Android 15 potrebbe a breve introdurre un nuovo screensaver (salvaschermo) chiamato Home Controls(controlli domestici) che consente agli utenti di semplificare l’accesso ai controlli della propria casa. Infatti, in questo modo, gli utenti avrebbero la possibilità di accedere in maniera rapida ai controlli domestici impostandoli come salvaschermo.

Che cos’è la “Casa intelligente” di Google

Il modello di “Casa intelligente” di Google permette agli utenti di controllare direttamente i loro dispositivi mobili, i quali, all’interno dell’ “ecosistema domestico” sono completamente integrati e interconnessi. Gli utenti, infatti, hanno la possibilità di utilizzare la funzione di Google Assistant su qualsiasi schermata così da controllare rapidamente i propri dispositivi con il solo utilizzo del comando vocale. Oppure, possono aprire l’applicazione Google Home per modificare le impostazioni a seconda delle proprie esigenze.

Inoltre, a partire dalla versione Android 12, gli utenti hanno la possibilità di accedere al dashboard di controllo della propria smart home cliccando su un riquadro delle Impostazioni Rapide o selezionando un collegamento alla schermata di blocco. Nella prossima versione di Android, ossia Android 15, gli utenti avrebbero modo di accedere ai propri dispositivi Google Home dal salvaschermo.

Qual è la novità del salvaschermo di Android 15

Nonostante il nuovo salvaschermo non sia attualmente disponibile nelle ultime versioni di Android 15 Developer Preview 2 e Android 14 QPR3 Beta 2.1, il sito internet Android Authority ha dichiarato di essere riuscito a sbloccarlo manualmente. Una volta attivo, il salvaschermo “Home Controls” viene visualizzato insieme ad altri screensaver in Impostazioni > Display > Screensaver.

Lo screensaver “Home Controls” di Android 15

Il nuovo salvaschermo, però, non mostra altro che i controlli Google Home aggiunti dagli utenti e l’ora corrente rilevata a seconda della posizione. L’interfaccia è la stessa che si presenta con Android 14, nel momento in cui gli utenti decidono di impostare l’app Google Home come provider di controlli del dispositivo Android e aprono il dashboard dei controlli tramite il riquadro di Impostazioni rapide o il collegamento alla schermata di blocco.

Il salvaschermo “Home Controls” di Android 15, però, presenta anche delle novità. In particolare, il nuovo screensaver è fornito dall’applicazione SystemUI e non da Google Home. Tuttavia, dato che per ora sembra funzionare solo con Google Home, le altre applicazioni della “Casa intelligente” dovranno creare i propri salvaschermi. L’aspetto positivo consiste nel fatto che questo nuovo screensaver potrebbe essere disponibile in Android 15 sui dispositivi non-Pixel. Infatti, il codice che lo implementa si trova nel percorso com.android.systemui, anziché in com.google.android.systemui. Dovrebbe quindi essere incluso nell’applicazione SystemUI di AOSP nel prossimo futuro.