All’inizio del mese di Marzo 2015 Samsung ha presentato al grande pubblico il suo nuovo top di gamma: il Samsung Galaxy S6. Si tratta del miglior smartphone mai realizzato da Samsung sotto molti aspetti – e, per di più, l’azienda ne ha presentato anche una variante con display curvo “dual-edge”, il Samsung Galaxy S6 Edge.

I materiali nobili, l’ottima costruzione e le componenti hardware di questo nuovo smartphone lo posizionano come fra i migliori smartphone Android in circolazione seppur il prezzo, come al solito, risulti decisamente elevato anche se in media con la concorrenza.
Nella pratica avremmo potuto fare una sola recensione di Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge, dato che i due dispositivi differiscono in piccoli punti, tuttavia vedremo le differenze in un confronto dedicato.

Video recensione di Samsung Galaxy S6

Hardware & Telefonia

Il Samsung Galaxy S6 è un top di gamma in tutti i sensi: dalle caratteristiche hardware ai materiali presenta componenti di ultima generazione e materiali nobili e di qualità. Nel complesso Samsung non ha mai realizzato uno smartphone così di pregio, robusto e bello da vedere, dato che ha utilizzato sempre e comunque almeno qualche inserto in plastica.

Partiamo con l’analizzare le componenti hardware e subito spicca l’assenza del discusso Snapdragon 810 di Qualcomm in favore di un processore proprietario Exynos 7420 octa-core diviso in due: due quad-core, uno da 2.1 GHz con architettura Cortex-A57 e un altro da 1.5GHz con architettura Cortex-A53, i quali come sappiamo funzionano in diverse configurazioni in base alla potenza necessaria in quel particolare istante. La CPU, inoltre, è realizzata con processo produttivo a 14nm, il che dovrebbe assicurare bassi consumi energetici e temperature contenute. La memoria RAM, invece, è una delle prime DDR4 montate su uno smartphone, mentre il quantitativo è di ben 3GB. Infine, la GPU è una Mali T760 e la memoria interna non è espandibile: i tagli disponibili infatti sono da 32, 64 e 128 GB (quest’ultimo non disponibile in Italia, almeno per il momento). Aspetto importante della memoria di archiviazione è la tipologia: parliamo infatti di una UFS 2.0 che assicura una velocità in scrittura e lettura più elevata rispetto a quella presente in Galaxy S5 e negli smartphone con memoria eMMC.

VEDI ANCHE

Samsung Galaxy S6

Sul piano fotografico, invece, Samsung continua a non deludere e inserisce sul Samsung Galaxy S6 un ottimo sensore da 16 megapixel sul posteriore con stabilizzatore ottico e digitale ed un sensore da 5 megapixel sul fronte grandangolo con apertura focale 1.9. Sempre sul posteriore, di fianco alla fotocamera, troviamo un sensore per rilevare il battito cardiaco, mentre sul fronte è presente un sensore biometrico per rilevare le impronte digitali sul tasto home. Quest’ultimo assomiglia al TouchID di Apple, ovvero basta appoggiare il dito per rilevare l’impronta anziché scorrerlo sul sensore come avveniva sul Galaxy S5.

Lato connettività, invece, abbiamo il supporto alla rete LTE da 300Mbps in download e 50Mbps in upload oltre al supporto per tutte le reti GSM, GPRS, EDGE, 3G e HSPA+. Ponendo l’attenzione sulla ricezione non abbiamo avuto nessun problema, il dispositivo si è anzi comportato in maniera egregia, anche per quanto riguarda il WiFi che supporta i protocolli a/b/g/n/ac. Ovviamente il Bluetooth 4.0 LE funziona in maniera adeguata, così come il GPS testato più volte con la navigazione attraverso Google Maps e TomTom. Il volume in chiamata durante le conversazioni con la capsula auricolare è buono, così come quello in vivavoce grazie all’elevata potenza dell’altoparlante.

Ultimo aspetto ma molto importante il display: è un pannello da 5.1 pollici Super AMOLED con risoluzione QHD ovvero 2560×1440 pixel. Il display è “flat” ovvero piatto e non curvo e/o flessibile come quello presente su Galaxy S6 Edge.

Nel complesso dunque, come avete potuto apprezzare, si tratta di un concentrato di tecnologia che difficilmente troviamo su altri dispositivi.

Ergonomia, Design & Materiali

La rincorsa agli schermi sempre più grandi sembra essere finalmente terminata: il Samsung Galaxy S6 ha un display da 5.1 pollici, una dimensione ancora accettabile per utilizzarlo con una sola mano dato che anche le cornici non risultano essere troppo ingombranti. L’ergonomia del Samsung Galaxy S6 è buona e leggermente migliore rispetto alla sua versione Edge dato che i bordi sono abbastanza spessi per una buona presa.

I materiali di cui è costituito questo Samsung Galaxy S6 sono alluminio sui bordi e vetro Gorilla Glass 4 sia sul retro che sul fronte. Materiali che fino ad oggi avevamo visto adottare nella stessa misura solamente da Sony che tipicamente è e rimane uno dei miglior produttori di smartphone sotto questo aspetto. Materiali nobili, dunque, che donano a questo dispositivo una sensazione di pregio e di qualità davvero elevata.
Unico difetto che si può attribuire al Samsung Galaxy S6 è che si lascia coprire facilmente di impronte, ma d’altronde non potrebbe essere altrimenti col vetro.

Nel complesso quindi abbiamo uno smartphone che sembra essere solido e resistente, dal design non particolarmente esclusivo ma comunque curato e ricercato. La versione Edge tuttavia vince nettamente sotto questo aspetto con il suo display curvo che lo rende particolare e unico.

Galaxy-S6-4

Display, Audio & Multimedia

Altro cavallo di battaglia di Samsung Galaxy S6 è il display. Sui suoi smartphone Samsung usa i proprietari Super Amoled che ormai hanno raggiunto un livello qualitativo davvero eccezionale. Sono ottimi sia i neri che i colori e non troviamo difetti particolari nemmeno nei bianchi e nei contrasti, che sono di altissimo livello.

Il display ha inoltre un’ottima luminosità ma, soprattutto, un’elevata escursione che permette di ottenere un display quasi spento per non accecarci di notte e un display brillante sotto la diretta luce del Sole. Non abbiamo mai avuto problemi di visibilità del display su questo Samsung Galaxy S6.

Sulla carta comunque si tratta di un pannello da 5.1 pollici di diagonale con una risoluzione di 2560×1440 pixel e quindi una densità di pixel per pollice pari a 571.

È migliore rispetto a quello di Samsung Galaxy S6 Edge? La risposta è no, il pannello (a parte per la curvatura) sembra identico ma la sua visibilità è leggermente migliore dato che su Edge le curvature catturano molta luce e molti riflessi.

Galaxy-S6-2

Fotocamera

La vostra passione è fare fotografie? Beh, con questo Samsung Galaxy S6 potete lasciare a casa la compatta perché il livello delle foto di questo smartphone è davvero altissimo. Sul retro è posto un sensore da 16 megapixel con stabilizzatore ottico e digitale, flash LED e con possibilità di registrare video fino alla risoluzione UHD (4K).

Davvero notevoli sono la rapida messa a fuoco e la velocità di scatto. Inoltre, questo sensore ISOCELL ha la capacità di rimanere sempre in standby riducendo al minimo i tempi di apertura dell’app fotocamera e di scatto.

In generale la fotocamera si comporta egregiamente in tutte le condizioni di luce ambientale; solamente di notte o quando la luce scarseggia è presente un po’ di rumore di immagine, ma è comunque meno rispetto a ciò che troviamo su altri smartphone. Da notare inoltre che la stabilizzazione digitale viene meno quando registriamo video a risoluzione superiore al 1080p in 30 fps.

La fotocamera frontale invece è da 5 megapixel, anche questa di buona fattura e che permette col suo grandangolo di effettuare dei buoni scatti.

Vai al nostro focus fotografico su Samsung Galaxy S6 (edge).

Batteria & Autonomia

La batteria del Samsung Galaxy S6 è da 2550 mAh e purtroppo questa non riesce ad offrire prestazioni particolarmente interessanti facendo finire questo aspetto fra le note dolenti dello smartphone.

Dopo i nostri vari test abbiamo riscontrato infatti che lo smartphone non sopravvive a più di circa 3 ore e mezza di display acceso. Di conseguenza con un utilizzo blando o moderato si arriverà a sera senza problemi, altrimenti bisognerà effettuare una flebo di energia nel tardo pomeriggio.

A salvare la situazione c’è il caricabatterie in dotazione che impiega una tecnologia di carica veloce che permette di commutare tra due modalità: una da 5V a 2A e una da 9V a 1.56A, il che permette al Galaxy S6 di ricaricarsi pienamente in circa 1 ore e 15 minuti.

Se però ricaricare lo smartphone non vi sembra la via di salvezza più semplice ci si può appellare alla modalità di risparmio energetica avanzata presente nel menu Batteria. Questa trasformerà i colori del sistema operativo in una scala di grigi e ridurrà i consumi energetici al minimo in modo da far sopravvivere il Galaxy S6 il più a lungo possibile.

Galaxy-S6-3

Software

Android 5.0.2 Lollipop è la base su cui Samsung ha applicato la nuova interfaccia grafica TouchWiz, più fresca e più snella, di questo Galaxy S6. Nel complesso il software ha compiuto un ulteriore passo avanti rispetto a quello pre-installato sul Samsung Galaxy S5 riducendo al limite lag e refresh dell’interfaccia – problemi ancora visibili ma in ridotta percentuale.

Fra le funzionalità aggiunte da Samsung non possiamo non citare il multi-windows che si apre tenendo premuto il tasto “Applicazioni recenti” e che permette di suddividere lo schermo in due parti e quindi di utilizzare due applicazioni contemporaneamente.

Presente anche la funzionalità Temi che, così come accade sul nuovo HTC One M9, permette di rivoluzionare l’interfaccia dello smartphone con un semplice click scaricando e installando nuovi temi disponibili in un apposito Negozio.

Nel menu Movimenti e Controlli è invece possibile attivare i movimenti riconoscibili dallo smartphone per effettuare azioni rapide, come avviare una chiamata portando lo smartphone all’orecchio o silenziare una chiamata girando lo smartphone.

Fra le applicazioni pre-installate di sistema troviamo invece le applicazioni di Google, il Galaxy Apps e 3 applicazioni by Microsoft: OneDrive, OneNote e Skype.

Nel complesso un software completo, fluido e reattivo. Peccato l’assenza di una funzionalità per ordinare il drawer delle applicazioni in ordine alfabetico, funzionalità che comunque potrebbe giungere presto con un aggiornamento software.

samsung-galaxy-s6-edge-sw

In conclusione

Samsung Galaxy S6 è, in conclusione, uno dei miglior smartphone Android. Le sue componenti da vero top di gamma, i materiali pregiati, la sua costruzione impeccabile ed il suo software leggero e reattivo rendono questo smartphone un best buy se si cerca il meglio con sistema operativo Android.

Le sue uniche note dolenti sono due: la batteria, che come abbiamo visto non ha una grande autonomia, ed il prezzo, dato che di listino il Samsung Galaxy S6 costa 739 euro nella versione da 32GB e 849 euro nella versione da 64 GB. Prezzo che comunque sarà destinato a calare con il passare del tempo (non a caso si trova già a 699 euro su Amazon).

Migliori offerte sul web per Samsung Galaxy S6:

Pagella

9.7
Display
8.8
Ergonomia
10
Hardware
9
Software
7
Batteria
9.5
Fotocamera
7.8
Qualità/prezzo
9.5
Materiali
7.8
Audio
9
Esperienza Utente
9.2