Anche Samsung e LG dichiarano di non rallentare i propri vecchi smartphone

Anche Samsung e LG dichiarano di non rallentare i propri vecchi smartphone
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/03\/apple_vs_android1.jpeg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/03\/apple_vs_android1-460x239.jpeg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/03\/apple_vs_android1.jpeg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/03\/apple_vs_android1.jpeg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/03\/apple_vs_android1.jpeg"}, "title": "Anche Samsung e LG dichiarano di non rallentare i propri vecchi smartphone" }

Samsung e LG, due dei maggiori produttori di smartphone del panorama Android, hanno appena dichiarato di non rallentare i propri device a causa dell’invecchiamento delle batterie. Le due aziende sudcoreane hanno quindi preso le distanze dalla pratica messa in atto da Apple.

La polemica che ha investito il brand della mela morsicata, per l’ammissione di limitare le performance dei vecchi iPhone, non accenna a placarsi. La questione è sicuramente delicata, per questo motivo le principali aziende del settore mobile dovranno mettere in chiaro la propria posizione.

In alcune email inviate a PhoneArena, Samsung e LG hanno negato di aver mai frenato le prestazioni dei processori a bordo dei propri smartphone. Anzi, LG si è impegnata a non adottare mai in futuro una simile pratica.

Ecco la dichiarazione di LG Electronics: “Non lo abbiamo mai fatto e non lo faremo mai! Ci interessa ciò che pensano i nostri clienti.

Ed ecco il commento di Samsung Electronics: “La qualità dei prodotti è stata e sarà sempre la principale priorità per Samsung Mobile. Noi assicuriamo una durata estesa della batteria dei device Samsung Mobile attraverso numerose misure di sicurezza, che includono algoritmi software che regolano la corrente di carica della batteria e la durata stessa della carica. Noi non riduciamo le performance delle CPU con aggiornamenti software durante il ciclo di vita dello smarpthone.

Le prese di posizione di Samsung e LG sono significative e si sommano a quelle espresse appena ieri da altri due nomi importanti del settore quali HTC e MotorolaGoogle stessa è stata contattata, ma ancora non ha fornito una risposta ufficiale.

Nel frattempo, Apple ha chiesto scusa per aver messo in atto una simile pratica senza averne prima resi edotti gli utenti iPhone coinvolti ed ora offre un nuovo programma di sostituzione della batteria con il prezzo della sostituzione tagliato di $50 (circa €42).

L’iniziativa riguarda gli iPhone dal 6 in poi, ma l’azienda ha specificato che verranno sostituite soltanto le batterie che lo rendano necessario. Al momento, non ci sono ulteriori dettagli per comprendere quando ciò effettivamente accada. Apple, ufficialmente, dice che la batteria di un iPhone perde una parte significativa della propria capacità dopo 500 cicli di ricarica.

Nel 2018 il colosso di Cupertino rilascerà un aggiornamento che renderà le informazioni sullo stato di salute della batteria accessibili dal proprio iPhone.

 

Fonte: Phonearena