Questo sito contribuisce alla audience di

Google: smartphone, tablet, assistenza, offerte e notizie | TuttoAndroid

Google è una delle più importanti aziende del mondo, dall’ottobre 2015 controllata dalla holding Alphabet insieme a una lunga serie di altre importanti società.

Fondata da Sergey Brin e Larry Page nel 1998, Google è in grado di fornire una grande quantità di servizi conosciuti in tutto il mondo: al di là del celebre motore di ricerca, che ha reso famosa l’azienda, offre servizi e programmi come YouTube, Chrome, Drive, Gmail, Traduttore, Maps, Foto e chi più ne ha più ne metta.

Google ha poi acquisito grande importanza e “celebrità” in seguito all’acquisizione nel 2005 di Android Inc., l’azienda di Andy Rubin (ora alla guida di Essential) che lavorava allo sviluppo del sistema operativo per dispositivi mobili oggi più conosciuto al mondo. Android, come sicuramente saprete, si è poi evoluto moltissimo passando attraverso diverse release: l’ultima attualmente disponibile è Android 8.1 Oreo.

Vai a:

Smartphone Google

Oltre a tutto questo, Google commercializza da anni alcuni smartphone di cui si occupa direttamente dal punto di vista software: questi sono stati prodotti in collaborazione con diversi produttori (da LG ad HTC, da Samsung a Huawei).

Si è partiti dall’iconico Nexus One prodotto da HTC nel 2010, uscito con Android 2.1 Eclair e aggiornato fino alla versione 2.3 Gingerbread, per arrivare agli ultimi Nexus (Nexus 5, Nexus 6, Nexus 5X e Nexus 6P), ora “rimpiazzati” dai Google Pixel.

I Google Pixel e Pixel XL, tra i primi a presentare direttamente il marchio Google al posto di quello del produttore (HTC in questo caso), sono stati commercializzati nel 2016 con Android 7.1 Nougat. I due smartphone non sono mai arrivati ufficialmente in Italia: il nostro Paese ha dovuto attendere l’anno successivo per mettere le mani su un nuovo dispositivo made in Google, precisamente il Google Pixel 2 XL (dotato di Android 8.0 Oreo). La versione più compatta, Google Pixel 2, ha invece seguito le orme dei predecessori e non è stato commercializzato in Italia.

Gli smartphone attualmente supportati dal punto di vista software da parte di Google e sono:

  • Huawei Nexus 6P – solo patch di sicurezza (garantite fino a settembre 2018)
  • LG Nexus 5X – solo patch di sicurezza (garantite fino a settembre 2018)
  • Google Pixel (versioni di Android garantite fino a ottobre 2018, patch di sicurezza fino a ottobre 2019)
  • Google Pixel XL (versioni di Android garantite fino a ottobre 2018, patch di sicurezza fino a ottobre 2019)
  • Google Pixel 2 (versioni di Android garantite fino a ottobre 2019, patch di sicurezza fino a ottobre 2020)
  • Google Pixel 2 XL (versioni di Android garantite fino a ottobre 2019, patch di sicurezza fino a ottobre 2020)

Tablet Google

Con gli anni Google ha deciso di provare a mettersi in gioco anche nel mercato dei tablet, non sempre ottenendo il successo sperato. La prima versione di Android realmente dedicata ai tablet è stata Android 3.0 Honeycomb (2011), ma il primo “vero” tablet Google fu il Nexus 7 (2012) prodotto da ASUS, con a bordo Android 4.1 Jelly Bean. Nello stesso anno, con qualche mese di ritardo, arrivò il più generoso Nexus 10, in collaborazione con Samsung.

Una nuova versione di Nexus 7 arrivò l’anno successivo (2013), sempre per “mano” di ASUS, con Android 4.3 Jelly Bean. Seguì il Nexus 9 del 2014, prodotto da HTC e dotato di Android 5.0 Lollipop e infine il Google Pixel C di fine 2015, il primo con tastiera magnetica.

Attualmente non risultano tablet di Google in vendita sul Play Store, sia in Italia sia negli USA: Google Pixel C è stato rimosso dal negozio virtuale di Big G a fine dicembre 2017, anche se è ancora possibile acquistarne uno da altri rivenditori.

Assistenza Google

Google offre assistenza per smartphone, tablet e accessori acquistati direttamente dal Google Play Store. I prodotti sono garantiti come privi di difetti di materiale e di fabbricazione per i classici due anni dalla data di acquisto; come recita il sito ufficiale, qualora doveste riscontrare problemi con un dispositivo, Google lo sostituirà con uno nuovo o ricondizionato con funzionalità “almeno equivalenti a quelle del componente restituito”.

Se avete acquistato lo smartphone, ad esempio un Huawei Nexus 6P, al di fuori del Play Store, Google invita invece a rivolgersi direttamente al rivenditore o al produttore (in questo caso Huawei) per ricevere assistenza.

Per tutte le informazioni potete comunque consultare la guida dedicata nella pagina di supporto, raggiungibile a questo indirizzo, dove trovate anche le indicazioni su come contattare Google.

Notizie su Google

Top