Questo sito contribuisce alla audience di

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition approvato dal TENAA: il rilascio si avvicina

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition è stato presentato ufficialmente durante l’evento dello scorso 31 maggio, accanto ai modelli Mi 8 e Mi 8 SE, ed ora potrebbe essere finalmente vicino il momento del suo rilascio. Un indizio in questa direzione è rappresentato dall’approvazione da parte del TENAA, che arriva circa due settimane dopo la certificazione della EEC.

Se da una parte Xiaomi Mi 8 è disponibile sul mercato sin dall’inizio del mese scorso, ci si aspetta che Mi 8 Explorer Edition venga messo in vendita per la fine del mese di luglio. Lo smartphone ha appena fatto la propria comparsa nel database del TENAA, identificato con il model number M1807E8S, con tanto di specifiche tecniche complete ed immagini. Ciò vuol dire che l’arrivo del device sul mercato cinese dovrebbe essere ormai prossimo.

Xiaomi Mi 8 Explorer Edition è senza dubbio il modello più interessante presentato da Xiaomi all’evento di maggio, tanto per motivi di natura estetica quanto per le sue peculiarità tecniche. Dal punto di vista del design Xiaomi Mi 8 Explorer Edition è pressoché identico al fratello minore Mi 8 nella parte frontale, con le vere differenze che si concentrano sul lato posteriore, dove manca il lettore di impronte digitali, ma soprattutto il vetro è trasparente e lascia intravedere il contenuto sottostante, dal SoC Snapdragon di Qualcomm, all’NFC fino alla batteria con texture in Kevlar. Per il resto, ciò che si vede, in realtà, non è la componentistica interna del device, si tratta piuttosto di inserti “dummy” posizionati al di sopra della motherboard per fare scena.

Al di là del lato estetico, che pure si fa decisamente notare, Xiaomi Mi 8 Explorer Edition si distingue dal modello Mi 8 anche per alcune specifiche esclusive. Innanzitutto, come detto, il lettore di impronte digitali in questo caso abbandona la classica posizione sul retro ed è integrato nello schermo. Inoltre, il lettore di impronte di Mi 8 Explorer Edition è il primo al mondo ad utilizzare un sensore sensibile alla pressione: premendo sullo schermo si attiverà il lettore di impronte e lo sblocco dello smartphone avverrà con estrema rapidità. Il flagship di Xiaomi è anche il primo in assoluto nel panorama Android ad aver proposto lo sblocco tramite 3D Face Unlock. Questo sistema, che per lo meno dà un senso alla presenza del notch, si distingue dal modello standard Mi 8, il quale dispone di un classico riconoscimento bidimensionale ad infrarossi: la Explorer Edition utilizza un sistema che proietta dei punti sul volto dell’utente, un illuminatore e un sistema per riconoscere esattamente le caratteristiche del volto, rendendolo decisamente più accurato e attendibile rispetto agli altri sistemi di sblocco col volto. Xiaomi, inoltre, ha deciso di sfruttare questa maggiore accuratezza per rendere disponibile una propria versione delle emoji animate in stile Animoji di iPhone X. Degno di nota è poi anche il GPS a doppia frequenza in grado di eliminare le interferenze prodotte dagli edifici e riduce il ritardo nell’acquisizione del segnale, migliorando quindi l’esperienza di navigazione.

Quanto al resto delle specifiche tecniche, ricordiamo che Xiaomi Mi 8 Explorer Edition è dotato di un display AMOLED di Samsung da 6,21 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2248) e fattore di forma 18,7:9. Sotto la scocca è presente la Mobile Platform Qualcomm Snapdragon 845 ed una batteria da 2.900 mAh. Il tutto è racchiuso in dimensioni complessive di 154,9 x 74,8 x 7,6 millimetri, con un peso di 177 grammi. Durante l’evento di lancio il modello mostrato aveva 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, ora il TENAA rivela l’esistenza di tre varianti tanto per la RAM ( 4 GB, 6 GB, 8 GB) quanto per lo storage interno ( 64 GB, 128 GB, 256 GB). Arrivano conferme, invece, per il comparto fotografico: doppia fotocamera posteriore con due sensori da 12 megapixel (uno con stabilizzazione ottica a 4 assi e apertura f/1.8 e uno di tipo tele zoom con apertura f/2.4, entrambi con pixel da 1,4 micron) ed una anteriore, posta all’interno del notch, da 20 megapixel.

Dal momento che la disponibilità dello smartphone è attesa per la fine del mese (quindi a breve dovrebbe arrivare la conferma ufficiale del produttore), dal punto di vista software potrebbe essere presente la MIUI 10 basata su Android 8.1 Oreo. Il prezzo comunicato da Xiaomi durante la presentazione riguarda il taglio 8+128 GB ed è di 3.699 Yuan (circa 475 euro).

Vi piace Xiaomi Mi 8 Explorer Edition? Siete in attesa del suo arrivo sul mercato? Fatecelo sapere nel box dei commenti.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi 8 SE: potenziale best buy che si perde nei dettagli

 

Fonte: Gizmochina

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Alberto Pravisano

    Non era stato confermato che erano i veri componenti quelli sul retro?

Top