Recensione Huawei P40 fingerprint

Huawei P50 è uno smartphone Android di fascia premium, atteso per i primi mesi del 2021 insieme ad almeno altri due modelli della gamma (Huawei P50 Pro e Huawei P50 Lite). Le indiscrezioni sono già piuttosto ricche a qualche settimana dalla presentazione ufficiale, perciò possiamo avere un’idea di come sarà il dispositivo.

Andiamo a scoprire cosa c’è da sapere su Huawei P50 tra caratteristiche tecniche, design, software e funzioni, prezzo e data di uscita dello smartphone.

Caratteristiche tecniche di Huawei P50

Huawei P50, come accaduto per i modelli che lo hanno preceduto, arriverà sul mercato accompagnato da altre varianti, più economiche (Huawei P50 Lite) e più ricche (Huawei P50 Pro). Dovrà fare i conti con qualche rinuncia rispetto alla variante più costosa, con uno schermo più piccolo e una scheda tecnica comunque simile.

Partiamo proprio dallo schermo, probabilmente un OLED dalle dimensioni non eccessive (poco sopra i 6 pollici di diagonale), con una risoluzione almeno Full HD+ e un refresh rate di 90 Hz. I pannelli dovrebbero essere firmati Samsung e LG, anche se non ci sono conferme ufficiali per il momento.

Sotto di lui dovremmo trovare il SoC Kirin 9000 a 5 nanometri, già annunciato dal produttore ed erede del Kirin 990 montato sulla serie Huawei P40, una soluzione octa-core con Cortex-A77 a 3,13 GHz, tre Cortex-A77 a 2,54 GHz e quattro Cortex-A55 a 2,05 GHz e con GPU ARM Mali-G78. Le indiscrezioni suggeriscono che, a causa di scorte limitate, alcune varianti potrebbero montare una soluzione targata Qualcomm. Al fianco del SoC ci aspettiamo almeno 8 GB di RAM e 128 GB di spazio d’archiviazione interna, probabilmente espandibile.

Lato fotocamere, lo smartphone sicuramente non tradirà le attese di un pubblico avvezzo a tanta qualità. Le indiscrezioni parlano di tre sensori e della possibilità di vedere fotocamere dotate della tecnologia Liquid Lens, capaci di cambiare il punto di fuoco in modo rapido grazie a una miscela di olio e acqua che può modificare la forma della lente e di conseguenza il punto di fuoco. Si tratta di una tecnologia richiesta in brevetto da Huawei che potremmo già trovare a bordo di P50, anche se è possibile che le tempistiche richieste siano incompatibili con l’inizio 2021. Davanti ci aspettiamo invece una fotocamera frontale posta in un foro, singolo questa volta: difficile pensare all’integrazione sotto al display.

Per quanto concerne sensori e connettività, Huawei P50 avrà certamente una dotazione da flagship con tutto ciò che serve. In base a quanto sappiamo non dovrebbero mancare 5G SA/NSA, mmWave, Wi-Fi 6, 4G VoLTE, Bluetooth 5.1, GPS a doppia frequenza, Galileo, GLONASS, BeiDou, NFC, un sensore per il rilevamento delle impronte digitali sotto al display e una presa USB di tipo C. La batteria, considerando tutto, potrebbe aumentare e arrivare a una capacità intorno ai 4000 mAh, con supporto alla ricarica rapida cablata a 66 W e wireless a 50 W.

Design di Huawei P50

Huawei P50 dovrebbe essere uno smartphone piuttosto curato dal punto di vista estetico, con un design il più possibile a tutto schermo. Per il momento non abbiamo indicazioni precise, ma è probabile che questa volta il produttore cinese opti per un display con un singolo foro centrale, in stile Samsung Galaxy S21, naturalmente con cornici molto ridotte.

Per quanto riguarda la parte posteriore, alcuni render suggeriscono la possibilità di vedere tre obiettivi fotografici “separati” e integrati direttamente nella scocca (a differenza del modello Pro), che dovrebbe essere in vetro. Avremo comunque maggiori indicazioni nelle prossime settimane, quelle più vicine alla presentazione ufficiale.

Software e funzioni di Huawei P50

Qui la faccenda si complica, naturalmente a causa del “solito” problema di Huawei con i servizi Google. Se i modelli precedenti sono stati lanciati sul mercato con Android e personalizzazione EMUI con Huawei Mobile Services, questa volta la casa cinese potrebbe proporre uno smartphone con HarmonyOS, il suo nuovo sistema operativo.

Le indiscrezioni suggeriscono che in Europa Huawei P50 potrebbe essere lanciato in entrambe le varianti, una con Android 11 ed EMUI 11 (o 11.1) e una con HarmonyOS (oppure con una sorta di dual boot?); in Cina invece dovrebbe arrivare solo con quest’ultimo sistema operativo, ormai in test da qualche tempo.

Sicuramente il produttore si concentrerà parecchio sulle funzionalità fotografiche, uno dei punti di forza dei suoi smartphone top di gamma degli ultimi tempi, ma per il momento non abbiamo indicazioni ulteriori.

Immagini di Huawei P50

Prezzo e uscita di Huawei P50

Huawei P50 dovrebbe arrivare sul mercato verso marzo 2021 o comunque entro la primavera a prezzi simili a quelli del suo predecessore, probabilmente intorno agli 800 euro o poco più. Aggiorneremo questa pagina nel tempo con le indiscrezioni e le notizie più recenti, fino ad arrivare alla presentazione ufficiale.

in copertina Huawei P40