Negli ultimi anni gli utenti mobili sono tenuti sotto assedio dalle telefonate spam: ecco perché molti cercano una soluzione efficace per bloccare chiamate indesiderate su smartphone Android. Tra risponditori automatici, call center non autorizzati e tentativi di truffe, molti possessori di un numero di telefono mobile ormai ricevono più telefonate indesiderate che chiamate da contatti leciti.

La colpa è spesso da attribuire ai call-center indisciplinati: i provider di prodotti e servizi si servono di agenzie di terze parti per contattare in modo capillare le numerazioni telefoniche a cui proporre svariate offerte. Non ci sarebbe neanche nulla di male, se gli utenti avessero aderito consapevolmente alla ricezione di telefonate per finalità di telemarketing su cellulare. Il problema è che spesso i numeri di telefono da contattare, tra cui è purtroppo presente anche il nostro, arrivano da fonti dubbie, le quali non hanno remora di preoccuparsi se l’utente abbia concesso o no il consenso al trattamento dei suoi dati per finalità di telemarketing.

bloccare chiamate indesiderate migliori app android

In Italia non abbiamo dati statistici a disposizione, ma si stima che negli Stati Uniti, soltanto nell’anno 2019, le chiamate automatiche promozionali siano state superiori a 50 miliardi: considerando la popolazione attuale, ogni cittadino americano avrebbe ricevuto, in media, 152 chiamate spam. Un numero impressionante, che per qualcuno arriva ad essere una seccatura costante, con diverse telefonate nell’arco di una sola giornata.

Difendersi in modo efficace dalle chiamate indesiderate è quindi diventato un imperativo, altrimenti si rischia di operare misure drastiche pur di poter vivere senza preoccupazioni e telefonate insistenti. Nei prossimi paragrafi tratteremo in dettaglio come bloccare chiamate indesiderate, in particolare menzionando le migliori app per chiamate indesiderate, così da fornire gli strumenti giusti a tutti coloro che vogliono difendersi dallo spam invasivo.

Come bloccare le telefonate indesiderate su Android

Da anni il software made in Google ha introdotto delle opzioni utili a porre un freno alle chiamate spam, consentendo di bloccare i numeri di telefono indesiderati. Si tratta però di una soluzione poco efficace, in quanto costringe l’utente ad inserire manualmente il numero di telefono incriminato in un’apposita lista nera (black list). Dal momento in cui la numerazione viene inserita nella black list, non sarà più possibile ricevere chiamate e messaggi di testo.

Ogni vendor di telefoni Android, anche utilizzando un fork come OxygenOS, EMUI e MIUI, offre questa opzione nell’app dialer dei propri prodotti. Come dicevamo pocanzi, si tratta però di un metodo poco efficace, soprattutto non mette al riparo l’utente dalle chiamate spam: l’obbiettivo dovrebbe essere quello di bloccare queste telefonate ancor prima che queste arrivino all’utente.

Ecco perché abbiamo raccolto alcune delle migliori app per bloccare chiamate indesiderate che è possibile scaricare oggi sul Play Store di Google: con queste riuscirete a liberarvi della maggior parte dei seccatori.

Google Dialer

Molti telefoni Android integrano nativamente il blocco chiamate indesiderate, ma non è detto che questo si riveli efficace: serve una soluzione proattiva, e possibilmente che possa essere utilizzata da qualunque utente, indipendentemente dal prodotto utilizzato. Per fortuna, Google Dialer è da qualche tempo disponibile al download per tutti gli smartphone Android: tra le varie feature che annovera, vi è anche la funzione ID chiamante e spam.

Quando è attiva questa funzionalità gli utenti possono vedere le informazioni sulle persone o le aziende che chiamano, ricevendo anche avvisi su potenziali numerazioni spam. Nel caso in cui il numero sia classificato come probabile spam, la schermata dello smartphone con la chiamata in arrivo diventerà di colore rosso. Per attivare la funzione ID chiamante e spam dobbiamo:

  • aprire l’app Telefono;
  • cliccare sull’icona con i tre pallini in alto a destra;
  • premere su Impostazioni;
  • andare su ID chiamante e spam;
  • assicurarsi che i toggle Visualizza ID chiamante e spam e Filtro antispam per le chiamate siano attivi.

È anche possibile effettuare una segnalazione chiamate indesiderate direttamente dall’interno dell’app. Per farlo dobbiamo:

  • aprire l’app Telefono;
  • andare su Chiamate recenti;
  • fare tap sulla chiamata ritenuta spam e selezionare Blocca/Segnala come spam;
  • nella schermata successiva spuntare l’opzione Segnala la chiamata come spam;
  • premere il tasto Blocca.

Truecaller

Considerata da molti come la migliore app per bloccare chiamate indesiderate, con oltre 250 milioni di utenti in tutto il mondo, Truecaller è un vero e proprio coltellino svizzero ricco di funzionalità contro i seccatori. Una volta installata dal Play Store, ci viene chiesto di convalidare il nostro numero di telefono per l’utilizzo, e si ha anche la possibilità di poter sostituire l’app SMS con quella dell’app, così da non ricevere messaggi indesiderati, oltre che a poter impostare il blocco telefonate indesiderate.

Truecaller è molto efficiente nel riconoscere e bloccare le chiamate indesiderate su Android grazie all’immenso database in suo possesso. I numeri spam dei call-center vengono aggiornati continuamente grazie alle segnalazioni degli utenti, i quali possono aggiungere dati che riguardano la natura della chiamata, e così essere di aiuto all’intera comunità. Quando si riceve una chiamata, Truecaller effettuerà un controllo e segnalerà se il numero chiamante è un sospetto spam, specificando anche il tipo di servizio che viene offerto (forex, telefonia, gas/energia, etc).

L’app contiene molte funzionalità premium che possono liberarci definitivamente, o quasi, di tutti i seccatori seriali, ma anche le funzioni gratuite costituiscono un enorme contributo alla sanificazione delle chiamate da parte di spammers seriali. Dalle impostazioni dell’app è possibile bloccare gli spammer arcinoti, i numeri privati, le numerazioni di paesi esteri e i numeri non presenti in rubrica, scegliendo se ricevere o meno una notifica delle chiamate e dei messaggi bloccati.

Come bloccare le telefonate indesiderate su Truecaller? Nulla di più semplice: basta aprire l’app, selezionare il numero di telefono da bloccare, tenere premuto su di esso e premere l’icona dei tre pulsanti in alto a destra, scegliendo poi l’opzione Blocca e segnala.

Un menu pop-up si aprirà, consentendoci di specificare il tipo di spam: vendita, truffa, sondaggio, azienda o persona, e tanto altro. Quando abbiamo finito di catalogare il numero, facciamo tap su Blocca.

Hiya 

Un’altra app molto apprezzata per bloccare telefonate indesiderate su cellulare è Hiya: pensate che le sue radici arrivano fino dal lontano 1997, con l’avvento delle Pagine Bianche. Anche se Hiya è meno conosciuta della concorrenza – 10 milioni di download sul Play Store, contro i 500 milioni di TrueCaller – offre gratuitamente molte funzionalità utili.

Il suo scopo principale è quello di indentificare le chiamate spam e bloccarle, grazie al suo database che identifica ogni mese oltre 400 milioni di chiamate. La protezione viene estesa anche agli SMS: da una parte, i messaggi indesiderati non vengono neanche mostrati, dall’altra anche gli SMS provenienti da numeri affidabili vengono scansionati alla ricerca di malware e virus.

Hiya non richiede il numero di telefono per funzionare, anche se è caldamente consigliato inserirlo: con il piano Basic, completamente gratuito e privo di pubblicità, l’app identifica le chiamate indesiderate e le aziende, ma non le blocca automaticamente. Ovviamente, abbiamo sempre la possibilità di bloccare un contatto manualmente, inserendola nella nostra personale lista nera.

L’app è comunque molto utile per identificare eventuali spammer e seccatori, anche se non risulta precisa come TrueCaller. Il suo vantaggio principale è quello di essere totalmente gratuita ed esente dalla pubblicità, per cui vale la pena dargli un’occhiata.

Registro Pubblico delle Opposizioni

Molti non sanno dell’esistenza del Registro Pubblico delle Opposizioni: si tratta di un servizio a tutela del cittadino che non vuole più ricevere telefonate indesiderate per scopi commerciali o ricerche di mercato. Gli utenti possono compilare un form online chiedendo che venga revocato il consenso per il trattamento dei propri dati, e – almeno in linea teorica – far sì che call center, aziende ed organizzazioni consultino prima il registro accertandosi della effettiva disponibilità alla ricezione di chiamate indesiderate.

Tutto molto bello in teoria, anche se spesso questa pratica viene completamente ignorata, ma è un’arma in più a disposizione del cittadino che vuole tutelare la sua privacy. Il problema è che, fino ad ora, il Registro Pubblico delle Opposizioni è disponibile soltanto per i numeri di rete fissa.

La legge n. 5/2018 però ha segnato una svolta epocale nel sistema, fornendo la possibilità di iscrivere nel registro numeri fissi e mobili. Il nuovo regolamento, approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri, dovrebbe entrare in vigore entro la fine di quest’anno. Così facendo, potrete bloccare le telefonate indesiderate dei call-center semplicemente iscrivendovi al registro.