Editoriale: Google e la nuova filosofia del marketing

È iniziato tutto lo scorso anno, quando Google ha deciso di annunciare Nexus 5 tramite un semplice post sul proprio blog lasciando tutti interdetti per la modalità. Ricordo che i rumors riguardanti le specifiche tecniche si sono rincorsi per un paio di mesi, con tutti gli addetti del settore in attesa di un invito per un evento ufficiale di presentazione che non si è mai tenuto. Col senno di poi Google non aveva fatto nulla di sbagliato: a cosa serve un evento spettacolare con invitati famosi, costi spropositati per mostrare uno smartphone? Mi vengono in mente gli eventi della concorrenza – Apple docet – con presentazioni che durano un’ora e mezza e nella quale il 90 per cento del tempo è aria fritta. Analisi delle vendite passate, numeri, tabelle, comparazioni inevitabili con la concorrenza, presentazione del prodotto del quale si conosce già tutto, presentazione delle nuove funzionalità, di cui ogni blog del settore ha già parlato per un mese, comunicazione del prezzo e disponibilità.

Qualche genio a Mountain View ha ben pensato che era possibile portare le presentazioni in una nuova era. Il ragionamento è semplice: lascio trapelare regolarmente delle informazioni sempre più dettagliate sul prodotto, misuro la reazione del pubblico, adeguo le fughe di notizie e procedo fino alla data in cui prevedo di svelare ufficialmente il mio prodotto. A questo punto creo un post con la conferma di tutto quanto è trapelato, ufficializzo prezzi e disponibilità. Semplice ed economico.

Quest’anno la strategia si è evoluta, adattandosi in parte alla concorrenza. Al Google I/O 2014 Big G ha deciso di svelarci la nuova veste di Android, con oltre 4 mesi di anticipo sul rilascio effettivo. Poi ha rilasciato una Developer Preview con la scusa ufficiale di permettere agli sviluppatori di adattare le applicazioni alla nuova interfaccia. Però la Developer Preview è stata installata anche da molti utenti comuni come il sottoscritto. Si sa che le nuove versioni sono sempre più apprezzate, danno la sensazione di avere un nuovo terminale, sono graficamente più appaganti e ci fanno sembrare vetusta la precedente versione. A me almeno capita così: dopo aver visto la Preview di Android L ho trovato brutto Android KitKat che avevo adorato lo scorso anno. Abilità di Google nel proporre una nuova interfaccia o semplice voglia di continue novità?

Anche per il nuovo Nexus (parlo dello smartphone) sono iniziate presto le “presunte” fughe di notizie. Prima il nome, poi il produttore, il chipset e poi il pezzo forte: quello schermo da quasi sei pollici che ha causato tante notti insonni, mal di pancia e arrabbiature da parte degli appassionati. Mi sono realmente divertito in questi ultimi due mesi a leggere una serie impressionante di commenti nei principali blog italiani:

  • Se avrà realmente lo schermo da 6 pollici mi dispiace ma non lo comprerò
  • Faranno sicuramente due versioni, una da 5.2 pollici ed una da 6 pollici
  • Se devo comprare una padella allora prendo il Note 4 perchè ha il pennino
  • Google non venderà neanche un Nexus 6 con queste caratteristiche

Non ricordo che alcun produttore di smartphone abbia mai prestato particolare attenzione agli utenti finali, né per i nuovi prodotti né per gli aggiornamenti. Ci siamo adeguati alle abitudini dei grossi produttori (Samsung, Sony, LG, Apple), che ad ogni nuova versione dello smartphone di punta aggiungono qualche decimale di pollice alle dimensioni dello schermo e crediamo che anche Google debba adeguarsi a questo standard.

La linea Nexus non è nata come linea commerciale per portare profitti a Google, ma per poter sperimentare Android e mostrare agli utenti quali sono le potenzialità del sistema operativo. Ecco perché non è strano che Google in particolare presti poca attenzione al feedback degli utenti.  Quindi potremmo così rispondere ai tanti quesiti degli utenti:

  • Non sentirti particolarmente dispiaciuto, a Mountain View non piangerà nessuno
  • Se non te ne sei accorto, ci sono due versioni: Nexus 6 con lo schermo da 6″ e Motorola Moto X (2014) con lo schermo da 5.2″
  • Se molli la filosofia Nexus per passare alla concorrenza non lamentarti per il ritardo sugli aggiornamenti in futuro
  • Come per il primo punto, Google non ci rimetterà per questo

La cosa più divertente che noto è che, man mano che Google svela la nuova interfaccia, le nuove funzionalità esclusive (Ambient Display e Tap To Wake su tutte), i nuovi servizi presenti sul Nexus 6, gli stessi utenti che prima si dichiaravano esterrefatti ora ammettono che, tutto sommato, alla fine potrebbero acquistare il primo phablet di Google. E se con Nexus 4 e Nexus 5 Google ci aveva abituato ad un prezzo molto concorrenziale, non stupiamoci del prezzo di Nexus 6. A mio avviso, per le sue caratteristiche vale fino all’ultimo centesimo del prezzo chiesto da Google. E se questo comporterà un aggiornamento del mio guardaroba per acquistare pantaloni con le tasche anteriori più grandi, pazienza.

Nota: questo articolo è un editoriale e, in quanto tale, rispecchia l’opinione di chi scrive senza voler assumere caratteri di notizia oggettiva o di cronaca dei fatti. Esso è un articolo in cui vengono esposte le opinioni personali dello scrivente e, in quanto tale, non è oggettivo e può essere contrario all’opinione di chi legge. Invitiamo tutti i lettori a commentare tramite gli appositi strumenti mantenendo il rispetto e la civiltà.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • mah secondo me noi siamo diventati (o lo siamo semprestati) gli utenti passivi che devono adattarsi a ciò che ci danno in pasto. Cavolo! Non sono i miei pantaloni a doversi adattare a quelle dimensioni! Non riesco a capire perché google non rispetta il parere degli utenti. A che serve il blog ufficiale? D’accordo che non ci perde nulla, ma sony ultimamente ha dimostrato di tenere ai feedback più di ogni altra azienda

  • Igor Mishin

    io amo i padelloni! solo che a quel prezzo (giusto o no che sia) guarderò altrove.

  • Marco Svevi

    quello che molti qui sembrano non capire è che i produttori NON possono stare a sentire il parere degli utilizzatori finali. Ci sarà sempre uno scontento e inoltre il mercato non funziona così: sono gli utenti ad adeguarsi alle scelte dei produttori, non il contrario. Sembra sbagliato ma sui grandi numeri funziona, e Google sta seguendo questa semplicissima linea. Venderanno tonnellate di N6 e soprattutto tutti ci abitueremo a quelle dimensioni, alla lunga.

  • LosPollos

    si ma mentre acquistando il Nexus6 dal playstore hai la sostituzione del dispositivo in garanzia, il motox ha la solita assistenza che impiega mesi per farti ritornare il dispositivo riparato… Mi sono promesso che non acquisterò nessun cellulare che non preveda la sostituzione del dispositivo in garanzia.

  • Bitace

    per me 6 pollici sono troppo pochi: aspetto il prossimo nexus

  • Elia DB Di Bennardo

    pienamente daccordo :)

  • lomedimeo

    domanda, ma cosa vuol dire che a google non interessano le vendite?
    i produttori a cui si appoggia google sono d’accordo sul produrre un telefono che non sarà venduto in grande quantità? se sì per qual motivo?

    Insomma mi sembra strano che il signor Lenovo dica: ok vi facciamo il nexus 6, non ci interessa se non vende, tanto noi non abbiamo dei ricavi da fare.

    Questa storia del: google fa cose che non le interessa vendere mi sembra come la corazzata potemkin.

    • Lorenzo

      Probabilmente quella frase era un’iperbole dell’autore, ma in realtà la questione è che Google ha come core business il Sistema Operativo e i servizi che riesce ad inserirvi all’interno (leggasi “targeted ads”).
      I prodotti Nexus, come tutti gli smartphone, nascono per vendere, ma rispetto agli altri produttori c’è ben altro dietro: far progredire Android, mostrare a tutti cosa può fare, e quindi aumentarne la diffusione = più utenti a cui mandare pubblicità.
      Per questo spesso si dice che “a google non interessa vendere i Nexus”.
      Pensa che sul Nexus 5 i margini di guadagno erano molto ridotti rispetto a qualunque altro marchio.

      • lomedimeo

        Ok capisco tutto, quello che è l’intento di google per lo sviluppo ecc. ecc.

        Non voglio prendermela con l’autore in sé (perché ho letto da altre parti la stessa frase), però secondo me è molto fazioso dire: il telefono è poco importante che venda, tanto a google non è quello che interessa.
        Un po’ come dire va be’ ho perso una vita, tanto ne ho altre due (mario style).

        Io ritengo fondamentale per la progressione di un SO che lo stesso sia diffuso su grande scala, soprattutto nella sua forma “stock”, e come ho già detto, fossi un produttore, non accetterei mai una partnership con google se le premesse sono quelle di un prodotto che non deve essere venduto.

        Ripeto IMHO, però trovo questa difesa molto come arrampicarsi sugli specchi.

  • BHA!! come si dice a Poker, ‘s e r v i t o’ mi tengo il mio neXus 5 e il mio iPhone 6!!! :)

  • Quante critico leggo, quanta cattiveria. Secondo me il punto di vista nell’articolo è interessante e meritava di essere condiviso. Personalmente la penso grossomodo così anche se NON comprerò Nexus 6 nonostante lo stessi aspettando (ho “ripiegato” sul nexus 5) e continuo a trovare il prezzo troppo alto per i miei gusti. Nessuno in Google ha mai detto che avrebbero venduto un prodotto che sul mercato costa >700 ad un prezzo dimezzato. Inoltre sinceramente trovo molta ipocrisia nei commenti di blog tecnologici visto che Google ed il Nexus 4/5 sono stati criticatissimi perchè prodotti “spacciati per top gamma” ma con qualcosa qua e la di pessima qualità (fotocamera / audio / batteria / software): adesso che Google ha fatto un prodotto PREMIUM insieme a Motorola (audio stereo, fotocamera “muscolosa” e batteria degna oltre ad un software che sfrutta active display, fast charge, hdr+ e 2tap2wake) vendendolo comunque a 50/100 € in meno della concorrenza tutti gridano allo scandalo, come se Google vi avesse promesso di essere una Onlus. A mio parere questa fatta dall’azienda americana è una SCELTA, come potevano esserne fatte altre migliori (fare un Nexus 5 2014) ed è dettata tra le altre cose dal dover far CONTENTI i producer con cui Google lavora (in questo caso Motorola ed HTC, due aziende in difficoltà che non vogliono realizzare device “per google” ma fare prodotti che “stanno nel mercato”).

    • Elia DB Di Bennardo

      esatto! questo è il primo nexus veramente top di gamma in tutto! e considerando i top di gamma di altri marchi il prezzo resta comunque competitivo!

  • Ronnie

    Ma perché vi lamentate tutti di questo Nexus e nessuno si lamenta per il nuovo Iphone? me lo spiegate? grazie.

    • Elia DB Di Bennardo

      si infatti voglio vedere adesso quelli che dicevano ” ah si l’ iphone è meglio perchè non è un padellone e lo si usa meglio con una mano” ma sono talmente orgogliosi del loro “gioiellino” che non lo ammetteranno mai ;)

      • Ronnie

        Si appunto!

    • Marco Svevi

      e perchè ci si dovrebbe lamentare dell’iphone 6?il formato da 4,7 pollici è comodissimo per chi vuole uno smartphone più classico, mentre quello da 5,2 permette alla Apple di entrare nel mercato phablet. Entrambi sono ottimizzati per il sistema operativo, veloci e molto fluidi, e la qualità di materiali e costruzione è al top. Costa tanto, ma come anche Samsung e altri. Non vedo di cosa ci si possa lamentare

  • Dario · 753 a.C. .

    non mi piace per niente come ragione l’autore dell’articolo… sembra il classico fan boy

    • Elia DB Di Bennardo

      ha semplicemente detto la verità, poi in ogni caso ha specificato che era un parere soggettivo e non oggettivo

  • Cesare Patuelli

    Nuova strategia Google condivisibile, non da me però.

  • androidinho

    Non dobbiamo stupirci del prezzo? Ma cosa aveva di così tanto scadente il n5 per costare meno della metà? E cosa giustifica questo raddoppio? Il display QHD da 6″? Io non credo proprio…Google ha toppato, scontentando il 90% degli utenti che si aspettavano un dispositivo dalle dimensioni più umane e mettendo un prezzo fuori logica. E se vogliamo dare un minimo di riconoscimento ad un HW migliore io credo che il prezzo non dovesse essere superiore a 499

    • Elia DB Di Bennardo

      batteria, fotocamere, speaker, display, implementazioni software e hardware innovative… (per implementazioni mi riferisco ovviamente alla rom stock)

  • Shinral

    A mio avviso invece per le sue caratteristiche vale meno della metà del prezzo chiesto da Google. Per quanto riguarda la filosofia di marketing, la strada intrapresa con i nexus marcati LG ha avvicinato milioni di acquirenti ad android stock ed al mondo android in generale, questa sorpresona da 6 pollici ha tristemente deluso le aspettative di chi attendeva impaziente una naturale evoluzione del nexus 5. Riportando così la gamma nexus a dispositivi di nicchia, incompleti nel software e costosi nel prezzo, non facendo altro che tornare indietro di 2 anni. Sarà il tempo a decidere se le scelte di google sono state azzeccate.

    • Irven zanolla

      Perché dici che i Nexus sono incompleti nel software? Google ci mette le basi, poi lo personalizzi a piacimento. O preferisci trovarti metà memoria piena di schifezze che non userai mai?

      • Shinral

        Ho avuto tutti i nexus phone usciti finora, e l’esperienza Android stock la preferisco rispetto alle personalizzazioni dei produttori piene di bloatware. con l’espressione software incompleti mi riferisco alla mancanza del multiwindows ormai essenziale con display generosi, ad applicazioni Google eseguibili in finestra, otg funzionante, gestione migliore della connessione al PC ed altre funzioni non ottenibili senza Root. Non basta una grafica fluida e gradevole ed hw pompato per fare un top gamma, ed il nexus 6 ha il prezzo di un top senza avere un sw adeguato. Il nexus 5 è stato un successo perché i difetti erano compensati dal prezzo esiguo rispetto alla concorrenza, ma di certo non valeva 1€ in più di quanto costava e sinceramente lasciarlo sul play store è da folli. Ne ho cambiati 4 nexus 5 ed ognuno aveva difetti hw più o meno gravi, autonomia insufficiente e qualità fotografica mediocre.

  • Sebastiano Pagani

    Io ho dato la mia opinione qualche commento sotto, ma quelli che hanno qualche dubbio possono cercare “curva di Moore” su google, e leggersi il secondo link(wordpress). O scaricarsi “La mucca viola” di Seth Godin versione Kindle. Capirete molte piu cose.

  • MeneS

    Sembra un post per autoconvincersi si una scelta di acquisto :P

    Seriamente, il fatto che questo sia un prodotto per gli sviluppatori o che a Google non interessa fare profitti non è una scusa. Il prodotto così com’è non ha molto senso (i 6 pollici non sono sfruttati e si, manca una s-pen) e il prezzo non lo giustifica.
    Moto X 2014 non riceve gli aggiornamenti direttamente da Google, è un prodotto Lenovo quindi nessuno può garantire che sia supportato. Non mi risulta nemmeno che esiste uan rom AOSP.

  • steno rossi

    90% di aria fritta,forse,di piu

  • Daniele Cereda

    point of view,sui quali concordo,personalmente,poco.
    1)la leggenda metropolitana del mancato guadagno di Google sulla linea Nexus è.appunto,una leggenda,basta vedere il Q4 2013 e scoprire gli introiti che N5 ha portato a Mountain View,quindi lasciamo da parte la filantropia di Google nel volerci proporre device solo per farci vedere Android “nudo e crudo”.BigG ha scoperto che con l’hardware si fanno i soldoni e gli adepti stile Apple sono la migliore fonte di guadagno.
    2)BigG ha seguito Apple e copiato,ahimè,le strategie:all’I/O è stato chiaro il sentiero…designer e stile,poca sostanza in soldoni. L è bello? ma si ,per carità,minimal style,icone flat e coloracciute,animazioni da “wooowwww” per la media degli utenti.A me personalmente non frega nulla dell’animazione in fase di apertura del drawer (che per inciso,non si può proprio vedere bianco latte!!)o della barra superiore trasparente,sono cose,queste,per le quali si sono messi alla gogna per ANNI i fan di Cupertino ed oggi idolatriamo google perchè mi fa le notifiche a schermo pure sulla lock screen(e pure quello a me sta sugli zebedei,addio privacy a favore di una pseudo grafica!)
    3)addio alla filosofia Nexus ora siamo in pieno delirio da “eh no,è figo,bei materiali e la sostanza si paga” e giù la sagongata da 700 euro per il padellone! o i 500 per un tablet!ma come,scherzavamo i patiti di iphone per questo,N5 è nato e andato avanti proprio sul concetto di “qualità a prezzi giusti” ed ora ci allineiamo?Google mi dice che devo bruciare uno stipendio per un 6″?

    Morale:la filosofia Nexus a questo giro è morta,se le vendite andranno bene vorrà dire che Google è la nuova Apple e non stupiamoci di prezzi semrpe più assurdi o del fatto che molti migreranno verso altre marche,perchè l’aggiornamento in tempo zero,scusami,non vale 700 euro.

    • SkyWalker

      Sottoscrivo, in pieno.

    • redfoot

      permettimi di non sottoscrivere…
      1) nei 349 euro di nexus 4/5 c’era il margine di guadagno di LG e il margine di Google. Tolto il costo dei componenti e tolto il margine di LG quello che arriva in tasca a Google per ogni singolo dispositivo venduto non fa il 50% del suo fatturato. Forse nemmeno il 30% (penso più un 10%).

      2) I cambiamenti ci stanno, devi proporre qualcosa di nuovo anche se inizialmente i “puristi” non accetteranno (vedi i 6 pollici, vedi il drawer,…) ma su questo non posso obiettare nulla, opinione personale.

      3) Sono due filosofie diverse. Per i nexus 4/5 venduti sul play store seguivi un canale di vendita a margini praticamente risicati allo 0% (o quasi, sono pessimista) mentre ora segue il comune canale retail con i suoi pregi (garanzia in negozio del produttore, possibilità di acquisto fisico) ma anche i suoi difetti (rapidi cali di prezzo, mentre il nexus 5 è ancora venduto a 349 dopo 1 anno sul playstore).

      • Daniele Cereda

        1)i “credo” “forse” “magari” in economia ,come in medicina,servono solo per fare 4 chiacchiere da bar,i fatti,ad oggi,sono,l’incremento di fatturato dato da N5 a fine 2013 per Google,quale che siano i rapporti commerciali di spartizione con LG non è dato sapere,quindi restano supposizioni aleatorie.
        2)un conto è cambiare lievemente(passo da 5 a 5.3) altro discorso saltare a piè pari a 6 pollici manco ottimizzati(MX4 ha ottimizzato le cornici,motorola ha fatot un lavoro indegno per N6),si cambia totlamente target di vendita,se uno non vuole o non necessita di un phablet non te lo compera,semplice.
        3)il canale di distribuzione è lo stesso,play store e alternative,non vedo dove tu veda una differenza.

        • redfoot

          1) Lavorando nel settore vendite so di cosa parlo. Hai per caso lettuo una voce nel consuntivo 2013 di google in cui sai di per certo quanta è stata l’incidenza dei N5 sul totale del fatturato?

          2) N6 non è un evoluzione di N5. Lo affianca in una fetta di mercato che fino ad oggi Google non copriva (settore phablet).

          3) Il canale di distribuzione non è lo stesso. Ci sarà ANCHE sul playstore. Fino ad oggi N4/N5 erano ESCLUSIVE del playstore al momento dell’uscita. Il mio N4 l’ho acquistato a 410 € circa dopo 8 mesi che era uscito sul plasytore USA (non esisteva ancora da noi, ahimè). N6 all’uscita avrà ovviamente il prezzo simile sia in negozio, sia sul playstore. Ma a parità di prezzo, dal playstore chi lo comprerà? Pochi, i più andranno in negozio con assistenza fornita direttamente dal venditore.

          • Daniele Cereda

            1)col cuore ma se non sei dentro a google il fatto che tu venda telefoni vale quanto dire che conosci il marketing dirigenziale di BMW perché hai un concessionario BMW. Fatti una bella ricerca google tra 2013-q4-nexus5 e nelle rassegne stampa estere (lascia stare articolacci di blogger italiani che capiscono !meno di nulla sia di inglese che di finanza e manco sanno leggere un grafico delle vendite)e poi vedrai l’incidenza sul fatturato dalla vendita di n5
            2)n6 é una fascia diversa che però vuole far fare il salto all’utente….ne riparliamo quando n6 arriverà nel play store…per la cronaca che fine ha fatto n7 nel playstore dall’arrivo di n9?sparito……
            3) basta navigare decentemente e amazon ti risolve il problema il doppio canale (cazzo detta cOSI suona malissimo :-)) c’è sempre stato e ci sarà anche questa volta.quanto ai rivenditori fisici….ci sono posti con n4 a 400 euro e parlo di grandi catene in grandi città per fortuna la mediamsi énfatta furba e compramin rete…..google per me non ha capito che in Italia 700 euro per un decide Motorola non li caccia quasi nessuno.(come non si cacciano 500 euro per untablet HTC)

        • doktorbubba

          Visto che dici giustamente: ” i credo, forse, magari in economia servono solo a chiacchierare” vorresti essere più precisa quando parli di “incremento da fatturato dato dal N5 per l’esercizio 2013??? Sai visto che nessuno ha dato dettagli in merito e visto che Google ha fatturato quasi 17 miliardi di dollari, sarei curioso di sapere di cosa stai parlando visto che dici che l’importante sono i fatti e non le chiacchiere…

          • Daniele Cereda

            mi quoto” Fatti una bella ricerca google tra 2013-q4-nexus5 e nelle rassegne stampa estere (lascia stare articolacci di blogger italiani che capiscono !meno di nulla sia di inglese che di finanza e manco sanno leggere un grafico delle vendite)e poi vedrai l’incidenza sul fatturato dalla vendita di n5 ” per contro visto che in google non si trova nulla mi posti un link dove BigG spiega che la serie nexus ha mero valore filantropico?

  • pippo

    Ma vi copiate tra di voi blogger stessa notizia stesse parole…un po di fantasia no…?

    • Irven zanolla

      Potresti citarmi la fonte dalla quale avrei copiato, giusto per chiarezza?

      • Biase96

        Mi hai tolto le parole di bocca, sono giorni che cerco di spiegare ciò che dici nell’editoriale alla gente ma sono fissi sulle lore idee con critiche non costruttive con commenti del tipo “scaffale” o “padella”

    • Irven zanolla

      Che poi, a dirla tutta, non è nemmeno una notizia. A me piacerebbe più fantasia nei commenti, qualcosa su cui si possa costruire una discussione. Ma forse sono un sognatore, credo ancora di vivere in un paese di persone, non di gente che commenta per il gusto di commentare a vanvera.

  • Luigi

    Forse la rovina di tutto siete proprio voi che fate i blog…

    • Che commento profondo, così scateni una serie di commenti da cervelloni.

      • Irven zanolla

        Cervelloni? Impossibile, si sono estinti con Einstein.

    • redfoot

      Livello di intervento: Genio.

  • Davide Monsurrocco

    Articolo che non risulta coerente. Se il parere è soggettivo poi non bisogna osannare il proprio punto di vista,annuendo a come gli utenti,nel corso della storia,si siano adattati alle linee guida dei produttori. Felice del mio “piccolo” Nexus 4 da 4,7 pollici. Misura perfetta per me ed è soggettivo!
    Nexus 6 non sarà un best buy e non lo dico io o tizio e caio: lo dice (dirà) il mercato!

    • Irven zanolla

      L’adattamento di cui parlo è semplicemente nell’abitudine a vedere piccoli miglioramenti, come lo schermo un po’ più grande, un po’ di RAM in più. Non dico che la gente compri tutto ad occhi chiusi, dico solo che tutti volevano un piccolo miglioramento da Google e non hanno saputo capire il grosso cambiamento.

      • Davide Monsurrocco

        Ah perdonami. Prendi il mio commento come uno sprono a rispondermi visto che,leggendo con attenzione l’articolo,mi era parso di capire che se il produttore ci “obbliga” a passare alle misure maxi e noi dobbiamo sempre acconsentire.

        Comunque penso era meglio rendere più soggettivo l’articolo.

        • Irven zanolla

          terrò presente la tua critica per i prossimi editoriali

  • LoSparasemi

    Capiremo la strategia di google solo in base a quanta pubblicità farà ai nuovi nexus; finchè costavano poco era un conto, ora che competono direttamente contro tutti è un altro. In assenza di pubblicità pesante ci sarà il rischio di flop secondo me; nonostante lo schermo enorme il nexus 6 è un buon prodotto.

  • Nicola Chiarato

    Uno degli editoriali più imbarazzanti che abbia mai letto. Sembra scritto da un bambino di 15 anni con una capacità di analisi di uno di 8.
    Non c’è molto su cui discutere andrebbe semplicemente cancellato per quieto vivere.

    • l0ll391

      scusa, ma chi ti credi di essere? il bambino sei tu! intanto è un editoriale e se sai cos’è i tuoi commenti sono comunque fuori luogo. nemmeno io sono d’accordo con quanto scritto, ma almeno non vado a fare commenti che non hanno ne capo ne coda. Ma forse non dovrei nemmeno commentare un post così, perchè si commenta da solo, forse è solo ignoranza, o ancor peggio arroganza. Se fossi uno dei gestori del sito rimuoverei il tuo commento all’istante, per non dire di peggio

      • Non cancelliamo nessun commento, a meno che non contenga insulti. È la sua opinione, giusta o sbagliata che sia; certo, avesse argomentato meglio sarebbe stato molto più interessante, ma così è.
        Detto ciò, credo che il commento in sé si qualifichi da solo. Nicola, se volessi scriverci un commento più lungo su cosa secondo te non va bene ne saremmo lieti.

        • l0ll391

          giustissimo, cmq lui non ha scritto nulla per commentare l’articolo, ma un inutile attacco allo scrittore, dico solo che io mi sentirei offeso se scrivessi un EDITORIALE e il primo che passa scrivesse ste C*****E… detto questo peace & love :)

      • Almeno qualcuno ne coglie il senso. :)

    • Irven zanolla

      Potresti chiarire il motivo del presunto imbarazzo? Così magari in futuro evito di creare problemi alla gente più sensibile.

  • Vahn

    Non ho capito su quale base il note 4 sarebbe già oggi meglio di un nexus 6. Secondo chi o cosa? Per il pennino ??? O la fantastica interfaccia di Samsung?

    Quantomeno aspettare le recensioni su….abbiate pazienza.

    La verità è una sola…Siccome google per due anni ha prodotto insieme ad LG un device ottimo dal prezzo ridicolo riuscendo ad accontentare tutti per via della classicità del prodotto…oggi che insieme a Motorola tira fuori un prodotto diverso e dal prezzo non più cosi accessibile ci sentiamo tutti come bambini a cui hanno tolto il lecca lecca :)

    Purtroppo google non è Samsung o HTC o Apple. Non fa telefoni per venderne milioni…fa telefoni principalmente per mostrare android puro al mondo e dare un device perfetto per lo sviluppo ai developers. Inoltre un terminale nexus serve anche a mostrare peculiarità e particolarità dei nuovi OS che google lancia…quindi non mi stupirsi di vedere a breve il multiwindows sul bel 6 pollici motorola

    • nico

      ma cosa ha di diverso questo terminale che spieghi il prezzo elevato?

      • Vahn

        Guarda, premetto che io non amo i telefoni dai prezzi allucinanti…anzi. E trovo quantomeno ridicola l’uscita di motorola in merito alla “morte dei telefoni da 600$” (si è visto).

        Detto questo, rispetto al nexus 5 (suppongo che questa fosse la tua domanda, ti chiedo scusa se ho capito male) queste sono le differenze:

        un display qhd 2560×1440 con 493ppi vs. 1920×1080

        una fotocamera da 13mp super ottimizzata vs. un sensore da 8mp (non proprio meraviglioso)

        batteria da 3200mha vs 2300 (da statistiche sono circa il 24 ore di solo telefono contro 17, oppure 10 ore di lte contro 7).

        Più, a quanto pare, una nobiltà di materiali superiore.

        Insomma di plus ce ne sono, a parte gpu e cpu che non ho contato. Di certo giustificare un prezzo da quasi 700$ è impossibile, come non lo è per note 4, iphone 6 e chi più ne ha più ne metta.

        Però lo si vuole far passare come un telefono brutto e inutile…ma sono totalmente in disaccordo. Mi trovo più d’accordo con l’editoriale invece…anche io all’inizio avevo storto un pò il naso per via delle dimensioni. Ma oggi come oggi se al 90% non comprerò un nexus 6 è sicuramente per il prezzo…ma non perchè Google è matta. Semplicemente perchè hanno deciso di adeguarsi al mercato e non puntare su un price aggressivo. Ma non è l’unica e non sarà l’ultima a lanciare sul mercato un telefono da quasi 700$

        • nico

          sinceramente io prendero’ a questo punto un lg g3 che ha veramente poco di inferiore al N6… uscito da 4 mesi e con un costo molto ridotto.

          • Vahn

            Per carità ognuno poi fa le sue scelte. Ma quanto costava l’lg g3 al lancio? non certo 350€. Ottimo terminale, leggermente indietro come hardware. Ma cmq ottimo. Certo non è android puro…e per me questo è uno dei motivi principali per cui compro solo nexus. In linea di massima odio le personalizzazioni dei producer…perchè sono inutili e appesantiscono soltanto la fluidità del dispositivo.

          • nico

            sono d’accordissimo con te, ma io soffrirei troppo la dimensione con il Nexus, veramente non saprei dove metterlo se non in borsa

          • Vahn

            eh lo so. Purtroppo, e questo è palese, le dimensioni scelte da google sono un paletto che molti non gradiranno. Ma questo è anche normale

  • Sebastiano Pagani

    Io non sono un esperto ma un minimo di marketing insegna che, quando vado al grande magazzino per comprare un ottimo trapano con la punta da 5, in realtà ho comprato un ottimo buco da 5 con cui appendere le mie cose.

    Il vantaggio del vantaggio potrebbe spiegare il motivo di soluzioni di design tanto strane ai più. Se l’han fatto ci sarà un motivo, ed a loro non interessa chi dice ” 6″? Io non lo comprerò mai “, perchè sanno benissimo che chi proverà il vantaggio del vantaggio cambierà facilmente idea. Tanto più se coadiuvato dai cosiddetti “adattatori precoci”.

    Ricordo con piacere quando Apple presentò l’archetipo di tablet, tutti quelli che si chiedevano “Ma cosa servirà mai?”, dopo alcuni mesi erano sempre in giro con il tablet.

    Fantastico.

  • soldi

    Tutto deve avere un senso, con un telefono da 6 pollici con queste prestazioni si puo tranquillamente utilizzare un unico device per tutto e dico tutto, a meno che non si ha bisogni estremamente particolari per lavoro non avrebbe alcun senso affiancarlo a laptop e ovviamenre ancora meno ad un tablet,al momento sto facendo questo con un note 3.
    Ovviamente se si utilizzano svariati device non ha senso avere un telefono da 6 pollici.

    Al momento da parte mia sono indeciso se e meglio un unico devive (smartphone potente di grandi dimensioni) oppure un telefono piu ‘telefono’ e quindi piu piccolo e comodo ed affiancarlo ad un bel tablet come esempio al giorno d oggi un accoppiata experia z3 compact con nexus 9 o ipad air 2 non mi dispiacerebbe assolutamente :-).

    Per il momento vado avanti tutta solo col mio note 3 che si comporta bene.

    Ognuno libero di avere la propria filosofia, quello che non condivido al giorno d oggi a parte necessita lavorative e avere uno smartphone potente dai 5 pollici o superiore poi tablet per leggere poi laptop…. e che spacchio servono tutti sti devices..mi chiedo cosa ci devono fare!?E ce ne sono persone che se la vivono cosi!

    Saluti

  • nico

    Mhà non sono proprio d’accordo, oltre al fatto che la politica nexus negli ultimi anni era diffondere più possibile android, visto che google guadagna sui servizi,
    oltre al fatto che il nexus 6 ha quelle dimensioni solo perchè motorola non voleva ovviamente mettere in secondo piano il nuovo moto x, che non ha nemmeno le caratteristiche del nuovo nexus, sinceramente poi nessuno smartphone vale 650 euro, e si probabilmente il note 4 è superiore e a parità di prezzo te ne sbatti che il nexus abbia già lollipop, a meno che tu non sia un developer…
    Errata strategia di marketing da parte di BigG, ed errata politica di Motorola, che tenta di inserirsi in un mercato gia’ saturato da Samsung e company, senza innovazioni solo con prezzi maggiorati…

    • Vedi che l’articolo dice proprio che google vuole diffondere android, e non i propri dispositivi.
      Per cui qual’è l’errata strategia di marketing se android ha un market share altissimo?

      • nico

        ….ovviamente piu’ dispositivi = piu’ account, con servizi annessi, ecco perchè la politica dei nexus a basso costo degli ultimi 2 anni.

        • Non cambia una mazza, invece di comprare un nexus/motorola comprano un samsung, un htc, un sony, ecc che sono comunque android.

          Quindi che gli cambia?

          • nico

            ma infatti la strategia era quella di invogliare a comprare puntando su un top di gamma, ad un prezzo vantaggioso,ed era il terminale da developer….

            a mio parere errata strategia, perchè un telefono “per sviluppatori” non può costare 650 euro, dai.
            L’anno scorso c’erano le play edition dei top di gamma, avrebbe potuto semplicemente continuare con quella linea, e fare un telefono per far divertire gli smanettoni,
            Sinceramente a quel prezzo non rischierei di brickare il telefono XD

          • Io le play edition non sono mai riuscito a trovarle ad un prezzo onesto, ma sempre a prezzi assurdi.
            Che il costo sia eccessivo sono d’accordo con te(Per quanto mi riguarda il prezzo giusto era 500€), nonostante ciò lo comprerò comunque per necessità di svilupparci sopra, e perchè un 5 pollici per me è piccolo per utilizzarlo anche come dispositivo personale.
            Altrimenti si può benissimo sviluppare anche su un nexus 5 che trovi a 279€.

          • nico

            a certo, se un 5” ti è piccolo… io con il N5 e ho difficoltà, immagino con un 6”, sinceramente speravo anche in uno stile diverso dal moto x che non mi piace tantissimo, il problema quest’anno è che oltre a Lollipop non sembra esserci nient altro di interessante, ecco che il prezzo non vale la spesa.

          • Beh lo utilizziamo diversamente :D

  • BoORD_L

    Quindi siete tra quelli che prima disprezzavano il nuovo device by google e che ora lo acquisterebbero alla modica somma proposta?
    Io non la penso cosi… rimango dell’idea che sia un device sbagliato e che non lo acquisterò. Non cambierà nulla in casa GOOGLE per la mia scelta… ma di certo non sarò io a dare il placet a tale condotta.

  • Savio

    non condivido l’articolo, eccetto per il discorso delle presentazioni. Credo che come me c’è gente che non potrebbe mai andare in giro con un phablet da 6′ e anzi dico la verità, ogni volta che ho tra le mani il mio nexus 5 mi lamento spesso per la sue dimensioni, che reputo nei limiti. Per non parlare del prezzo…oltre i 500 € non è mai un prezzo “ragionevole”, sarà anche innovativo ma spendere quella cifra per un telefono che serve al 90% delle volte solo per chiamare e guardare qualcosa su internet…questo si può fare benissimo con un 5 pollici da 349 €!Venderà, forse anche piu di N5 ma io andrò di moto X 2014 al massimo se calerà di prezzo, intanto però mi tengo stretto il mio N5!
    è solo un opinione personale…

    • Stefano

      Bravo!!!

  • arialblack

    “gli stessi utenti che prima si dichiaravano esterrefatti ora ammettono che, tutto sommato, alla fine potrebbero acquistare il primo phablet di Google”
    Ma questo accade sempre, dov’è la novità? Ahaahahah

  • arialblack

    Cruda e nuda verità

  • Samuel

    Finalmente un articolo a riguardo, non credevo ma… ce n’era veramente bisogno.
    Troppa ignoranza e chiusura mentale per capire concetti di marketing semplici e scontati.
    Completamente d’accordo, come non esserlo?

  • SvitaLampadine

    l’artocolo è messo giù in maniera quasi sfrontata e sbeffeggiativa (ergo mi piace XD), ma riporta solo verità. Inoltre, concordo con Google nella assoluta NON necessità di fare 90 minuti di evento per presentare l’ennesimo tablet o smartphone. Non mi sono mai visto un evento Apple per più di 10 minuti e ho provato a guardare il keynote di Xiaomi l’anno scorso: è deprimente vedere una scritta che compare sullo sfondo con scritto ‘Snapdragon 800’ e una massa intera che applaude in estasi. Certe tipologie di evento vanno benissimo per cose come il Comic-Con.

  • Elvenio Montanaro

    Non condivido l’articolo, per niente

    • BoORD_L

      Neanche io… mi stupisco dell’articolo.

      • E’ un editoriale. Chi scrive espone la sua personale opinione per dare vita ad uno scambio di opinioni. Non per forza si deve essere d’accordo. :)

        • BoORD_L

          E’ quello che abbiamo fatto… abbiamo espresso la nostra opinione… chi scrive l’articolo non deve per forza essere d’accordo con la nostra opinione. L’importante è lo scambio

          • Sicuro. Il “mi stupisco dell’articolo” mi aveva lasciato intendere un’altra cosa. Meglio così. ;)

          • BoORD_L

            Stavo parafrasando il tuo “non stupiamoci del prezzo di Nexus 6″…

          • Non l’ho scritto io! :P

          • BoORD_L

            Ooops scusa… ;)

          • Mi permetto di cogliere l’occasione per aprire una piccola parentesi: non essere d’accordo è più che lecito, ma se voleste spendere qualche minuto della vostra vita a renderci più partecipi delle vostre opinioni non potremmo che esserne felici. Dire solo “non sono d’accordo” non è utile e non alimenta dibattito; dire “non sono d’accordo perché…” invece sì, perché permette di vedere le cose da un altro punto di vista.
            Grazie!

          • BoORD_L

            basta leggere sopra …

          • Ho scritto “voi” al plurale apposta perché non mi rivolgevo soltanto a te! ;)

          • BoORD_L

            e allora non fare un reply al mio nick.

            Ma non importa Riccardo.

            Invece mi chiedo su quali dati basi questa affermazione “gli stessi utenti che prima si dichiaravano esterrefatti ora ammettono che, tutto sommato, alla fine potrebbero acquistare il primo phablet di Google”.

          • Irven zanolla

            Le basi sono i commenti raccolti in Internet. Le stesse persone che sputano sul padellone da 6″, o una buona parte di esse, sta iniziando a cambiare idea. Il motivo non lo posso sapere, magari per andare controcorrente, magari perché vedono la bontà del prodotto, magari perché alla fine decidono di preferire Nexus. Oppure per curiosità, non sappiamo cosa può avere in serbo Google per Nexus 6.

          • BoORD_L

            Quindi hai fatto affermazioni dando per assodata la tua analisi logica basandoti su dei “mi sembra” e “ho sentito” piuttosto che su di un’analisi statistica su di un campione congruo e dati di vendita di mercato dei nuovi device???!!!
            Almeno avessi scritto ” secondo mio avviso gli utenti che prima etc etc…”.

          • Irven zanolla

            Nota: questo articolo è un editoriale e, in quanto tale, rispecchia l’opinione di chi scrive senza voler assumere caratteri di notizia oggettiva o di cronaca dei fatti. Esso è un articolo in cui vengono esposte le opinioni personali dello scrivente e, in quanto tale, non è oggettivo e può essere contrario all’opinione di chi legge. Invitiamo tutti i lettori a commentare tramite gli appositi strumenti mantenendo il rispetto e la civiltà.

            Evito quindi di ripetere ogni due righe che si tratta di opinioni personali. Inoltre, citando Wikipedia :

            “Un editoriale contiene il punto di vista di un giornalista su un argomento specifico”. In questo caso sono un blogger, non un giornalista, ma il principio alla base è lo stesso.

          • BoORD_L

            Sono ancora in attesa della risposta alla domanda sotto… nel caso volessi spendere qualche minuto della tua vita (ti sto citando -> vedi sopra) per renderci partecipi alle tue opinioni.

          • Non ho scritto io l’editoriale, non so a cosa facesse riferimento Irven.
            Credo dipenda dal fatto che ora si leggono più commenti di persone intenzionate a “piegarsi” ai sei pollici rispetto a due settimane fa.

          • Dario · 753 a.C. .

            non mi piace come ragiona… dice che quei soldi li vale per l’hw… perché l’hw del nexus 5 e 4 venduti sul playstore era hw scarso? o il meglio che c’era in giro?
            dice di rifarsi il guardaroba per google e tante altre cose che non ricordo che lo rendono chiaramente un fanboy google.

          • Irven zanolla

            Ti rispondo senza problemi su queste argomentazioni: non sono un fanboy, sono un semplice appassionato di tecnologia. Il riferimento al guardaroba era una citazione, neanche tanto velata, al famoso #bendgate. Il Nexus 5 l’ho acquistato quest’anno provenendo da un Note 2, preso per sperimentare un phablet. E ti confesso che tornare ad uno schermo più compatto è stato difficile, ho scelto Nexus solo per la sua versatilità e, soprattutto, perché mi piace sperimentare e questo, oggettivamente, è possibile solo con un Nexus. In ogni caso, come faceva notare qualcun altro, fino ad un mese fa Nexus 4 e Nexus 5 erano considerati delle mezze calzette, piene di problemi. Ora, improvvisamente, sono diventati dei top di gamma strepitosi. Nexus 6 è a tutti gli effetti un top di gamma e viene venduto ad un prezzo da top di gamma.

          • Dario · 753 a.C. .

            a mio avviso l’ultimo device presentato da motorola per verizon è un vero top gamma… non questo phablet

Top