Uno degli aspetti che affligge apparentemente in negativo gli smartphone Huawei è l’assenza delle applicazioni e dei servizi Google. Scriviamo apparentemente in quanto uno smartphone Android non diventa inutilizzabile senza tali app, semplicemente cambiano alcuni riferimenti che spesso si danno per scontato nel sistema. Huawei ha sviluppato e continua a sviluppare applicazioni alternative come AppGallery come store delle applicazioni, Huawei Video per vedere film in abbonamento, Huawei Musica per ascoltare musica e via dicendo.

Se però non riuscite proprio a fare a meno delle applicazioni Google, sappiate che c’è un modo non ufficiale per poterle installare anche su quegli smartphone che non ce le hanno. Tale procedura non è una semplice installazione degli APK (i file di installazione delle app su Android) bensì opera più in profondità di conseguenza è un modo molto ricercato, complicato e potenzialmente instabile. Nei mesi scorsi si sono succedute diverse procedure e questa resta l’unica funzionante (e comunque non al 100%).

Attenzione: come già detto la procedura non è ufficiale, noi di TuttoAndroid non ci assumiamo responsabilità riguardo malfunzionamenti o problemi di sicurezza, in questo approfondimento vi daremo un’ampia panoramica su come funziona il metodo e cosa offre tuttavia arriva da sviluppatori terzi di cui non conosciamo l’identità né le intenzioni benevoli o malevoli che siano.

Questo metodo per installare le Google Apps sugli smartphone Huawei è valido su (quasi) tutti quei prodotti della casa che nascono con solo gli HMS, ovvero:

Purtroppo funziona solo sugli smartphone Huawei o Honor HMS con Android 10, non con Android 9.

Ovviamente non è necessario su smartphone come Huawei P30 Pro, Huawei P30 Lite, Huawei Nova 5T, etc.. in quanto hanno e continueranno ad avere pre-installate tutte le Google Apps.

Aggiornamento 6 maggio 2020: abbiamo aggiornato l’articolo con un metodo realizzato da noi mediante una combinazione di più guide, verificato e funzionante su quasi tutti gli smartphone (anche i più problematici): Huawei P40 Lite, Huawei P40, Huawei P40 Pro, Huawei Mate Xs;

Iniziamo a vedere la procedura.

Video guida

Guida all’installazione delle Google App

Passaggio 1: requisiti

Per installare i Google Mobile Services (GMS) sugli smartphone Huawei HMS sono necessari:

Il primo passo consiste nel decomprimere l’archivio ZIP scaricato, de-comprimerlo e caricare le 2 cartelle all’interno della vostra memoria che collegherete poi via USB.

Passaggio 2: ripristinare il backup su smartphone

A questo punto dobbiamo ripristinare sullo smartphone il backup che è presente nella cartella “Huawei”. Per farlo vi basta collegare la chiavetta USB alla porta Type-C, controlla che la memoria venga letta tramite l’applicazione “Gestione File”, dopodiché procedi come segue:

  • sullo smartphone vai in Impostazioni;
  • entra in Sistema e aggiornamenti;
  • e poi in Backup e ripristino;
  • seleziona: Backup dei dati;
  • seleziona: Memoria esterna;
  • e infine: Memoria USB
  • scegli il set di dati di backup “21 Maggio 2020, 14:49, HUAWEI P40 PRO” (il nome dello smartphone è ininfluente), seleziona “App e dati”, togli entrambi i flag da Aurora Store che non ci serve e, premi ok e poi ripristina. Come password utilizza: kalextek2020

Con questo passaggio in pratica andremo ad installare una applicazione importanti per poter procedere con la procedura: Lzplay (“app con la G vuota).

Passaggio 3: installare le applicazioni Google

Se vi recate sulla homescreen adesso troverete le due applicazioni che abbiamo citato alla fine del passaggio precedente. Adesso è necessario compiere una serie di passaggi cui dovete prestare molta attenzione:

  • apri l’applicazione “Gestione File”, poi Categorie, e recatevi all’interno della memoria USB, quindi nella cartella “00 Google Installation”;
  • installare le 4 applicazioni presenti nella sequenza indicata dai numeri tra parentesi;
  • torna alla home e apri Lzplay (l’applicazione con la G viola che trovi sulla homescreen), premi “Abilita” e consenti le richieste, dopodiché premi il pulsante Blu in basso e quello blu nel pop-up che appare. ATTENZIONE: se si apre subito un pop-up con due voci, una bianca e una blu, vuol dire che l’applicazione non si è installata correttamente, dovete fare un reset dello smartphone e ripetere la procedura SENZA aggiornare l’applicazione Backup da AppGallery.

Questa applicazione, come si può vedere, richiede moltissimi permessi, questo è fondamentale per riuscire ad installare le applicazioni di Google in maniera corretta ma proprio questo passaggio implica un po’ di cautela. Nessuno ha mai lamentato di problemi o attività sospette sullo smartphone ma è nostro dovere sottolineare il fatto che con questi permessi offerti a un’applicazione di origine sconosciuta, potrebbe mettere a rischio i vostri dati o la vostra privacy.

Se sei consapevole di voler continuare clicca il pulsante Attiva per concedere l’accesso di amministrazione, dopodiché premi il pulsante blu, dopodiché:

  1. esci dall’applicazione;
  2. torna in Gestione file e installa il quinto file e il sesto file;
  3. adesso vai in Impostazioni, Utenti e account, Aggiungi account, Google e configura il tuo indirizzo email (attenzione, configurare più account sembra non funzionare, tips by @peterliuk);
  4. torna in Gestione file e installa il settimo file;
  5. torna alla Homescreen e prova ad aprire il Play Store. Potrebbe dare degli errori fallendo l’avvio, riprova più volte altrimenti riavvia lo smartphone;
  6. una volta riavviato controlla che il Play Store si avvii e carichi, potrebbe impiegare fino a 2 minuti (clicca Riprova più volte). Una volta caricato (potrebbero comparire degli errore del Play Services) vai in ImpostazioniAppApp e premi i tre punti in alto. Poi Mostra processi di sistema;
  7. cerca Google Play Services, aprilo, premi su Termina più volte finché non diventa più cliccabile e poi Disinstalla;
  8. esci e torna in Gestione file e installa l’ottavo file (GMS Core Mod 1);
  9. riapri il Play Store per controllare che funzioni correttamente, dovrebbero persistere gli errori del Play Services;
  10. vai in ImpostazioniAppApp e premi i tre punti in alto. Poi Mostra processi di sistema;
  11. cerca Google Services Framework e aprilo, premi su Memoria, poi Cancella cache e poi Cancella dati;
  12. riapri il Play Store per controllare che si apra correttamente, a questo punto dovrebbero essere scomparse le notifiche di errore del Play Services;
    1. se continuano ad apparire le notifiche di errore del Play Services ripeti il passaggio 11;
    2. se il Play Store si avvia ma mostra un messaggio di errore con un pulsante “Riprova”, cliccalo più volte o pazienta un paio di minuti, se non si risolve, riavvia lo smartphone; se anche questo non risolve ripeti il passaggio 11 per 3 volte, poi torna indietro nel menu “App” e clicca “Google Play Store” e quindi “Memoria” e infine “Svuota cache”, torna in Gestione File e re-installa l’applicazione numero (7) e riparti dal punto 12;
  13. metti il telefono in modalità aereo;
  14. vai in ImpostazioniAppApp e premi i tre punti in alto. Poi Mostra processi di sistema;
  15. cerca Google Play Services e aprilo. Premi prima su Termina e poi Disinstalla;
  16. Torna in Gestione file e installa il nono file (GMS Core Mod 2);
  17. Riavvia lo smarpthone e disconnetti l’adattatore con la penna USB;
  18. Una volta riattivato disattivate la modalità aereo.

Se al riavvio continueranno a comparire le notifiche di errore del Play Services, probabilmente qualcosa durante la procedura non è andato a buon fine, niente paura. Per risolvere devi:

  • recarti nelle Impostazioni, App, quindi App e cliccare su termina e disinstallata su queste app in sequenza:
    • Google Play Services;
    • Google Play Store;
    • Google Services Framework (che trovi cliccando i tre puntini e poi mostra processi nascosti).
  • a questo punto apri l’applicazione Gestione File e installa, in sequenza, queste tre applicazioni: (3), (4), e (7);
  • fatto questo ripeti la procedura dal punto 5 della guida precedente.

Se anche così non risolvi puoi tentare un reset e quindi ripartire da zero con la procedura, su alcuni smartphone funziona al primo colpo, su altri no.

In conclusione

Questo era davvero tutto al riguardo, come detto si tratta di una scappatoia, ovviamente non sarà mai come avere le Google Apps pre-installate ma è comunque una soluzione per tutte quelle persone che non vogliono rinunciarvi.

Il metodo qui illustrato è stato testato e verificato al 100% da noi su numerosi smartphone. Su alcuni la procedura è efficace al primo colpo, su altri invece si impiega un po’ di più e per questo abbiamo indicato tutte le eventuali alternative se si dovessero presentare intoppi, più in generale il consiglio è quello di continuare a provare finché non si riesce.

Gli unici limiti sono quelli di non poter aggiungere più account e che in caso di cambio password dovrete rifare la procedura da zero. Non dovrebbero esserci problemi invece dopo eventuali aggiornamento software, tuttavia non abbiamo avuto modo di verificare personalmente la cosa.