Quando si parla di applicazioni dedicate alla navigazione sono due i nomi che vengono subito in mente, Google Maps e Waze; i due software di proprietà del colosso di Mountain View sono infatti tra i più utilizzati e apprezzati dagli utenti grazie alle loro caratteristiche.

Waze rappresenta senza ombra di dubbio l’alternativa perfetta per tutti coloro che non amano utilizzare Maps, l’app vanta infatti una schiera di utenti affezionati soprattutto per la sua anima di software “condiviso”, che può così beneficiare delle segnalazioni degli utenti.

Di recente abbiamo visto come l’app in questione abbia riprogettato proprio i report per le segnalazioni degli utenti, mentre oggi diamo un primo timido sguardo ad una nuova funzionalità.

Gli avvisi per dossi e curve pericolose iniziano a farsi strada in Waze

Secondo quanto riportato dai colleghi di silive, sembra che alcuni utenti abbiano iniziato a visualizzare un nuovo messaggio all’apertura di Waze, messaggio che li avvisa dell’implementazione di una nuova funzionalità: l’applicazione fornirà nuovi avvisi per dossi e curve pericolose.

Il messaggio recita quanto segue:

Potresti ricevere avvisi per prestare attenzione alla strada, ad esempio prima delle curve strette.

Waze avvisi per dossi e curve strette

Come potete notare dall’immagine qui sopra, l’app propone due apposite icone per i dossi e le curve strette, icone che dovrebbero risultare ben visibili sulla mappa durante la navigazione.

Quella dei colleghi menzionati poco sopra non è in realtà l’unica segnalazione al riguardo, anche autoevolution a inizio mese aveva individuato la medesima nuova funzionalità, come potete vedere dall’immagine qui sotto.

Waze avvisi per dossi e curve strette

Nonostante le segnalazioni sopra riportate, sembra che in realtà al momento il numero di utenti in grado di visualizzare la novità in questione sia alquanto esiguo, inoltre per quanto l’aggiornamento parrebbe essere in fase di implementazione su entrambe le piattaforme Android e iOS, sembra che la nuova funzione possa non essere visibile fin da subito utilizzando Waze con Android Auto o Apple CarPlay. Non ci resta che attendere l’annuncio ufficiale della nuova funzione per saperne di più.

Potrebbe interessarti anche: Google Maps potrebbe presto segnalare la posizione dei dossi artificiali