Qualcomm Snapdragon 845 ufficiale: octa core da 2,8 GHz, AI, video UHD HDR e tanto altro

Si sta svolgendo in questi giorni nell’incantevole scenario delle Hawaii l’edizione 2017 del Qualcomm Snapdragon Technology Summit. L’assoluto protagonista, manco a dirlo, è ovviamente il nuovo Snapdragon 845, annunciato ufficialmente ieri sera, destinato a equipaggiare i top di gamma del 2018.

Oggi Qualcomm ha tolto definitivamente i veli alla nuova Mobile Platform, illustrando nel dettaglio le tantissime novità, che coprono ogni aspetto della nuova piattaforma, a partire dalla CPU e dalla GPU, senza dimenticare un nuovo ISP, un DSP più performante e tanta intelligenza artificiale, il tutto realizzato con processo produttivo LPP FinFET a 10 nanometri.

Prestazioni

Andiamo con ordine e partiamo dalla CPU Kryo 385 che unita all’altrettanto rinnovata GPU Adreno 630 consente di ottenere un’efficienza superiore del 30% rispetto a quella del pur ottimo Snapdragon 835 con prestazioni grafiche in crescita della medesima percentuale. La CPU può contare su quattro core ad alte prestazioni con frequenza fino a 2,8 GHz e quattro core ad alta efficienza con frequenza di funzionamento massima di 1,8 GHz, 2 MB di cache di livello 3 e 3 MB di cache di sistema.

Video e gestione immagini

Lo Snapdragon 845 utilizza il nuovo ISP (Image Signal Processor) Qualcomm Spectra 280 che offre, per la prima volta al mondo, la possibilità di registrare e riprodurre video in formato UHD Premium HDR a 60 frame al secondo. Lo Spectra 280 è in gradi di riprodurre un numero maggiore di sfumature per ogni colore, fino a 1024, raggiungendo un valore massimo di 1,07 miliardi di colori, una cifra 64 volte superiore ai 16,7 milioni di colori che possono essere riprodotti dai monitor o dalle TV tradizionali.

Il nuovo ISP consente di migliorare la qualità delle immagini acquisite in scarse condizioni di luce grazie a un software in grado di distinguere il rumore dai dettagli della foto. La piattaforma Snapdragon 845 offre inoltre una stabilizzazione elettronica e un filtro che compara ogni frame con quello precedente e quello successivo per stabilire l’esatta posizione di ogni oggetto.

Qualcomm ha avuto un occhio di riguardo anche per la realtà estesa (XR), a quella virtuale (VR) e a quella aumentata (AR), tracciando senza alcun problema i movimenti e riproducendoli in perfetta sincronia nell’ambiente virtuale. Grazie a un sistema di rilevamento della profondità, che funziona in maniera molto simile all’occhio umano, lo Spectra 280 migliorerà anche le prestazioni dei sistemi a doppia fotocamera, in grado di ottenere performance migliori e risultati superiori a quelli attuali.

Sicurezza

Per aumentare drasticamente la sicurezza dello Snapdragon 845 Qualcomm ha aggiunto una SPU, Secure Processing Unit, dotata di un proprio processore, un generatore di numeri casuali, memoria e tutto quello che serve per difendersi dagli attacchi. Il nuovo processore è destinato alla protezione dei dati biometrici, come impronte digitali, dettagli dell’iride o del volto. I processi che utilizzeranno questi dati saranno eseguiti separatamente dagli altri, garantendo un ulteriore livello di sicurezza.

Connettività


La connettività può contare sul modem Snapdragon X20 di categoria 18, con velocità massima in download fino a 1.2 Gbps, supporto alla five-carrier aggregation e Dual SIM-Dual VoLTE. Troviamo inoltre il Bluetooth 5, con miglioramenti proprietari per il supporto al broadcast audio su dispositivi multipli utilizzando il codec aptX HD, riducendo di fatto il lavoro degli smart hub come Amazon Echo e Google Home.. Netto il miglioramento anche nella connettività WiFi: oltre al Wi-Fi 802.11 ad a 60 GHZ, per una maggiore copertura e velocità fino a  4,6 Gbps, troviamo il WiFi 802.11 ac con velocità di connessione sedici volte superiori alla precedente generazione.

Intelligenza artificiale

Non mancano, ed era ovviamente scontato, i miglioramenti relativi all’intelligenza artificiale, in grado ora di offrire prestazioni tre volte superiori rispetto alla generazione precedente. Ne trarranno beneficio soprattutto gli assistenti virtuali a controllo vocale, grazie anche all’aiuto del Qualcomm Aqstic audio codec, ma anche i giochi in VR vedranno un netto miglioramento. Lo Snapdragon Neural Processing Engine (NPE) offre il supporto a Tensor Flow di Google, Caffe/Caffe2 di Facebook, Tensor Flow Lite e Open Neural Network Exchange, grazie all’apposito SDK. A supportare le funzioni di AI ci pensa anche il DSP Qualcomm Hexagon 685 che collabora nella gestione delle immagini e nella raccolta dati dai sensori.

Da sottolineare l’accordo con il provider cinese Baidu per ottimizzare DuerOS per i processori Snapdragon. L’intelligenza artificiale, molto simile ad Alexa e Google Assistant, potrà quindi sfruttare gli smartphone che utilizzano i chipset prodotti da Qualcomm, a partire proprio dallo Snapdragon 845. Grazie al codec Aqstic di Qualcomm, DuerOS potrà essere attivato vocalmente anche a telefono bloccato, con la hotword “Xiaodu Xiaodu”.

Qualcomm sta già inviando gli esemplari di prova ai produttori di smartphone che inizieranno a rilasciare i primi dispositivi basati sullo Snapdragon 845 già dai primi mesi del 2018. Non solo smartphone, ma anche visori XR e PC tra le possibili applicazioni.

Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Francesco Da Lio

    Fantastico.

  • Fabrizio

    Che figata. Già immagino lo xiaomi Mi 7 a 350 euro. Oh sì

  • Sciabadua

    “Snapdragon 845, annunciato ufficialmente ieri sera, destinato a equipaggiare i TOPO di gamma del 2018”

    Maledetto correttore automatico!

    • Gigi

      E se invece che essere un errore di battitura qualcomm fosse passata alla sperimentazione su esseri viventi??

Top