Huawei Mobile Services (HMS) è la soluzione della casa di Shenzhen che, a partire da Huawei Mate 30 e Huawei Mate 30 Pro, torna a galla per i noti motivi relativi al ban. Si tratta in sostanza di un pacchetto di funzioni alternativo ai servizi di Google. Huawei ID, AppGallery e Huawei Video sono solo alcuni degli elementi di cui gli Huawei Mobile Services sono dotati. Ma per le loro funzioni, i dettagli e la compatibilità lasciamo la parola ai paragrafi a seguire.

Cosa sono gli HMS, i Huawei Mobile Services

Che gli HMS diventati particolarmente popolari è cosa alquanto nota. L’esclusione dei servizi di Google dalla famiglia dei Mate 30 li ha colpiti di rimbalzo traghettando l’interesse del grande pubblico verso quella che è diventata di fatto una vera e propria alternativa.

E se prima dell’episodio Huawei dell’annosa guerra commerciale fra Cina e USA la faccenda era relegata a una nicchia di appassionati e utenti che, fondamentalmente, guardavano da lontano tutto ciò che circonda Huawei Mobile Services, ora la questione diventa più delicata sia per gli utenti, sia per la stessa Huawei che, per inciso, a partire da metà 2019 ha incominciato a investire parecchio nella questione.

Comunque, per chi non lo sapesse Huawei Mobile Services offre agli smartphone della casa di Shenzhen varie funzioni come Huawei ID, Huawei Mobile Cloud, Huawei AppGallery, Huawei Video, Huawei Themes, Huawei Browser e Huawei ScreenMagazine. Insomma, un’equipe piuttosto completa capace di offrire un po’ di tutto: da un browser per navigare, a un’app per temi e wallpaper, passando per le funzioni dedicate all’intrattenimento e all’archiviazione via cloud. Non siamo ai livelli della completezza cui Google ci ha abituati finora, ma la base da cui partire è solida.

Dettagli di Huawei Mobile Services

Ma entriamo ora nel dettaglio dei singoli servizi offerti da HMS, servizi che in tal caso prendiamo uno per uno. Tutto parte da Huawei ID, il nucleo centrale da cui parte tutta la rete delle funzioni degli Huawei Mobile Services. È la basa in cui si trovano i nostri dati personali, le informazioni su di noi, le nostre credenziali per accedere all’ecosistema di Huawei, quindi alle app. Huawei ID serve a collegare il tutto alla stregua di un più comune account Google, con tanto di possibilità di caricare su i contatti, i messaggi e le password Wi-Fi sul cloud.

E proprio per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, la casa di Shenzen può godere di Huawei Mobile Cloud, un’app che ci permette di eseguire i backup (automatici o meno), il ripristino dei dati e delle impostazioni di fabbrica del nostro smartphone come pure di sincronizzare i dati e trasferirli fra dispositivi differenti. Non manca ovviamente la possibilità di memorizzare i file e accedervi in maniera sicura. Fra le funzioni interne c’è Galleria Cloud, la sede in cui possono essere caricati su cloud foto e video, dati che complessivamente possono ammontare a un massimo di 5 GB, gratuiti, con la possibilità di espandere lo spazio d’archiviazione fino a 2 TB.

Al posto del Play Store di Google, c’è AppGallery a far le veci di negozio di app a cui riferirsi. Si tratta di uno store in via di sviluppo che offre da parte sua un alto livello di sicurezza, classifiche diversificate delle app e dei giochi, Smart Manager per gestire gli aggiornamenti e di tante altre funzioni che potete scoprire nel nostro approfondimento dedicato.

Huawei Browser è, come intuibile, l’alternativa a Google Chrome e concorrenza varia, un’app che al momento è ancora in via di definizione ma che da parte sua gode già di chicche come la modalità scura, la navigazione privata e vari strumenti di controllo.

Huawei Video è un altro dei punti forti degli Huawei Mobile Services, lo spazio dedicato all’intrattenimento che, tramite la sottoscrizione di un abbonamento mensile (4,99 euro), gratuito per il primo mese, consente di accedere a un ampio catalogo di film, documentari e serie TV.

Per quanto riguarda infine la personalizzazione, il colosso cinese riserva ai suoi utenti Huawei Themes e Huawei ScreenMagazine, due app che ci permettono di pescare da una vasta distinta di temi e sfondi, le personalizzazioni che più ci piacciono scegliendo fra un’ampia galleria di soluzioni con icone personalizzate, font di vario genere e immagini sempre nuove.

Compatibilità di Huawei Mobile Services

Gli HMS sono disponibili e compatibili con tutti gli smartphone Huawei e, a seconda dei singoli casi, per i vari dispositivi mobili del produttore, compresi smartwatch e smartband. Per ulteriori informazioni e novità potete far fede al sito ufficiale dedicato che trovate seguendo questo link.

Al momento l’unico smartphone in circolazione ad avere esclusivamente gli HMS è Huawei Mate 30 Pro, tutti gli altri smartphone a marchio Huawei hanno sia gli HMS che i GMS, ovvero i servizi Google.