Bloccare le telefonate commerciali/pubblicitarie sul telefono fisso e mobile – Siete stufi di ricevere continuamente telefonate assillanti e fastidiose da parte dei call-center che cercano di farvi cambiare operatore della linea fissa o mobile, abbonare alla pay TV o a un diverso fornitore di energia elettrica o gas, e così via? Siete capitati nel posto giusto, perché oggi vi spieghiamo i metodi disponibili per difendervi da tutto ciò, sia sulla linea fissa che su quella mobile.

Qualche mese fa vi abbiamo già parlato di alcune applicazioni da installare (o anche integrate) sul vostro smartphone per bloccare le chiamate indesiderate, come Truecaller, Dovrei rispondere?, Calls Blacklist e così via, dunque potete fare riferimento anche a quella guida (Come bloccare chiamate e messaggi indesiderati su Android); tuttavia, se non volete installare app apposite o volete bloccare le “seccature” anche sul telefono fisso, sappiate che esiste un altro metodo che qui di seguito andiamo a spiegarvi.

Il Registro delle Pubbliche Opposizioni

Il Registro delle Pubbliche Opposizioni è un servizio completamente gratuito a tutela del cittadino che non vuole più ricevere telefonate per scopi commerciali o di ricerche di mercato; creato in conformità delle disposizioni del Decreto del Presidente della Repubblica n. 178 del 2010, è entrato in funzione il 31 gennaio del 2011; in questa sede vi spieghiamo come funziona e soprattutto come fare ad iscrivervi.

Innanzitutto per poter inserire il proprio numero di telefono, che sia fisso o mobile, è necessario che questo compaia negli elenchi telefonici pubblici, e questo costituisce un primo “limite”, in particolare per le numerazioni mobili; questo requisito è obbligatorio, se provate ad iscrivervi comunque non farete altro che ricevere il messaggio di errore seguente:

“Non è possibile procedere con l’operazione richiesta in quanto la numerazione non risulta presente negli elenchi pubblici aggiornati: si ricorda che il servizio è riservato agli abbonati che hanno dato il consenso all’inserimento della propria utenza telefonica negli elenchi pubblici.”

Come iscriversi e come funziona il Registro

Iscriversi è piuttosto semplice ed è possibile farlo in cinque modi, che siate persona fisica, giuridica, ente o associazione:

  1. tramite modulo elettronico via web: i dati da inserire sono numero, nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale (o p. IVA), indirizzo di posta elettronica.
  2. tramite telefono: chiamando il numero verde 800.265.265 dalla numerazione interessata, fornendo nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale (o p.IVA) e email (facoltativa).
  3. tramite posta raccomandata: compilando il modulo apposito e scrivendo su carta, specificando che l’operazione richiesta è “l’iscrizione”, numero, codice fiscale e email (facoltativa); da allegare copia del documento di identità e spedire a “GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – ABBONATI”, UFFICIO ROMA NOMENTANO, CASELLA POSTALE 7211, 00162 ROMA (RM).
  4. tramite fax: inviando al numero 06.54224822 una copia del documento di identità, codice fiscale, utenza da iscrivere (numero) e email (facoltativa), sempre specificando che l’operazione richiesta è “l’iscrizione”.
  5. tramite email: compilando il modulo scaricabile con i dati richiesti (numero, nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale e email) e inviandolo all’indirizzo di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it.

Vi suggeriamo senza ombra di dubbio di optare per il metodo numero 1, senz’altro il più semplice e immediato: richiede giusto qualche minuto del vostro tempo.

L’iscrizione è a tempo indeterminato, revocabile in ogni momento (anche nei giorni festivi), idonea alla contemporanea iscrizione di più numerazioni intestate allo stesso abbonato, sicura (l’accesso ai dati forniti dall’abbonato sarà effettuato solo per finalità ispettive da parte del Garante per la Protezione dei dati personali o dell’Autorità giudiziaria) e decade automaticamente quando si cambia intestatario o si verifica la cessazione dell’utenza. Una volta iscritti è possibile effettuare delle modifiche o fare richiesta di revoca utilizzando il codice utenza fornito.

E’ importante sottolineare che l’iscrizione al Registro delle Pubbliche Opposizioni mette al riparo dalle chiamate indesiderate di operatori di telemarketing che utilizzano come fonte gli elenchi telefonici pubblici; l’utenza è “vulnerabile” a telefonate da parte di soggetti a cui avete fornito consenzientemente i vostri dati.

Il Registro non funziona solo per gli abbonati, ma anche per gli operatori, definiti “qualunque soggetto, persona fisica o giuridica, che, in qualità di titolare del trattamento dei dati, intende avviare mediante il telefono attività a scopo commerciale, promozionale o  ricerche di mercato.” Essi sono obbligati a registrarsi al sistema e a comunicare la lista dei numeri che vogliono contattare, pena l’incorrere in sanzioni, secondo quanto previsto dal Codice della Privacy. Le imprese sono così in grado di ottimizzare il proprio lavoro, contattando solo i cittadini consenzienti che non sono iscritti al Registro.

Come inserire o reinserire il vostro numero negli elenchi pubblici

Avete tolto il vostro numero di telefono dagli elenchi pubblici ma venite continuamente tartassati da telefonate indesiderate? Ora vi spieghiamo cosa dovete fare per reinserirlo e ottenere così la possibilità di iscrivervi al Registro delle Pubbliche Opposizioni: il procedimento vale sia per i numeri fissi sia per quelli mobili.

Non si tratta di niente di particolarmente complicato, richiede però qualche minuto del vostro tempo; come prima cosa dovete scaricare il relativo modulo dal sito del vostro operatore fisso (TIM, Vodafone, Fastweb, etc. etc.) o mobile (Vodafone, TIM, Wind, Tre e così via), disponibile al download sui siti ufficiali (in alcuni casi è possibile anche rivolersi al servizio clienti): per facilitarvi il compito abbiamo inserito qui in fondo i link per i maggiori operatori, ma vi ricordiamo che i moduli possono essere ritirati anche nei punti vendita.

Durante la compilazione state bene attenti ai consensi che prestate: dato che il vostro intento è quello di evitare telefonate commerciali non dovrete fornire tale consenso, in particolare quello che si “allarga” alle società esterne; vi verrà inoltre chiesto di allegare fotocopie dei vostri documenti di identità per verificare l’autenticità della richiesta. Se per sbaglio vi doveste accorgere (anche dopo un po’ di tempo) di aver commesso qualche errore, niente paura, potrete modificare i dati tramite il successivo invio di un altro modulo compilato.

I moduli in questione valgono per l’aggiunta, la modifica o anche la cancellazione dei vostri dati dagli elenchi telefonici pubblici. Una volta terminata la compilazione non vi resta che spedirla: nella documentazione stessa vengono fornite tutte le indicazioni del caso, ma sappiate che generalmente può essere inviata per posta o per fax (in alcuni casi anche online).

Conclusioni e link

Siamo dunque giunti alla conclusione della nostra guida per bloccare le chiamate pubblicitarie fastidiose; vi ricordiamo ancora una volta che sul vostro smartphone Android sono disponibili anche altri mezzi per il blocco delle chiamate, che abbiamo visto nella precedente guida “Come bloccare le chiamate e i messaggi indesiderati su Android“.