Si considera erroneamente App Google come un semplice widget che serve per cercare informazioni online un po’ come se fosse un surrogato o un sostituto del motore di ricerca più famoso del web. Niente di più sbagliato, perché questo software è una porta aperta a un mondo di informazioni approfondite e di servizi tutti da scoprire.

Scopriamo tutto ciò che riguarda App Google dal funzionamento a come si usa, dai dispositivi compatibili a come si può scaricare e installare sul proprio smartphone o tablet con un po’ di screenshot che ne mostrano le varie opzioni e features più importanti.

Caratteristiche e funzioni di App Google

L’app ufficiale di Google è un hub dedicato alle informazioni e all’esplorazione, non solo del web. Può infatti essere anche definita la propria pagina personale relativa a tutte le attività e ai dati che si creano e condividono col gigante del web, per tenere sempre tutto sotto controllo nel modo più semplice ed efficiente possibile. L’accesso è garantito naturalmente dal proprio account Google che fa da chiave per spalancare questo scrigno di funzionalità molto utili, ma molto spesso sottovalutate.

Come funziona App Google

Il primo passaggio è quello di accedere alla propria utenza di Google, se si sta utilizzando un moderno smartphone o tablet non è necessario dato che avverrà tutto in automatico. Mentre se si sfruttano abitualmente più account si potrà andare a selezionare quello desiderato. Come? Dalla homepage si fa tap in alto a destra sull’icona dell’utente. La pagina aprirà alla gestione completa, alla possibilità di aggiungere e gestire altri account sullo stesso dispositivo a utilizzare l’app anche senza un account e a controllare la cronologia di ricerca in modo immediato.

Facendo tap su Gestisci il tuo Account Google, si verrà re-indirizzati a tutto ciò che riguarda ciò che combiniamo o abbiamo combinato con la nostra utenza. Si parte con Privacy e personalizzazione per visualizzare i dati creati e scegliere cosa salvare e cosa invece non memorizzate, Problemi di sicurezza rilevati appunto per mettere subito un cerotto a eventuali allarmi che sono stati riscontrati, Spazio di archiviazione dell’account per tenere sotto controllo quanti gigabyte ancora liberi si hanno (di default sono 15 GB ma si può ampliare a pagamento il totale), Esegui il controllo della privacy per avere un’idea più chiara di quanto o meno si stanno proteggendo le proprie informazioni sensibili.

Nel secondo tab chiamato Informazioni personali si può cambiare la foto profilo, nome, compleanno, sesso, password, informazioni di contatto, telefono e dati da rendere visibili. Su Dati e personalizzazione si può mettere in pausa il salvataggio della cronologia web, delle posizioni, della ricerca su YouTube, la Personalizzazione degli annunci, Le cose che fai con le varie app sincronizzate e, tra le tante altre opzioni, la possibilità di scaricare un report completo con tutti i dati generati. Infine, con l’ultimo tap Pagamenti e abbonamenti si può tenere sott’occhio tutto ciò che si è acquistato passando dai sistemi di Google e i piani attualmente in corso.

Tornando alla homepage di App Google, la pagina Discover è in continuo mutamento più si sfrutta l’app perché impara dai nostri gusti e le nostre esigenze. Si possono trovare informazioni su esercizi commerciali, risultati sportivi e notizie, programmazione film e recensioni, video e immagini, borsa e si possono impostare feed personalizzati ad esempio per ogni mattina avere un aggiornamento su azioni, meteo e film da guardare.

Dalla barra di ricerca si può andare a effettuare una ricerca digitando con la tastiera oppure, con un tap sul microfono, con la voce. Su Recenti si ha un riassunto delle attività svolte appunto nelle ultime ore con accesso rapido alle varie cronologie. Su altro si aprono varie opzioni come Attività di ricerca, Raccolte, Promemoria, Interessi, Impostazioni, I dati in ricerca, Feedback e guida. Come si può notare, molte pagine sono un po’ ridondanti.

Dispositivi compatibili con App Google

Disponibilità a tappeto su tutti, ma proprio tutti gli smartphone con sistema operativo Android per App Google che può offrire una valida spalla per funzioni le più complete possibili dunque non soltanto la ricerca ma molto di più. Il contatore su Google Play segna più di cinque miliardi di download, ma d’altra parte è un’app di serie dunque ha perfettamente senso. L’ultimo aggiornamento, al momento della stesura di questo testo, è del 17 ottobre 2019 alla versione 10.73.821.

Scaricare e installare App Google

Si trova già montata a bordo di default su tutti gli smartphone Android l’app di Google, ma nel caso fortuito e raro che così non fosse si può correre ai ripari piuttosto facilmente dato che si può trovare in pochi istanti naturalmente sul mercato delle applicazioni ufficiali. Pochi tap e si può scaricare e installare.

Tutto viene in modo automatico su Google Play Store basta fare un tap sul badge a fondo pagina e si verrà reindirizzati automaticamente sulla pagina ufficiale del software, per un’installazione immediata. A tutta la procedura ci penserà lo store di Google ma se si volesse invece passare dalle vie manuali?

Allora si dovrà aprire prima Google Play con un tap sull’apposita icona che si trova solitamente sulla homepage dello smartphone, sotto strumenti oppure ancora nella cartella Google. Secondo tap sulla lente di ingrandimento, si digita App Google, si apre la scheda e si procede col download che sarà terminato in pochi istanti. Si andrà poi a trovare l’app sul proprio dispositivo, gratuitamente e per sempre.

Android app sul Google Play