Google Documenti è la suite di produttività gratuita, connessa, multipiattaforma e collaborativa del gigante di Mountain View che si rende a disposizione come applicazione libera per smartphone e tablet Android, ma anche per i corrispettivi con iOS come iPhone e iPad e per computer di qualsiasi sistema operativo.

Vista la sua natura on the cloud che si basa sull’utenza di Google, i file di varia natura saranno accessibili, modificabili o anche creabili da zero da qualsiasi dispositivo e da qualsiasi luogo. Scopriamo tutto su questo utilissimo software (che naturalmente funziona anche offline) con le caratteristiche e funzioni, come si usa, come si scarica e installa con tutti i download.

Caratteristiche e funzioni di Google Documenti

Le caratteristiche e le funzioni sono tutte relative alla creazione, modifica, accesso e condivisione con altri utenti per la parte collaborativa. I documenti possono essere di testo come Word a differenza degli altri software proprietari che si occupano di altri tipi di file come i fogli di calcolo come Excel, moduli come Access e presentazioni come Powerpoint, tanto per fare un parallelismo con la suite di Microsoft.

I documenti si possono caricare e modificare dalla piattaforma, possono essere creati da zero oppure si possono importare dalla casella di posta elettronica di Gmail. Si potranno creare progetti collaborativi in qualsiasi momento, si possono anche aggiungere commenti e rispondervi. Il salvataggio sarà automatico, per evitare problemi per pressione di tasti involontari.

È anche possibile esportare i documenti anche in formato diverso da quello originale, condividere via email con tanto di suggerimenti dei contatti. Inoltre, è stata recentemente aggiunta la possibilità di gestire archiviazione su memoria esterna USB o SD.

Come funziona Google Documenti

Una volta scaricato, è possibile accedere con la propria utenza di Google. L’homepage mostra gli ultimi documenti caricati con riquadri dall’accesso rapido. Ogni file ha un menu che si apre a finestra con un tap sui tre puntini nello spigolo inferiore destro per una condivisione rapida o tramite link; per copiare il link univoco; per inviare una copia; per scaricare o spostare; per renderlo disponibile offline; per aggiungerlo negli speciali infine per rinominarlo, stamparlo, creare una copia, salvarlo come formato .docx e per cancellarlo (rimuovi).

La lente di ingrandimento consente la ricerca interna, l’icona della cartella per cercare nei file e i tre puntini in alto a destra per scegliere la visualizzazione a elenco o per cambiare l’ordine. Il classico menu hamburger (identico a molti altri software come Google Music) consente l’accesso rapido ai file condivisi da altri utenti, speciali, uso offline, cestino, notifiche, alle impostazioni, alla guida e il collegamento a Google Drive.

Con un tap sul più in basso a destra si può creare un nuovo documento da zero dal dispositivo in uso oppure partire da un modello pre-impostato come per curriculum, lettera o una relazione. L’editor di testo presenta in basso la tastiera e in alto alcuni comandi pronti all’uso per undo e ripeti, per aggiungere un commento  e per alcune opzioni come per la ricerca di elementi, modifiche, layout oppure condivisione e esportazione.  In basso, i tasti per la formattazione del testo stesso.

Dispositivi compatibili con Google Documenti

Globale e totale la compatibilità di Google Documenti con tutti gli smartphone e tablet con sistema operativo Android e per gli stessi dispositivi con sistema operativo iOS di Apple dunque iPhone e iPad, ma anche computer Windows, Mac, Linux o Chrome Os, come estensione di Chrome stesso e dall’applicativo web aperto a qualsiasi computer o dispositivo connesso. Una suite universale e pronta all’uso.

Scaricare e installare Google Documenti

Questo software si trova già pre-installato su tutti gli smartphone Android dunque sarà pronto all’uso già dalla prima accensione. Ma nel caso non fosse così e si volesse installarlo allora si può semplicemente ritrovare da Google Play, lo store di contenuti del sistema operativo del robottino verde, proprio come se fosse una normale altra applicazione.

La procedura è presto detta dato che basta aprire Google Play Store , successivamente si deve fare un tap sulla lente di ingrandimento posizionata in alto, si cerca l’app digitandone il nome, si apre la scheda dai risultati (di solito viene mostrato già dai suggerimenti) e si sceglie Installa. Bastano pochi secondi, il software è molto leggero. Per una maggiore comodità trovate il badge sul fondo di questa pagina, da cliccare direttamente dal touchscreen del dispositivo, al resto ci penserà lo store di Google.

Google Documenti è disponibile anche per iOS dunque per iPhone e per iPad e si può sfruttare anche da browser di qualsiasi computer dunque Windows, Mac, Linux, Chrome Os e così via puntando sull’indirizzo del tool online ufficiale. Si deve soltanto fare accesso con la propria utenza personale e il gioco sarà fatto.

Android app sul Google Play