Recensione Motorola Moto G8 Plus – La linea Moto G è giunta all’ottava generazione dopo l’annuncio del primissimo dispositivo Moto G avvenuto nell’ormai lontano 2013 (e qui riesumiamo un pezzo di storia di TuttoAndroid – ndr). Arriva la nuova Moto G8 Family che comprende esclusivamente Moto G8 Plus. Poca scelta tra la nuova gamma, almeno per il momento.

Prezzo di lancio di Motorola Moto G8 Plus fissato a 269,99€ (unico taglio da 4GB di RAM e 64GB di archiviazione).

Cosa è cambiato rispetto alla precedente edizione G7 in versione Plus? Sebbene dimensioni e curve generali dello smartphone non abbiano subito grosse variazioni (via di alcuni aggiustamenti estetici), troviamo un hardware migliorato, un display leggermente più grande, maggiore autonomia e nuovi sensori fotografici.

L’utente target dei dispositivi Moto G, soprattutto con le ultime generazioni commercializzate, sembra avvicinarsi sempre più ad un pubblico di età matura, per via della semplicità d’uso del software e per le prestazioni offerte all’utente.

Video recensione di Motorola Moto G8 Plus

Design & Ergonomia

Moto G8 Plus ha dimensioni pari a 158,35 x 75,83 x 9,09 mm e peso di 188 grammi e date le sue generose dimensioni non risulta particolarmente agevole durante l’uso ad una mano, difficoltà accentuata anche dalla back cover piuttosto scivolosa. Fortunatamente può venire in aiuto la Moto Action “Traccia arco per minischermo”, che consente un’interazione più agevole con gli elementi dell’interfaccia.

La costruzione è solida e l’aspetto è durevole (marchio di fabbrica di Motorola da tempo), con un retro 3D in policarbonato nella colorazione Cosmic Blue (la nostra, in prova), che però sembra virare molto al nero o comunque a un blu molto scuro, via dei vari riflessi colorati sul posteriore. È disponibile anche in Crystal Pink.
Da segnalare la protezione idrorepellente della scocca, in grado di farsi scivolare addosso goccioline d’acqua e sudore. Nonostante ciò, non dispone di alcuna certificazione IP.

Sul retro trova posto il fingerprint per lo sblocco del telefono. È ben collocato in corrispondenza della posizione naturale che può assumere il dito indice, oltre ad essere rapido nel riconoscimento, con una precisione non sempre ai massimi livelli. In alternativa si può configurare lo sblocco facciale, sicuramente più immediato in quanto occorre semplicemente premere il tasto accensione a schermo spento per attivare il face unlock, il quale impiega circa 1 secondo per il riconoscimento del volto.

Sul frontale trova (ampio) spazio un display Max Vision (nome commerciale assegnatogli da Motorola), con tecnologia LCD LTPS IPS da 6,3 pollici 19:9 e risoluzione FHD+ (1080 x 2280 pixel). Presente anche il notch a goccia, con al suo interno la fotocamera frontale e, poco sopra, la capsula auricolare. Il gotch è oscurabile attivando le opzioni sviluppatore, tuttavia l’effetto riprodotto fa sentire ancor di più la mancanza di un settaggio dedicato.

È senz’altro un device adatto alla visione di film, serie TV o video YouTube, vista la grande estensione della superficie del pannello. Sempre a supporto di un utilizzo multimediale, troviamo il jack audio da 3,5mm e la tecnologia Dolby Audio, la quale regola in autonomia la taratura delle frequenze in base al contenuto fruito (Musica, Cinema, Personalizzato).
Non manca il doppio speaker stereo, con l’altoparlante principale collocato nel lato inferiore del device, mentre il secondario è rappresentato dalla capsula auricolare frontale. Operando in sinergia, i due speaker riescono ad offrire basse frequenze udibili e un sonoro piuttosto corposo, con un volume massimo elevato. D’altronde questa rappresenta una scelta coerente da parte di Motorola la quale, per G8 Plus, ha dichiarato di voler puntare molto sul sonoro, oltre che su fotocamera e batteria.

Funzionalità

A bordo di Moto G8 Plus è presente Android 9 Pie con interfaccia Motorola, aggiornato alle patch di settembre. UI che non si discosta molto dalla user experience offerta dal programma Android One o dal sistema stock di Google. Grazie a questa scelta G8 Plus risulterà particolarmente semplice ed immediato nell’uso quotidiano, rendendosi adatto anche agli utenti senza grandi pretese e non in cerca di grandi possibilità di personalizzazione o usi specifici.

Il software è ben ottimizzato e garantisce una buona user experience: G8 Plus è piuttosto snello e fluido. Poche sono le personalizzazioni grafiche e funzionali presenti che si discostano dai canoni standard di Android “puro”. Un esempio sono Moto Display e Moto Action, feature che consentono l’attivazione del display all’arrivo di notifiche o che consentono di effettuare azioni ulteriori come l’attivazione delle gesture di navigazione, o ancora il capovolgimento del device per abilitare la modalità “Non disturbare”. Certamente rappresentano un piccolo plus, introducendo quelle poche funzionalità essenziali per poter disporre di una personalizzazione software più peculiare.

Prestazioni

Moto G8 Plus monta una CPU Snapdragon 665 octa-core da 2 GHz e GPU Adreno 610, assieme a 4 GB di RAM. La bontà del chipset 665 di Qualcomm è stata più volte verificata, tuttavia si nota un comportamento insolito lato gaming su G8 Plus, per il quale non sembra fare faville. Effettuando una semplice (e breve) sessione di gioco con il classico Asphalt 9, ecco che ci accorge immediatamente del deludente framerate in-game, con massiccia presenza di drop-frame. Lo stesso comportamento, tuttavia, non sia è verificato in altri giochi come PUBG Mobile e Modern Combat 5. Probabilmente G8 Plus necessita di un’ottimizzazione software aggiuntiva per riuscire a gestire al meglio le risorse durante sessioni di gioco particolarmente intense o impegnative per CPU e GPU.

Tralasciando il fattore gaming, il SoC riesce a supportare lo smartphone in tutte le operazioni che gli vengono sottoposte, senza particolari rallentamenti.

È poi munito di slot dual nano SIM combinato (2 SIM oppure 1 SIM + microSD fino a 512GB) e offre una buona ricezione generale, una buona uscita da zone d’ombra e un riaggancio rapido, oltre a connessione stabile. Non manca il WiFi doppia banda, Bluetooth 5.0, chip NFC, radio FM, USB Type-C 2.0 per ricarica e trasferimento dati.

VEDI ANCHE

Fotocamera

Il comparto fotografico è il punto su cui Motorola Moto G8 Plus sembra puntare di più, complice anche la spinta lato marketing da parte della casa madre. Nonostante sul retro si notino ben 4 fori, i sensori utili sono 3: Standard 1x 48MP f/1.7, Profondità 5MP f/2.2, Action cam 0.6x 16MP f/2.2. All’interno del quarto buco è invece riposto il sensore per la rapida messa a fuoco laser, mentre subito sotto il singolo flash LED.

Ottima definizione, anche con poca luce. L’HDR svolge bene la sua funzione e la taratura colore è piuttosto naturale, con risultati soddisfacenti.

In low light, le performance sono superiori alle aspettative dato che riesce a mantenere una buona definizione, seppur le varie trame nello scatto si impastino maggiormente. Soddisfacente anche la resa complessiva con Modalità Notte attivata.

Non fatevi ingannare dal sensore denominato Action cam, dato che non è utilizzabile negli scatti, ma solamente nella registrazione di video grandangolari (peraltro registrabili esclusivamente in verticale). Questa funzione l’avevamo già vista nella recensione di Motorola One Action e, come già da noi affermato, ci saremmo aspettati un comportamento differente del sensore ultra-wide, con in più la possibilità di utilizzarlo anche per scatti fotografici, non esclusivamente per clip video.

I video standard hanno risoluzione massima 4K 30fps, con possibilità di time-lapse o slow-motion (FHD a 120fps). Offrono una buona qualità dell’immagine e sono supportati dalla stabilizzazione elettronica.

Sul lato frontale è presente il sensore selfie da 25MP f/2.0. Offre scatti abbastanza puliti, una buona resa e un ritaglio del soggetto non sempre preciso ed efficace con effetto ritratto, oltre ad un HDR non sempre in grado di ottimizzare gli scatti al massimo delle potenzialità.

Batteria & Autonomia

Moto G8 Plus si affida ad una batteria da 4000 mAh, maggiorata di ben 1000mAh rispetto a quella installata su Moto G7 Plus.
Con un uso medio abbiamo totalizzato 7 ore di display attivo: qualche foto, 20 minuti di gameplay, bluetooth attivo, wifi attivo, navigazione internet e social, qualche chiamata, svariati video su YouTube e 30 minuti di navigazione GPS.
Un ottimo risultato che, ancora una volta, conferma la bontà del chip Snapdragon 665 anche per quel che riguarda il risparmio energetico, a fronte di discrete prestazioni generali.

Presente all’appello il supporto alla ricarica Turbo Power a 15W, sfruttabile grazie al caricatore fornito in dotazione da 18W (5V 3A).

In conclusione

Arriviamo ora alla conclusione della recensione di Motorola Moto G8 Plus. È uno smartphone completo, equilibrato, per chi cerca semplicità d’uso e discrete prestazioni, il tutto racchiuso da una scocca piuttosto resistente. Dispone di un buon comparto fotocamera e batteria, volendo convincere anche quella fetta di utenti un po’ più esigenti.

Il prezzo di lancio è buono, ma certamente G8 Plus non si colloca tra i più economici nella sua fascia di prezzo. Se non altro una tale cifra trova giustificazione per via dell’ottima qualità costruttiva offerta e dalla garanzia di durabilità da parte di un marchio come Motorola.

Tra le possibilità offerte dal mercato sulla stessa fascia di prezzo ricordiamo Xiaomi Mi 9 Lite, Huawei P30 LiteSamsung Galaxy A50.

Altre offerte

Pagella

7
Design
6.5
Funzionalità
6.5
Prestazioni
7
Fotocamera
8.5
Batteria
7