Realme, azienda cinese costola della più importante Oppo, a chiusura del 2021 ha portato sul mercato un nuovo smartphone di fascia medio alta. Il suo nome è Realme GT Neo 2 5G, un prodotto proposto inizialmente ad una cifra troppo alta (accavallandosi con il flagship della stessa azienda) ma che dopo alcuni mesi si è riposizionato su cifre interessanti. Ora, trovandosi abbondantemente sotto i 300 Euro, è uno smartphone che ha moltissimo da dire. Scopriamolo nella nostra recensione.

Unboxing di Realme GT Neo2 5G

All’interno della confezione di Realme GT Neo 2 5G è presente cover protettiva in gomma trasparente, il cavo di alimentazione USB Type C, la spilla per rimuovere il cassetto della SIM e l’alimentatore da parete con supporto alla ricarica rapida a 65W.

Video recensione di Realme GT Neo2 5G

Design & Ergonomia

Realme GT Neo2 5G è uno smartphone grande, dimensionalmente parlando. Rispetto al suo fratello più costoso, Realme GT, le misure sono più importanti e di conseguenza è sconsigliato a chi cerca qualcosa di compatto e maneggevole. Indubbiamente più indicato a chi è alla ricerca di uno smartphone che, all’occorrenza, può essere utilizzato anche per la visione di contenuti multimediali. A conferma di ciò misura 162.9 x 75.8 x 9 mm e ha un peso di 199 grammi.

Molto più interessante dunque sul fronte del display che, come detto, è bello ampio da 6,69” e di qualità: a tecnologia Amoled con refresh rate fino a 120 Hz. La qualità, in relazione al prezzo, è soddisfacente e l’assetto audio è formato da uno speaker principale posto inferiormente e dalla capsula auricolare usato in altoparlante per riprodurre un effetto stereo.

Toccandolo e utilizzandolo tuttavia una delle specifiche che risalta maggiormente è l’impiego della plastica, sia lungo i bordi che sul retro, restituendo una sensazione di smartphone economico. Se volete qualcosa di più piacevole OnePlus Nord 2, col suo retro in vetro, fa tutta un’altra figura.

Funzionalità

Il software di Realme GT Neo2 5G è Android 11 con la Realme UI, una personalizzazione simile alla ColorOS di Oppo e quindi molto semplice, fluida e reattiva, sicuramente una delle migliori sul mercato anche se pecca, parzialmente, a livello di funzionalità presentandone un quantitativo esiguo, seppur sufficiente.

Durante il mese di marzo 2022 si è aggiornato ad Android 12 e l’unico punto su cui l’azienda dovrebbe lavorare è sul velocizzare il rilascio delle patch di sicurezza, sempre indietro di qualche mese.

Prestazioni

L’ambito delle prestazioni rappresenta un punto di forza per questo smartphone. È infatti dotato del processore Qualcomm Snapdragon 870, una versione leggermente più potente del top di gamma del 2020, lo Snapdragon 865, un processore molto ben riuscito e performante. È affiancato poi da 8/128 GB o 12/256 GB con memorie UFS 3.1.

Insomma, un prodotto pensato anche per le sessioni di gaming più intense essendo fluido, reattivo, scattante e soprattutto senza problemi di surriscaldamento. Per fare qualche esempio lo stesso processore è presente su uno dei best buy del 2021, ovvero Poco F3, e sul nuovo Xiaomi 12X che ha un prezzo di partenza di 599 Euro.

Fotocamere

Anche in ambito fotografico Realme GT Neo 2 5G sorprende: non tanto per suo merito quanto per demerito del portabandiera 2021. Il kit di sensori fotografici è piuttosto “standard” rispetto alla concorrenza:

  • 64 MP, f/1.8, 26mm (wide)1/1.73″, 0.8µm, PDAF
  • 8 MP, f/2.3, 16mm, 119˚ (ultrawide)1/4.0″, 1.12µm
  • 2 MP, f/2.4, (macro)

Mentre la fotocamera frontale è da 16 megapixel.

In generale la qualità è più che soddisfacente, soprattutto quelle fatte col sensore principale con una resa piacevole sia in buone che pessime condizioni di luce, l’HDR è molto spinto, un filo troppo come da tradizione Realme. La fotocamera Ultra Grandangolare è logicamente quella più deficitaria, così come l’abbiamo definita anche nelle recensioni di altri smartphone che la adottano. Purtroppo a causa dello shortage questo sembra essere l’unico “sensore” rimasto e quindi adottato.

In ambito video può registrare fino alla risoluzione di 4K a 60 fps ma durante la registrazione non si può passare da un sensore fotografico all’altro.

Batteria & Autonomia

Realme GT Neo2 5G ha una batteria da 5000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 65W, ovvero da 0 a 100% in poco più di 35 minuti. La sua durata è più che soddisfacente permettendo di superare le 6 ore di schermo acceso.

In conclusione

Realme GT Neo 2 5G arriva sul mercato con un prezzo di listino di 449 Euro, tuttavia a distanza di qualche mese non è difficile acquistarlo intorno ai 270 Euro e, a queste cifre, è indubbiamente un ottimo acquisto, uno dei migliori che possiate, seppur sia già in arrivo il suo successore ovvero Realme GT Neo 3. Quest’ultimo però sarà uno smartphone ben diverso, non tanto nelle dimensioni quanto nelle specifiche tecniche, per citarne alcune: processore Mediatek Dimensity 8100 a 5 nm, display con supporto fino a 1 miliardo di colori, fotocamera principale da 50 mpx ma soprattutto avrà la ricarica rapida più veloce al mondo, ben 150 W, che significa da 0 a 100 in circa 13 minuti.

Ovviamente però arriverà sul mercato a un prezzo di listino simile a questo GT Neo 2, quindi almeno a 449 Euro se non di più, di conseguenza quest’ultimo risulterà comunque ancora molto conveniente.

Altre offerte