Samsung Galaxy S9: impressioni di utilizzo dopo 24 ore (video)

Samsung Galaxy S9: impressioni di utilizzo dopo 24 ore (video)
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/02\/Samsung-Galaxy-S9-tta7-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/02\/Samsung-Galaxy-S9-tta7-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/02\/Samsung-Galaxy-S9-tta7.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/02\/Samsung-Galaxy-S9-tta7.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/02\/Samsung-Galaxy-S9-tta7.jpg"}, "title": "Samsung Galaxy S9: impressioni di utilizzo dopo 24 ore (video)" }

Lo smartphone più atteso di questo Mobile World Congress 2018 è stato senza ombra di dubbio Samsung Galaxy S9. Il brand sud-coreano è riuscito a catalizzare tutta l’attenzione della stampa internazionale sul suo nuovo flagship, grazie anche a grossi assenti come LG e Huawei (mentre Sony ha presentato Xperia XZ2 e XZ2 Compact).

Abbiamo l’occasione di provare con mano in anteprima proprio il dispositivo più compatto, Samsung Galaxy S9, e vogliamo raccontarvi come sono andate le nostre prime 24 ore. Ovviamente non troverete in questo approfondimento giudizi oggettivi e completi sullo smartphone, parliamo infatti di impressioni dopo una giornata di stress (abbastanza intenso trovandoci a coprire in questa settimana il movimentato MWC in terra catalana).

Partiamo con l’analizzare il design: poco è cambiato se non nulla; passare da un Samsung Galaxy S8 a un Samsung Galaxy S9 la sensazione è quella di ritrovarsi “a casa”, eccezion fatta per il ritorno (dal S7 Edge) di un leggero scalino nell’incontro tra il vetro e il telaio in alluminio. Parlando di dimensioni tuttavia si tratta di uno smartphone molto maneggevole e con questo bordo leggermente sporgente viene coperta una piccola lacuna del precedente modello che lo rendeva più scivoloso.

Rimanendo in tema design ma spostandoci sul retro, un piccolo (ma grosso in termini di praticità) cambiamento è avvenuto per il sensore di impronte digitali, localizzato adesso al centro del prodotto subito sotto la fotocamera. A primo impatto non sembra iper-reattivo o comunque non quanto altri smartphone top di gamma dallo sblocco fulmineo a cui ormai ci eravamo abituati. Altra novità in ambito sicurezza è l’Intelligent Scan che combina riconoscimento facciale e scansione dell’iride.

Vi abbiamo incuriosito abbastanza? Vi lasciamo allora al nostro video sulle prime impressioni di utilizzo su Samsung Galaxy S9 dopo 24 ore con ulteriori considerazioni iniziali.

Fateci sapere nei commenti se avete particolari curiosità che volete vengano snocciolate o approfondite nella recensione del nuovo smartphone Samsung.

Condividimi!