi, ma costituisce a tutti gli effetti un’isola, piazzata in alto, al centro della scocca posteriore, qua nera con finitura opaca. I bordi laterali, che si estendono fino alla scocca posteriore, sono molto più piatti rispetto al passato, riprendendo i concetti messi in campo da Apple con le ultime generazioni di iPhone e viste anche su dispositivi del panorama Android (ad esempio, con Samsung Galaxy S24), e possono contare su una finitura lucidata a specchio (i bordi della nuova isola fotografica, pur essendo metallici, non hanno finitura lucida).

Cambia anche il raggio di curvatura dei quattro angoli, decisamente più spinto rispetto ai Pixel 8 (che già offrivano raggi di curvatura più spinti rispetto ai Pixel 7). Altre differenze possono essere riscontrate sul collocamento di vari elementi sui bordi: nulla di nuovo per quanto concerne il bordo superiore (che ospita l’antenna 5G mmWave) e il bordo destro (che ospita il pulsante di accensione/spegnimento e il bilanciere del volume); le novità sono invece riscontrabili sul bordo sinistro, ora totalmente “pulito” dal momento che il carrellino della SIM è stato spostato sul bordo inferiore, che perde la “simmetria” ottenuta grazie alle due feritoie per microfono e speaker principale poste ai lati della porta USB-C. Adesso troviamo il carrellino della SIM e il foro per il microfono principale (a destra della USB-C) e lo speaker principale (a sinistra della USB-C).

Google Pixel 9 Pro: emergono nuovi dettagli sulle memorie

Uno degli scatti trapelati, mostra Google Pixel 9 Pro (elemento confermato dalla dicitura Caiman alla voce “Product revision”) nella schermata della Fastboot Mode.

Da questa schermata apprendiamo che lo smartphone monta un modulo RAM da ben 16 GB (contro i 12 GB presenti su Pixel 8 Pro) realizzato da Micron (quasi certamente si tratta di un modulo LPDDR5X nonostante la dicitura LPDDR5), mentre lo spazio di archiviazione, in questo caso specifico da 128 GB (segno che Google potrebbe non abbandonare questo risicato taglio di memoria) sarà realizzato da Samsung.

Google Pixel 9 Pro scatto leak - dettagli bootloader

Quando arriveranno i Google Pixel 9?

Google Pixel 9, Pixel 9 Pro e Pixel 9 Pro XL ruoteranno attorno al SoC Tensor G4, realizzato ancora una volta dal colosso di Mountain View in collaborazione con Samsung e utile per sdoganare tante novità sul fronte dell’intelligenza artificiale, e dovrebbero vantare il nuovo modem Exynos 5400, dipinto come soluzione in grado di migliorare performance ed efficienza della connessione dati (rete mobile) e aggiungere il supporto alla connettività satellitare.

Per il resto, a differenza del modello base che dovrebbe essere dotato di un modulo fotografico doppio e di qualcosina in meno sul fronte della RAM, i due modelli “Pro” avranno un modulo fotografico triplo e dovrebbero differenziarsi tra loro esclusivamente per quanto concerne le dimensioni generali e la diagonale del display.

Il lancio della serie Google Pixel 9 è previsto nella seconda metà del 2024, più precisamente nelle prime fasi dell’autunno (l’inizio di ottobre sembra il periodo più caldo per l’annuncio). Nei prossimi mesi, i rumor sui prossimi flagship del colosso di Mountain View continueranno a intensificarsi e nulla vieta che potremmo assistere a qualche teaser durante il Google I/O 2024 del prossimo 14 maggio.

Non perderti

Recensione Google Pixel 8 Pro: il primo smartphone che ti porge l’IA in mano