Dopo la presentazione della nuova generazione di pieghevoli Android, composta da Galaxy Z Fold5 e Galaxy Z Flip5, l’attenzione sui futuri modelli del produttore si sposta non solo sulla serie Galaxy S24, ma anche sulla fascia media: manca ancora qualche mese al lancio di Samsung Galaxy A55, ma possiamo già iniziare a dare uno sguardo alle prime indiscrezioni e a delineare un primo possibile identikit del dispositivo in arrivo. Vediamo cosa sappiamo sullo smartphone e quali miglioramenti ci aspettiamo.

Samsung Galaxy A55: cosa sappiamo delle specifiche e cosa ci aspettiamo

Per il momento non sappiamo se lo smartphone si chiamerà solo Samsung Galaxy A55 o se il produttore continuerà ad aggiungere la dicitura 5G: ormai la connettività di quinta generazione è nella norma e dubitiamo che sarà commercializzata una variante 4G, ma Samsung potrebbe comunque voler dare continuità al nome. A livello di specifiche tecniche non è trapelato ancora nulla (o quasi), ma possiamo comunque iniziare ad “anticipare” quello che potremmo vedere tra qualche mese.

Lo schermo di Galaxy A55 sarà quasi certamente un AMOLED, con una diagonale in linea con quella del predecessore: Galaxy A54 5G offre un pannello Super AMOLED Infinity-O da 6,4 pollici a risoluzione Full-HD+, con refresh rate fino a 120 Hz e lettore d’impronte digitali integrato. Ci aspettiamo qualcosa di molto simile per Galaxy A55: se Samsung andrà a limare un pochino le cornici, potremmo anche salire leggermente oltre i 6,4 pollici, ma parliamo di millimetri.

Il cuore sarà probabilmente di nuovo targato Exynos, e sarà affiancato da almeno 6/8 GB di RAM e 128/256 GB di memoria interna. Visto quanto fatto con i flagship (con Snapdragon 8 Gen 2 For Galaxy), resta aperta una possibile finestra firmata Qualcomm, ma per ora è presto per dettagli precisi. Dal predecessore dovrebbe ereditare certificazione IP67 contro acqua e polvere, così come connettività 5G dual SIM, Wi-Fi 6, Bluetooth, GPS, NFC e porta USB Type-C. Improbabile, ma non impossibile, la presenza della connettività UWB (Ultra Wideband), dato anche il possibile lancio di Galaxy SmartTag 2.

Quali sono i miglioramenti che più ci aspettiamo da Samsung per il suo (per ora ancora presunto) Galaxy A55? La prima cosa che ci viene in mente è il supporto per la ricarica wireless, particolarmente richiesto dagli utenti e stranamente ancora latitante sui recenti modelli della gamma di fascia media. La concorrenza è sempre più agguerrita, quindi immaginiamo che questa volta il produttore possa integrarla. La batteria dovrebbe rimanere intorno ai 5000 mAh, sempre con caricabatterie non incluso nella confezione.

Sicuramente ci saranno passi avanti per quanto concerne il comparto fotografico: già sul modello uscito lo scorso marzo abbiamo un sensore principale e un sensore ultra-grandangolare di qualità interessante, ma ci aspettiamo miglioramenti per il terzo sensore. L’attuale macro da 5 MP non è particolarmente entusiasmante e sembra quasi messo lì per fare numero. Non sarebbe male vedere uno zoom ottico almeno 2x, visto che la fascia di prezzo non è comunque delle più economiche. D’altro canto ci sarebbe il rischio per Samsung di avvicinarsi troppo alla gamma Galaxy S, anche considerando il prezzo che avrà Galaxy S23 nel momento del lancio di Galaxy A55.

A livello software, Samsung Galaxy A55 uscirà con Android 14 e probabilmente con la One UI 6.0 (attualmente in fase beta sui Galaxy S23 e ricca di novità). Possibile che possa essere commercializzato direttamente con l’eventuale One UI 6.1, che debutterà teoricamente sulla serie Galaxy S24 con qualche ulteriore novità.

Design conservativo o rivoluzionato?

Samsung Galaxy A52 5G, Galaxy A52s 5G e Galaxy A53 5G sono smartphone piuttosto simili dal punto di vista del design. Tutti e tre vedono una parte anteriore caratterizzata da cornici relativamente sottili e foro per la fotocamera, e una parte posteriore con modulo fotografico a sbalzo, che integra i tre obiettivi principali disposti in verticale, “a semaforo”. Un cambiamento è arrivato lo scorso anno con Galaxy A54 5G (nell’immagine qui sotto), che ha visto il design uniformarsi a quello della serie Galaxy S23: frontalmente non ci sono stati grandi modifiche, mentre sul retro gli obiettivi fotografici sono incastonati direttamente nella scocca, sempre uno sopra l’altro.

Le indiscrezioni riguardanti la serie Galaxy S24 puntano su un aspetto conservativo, soprattutto per quanto riguarda Galaxy S24 e Galaxy S24+, di conseguenza non ci aspettiamo grandi modifiche lato design per Galaxy A55. La speranza degli utenti è probabilmente quella di vedere limate un po’ di più le cornici anteriori, che su Galaxy A54 5G risultano sottili ma nemmeno troppo. Resterà sicuramente dov’è il foro centrale per la fotocamera, visto che le soluzioni sotto al display non hanno per ora ottenuto i riscontri desiderati. Sul retro potremmo vedere obiettivi fotografici disposti in modo molto simile, con cambiamenti solo nelle colorazioni. Samsung tornerà “indietro” e abbandonerà la plastica in favore di altri materiali? Presto per dirlo, ma è improbabile se il produttore vorrà mantenere i prezzi contenuti.

Quando dovrebbe uscire Samsung Galaxy A55 e a quale prezzo

Samsung dovrebbe mantenere lo stesso periodo di lancio dei modelli precedenti (Galaxy A52 5G, Galaxy A53 5G e Galaxy A54 5G): negli ultimi anni lo smartphone di fascia media della serie Galaxy A5* è sempre stato presentato intorno a metà marzo, quindi ci aspettiamo un debutto di Galaxy A55 entro l’inizio della primavera 2024. Non è da escludere qualche modifica alla tabella di marcia, visto che alcuni modelli, come Galaxy A51 5G e Galaxy A50 sono stati presentati rispettivamente ad aprile 2020 e febbraio 2019: probabilmente la cosa dipenderà anche dal lancio della serie Galaxy S24, alla quale sarà lasciata qualche settimana di spazio.

Capitolo prezzi: per il momento non sono trapelate indiscrezioni al riguardo, ma non dovremmo discostarci troppo da quelli dello scorso anno. In attesa di ulteriori dettagli, possiamo rimanere sul range tra i 449 e i 499 euro. Dipenderà anche dal taglio di memoria “base”: se rimarrà quello da 128 GB, è più probabile che la cifra resti sotto quota 500 euro. Come sempre, Samsung proporrà delle offerte di lancio che contribuiranno a far scendere piuttosto rapidamente il listino.

Continuate a seguirci perché nei prossimi mesi ci sarà tanto da dire su Samsung Galaxy A55. Voi cosa vi aspettate dallo smartphone di fascia media?

In copertina Samsung Galaxy A54 5G

Potrebbe interessarti: Recensione Samsung Galaxy A54 5G: ben bilanciato e capace di ottime foto