Recensione Xiaomi Mi MIX: una finestra sul mondo

Recensione Xiaomi Mi MIX – Il display del nostro smartphone è l’elemento con cui più interagiamo durante la giornata e, dunque, è un elemento chiave per immergerci totalmente nei nostri contenuti multimediali preferiti. Proprio questa è la chiave di volta con cui leggere il nuovo – e parzialmente innovativo – phablet di Xiaomi, che vuole portare al limite questo concetto limando le cornici al minimo.

Ma cosa comporta non avere cornici? Ci sono solo gli ovvi vantaggi estetici o sorgono anche dei problemi? E soprattutto, val la pena spendere una cifra elevata per avere uno smartphone così particolare? Ringraziando GrossoShop per il sample fornitoci, andiamo a scoprirlo nella nostra recensione.

Video recensione di Xiaomi Mi MIX

Hardware & Connettività

Xiaomi Mi MIX è un prodotto premium in ogni suo aspetto, a partire dall’hardware: SoC Qualcomm Snapdragon 821, quad-core dalla frequenza massima di 2,35 GHz, GPU Adreno 530 e 4 o 6 GB di RAM LPDDR4 in accoppiata a rispettivamente a ben 128 o 256 GB di memoria interna UFS 2.0, non espandibili ma poco importa.

Xiaomi Mi Mix

Xiaomi Mi Mix

Parte Telefonica & Antenne

La connettività vede WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, supporto al Dual SIM Dual Standby con due slot NanoSIM, Bluetooth 4.2 e anche NFC. Le uniche mancanze sono il trasmettitore ad infrarossi e la banda 20 del 4G LTE, un vero peccato che un prodotto così pregiato non venga prodotto in versione globale.

La geolocalizzazione si basa su A-GPS, Gloonass e BDS e garantisce una buona esperienza di navigazione sia a piedi che in auto. La ricezione è buona in generale e non risente di disconnessioni o ritardi nel cambio di rete.

xiaomi_mi_mix_tta_21

Una menzione particolare va però fatta per le chiamate, dato che è assente la capsula auricolare non essendoci spazio sopra il display. Al suo posto è presente sotto lo schermo un inserito in ceramica piezoelettrico che fa vibrare il pannello frontale per produrre il suono.

Il risultato non è soddisfacente: il volume è basso e il suono è poco chiaro, un po’ metallico, usabile per chiamate occasionali ma assolutamente sconsigliato a chi chiama molto spesso.

Ergonomia, Design & Materiali

Xiaomi Mi MIX è interamente costruito in ceramica se non per il vetro frontale. Ciò comporta un’elevatissima resistenza ai graffi, ma al contempo una grande fragilità alle cadute. E purtroppo per quanto la ceramica sia estremamente pregiata, è altrettanto scivolosa. Questo, unito ad un corpo enorme – comparabile a quello di Nexus 6P – e a un peso notevole di 209 grammi, lo rende un prodotto molto difficile da maneggiare con tranquillità.

Nella confezione è comunque presente una cover effetto pelle che garantisce un grip molto migliore, benché aumenti leggermente le dimensioni del già grande Mi MIX. Una valida soluzione, che va a nascondere parzialmente la riflettente bellezza della ceramica in cambio di una maggior sicurezza.

A livello fisico il tasto di accensione e il bilanciere del volume sono sulla destra, mentre in alto si fan posto il jack da 3,5 mm e due microfoni. Sul lato sinistro c’è il carrellino per le due NanoSIM e sul basso il connettore è un USB Tye-C, circondato da due griglie per il microfono principale e lo speaker di sistema.

Sul fronte i bordi sono ridotti al minimo, per cui la fotocamera frontale e il led di notifica si trovano nella parte inferiore. Sul retro invece la fotocamera principale è centrata, con a fianco un doppio flash LED e sotto un oblò per il lettore di impronte digitali, che è abbastanza preciso e veloce, ma non al livello dei migliori sul mercato.

Display, Audio & Multimedia

L’ampio display da 6.4 pollici è l’attrattiva principale di Mi MIX, ma nonostante questo si tratta di un pannello IPS solamente FullHD. Ciò nonostante grazie ai colori vivaci, ai bianchi ben calibrati e una buona luminosità riesce a catturare l’occhio e ricoprendo quasi l’84% del fronte permette di immergersi completamente in ciò che si sta guardando.

Due sono le particolarità legate al display: innanzitutto gli angoli sono stondati per seguire la curvatura del vetro 2.5D che lo ricopre. E oltre a questo il rapporto è di 17:9, invece dei classici 16:9. Ciò significa che lo schermo è leggermente più allungato del normale, e ciò può essere un bene per contenere la barra di navigazione che è software, ma al contempo guardando contenuti multimediali lo spazio in più viene riempito con delle inestetiche bande nere.

xiaomi_mi_mix_tta_16

Insomma, anche se le cornici non sono completamente inesistenti come sembrava nei render di lancio in fin dei conti il display stupisce ad ogni accensione. Ma stupisce anche l’audio, che per essere uno speaker mono sul fondo ha un volume molto elevato, sebbene la sonorità sia leggermente sporca quando lo si spinge al massimo.

Fotocamera

Xiaomi ha optato per un sensore da 16 megapixel f/2.0, provvista però solamente di stabilizzazione digitale. Sul fronte invece la fotocamera è da 5 megapixel ed è posizionata sul fondo, andando spesso e volentieri e porci il dito davanti mentre si scatta, anche se è possibile capovolgere lo smartphone mentre si scattano i selfie.

Il software di MIUI gode dell’HDR Automatico, di filtri in tempo reale e di varie modalità di scatto, tra cui quella manuale con controllo di bilanciamento del bianco, ISO, esposizione e messa a fuoco. A livello di video è possibile registrare fino a 4K 30fps oppure in slow motion a 720p a 120fps.

xiaomi_mi_mix_camera

La qualità degli scatti è però deludente. La fotocamera non riesce a catturare tanti dettagli e non appena la luminosità cala il rumore prende il sopravvento velocemente. Inoltre la velocità di scatto non è fulminea e dunque quando la luce non è ideale si creano delle scie se non si ha la mano ferma. Nemmeno i selfie brillano, un po’ sottotono rispetto ai top di gamma del 2016.

La registrazione video risente dell’assenza di stabilizzazione ottica e non convince particolarmente nella fluidità dell’immagine, con un risultato vicino alla fascia media del mercato.

Batteria & Autonomia

Il vantaggio del corpo enorme di Mi MIX sta nella batteria, con una capacità di ben 4400 mAh. Questa, unita al display FullHD, garantisce un’autonomia veramente ottima. In una giornata intensa sono riuscito ad arrivare a sera con 7 ore e mezza di display attivo, mentre con un uso più moderato sono arrivato a 5 ore e 20 di display attivo.

In una normale giornata è dunque sempre possibile arrivare a cena con della carica residua, mentre con qualche accortezza si può anche arrivare a fare una giornata e mezza di utilizzo. A livello di ricarica rapida è inoltre presente QuickCharge 3.0.

Software

A bordo di Xiaomi Mi MIX troviamo MIUI 8, basata su Android 6.0.1 Marshmallow, e testato nella versione cinese sprovvista della lingua italiana, che è possibile comunque ottenere con una ROM globale. E a breve dovrebbe arrivare anche la nuova MIUI 9.

L’interfaccia è molto distante dall’esperienza pura di Android: priva di drawer delle applicazioni e ricca di personalizzazione grazie al negozio di temi e la possibilità di visualizzare le impostazioni rapide unite al pannello delle notifiche o in una scheda a parte.

Tante sono anche le funzionalità integrate nel sistema: in modalità non disturbare è possibile impostare degli orari di quiete dalle notifiche programmandoli a determinate ore in selezionati giorni della settimana, mentre con la modalità bambino si può restringere l’uso dello smartphone a sole alcune app selezionate. Per finire la modalità ad una mano permette tramite uno swipe sulla barra di navigazione di ridurre la porzione di schermo attiva per operare più facilmente in mobilità, essenziale se volete scrivere usando una mano sola.

xiaomi_mi_mix_software_01

Si può poi sfruttare il lettore di impronte per bloccare l’accesso ad alcune app con dati sensibili. E per sfruttare al meglio le due SIM sono presenti le due nuovi funzioni principe di MIUI: Dual Apps, per avere due istanze di una stessa app, e Second Space per avere due utenti completamente distinti nello smartphone.

Ci sono poi tante chicche minori: si possono ad esempio personalizzare le azioni alla pressione prolungata dei tasti, oppure ancora ottenere delle scorciatoie rapide sempre in primo piano grazie a Quick Ball, un cerchietto flottante apribile e chiudibile direttamente dalla barra di navigazione, che è a sua volta possibile nascondere con uno swipe dal fondo.

La suite di app preinstallate è al solito molto fornita, con anche del bloatware inutile all’infuori della Cina che però è in gran parte disinstallabile e non è presente installando una ROM internazionale con l’italiano. Importante tra tutte l’app Sicurezza, in cui è necessario dare il permesso di autostart alle app da cui si vogliono ricevere notifiche push.

xiaomi_mi_mix_software_02

Prestazioni

Xiaomi Mi MIX grazie all’hardware di altissimo livello garantisce un’esperienza d’uso fluidissima e priva di incertezza. Il sistema è sempre scattante e garantisce ottimi risultati sia in navigazione web sia nel gaming, dove Real Racing 3 ha un framerate sempre elevato con dettagli al massimo.

Anche con un uso intenso non si nota mai un surriscaldamento eccessivo, con al massimo un calore tiepido nella zona della fotocamera. Ottimi poi i risultati dei benchmark, come potete vedere di seguito con i nostri classici test.

In conclusione

Nella recensione di Mi Note 2 avevo concluso dicendo che personalmente non spenderei 500€ per uno smartphone di importazione. Beh, Xiaomi Mi MIX è l’eccezione che conferma la regola. Certo, non è perfetto: è eccessivamente grande e scivoloso, l’esperienza di chiamata è deludente e il reparto fotografico necessiterebbe di grossi miglioramenti. Ciò nonostante si tratta di uno smartphone peculiare, che fa giustificare una grande spesa a chi – come me – trascorre la giornata cibandosi di contenuti multimediali.

Non si tratta comunque di uno smartphone per tutti, ma per coloro a cui al netto dei compromessi continua a stuzzicare è possibile acquistarlo nella versione da 128 GB ad un prezzo di circa 760€ su GrossoShop.net.

xiaomi_mi_mix_tta_20

PAGELLA

Display:
9.8
Ergonomia:
6
Hardware:
9.8
Software:
8.7
Batteria:
9.2
Fotocamera:
7.5
Qualità/prezzo:
8
Materiali:
10
Audio:
8.6
Esperienza Utente:
8.8
VOTO GENERALE:
8.9

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • XaxeR

    Com’è la fotocamera se paragonata ad un top gamma del anno scorso tipo s6 o G4? Molto peggio?

  • Luca Audrito

    Esperienza utente e audio >8??
    Ci starebbe se fosse un tablet, ma è uno smartPHONE (imho)

  • Aragorn

    E’ brutto, è pesante, l’audio fa schifo, la fotocamera pure…..mi spiegate perché è valutato 8,9????

    • Dante

      Forse perchè è stata una novità? E la novità è stata pure azzeccata visto che un anno dopo tutti gli altri hanno seguito la logica di Xiaomi e della possibilità di mettere più schermo possibile. Io solo per aver lanciato l’idea
      e aver azzardato un anno prima in cui ancora nessuno si era permesso di provarci, gli avrei dato direttamente 10

  • Davide Polez

    8.9 per un device immaturo, di qualità sufficiente, questo è esser fanboy e basta. :(

  • IvY74

    Ragazzi, per me rimane un fuori serie, con i suoi difetti ed i suoi pregi, non è un terminale per molti, certo, date le sue dimensioni e non è detto che piaccia, ovvio, ma come tutti i concept è destinato a restare nella storia grazie all’azzardo di Xiaomi (di cui bisogna ringraziare per il coraggio avuto) nel produrre un device di queste dimensioni, materiali e così particolare, io che uso ancora il Note 7 Duos (ebbene si non l’ho restituito) quindi amo i grandi display per l’uso smisurato che faccio di contenuti multimediali e navigazione internet (x lavoro), ho comprato da poco questo Mi Mix e posso dunque dare la mia impressione oggettiva. Per l’uso che ne faccio e per il mio lavoro è fantastico, certo meno maneggevole del Note 7 in quanto più largo oltre che più pesante, ma devo dire: “CAVOLO CHE SPLENDORE LA CERAMICA, E CHE DISPLAY FANTASTICO NELLE DIMENSIONI DI UN IPHONE PLUS!!

  • JR

    “In una giornata intensa sono riuscito ad arrivare a sera con 7 ore e mezza di display attivo, mentre con un uso più moderato sono arrivato a 5 ore e 20 di display attivo”

    Quindi piu si usa intensamente il telefono, più dura la batteria?

    • Più si usa e più aumentano le ore di display, mi pare ovvio.

    • Alberto Giudice

      Semplicemente con uso intenso si è scaricato a ora di cena con 7 ore e mezza di display, con un uso più moderato sono arrivato a notte con 5 e 20 e della carica residua ;)

  • WiAldroid

    Recensione piuttosto approssimativa.
    Nelle dimensioni degli ultimi iPhone Plus inseriscono un magnifico display da 6,4″ e non è ergonomico perché scivola?
    Allora potremmo valutare uno smartphone di carta vetrata, così non scivola.
    Senza considerare che esistono da anni le cover in TPU trasparenti e sottili….

    • Alberto Giudice

      Beh, se tu trovi ergonomico uno smartphone che scivola ed è praticamente impossibile da usare ad una mano non so cosa dirti, per me che l’ho usato è il contrario di ergonomia visto che è anche molto pesante

      • WiAldroid

        Nel 2016 si parla ancora di smartphone da usare con una mano…
        Discorsi di chi è rimasto saldamente ancorato al 3310.
        Gli unici che si possono ancora usare con una mano, ma solo per alcune funzioni, sono i 5″/5,2″.
        La pesantezza è da rapportare alle dimensioni del display: trovami uno smartphone con un display più grande di 6″ e che pesa sensibilmente in meno del Mi Mix.
        Il problema della scivolosità è riscontrabile almeno nella metà degli smartphone esistenti, sicuramente tutti quelli con il retro in vetro. Cosa risolvibile con una cover in TPU da 0,3mm.

        • Alberto Giudice

          Il voto sull’ergonomia è un voto assoluto, non è che perchè è ben ottimizzato per il suo display che allora è ergonomico. E sì, c’è ancora tanta gente che vuole uno smartphone usabile con una mano, nel 2016 e anche nel 2017 ci sarà.
          Inoltre la ceramica è più scivolosa del normale vetro, ma comunque la combinazione display enorme + scivolosità fa scendere il voto di più rispetto a uno smartphone più compatto e scivoloso. Il fatto che le cover risolvano i problemi non conta nulla, se dovessimo dare i voti così tutti avrebbero 10 perchè le cover in TPU ci sono per ogni smartphone. Il voto basso di ergonomia sta proprio ad indicare anche il fatto che è meglio pensare di usarlo con una cover.
          Comunque è UN voto, nonostante tutto ha preso un voto alto come punteggio finale perché come ho detto l’ho nelle conclusioni personalmente l’ho apprezzato molto, ma capisco che non sia uno smartphone per tutti. Mi pare di aver toccato ogni punto e di aver argomentato i voti nella recensione, mi spiace tu l’abbia trovata approssimativa.

          • WiAldroid

            D’accordo, ti chiedo scusa se sono apparso arrogante nell’esposizione del mio pensiero, non è mia usanza non rispettare le opinioni altrui.
            Ad ogni modo grazie di aver condiviso al tua esperienza con noialtri.

        • Dan Morrison

          Presente, digitatore con mano sola, per me solo smartphone sotto i 5″ per essendo alto come uomo, e non sono l’unico a pensarla così ;-)

          Tornando IT: complimenti per la recensione, una bella ventata di novità, peccato che si senta male in chiamata, cosa che rende a mio parere inutile uno smartphone che è, appunto, un telefono smart.

        • francesco

          uno smartphone scivoloso come una saponetta non è ergonomico, punto. E questo è un trend che io proprio non riesco a capire, visto che ormai tutti lo sono. L’ultimo che ho tenuto in mano e ho detto wow, qui la cover non serve è il buon vecchio One plus prima versione, con quella cover di plastica morbida ruvida, rimaneva incollato alla mano che era un piacere. Invece ora è tutta una gara tra allumini tirati a lucido, vetri e ora pure la ceramica, a parte l’alluminio tutti materiali fragili, e l’alluminio con il problema di schermatura delle varie antenne, ma usare le plastiche moderne e le loro mille variazioni no? Invece di andare verso il futuro mi sembra di arretrare, anche in peso ,dove la plastica vincerebbe facile. Speriamo nei Nokia del prossimo anno appena annunciati, che i vari lumia li adoravo per resistenza e leggerezza

      • Davide Polez

        Egli vanta 3 mani, l’evoluzione della genetica. ;)

  • Giovanni Calice

    Peccato per la fotocamera , si sono persi in un bicchier d’acqua…

    • Davide Polez

      L’ottimizzazione software è la parte più importante, che nessuna azienda cinese sa fare, per ora.

      • Giovanni Calice

        anche la componente hw serve, qui mancano funzioni hw.

  • dagosjt

    Vediamo dunque i difetti principali:
    – Il problema dell’audio si risolve con un paio di cuffie credo, magari bluetooth. Che vista la dimensione dello schermo sarebbero comunque consigliabili.
    – Per le foto credo che ci sia poco da fare.
    – Per il prezzo azzardo una previsione, credo si dimezzerà nel giro di un paio di mesi.

    Per me sarebbe il dispositivo perfetto, l’unica cosa che mi frena è che non riuscirei in nessun modo a rischiare più di 300€ per un prodotto sostanzialmente senza garanzia.

    • Alberto Giudice

      Secondo me non calerà molto, purtroppo… È prodotto in quantità limitate

    • Alessandro Puzarro Simioni

      è un concept e dovevano venderlo a 300 euro o poco più, tanto venderanno i pezzi che hanno prodotto e poi lo lo producono più.
      Troppo delicato e troppo lucido, x me 2 cose fastidiosissime e per come hai detto su 800 euro una fotocamera da top metticela :)

      • Davide Polez

        Non conta il sensore cmos, conta di più l’ottimizzazione software, che costa di più, di un vecchio sensore di un LG G4 (magari).

        Tanto i dementi/entusiasti se lo faranno al volo, così Xiaomi respirerà un poco. :)

  • AntonioSM77

    Qual è la risoluzione visto che non può essere 1080×1920 visto che dite essere un 17:9?

    • Alberto Giudice

      2040×1080

  • Marcello

    è un tablet , non uno smartphone e fa pietà! smartphone si poteva chiamare il bonanima del NOTE 7.

    • WiAldroid

      Quindi anche gli iPhone 6Plus/6s Plus/7 Plus sono tablet?
      Hanno le stesse dimensioni esterne.
      Non fa pietà.

      • Marcello

        fa ancora più pietà

    • Davide Polez

      Phablet sia S7 Edge che Note 7.

    • Dante

      Il solito commento dello sfigato che non sa con chi prendersela nella vita… Come 10 anni fa abbiamo dovuto ringraziare Apple per l’entrata nelle nostre vite di una nuova generazione di telefoni (ti ricordo che eravamo fermi a cellulari single touch con Win CE con cui potevi solo chiamare, fare una foto/video e aprire un file office), ORA dobbiamo ringraziare Xiaomi che ben un anno prima ha introdotto un prodotto che riapre un mercato stagnante. Quest’anno mi pare che Samsung, Apple ecc abbiano anche loro investito tutto su la nuova “moda” dello schermo più ampio con meno bordi.
      Quindi può non piacerti, ma esprimerlo con quel tono, è come gettare merda a un passo in avanti che fa la tecnologia più usata al mondo (lo smartphone). Se sei contrario a questa tecnologia e alle evoluzioni dei telefoni, lo rispetto, ma allora non parlare nemmeno di Note 7, ma pensa a ritrovare nella tua polverosa cantina il vecchio Nokia gsm e non ROMPERE LE SCATOLE!

  • Drak69

    Troppo per un cinesone… Bellissimo ed innovativo, ma non ha neanche una buona qualita di chiamata…. Oltre alla fotocamera che gia mi aspettavo come punto debole. Se xiaomi decide di venderlo tra i 300 e i 400 potrei valutarlo

    • Marco Missere

      Cinesone sarebbe un termine negativo? Come se Xiaomi fosse un brand qualsiasi.

      • Drak69

        No, evidentemente é un termine che si riferisce alla provenienza del brand

      • Davide Polez

        Da come si comporta è quasi un cinesone qualsiasi, tutti sanno mettere sotto il cofano un ottimo SoC, ma se non ottimizzi col software…..rimane un cinesone che non sa esprimersi al meglio, tanto vale montare un MTK. ;)

        • Marco Missere

          Ok, hai dato prova di essere altamente disinformato sugli Xiaomi e sulla MIUI. Come volevasi dimostrare.

          • Davide Polez

            Perchè comprare uno Xiaomi?

          • Marco Missere

            Per l’elevato rapporto qualità/prezzo? Per la qualità costruttiva? Per la MIUI? Scegli.

          • Davide Polez

            Mmmm!! Elevato no, montano sì i meglio SoC in commercio, ma l’ottimizzazione, la stabilità del sistema delle rom in ITA, qualità costruttiva, non sono di certo superiori agli altri, magari simili, magari, per MIUI, dipende dai gusti, se è velocee sembra che lo sia , è ok.

          • Davide Polez

            Leggo sui gruppi di Telegram e sui forum, che le persone si lamentano, magari è normale per prodotti acerbi per il nostro mercato.

Top