La bella stagione è ormai arrivata, il caldo inizia a farsi sentire ma noi non siamo gli unici a soffrire le elevate temperature, anche i nostri smartphone infatti possono risentire di situazioni particolarmente calde ed è per questo che i vari produttori implementano diversi tipi di soluzioni per tentare di evitare problemi legati al surriscaldamento. Tra le varie soluzioni implementate dagli OEM, figurano quelle adottate da Google per gli smartphone Pixel, l’azienda in un’apposita pagina di supporto elenca agli utenti le circostanze che possono portare al surriscaldamento dello smartphone, fornendo al contempo alcuni consigli su come ovviare alla situazione, oltre a spiegare come lo smartphone cerchi di proteggersi in autonomia.

Gli smartphone del colosso di Mountain View infatti limitano intenzionalmente alcune funzioni quando sentono che sono troppo caldi, si va dalla limitazione dalle prestazioni, al rallentamento della velocità di ricarica, allo spegnimento del flash LED della fotocamera, alla disabilitazione dell’acquisizione della fotocamera e alla disabilitazione parziale o totale dei dati mobili o della connessione Wi-Fi. Nei casi più critici gli smartphone Pixel provvedono autonomamente al proprio spegnimento, così da tutelare le componenti interne che risentirebbero delle elevate temperature.

Per quanto dunque il nostro smartphone possa da solo tentare di aggirare il problema delle alte temperature, non può ovviamente fare tutto da solo, anche l’utente deve fare la propria parte al momento; stando a quanto individuato da Mishaal Rahman nell’ultima versione dell’app Device Health Services dei Pixel (versione 1.27), sembra che Google stia lavorando ad una nuova funzionalità chiamata Adaptive Thermal, che dovrebbe essere in grado di fornire un prezioso supporto agli utenti.

Gli smartphone Pixel insegneranno all’utente come evitare il surriscaldamento grazie alla funzione Adaptive Thermal

La nuova funzionalità individuata dallo sviluppatore menzionato in apertura è composta da diverse componenti, tra queste figurano un’apposita notifica che genera una finestra di dialogo e un servizio di misurazione della temperatura della batteria. Nel momento in cui la temperatura della batteria raggiunge i 49 gradi Celsius, viene attivato l’allarme di “pre-emergenza”, circostanza che implica l’invio di una notifica che dice che “il telefono deve raffreddarsi”: nella notifica sono incluse indicazioni come “potresti riscontrare prestazioni più lente” e dovresti “provare a evitare la luce solare diretta o chiudere eventuali app ad alto consumo di batteria“, oltre ad un aposito pulsante per visualizzare le operazioni da compiere.

<string name=”pre_emergency_notification_title”>Phone needs to cool down</string>
<string name=”pre_emergency_notification_content”>You may experience slower performance. Try avoiding direct sunlight or close any battery-intensive apps.</string>
<string name=”pre_emergency_notification_action_button”>See care steps</string>

Cliccando sul pulsante l’utente potrà visualizzare una finestra di dialogo che condivide ulteriori informazioni sui passaggi che il sistema operativo sta eseguendo per raffreddare il dispositivo, oltre ad una serie di suggerimenti su come tentare di raffreddare lo smartphone Pixel (evitare la luce solare diretta, mettere il telefono all’aperto per un migliore flusso d’aria o chiudere eventuali app ad alto consumo di batteria come video, giochi e fotocamera); l’utente può chiudere la finestra di dialogo toccando il pulsante OK o toccando Ulteriori informazioni, pulsante che apre la pagina di supporto menzionata in precedenza.

<string name=”pre_emergency_dialog_title”>Phone needs to cool down</string>
<string name=”pre_emergency_dialog_content”>”Pixel will try to cool your phone down by temporarily limiting:

• Performance speed
• Disabling 5G network, and more

How to help cool down your phone:

• Try avoiding direct sunlight
• Put your phone in the open for airflow
• Close any battery-intensive apps such as videos, games, and the camera

Once your phone cools down, it will run normally again”</string>
<string name=”pre_emergency_dialog_dismiss_button”>Got it</string>
<string name=”pre_emergency_dialog_action_button”>Learn more</string>

<string name=”pre_shutdown_dialog_title”>Phone will shut down in about 30 secs due to high temperature</string>

La nuova funzione Adaptive Thermal degli smartphone Pixel quindi controllerà la temperatura della batteria ogni cinque minuti per vedere se il telefono si è raffreddato, in caso contrario, qualora venissero raggiunti i 52 gradi Celsius, la funzione entrerà nello stato di “emergenza”: non è chiaro al momento cosa accade in questo stato considerando che lo sviluppatore non è riuscito a ricreare questa circostanza, ma è lecito presumere che vengano intraprese azioni ancora più drastiche; se anche queste non dovessero riuscire a raffreddare lo smartphone, raggiunta la temperatura di 55 gradi Celsius, Adaptive Thermal avviserà l’utente 30 secondi prima di spegnere il telefono.

La funzione in questione è al momento nascosta dietro alcuni flag non abilitati, motivo per cui il suo funzionamento non è ancora chiaro, ad ogni modo per il momento sembra che la funzionalità avvisi l’utente in merito alle operazioni che lo smartphone Pixel intraprende in autonomia per tutelarsi, fornendo al contempo utili consigli; non è chiaro quando Adaptive Thermal farà la sua comparsa, potrebbe debuttare con un futuro aggiornamento di Android o con la prossima serie di smartphone di punta Google Pixel 9. Non ci resta che attendere per scoprirlo.