Recensione Huawei P30 Lite New Edition – Non è un periodo semplice per Huawei, coinvolta nel ban USA che stenta a risolversi e con la prospettiva dei nuovi flagship P40 che non potranno contare sui servizi di Google.
Mentre si aspetta l’adozione di HarmonyOS e la piena maturazione degli HMS (le alternative fatte in casa ai Google Mobile Services), Huawei prova a rispolverare prodotti meno recenti, aggiornandoli o aggiungendo qualcosa in più che possa renderli appetibili.

E’ il caso di Huawei P30 Lite New Edition, ovvero un Huawei P30 Lite (recensione) con nuova colorazione Peacock Blue , 6 GB di RAM e 256 GB di memoria interna, proposto a 349 Euro, scopriamolo nella nostra recensione.

Video Recensione Huawei P30 Lite New Edition

Design & Ergonomia

Il design di Huawei P30 Lite New Edition non cambia rispetto al predecessore, vengono però proposte le colorazioni: Peacock Blue, Breathing Crystal, che vedete in foto, e Midnight Black più classica.

Si conferma un’estetica valida e moderna, con una back cover in vetro, sensore di impronte digitali posizionato al centro e gruppo ottico a semaforo un po’ sporgente.
Colpisce positivamente lo spessore ridotto a soli 7,2 mm e, nonostante il bordo in plastica, è apprezzabile la qualità costruttiva, mediamente superiore alle proposte di fascia medio bassa arrivate recentemente sul mercato.

In basso trovano posto la porta jack audio da 3,5 mm, il connettore type-c e la griglia per l’altoparlante, il lato sinistro è completamente sgombro, mentre a destra troviamo il tasto power e il bilanciere del volume.

Il display forse è l’elemento che sente di più il peso dell’età, se nel 2019 un LCD poteva essere accettato di buon grado, ormai sulla stessa fascia di prezzo cominciano a trovarsi massicciamente schermi OLED.
Va comunque detto che la qualità del pannello è elevata, molto luminoso e con la giusta densità di pixel portata dalla risoluzione FullHD.

Le dimensioni sono di 152.9 x 72.7 x 7.4 mm ed il peso di 159 grammi, è un telefono che all’alba del 2020 possiamo considerare di dimensioni medie, non troppo largo e quindi relativamente semplice da utilizzare, certo la compattezza è un’altra cosa.

Funzionalità

Non ci sono novità degne di nota, fa notizia in negativo l’assenza di Android 10 con EMUI 10 allegata.
Peccato perché sarebbe stato un buon modo per dare un motivo di interesse in più a questo refresh di P30 Lite, sicuramente l’aggiornamento arriverà ma non abbiamo la certezza sui tempi, nel mentre bisogna accontentarsi delle patch di sicurezza aggiornate allo scorso dicembre.

Come già constatato con il P30 lite 2019, Huawei non costringe a rinunce rispetto alla versione più completa della EMUI, troviamo infatti tutte le funzionalità più interessanti dell’interfaccia personalizzata cinese.
Sono presenti le gesture di navifazione, lo spazio privato, cassaforte per app e file, varie gesture riconosciute per silenziare una chimata, rispondere o realizzare screenshot.

Tra le app preinstallate una suite completa di strumenti di base e un paio di programmi di terze parti non richiesti ma tranquillamente disinstallabili, non mancano possibilità di personalizzazione tramite una completissima app Temi.

La parte multimediale è apprezzabile, presente la sempre utile porta jack audio da 3,5 mm e un buon altoparlante mono posizionato in basso, l’ampio display fa il resto.

Prestazioni

Huawei P30 Lite new edition arriva con il solito Kirin 710 ma si affida anche a 6 GB di RAM LPDDR4 e ben 256 GB UFS 2.1 di memoria interna.
Dal punto di vista delle prestazioni non abbiamo notato un particolare miglioramento rispetto al già buono P30 Lite 2019, i due GB di RAM in più si rivelano utili quando apriamo più app in sequenza e lo smartphone continua ad essere reattivo.
Il software di Huawei è però sempre piuttosto aggressivo nel liberare RAM, per cui il miglioramento è quasi trascurabile, piuttosto il collo di bottiglia è sul processore Kirin 710, realizzato a 12 nm e non più al passo con gli ultimi nati di casa Qualcomm.

In generale comunque il Huawei P30 Lite NE si comporta bene, è veloce e reattivo quanto basta per garantire una piacevole esperienza di utilizzo.

Nessun problema lato connettività e parte telefonica, si distingue negativamente il Bluetooth 4,2, mentre la ricezione e la qualità audio in chiamata sono ottime.
E’ presente la Radio FM, il chip NFC e il GNSS con supporto AGPS, GLONASS e GALILEO.

Uno degli aspetti più interessanti di Huawei P30 Lite New Edition è la grande quantità di memoria, una caratteristica che torna utile nel momento in cui desideriate utilizzare lo smartphone in configurazione dual SIM.
Lo slot per espandere la memoria è infatti condiviso con la seconda SIM, chiaramente avendo così tanto spazio di archiviazione non sarete costretti a scendere a compromessi anche utilizzando due SIM

Fotocamera

Huawei P30 Lite New Edition propone tre fotocamere posteriori di cui una standard da 48 MP F/1.8, una grandangolare da 8 MP e un sensore per la profondità di campo da 2 MP F/2.4.

La qualità delle immagini è buona ma non si discosta rispetto a quanto visto con il precedente modello.
Nel tempo, grazie agli aggiornamenti le foto diurne sono decisamente migliorate raggiungendo un buon equilibrio tra tutti i parametri e risultando tra le migliori nella categoria.
Bene anche i ritratti e i selfie grazie alla fotocamera anteriore da 24 MP F/2.0, certamente il punto più positivo di tutto il pacchetto fotografico.

Non ci hanno convinto pienamente le foto notturne, la modalità dedicata aiuta ma non è particolarmente efficace, non aspettatevi quindi performance notevoli rispetto alla concorrenza.
Huawei P30 Lite si attesta nella media, ma non è particolarmente brillante se consideriamo il posizionamento prezzo.

Male purtroppo i video, non c’è molto da salvare sotto questo profilo, già in FullHD a 30 fps la stabilizzazione digitale non si rivela troppo utile e complessivamente la qualità dell’immagine lascia a desiderare.

Batteria & Autonomia

I 3340 mAh di batteria sono sufficienti a coprire una giornata intera, non bastano per due giorni.
L’ottimizzazione degli smartphone Huawei è ormai proverbiale e si conferma un asso nella manica nella gestione della relativamente piccola batteria di Huawei P30 Lite New Edition.

Ultimamente stiamo vedendo sempre più smartphone con moduli superiori ai 4000 mAh, il P30 Lite va quindi in controtendenza guadagnandone in portabilità, ma la prova sul campo non ha evidenziato criticità, l’ennesima dimostrazione che i numeri non sono tutto quando si parla di tecnologia.

In conclusione

Arriviamo alle battute finali della recensione di Huawei P30 Lite New Edition, proposto a 349 Euro di listino con in regalo le Huawei Freelace fino al 9 febbraio (valore commerciale 99 Euro).

Paradossalmente il prezzo di listino è più basso rispetto al precedente modello, nonostante aumentino RAM e spazio d’archiviazione.
La proposta di Huawei è concreta, ma di certo non particolarmente accattivante se pensiamo alle tantissime alternative più recenti uscite sul mercato.

La tanta memoria fa gola, ma per essere veramente conveniente consigliamo di aspettare che il prezzo di abbassi di un centinaio di Euro.
Non sarà uno smartphone che fa spalancare gli occhi per lo stupore, ma probabilmente è il massimo che Huawei possa fare in questo momento di transizione, tocca a noi sfruttare l’occasione aspettando il giusto prezzo.

Altre offerte

Pagella

7.5
Design
7.0
Funzionalità
6.8
Prestazioni
6.8
Fotocamera
7.0
Batteria
7.0