Per il secondo anno consecutivo Huawei ha scelto Monaco di Baviera, in Germania, per presentare il suo nuovo top di gamma. In realtà si tratta di una famiglia di prodotti, che include oltre a Huawei Mate 10, il più prestigioso Huawei Mate 10 Pro e il costoso ed esclusivo Huawei Mate 10 Porsche Design.

Sono stati tanti gli slogan utilizzati da Huawei per convincere gli utenti a non scegliere i top di camma dei competitor e ad aspettare la nuova gamma Mate 10. Il più emblematico è stato quello presente nell’invito ufficiale””Meet the device worth waiting for“, “Incontra il dispositivo che vale la pena aspettare”. Sul sito ufficiale italiano il countdown che ci ha accompagnato all’evento era accostato alle frasi “Don’t follow. Lead.”, “Non seguire. Guida.” e alla più altisonante “Non solo smart. Intelligente.”

Proprio l’intelligenza artificiale è il tema dominante dei nuovi top dio gamma, grazie alla Neural Processing Unit presente nel SoC HiSilicon Kirin 970, il più recente prodotto dell’ingegneria cinese che promette prestazioni all’altezza dei più famosi concorrenti. Andiamo senza altro indugio a scoprire la scheda tecnica dei due smartphone, diversi esteticamente ma molto simili sotto la scocca.

Specifiche tecniche di Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro

Anche quest’anno i due dispositivi top di Huawei sono diversi tra di loro, anche se sotto la scocca le differenze non sono molte. Se lo scorso anno la differenza era data dallo schermo curvo, prerogativa di Huawei Mate 9 Pro, quest’anno il modello Pro è il solo a utilizzare uno schermo di tipo “Full View”, con fattore di forma 18:9.

La diagonale dello schermo è praticamente la stessa, ma il modello normale utilizza un tradizionale schermo in formato 16:9, con cornici più marcate rispetto alla variante Pro. Vediamo le schede tecniche dei due smartphone partendo da Huawei Mate 10:

  • schermo QHD (1440 x 2560) da 5,99 pollici
  • SoC HiSilicon Kirin 970 con CPU octa core a 2,36 GHz con quattro core Cortex-A73 e quattro core Cortex-A53, GPU Mali-G72 MP12 e NPU (Neural Processing Unit), realizzato con processo produttivo a 10 nanometri
  • 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna
  • doppia fotocamera posteriore, realizzata in collaborazione con Leica: sensore monocromatico da 20 megapixel e sensore RGB da 12 megapixel, entrambi con lenti ad apertura focale f/1.6, autofocus laser, doppio flash LED e stabilizzazione ottica dell’immagine
  • fotocamera frontale da 8 megapixel, apertura focale 2.0
  • lettore di impronte digitali sul tasto Home frontale
  • connettività 4G/LTE Cat.16, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, Bluetooth 4.2, NFC, connettore USB Type-C, jack da 3,5 millimetri, GPS
  • dual SIM dual 4G VoLTE
  • batteria da 4000 mAh con caricatore rapido 22,5W (4,[email protected])
  • Android 8.0 Oreo con interfaccia EMUI 8.0
  • disponibile in Champagne Gold, Black, Pink Gold e Mocha Brown
  • dimensioni 150,5 x 77,8 x 8,2 millimetri, peso 186 grammi

Huawei Mate 10 Pro offre una scheda tecnica simile, con uno schermo diverso e alcune cose in più:

  • schermo FullHD+ (1080 x 2160) OLED da 6 pollici con fattore di forma 18:9
  • SoC HiSilicon Kirin 970 con CPU octa core a 2,36 GHz con quattro core Cortex-A73 e quattro core Cortex-A53, GPU Mali-G72 MP12 e NPU (Neural Processing Unit), realizzato con processo produttivo a 10 nanometri
  • 6 GB di RAM con 128 GB di memoria interna
  • doppia fotocamera posteriore, realizzata in collaborazione con Leica: sensore monocromatico da 20 megapixel e sensore RGB da 12 megapixel, entrambi con lenti ad apertura focale f/1.6, autofocus laser, doppio flash LED e stabilizzazione ottica dell’immagine
  • fotocamera frontale da 8 megapixel, apertura focale 2.0
  • connettività 4G/LTE Cat.18 con velocità fino a 1,2 Gbps, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, Bluetooth 4.2, NFC, connettore USB Type-C, GPS
  • dual SIM dual 4G VoLTE
  • certificazione IP67
  • batteria da 4000 mAh con caricatore rapido da 22,5W (4,[email protected])
  • Android 8.0 Oreo con EMUI 8.0
  • dimensioni 154,2 x 74,5 x 7,9 millimetri, peso 178 grammi

Manca, nella versione Pro, il jack da 3,5 millimetri per cui è necessario ricorrere al connettore USB Type-C e a un adattatore per utilizzare le classiche cuffie. Inoltre la versione Pro è dotata della certificazione IP67 che garantisce la resistenza a liquidi e polvere, mettendo al riparo lo smartphone da possibili problemi.

Huawei Mate X Porsche Design

Nel corso della presentazione è stato annunciato anche Huawei Mate X Porsche Design, che utilizza la stessa base hardware di Huawei Mate 10 Pro, con 256 GB di memoria interna, ma si ispira alla mitica Porsche 911 per il design. La cover posteriore è realizzata in vetro, con un trattamento particolare che lo rende praticamente identico alla ceramica.

In questo caso è stata scelta la colorazione nera, decisamente più sportiva, con la fascia che sottolinea il comparto fotografico che sparisce, per lasciare spazio a una fascia verticale con l’iconico logo dello studio di design. Nella confezione di vendita troviamo una lunga serie di accessori, come due caricabatterie rapidi, cuffie USB Type-C, due cover in pelle

La nostra video anteprima di Huawei Mate 10 Pro

Abbiamo avuto modo di partecipare all’evento di presentazione dei nuovi Huawei Mate 10, e Matteo ci racconta le sue prime impressioni sul nuovo top di gamma, che sembra promettere davvero molto, almeno sulla carta. Ecco la video anteprima girata poco fa.

Design di Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro

Mai come quest’anno le due varianti del top di gamma sono profondamente diverse tra di loro. Se lo scorso anno la differenza era data dalla presenza dello schermo curvo, quest’anno la filosofia è completamente diversa. La versione Pro segue decisamente il trend del 2017, con uno schermo 18:9, cornici laterali pressoché assenti e cornici inferiore e superiore ridotte ai minimi termini.

L’adozione del vetro protettivo posteriore rende lo smartphone davvero bello da vedere, fornendo una sensazione di pregio quasi inaspettata, con un design complessivo davvero molto curato, anche rispetto ai già bellissimi predecessori. L’impressione è che con questa generazione Huawei abbia davvero fatto il grande salto, producendo un top di gamma di valore assoluto anche dal punto di vista del design.

La versione standard adotta invece un più tradizionale schermo 16:9, guadagnandosi però la risoluzione QHD, offrendo un’ottima alternativa a chi cerca un dispositivo meno avveniristico. Il design rimane molto simile ma le cornici sono ottimizzate in maniera diversa, cercando quindi di soddisfare tutti i potenziali acquirenti. Da segnalare che il modello “base” dispone del connettore audio da 3,5 millimetri, anche se manca la certificazione IP67. Mai come quest’anno dunque Huawei prova davvero a soddisfare tutti, con due dispositivi simili ma dalle identità diverse.

La tecnologia Huawei Super Charge è stata certificata dal Tüv, che ne garantisce la sicurezza in ogni ambito di utilizzo.

Funzioni di Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro

La Neural Processing Unit è alla base di gran parte delle caratteristiche dei nuovi smartphone. Nelle scorse settimane Huawei ha ripetutamente pubblicizzato i nuovi top di gamma per le loro potenzialità in ambito fotografico con l’hashtag #beyondthegalaxy per sottolineare la superiorità rispetto agli smartphone Samsung.

L’intelligenza artificiale interviene pesantemente in campo fotografico, permettendo di riconoscere in tempo reale lo scenario dello scatto, applicando automaticamente i parametri corretti per ottenere lo scatto migliore. In generale comunque l’AI del sistema interverrà per ottimizzare gli scatti rendendoli qualitativamente superiori grazie alla tecnologia Vision Engine.

I nuovi Huawei Mate 10 sono in grado di riconoscere 13 differenti contesti grazie alla funzione Real Time Scene e applicare le migliori impostazioni. Anche i selfie saranno oggetto di miglioramenti, grazie alla funzione makeup che permette di “truccare” l’utente e garantisce scatti impeccabili. Impeccabili anche gli scatti in movimento con Motion Detection che eviterà le fotografie mosse.

Sempre grazie all’intelligenza artificiale è possibile tradurre il testo contenuto nelle immagini, senza che sia necessario avere una connessione a Internet. Il software di sistema è in grado di apprendere i comportamenti dell’utente, prevedendo quali applicazioni saranno utilizzate in determinati contesti e ottimizzandone le prestazioni.

Il software è ovviamente Android 8.0 Oreo, sul quale gira la nuovissima interfaccia EMUI 8.0. Ci si aspettava una EMUI 6.0 ma con la nuova numerazione Huawei ha voluto sottolineare gli enormi passi in avanti compiuti in questo aspetto. Troviamo ad esempio i wallpaper dinamici, che cambiano e si adattano nel corso della giornata.

Troviamo funzioni già viste su altri dispositivi come lo Split Screen, le scorciatoie sulle applicazioni, ma anche il collegamento diretto a LinkedIn per sincronizzare tutti i contatti. Troviamo inoltre un audio Lossless e grazie alla funzione Easy Talk lo smartphone sarà in grado di ridurre il rumore di fondo, permettendoci di parlare anche a bassa voce.

La modalità PC Mode permette di collegare lo smartphone a uno schermo e trasformarlo in un PC, senza che serva una docking station

Huawei Mate 10 Pro dispone inoltre della certificazione IP67, assente sul modello standard, che lo rende resistente ad acqua e polvere, come si addice a un vero top di gamma. La batteria da 4000 mAh., che dovrebbe garantire un’ottima autonomia, è coadiuvata dalla tecnologia Huawei Super Charge che permette una ricarica rapidissima in tutta sicurezza. La versione Pro è in grado di raggiungere velocità di download fino a 1.2 Gbps, grazie al supporto alle reti 4G/LTE Cat.18.

Immagini di Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro

Prezzi e disponibilità di Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro

In Italia arriverà solo Huawei Mate 10 Pro, inizialmente solo nelle nelle colorazioni Midnight Blu, Titanium Grey, (Pink Gold e Mocha Brown potrebbero arrivare in un secondo momento), al prezzo di 849 euro. Sarà possibile acquistarli dalla metà di novembre. Per gli utenti che effettueranno il preordine, dal 17 ottobre al 15 novembre di Huawei Mate 10 Pro è previsto un bellissimo omaggio: il Moleskine Smart Writing Set, del valore di 299 euro.

Huawei Mate 10 Porsche Design arriverà a metà novembre al prezzo di 1395 euro, nella colorazione Diamond Black.