Redmi K30 Pro

Xiaomi Mi 10T Pro dovrebbe essere uno dei primi smartphone Android del produttore cinese, insieme al fratello minore Xiaomi Mi 10T, a poter contare su un modem 5G integrato. Ce lo aspettiamo come una versione internazionale di Redmi K30 Pro, come accaduto nel 2019 con i modelli cui subentrerebbe, con a bordo chicche interessanti come un Qualcomm Snapdragon 865, un display OLED da oltre i 6 pollici e mezzo e col medesimo sistema pop-up per togliere di mezzo notch, fori o altro. Ma andiamo a scoprire tutti i dettagli emersi su Xiaomi Mi 10T Pro: ecco ciò che sappiamo al momento riguardo caratteristiche tecniche, design, software e funzioni, immagini, prezzo e data di uscita.

Caratteristiche tecniche di Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro e Redmi K30 Pro potrebbero essere praticamente lo stesso smartphone, esattamente come accaduto con i predecessori (rispettivamente Xiaomi Mi 9T Pro e Redmi K20 Pro). La differenza principale risiederà nei mercati: il primo pervisto per l’Europa, Italia compresa, salvo imprevisti, mentre il secondo vedrà la luce in Cina nella prima metà del 2020.

Come anticipato, Xiaomi Mi 10T Pro potrebbe essere uno dei primi smartphone della casa di Shenzhen a poter contare su un modem 5G integrato, come anticipato dallo stesso Lu Weibing, vicepresidente di Xiaomi Group e general manager del brand Redmi.

In base alle indiscrezioni finora trapelate, lo smartphone non dovrebbe discostarsi molto a livello estetico dal predecessore: proprio per questo potremmo trovare a bordo un display OLED da 6,5 pollici o poco più con una risoluzione FullHD+ (1080 x 2340 pixel), 120 Hz di refresh rate, cornici molto sottili, Corning Gorilla Glass 6 e sensore di impronte di tipo ottico integrato. Niente notch e fori nemmeno stavolta, secondo le prime immagini trapelate di Redmi K30 Pro.

Uno dei principali cambiamenti rispetto a Mi 10T “normale” dovrebbe essere costituito dal SoC: se Xiaomi decidesse di seguire le orme del 2019, a bordo di Xiaomi Mi 10T Pro potrebbe trovare posto il top di gamma Qualcomm Snapdragon 865, un chipset realizzato con processo produttivo a 7 nanometri e dotato di una CPU octa core a 2,84 GHz affiancata a una GPU Adreno 650. Probabile che ad accompagnare il chipset saranno 8 GB di RAM LPDDR4 e 64, 128 o 256 GB di memoria interna UFS 2.1, forse non espandibili.

Il comparto fotografico ce lo aspettiamo migliorato rispetto al suo predecessore, con una quadrupla fotocamera posteriore con sensore principale da 64 megapixel Sony IMX686, secondario grandangolare, teleobiettivo e magari un sensore ToF. La fotocamera anteriore potrebbe raddoppiare ma ricalcare quella dello scorso anno, trovando posto nel meccanismo a scomparsa, stavolta sulla sinistra.

Lato sensori e connettività non ci dovrebbero essere mancanze, con 5G, 4G/LTE, Wi-Fi 802.11 ac dual band, Bluetooth 5.0, dual SIM, GPS dual band, GLONASS, NFC, porte USB Type-C e jack audio da 3,5 mm, così come per quanto riguarda i sensori. La batteria dovrebbe toccare quota 4.700 mAh ed essere compatibile con la ricarica veloce a 33 watt.

Design di Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro dovrebbe riprendere quasi del tutto il design di Redmi K30 Pro che a sua volta ce lo aspettiamo simile al modello del 2019. La parte frontale dovrebbe essere caratterizzata da cornici molto ridotte, un risultato raggiungibile grazie allo spostamento della fotocamera frontale all’interno del meccanismo a scomparsa con un’ottimizzazione degli spazi ancor più estrema.

Rispetto a Redmi K30 Pro ci si aspetta ovviamente un cambiamento importante nella back cover, con un modulo fotocamere che dovrebbe svilupparsi sempre in verticale ma piazzato al centro, circondato da una finitura particolare che mima una sporgenza a oblò. Possibile anche qualche differenza nelle colorazioni da commercializzare, stesso discorso per le dimensioni che dovrebbero aumentare rispetto ai valori registrati dal predecessore, che misura 156,7 x 74,3 x 8,8 mm.

Software e funzioni di Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro potrà quasi sicuramente contare sulla MIUI 11, la personalizzazione del produttore cinese basata su Android 10. Parliamo di un’interfaccia utente che integra tante funzionalità e risulta molto diversa rispetto alla versione stock del robottino verde. Rispetto alla versione precedente, a bordo della MIUI 11 troviamo la modalità scura, una modalità Always on Display più ricca e migliore, strumenti per l’utenza professionale con modalità di risparmio energetico e tanto altro ancora, comprese varie app proprietarie su cui far riferimento. Per il resto, non dovrebbero mancare nemmeno una versione aggiornata della Game Turbo, un software fotografico più curato e ricco di funzioni AI, la tecnologia Hi-Res audio e altre funzionalità che Xiaomi annuncerà in fase di debutto.

Uscita e prezzo di Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020, probabilmente nelle stagioni più calde. Il prezzo sarà molto probabilmente uno dei suoi punti di forza, ma con la presenza del modulo 5G integrato è lecito aspettarsi cifre più elevate di quelle di Mi 9T Pro; ma è verosimile aspettarsi una versione base a 500 euro o poco più.